28 gennaio 2012

RECENSIONE: Firelight di Sophie Jordan

Buon pomeriggio!
eccomi con una nuova recensione!Enjoy

 Titolo:Firelight- La Ribelle
Autore:Sophie Jordan
Prezzo: euro9,90
Editore: Piemme
Genere: fantasy
Data di pubblicazione: inizio gennaio 2011
Trama
Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki.
Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffi are ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare
la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza?
Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?
Mia Recensione
Scrivo questa recensione a caldo: sono le 7 e mezzo di sera e ho appena terminato la lettura di Firelight.
Parto dicendo che è uno young adult e quindi, l'influenza twilight e di tutti i libri del genere, si fa sentire pesantemente sui 2 protagonisti, anche se devo dire che questo libro mi ha fatto nascere una nuova speranza...la ricerca di nuovi personaggi magici, e non sempre e solo i vampiri, inizia a dare i suoi frutti.

Jacinda è una draki, cioè un drago che è in grado di mutare in forma umana e, a causa delle sue capacità così rare (è una sputafuoco), è tenuta sotto stretta sorveglianza nel clan in cui vive. Il suo destino è già scritto: sarà la moglie del prossimo alfa e genererà altri figli sputafuoco. Ma lei è assetata di libertà, ama volare e fare ciò che vuole e proprio perché infrange una delle più importanti leggi del clan, cioè volare di giorno, è costretta da sua madre a trasferirsi nel mondo degli umani per evitare una terribile punizione. Jacinda, sua madre e sua sorella gemella iniziano una nuova vita da umane, ma la protagonista soffre perché non può manifestare la sua vera natura...non vuole rinunciare a quello che è.
Inutile dire che a questo punto fa la sua apparizione Will l'immancabile bel tenebroso che in questo caso è assolutamente proibito perché scatena forti sensazioni in Jacinda e va quindi a solleticare il suo draki ed inoltre lui è un cacciatore, lui è il nemico.

Ma perché in questi libri le coincidenze non hanno mai fine?? Non voglio anticiparvi nulla, ma davvero negli YA  le COINCIDENZE creano da sole metà della storia.... e ne anticipano l'altra metà.
L'inizio è davvero molto bello con la descrizione dei draki, dei personaggi e dei luoghi, così come la fuga della protagonista...insomma ero speranzosa ma alla fine arriva LUI, Will ragazzo bello, dolce e assolutamente perfetto..più o meno. Da quando appare il ragazzo la parabola inizia ad essere discendente, la storia della loro relazione è scontata e già vista e rivista, anche se è tenera e carina. Insomma sono un pò combattuta nel giudicare questo libro perché, se da una parte ci sono i cliché che tutte noi lettrici del genere conosciamo, dall'altra c'è un accenno di novità che fa rinascere la speranza: una piccola luce di originalità che potrebbe diventare un bel sole. Non bisogna mai perdere le speranze!

I personaggi sono abbastanza stereotipati:
Jacinda è una ragazza adolescente che è costretta a  cambiare vita e quindi via con le lagne e le lamentele(anche se non eccessivamente perché appare lui e tutte le lamentele spariscono)!! Da essere sempre al centro dell'attenzione nel clan per le sue doti di sputafuoco, si ritrova in un'anonima cittadina umana che la spaventa e la confonde, il tutto coronato dal fatto che deve rinunciare ad una parte importante della sua vita: il suo essere orgogliosamente una draki.
Anche Will ha i suoi problemi, è infatti soffocato dalla sua famiglia iperprotettiva e abbastanza inquietante e in Jacinta vede una via di fuga, una nuova vita. Quindi insiste,ma non sa che insistendo rinnegherà tutto ciò che ha imparato: lui il cacciatore e lei la preda.

Dopo averci pensato un pò su, ho deciso di assegnare 3 stelline tonde tonde al libro che, nonostante le pecche del genere(ormai sono diventate pecche), mi è piaciuto e mi ha divertita in questi due giorni. Per il momento mi sento di consiglialo o agli amanti assoluti del genere che non vedono le ripetizioni come una cosa da biasimare, oppure a coloro che si approcciano per la prima volta al genere.
Per dare un parere definitivo aspetterò almeno il prossimo volume.


P.S. Il prezzo è davvero ottimo!!

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...