07 gennaio 2012

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: Se fosse per sempre di Tara Hudson


Ciao a tutti!
eccomi di ritorna da Londra dopo aver fatto un'esperienza bellisima ed indimenticabile con le miei amiche! oggi come primo post dal rientro voglio dirvi la mia opinione su un libro di prossima pubblicazione per la Nord editore. Un libro romantico e strano che ho letto verso la fine di dicembre e che voi potrete leggere tra pochi giorni. Enjoy!


Titolo: Se fosse per sempre
Autore: Tara Hudson
Pagine: 368
Prezzo:€ 18,60
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 12 gennaio 2012
Trama
 
Chissà da quanti anni Amelia si aggira inquieta sulla riva del fiume. Quand’è morta, ne aveva solo diciotto e, da allora, ha perso la cognizione del tempo e non ricorda nulla del suo passato: né i suoi genitori, né i suoi amici, nemmeno il proprio cognome. Rammenta solo le acque scure che si sono chiuse su di lei, soffocandola. Le stesse acque che vede nei suoi incubi quando, atterrita, è costretta a rivivere ogni angosciante momento della propria morte. Un giorno, però, dopo uno di quegli orribili sogni, Amelia capisce che c’è qualcosa di molto diverso. Perché stavolta non si tratta di lei, bensì di un ragazzo che sta davvero affogando e che lotta per sopravvivere. Amelia non può lasciare che pure lui subisca il suo stesso destino e decide di aiutarlo: come per magia, il ragazzo non solo trova la forza di nuotare verso la riva, ma riesce addirittura a vedere il viso di Amelia, a sentire la sua voce, a sfiorarle una guancia con la punta delle dita. E, in quell’istante, lei capisce di non essere più sola, di aver trovato qualcuno di cui potersi fidare, qualcuno disposto a scoprire chi l’ha uccisa. Qualcuno che, per amor suo, sfiderà perfino le forze oscure che stanno cercando di distruggerla…
 
Mia Recensione

Le prime cose che ho da dire su questo libro riguardano cover e titolo.
La cover, uguale all'originale, è bellissima e spicca sicuramente nonostante la sua semplicità...davvero mi piace tantissimo e tra l'altro il segnalibro olografico che mi è stato mandato insieme al libro è davvero carinissimo!Spero riusciate a trovarlo in giro!!
Per quanto riguarda il titolo, devo dire che non mi fa impazzire, avrei sicuramente preferito quello originale. "Se fosse per sempre" è, se ricordate, una canzone di Biagio Antonacci...insomma il titolo originale è hereafter che letteralmente sarebbe "qui dopo" , il concetto di base quindi lo hanno modificato rendendolo più mieloso di quello che dovrebbe essere. Tipo mi sarebbe piaciuto anche "qui per sempre" che per me è più in sintonia con il libro.

A parte la mia vena creativa peri titoli, passo a parlarvi del libro stesso.
La protagonista del libro è Amanda, una giovane ragazza fantasma che non ricorda nulla del suo passato tranne il suo nome, nessuno è in grado di vederla e lei si aggira confusa e depressa nei luoghi dove ha vissutola sua vita. In uno dei suoi lunghi e tristi vagabondaggi nei pressi di un ponte, Amanda assise disarmata e disperata ad un incidente: un ragazzo alla guida di un'auto cade dal ponte rischia di morire. Amanda, che durante questa sua vita ultraterrena è costantemente apatica, colpita dalla bellezza del ragazzo, si anima e corre in suo aiuto contribuendo al suo salvataggio. Da quel momento niente sarà più come prima, infatti Joshua inizia a vedere Amanda e la cerca, irrimediabilmente attratto da lei.

Vi dico che questo libro, per quanto mi riguarda, ha i suoi alti e bassi. L'inizio e quasi tutta la prima parte mi sono piaciuti tantissimo perché, la descrizione dei desideri e dei rimpianti dimenticati di Amelia e di questo vagare ininterrotto e senza scopo, mi hanno intenerita e colpita. La parte centrale mi è piaciucchiata perché non sono riuscita a calarmi perfettamente nella narrazione e molte cose mi sembravano decisamente impossibili(e lo dice una che legge libri di vampiri di continuo). La parte finale, dove viene svelato parte del passato di Amelia, è un pò più interessante e attiva, c'è finalmente un pò di azione e di mistero, e tutto questo migliora molto la situazione stagnante della parte centrale.
Insomma, su tre parti due mi sono piaciute, anche se devo dire che, con un inizio così promettente, io avrei sviluppato diversamente la storia non mischiando il mondo dei vivi e dei morti e mantenendomi quindi su un piano diverso.
I protagonisti sono davvero teneri e smielosi, soprattutto Joshua che non è il solito bello e maledetto, ma è un ragazzo semplice ed ingenuo che ama la sua famiglia e la sua vita. Amelia invece, non conoscendo il suo passato e i suoi poteri, si comporta come una ragazza dodicenne alle prese con la prima cotta(perchè diciamolo, i ragazzi d'oggi hanno anticipato molto l'adolescenza e quindi il comportamento impacciato e timido di Amelia è un pò retrò).
I personaggi secondari, come la nonna di Joshua,  saranno maggiormente caratterizzati nei prossimi volumi e sono certa avranno un ruolo fondamentale.

Assegno 4 stelline al libro e deciderò se leggere il seguito quando uscirà perchè il finale per il momento è  abbastanza soddisfacente.


Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...