venerdì 17 febbraio 2017

5 cose che... 5 finali di libri o serie tv che cambierei

Buonasera lettori!
Finalmente le giornate si stanno allungando! Il mio umore esulta!
Eccomi tornata con la carinissima rubrica 5 cose che... ideata dal blog twin books lover

Il tema odierno è:5 finali di libri o serie tv che cambierei
cof cof, da dove iniziamo? Per evitare spoiler, mi fermerò solo all'elenco, anche perchè prevedo che ci saranno una sfilza di serie e trilogie ^^

1- Le cronache del mondo Emerso. Le storie perdute di Licia Troisi (dopo un finale di trilogia così sospeso sono rimasta davvero male per questo sequel, che è comunque bello ^^ capitemi, io e Nihal abbiamo una lunga storia alle spalle XD)


2- La rivelazione di James Dashner (dopo tutto il macello del labirinto e del deserto non posso accettare un finale del genere!)
3- Shades of Earth di Beth Revis


4- Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor (una grandissima occasione sprecata perché la trilogia è davvero originale e interessante!)

5- Un po' di follia in primavera di Alessia Gazzola (per la storia d'amore)
Scusate la brevità del post di oggi ma tra gli impegni e il pericolo spoiler dietro l'angolo mi sono dovuta contenere! ^^

giovedì 16 febbraio 2017

Recensione: Newt's Emerald di Garth Nix

Buona lettura!

Titolo:Newt's emerald
Autore: Garth Nix
Pagine: 304
Editore:Katherine Tegen Books 
Formato: Hardcover
lingua inglese

Trama(tradotta da me)

Il giorno del suo diciottesimo compleanno Lady Truthful, chiamata anche Newt, erediterà il più grande tesoro della sua famiglia: lo smeraldo Newington. Questa abbagliante gemma a forma di cuore non è ciò che sembra perché conferisce anche a chi lo indossa dei poteri magici
Quando lo smeraldo, in una notte di tempesta, scompare, Newt decide di recuperarlo. Il suo piano consiste nel travestirsi da uomo, baffi compresi, e girare da sola per la città; insomma, tutto ciò che una signorina di buona famiglia non dovrebbe fare! Mentre è sotto mentite spoglie, Newt incontra maggiore Harnettuomo sicuramente bello ma molto scaltro, il quale, credendola un ragazzo, decide di aiutrala a trovare lo smeraldoDopo che lei e il suoignaro alleato vengono coinvolti in una pericolosa avventura che include un strega malvagia,Newt si rende conto che qualcosa sta cambiandoil battito del suo cuore.

Nel suo nuovo romanzoGarth Nix, autore del bestseller Sabriel, adotta un approccio waggish al sempre popolare romanticismo Regency e presenta un mondo incantato in cui tutti hanno qualcosa da nascondere. 


Mentre bazzicavo in giro per goodreads, è capitato di posare lo sguardo su questo romanzo autoconclusivo di stampo un po' fantasy un po' storico. Non potevo lasciarlo sfuggire.

Truthfull e una giovane debuttante che ha appena compiuto i suoi diciott'anni durante la metà dell'ottocento. Nel suo mondo moltissimi nascono con dei poteri magici, più spiccate in alcuni e meno in altri. Newt, soprannome della ragazza datole dai suoi cugini, è destinata ad ereditare un grande smeraldo dei misteriosi poteri ma, durante la sua festa di compleanno, il gioiello viene rubato misteriosamente. Newt quindi decide di partire alla ricerca dello smeraldo per ridare speranza e restituire la salute di suo padre. Essendo però una ragazza è costretta a travestirsi da uomo e, grazie all'aiuto della zia che la ospita a Londra, inizierà la sua tortuosa ricerca insieme a un ufficiale britannico che ignora la sua identità.

Devo dire che ho scelto di leggere questo romanzo in lingua inglese sia per la il genere abbastanza particolare, sia perché conoscevo già altri libri dell'autore che mi è capitato di leggere in passato.
“Newt’s emerald” non è un romanzo che presenta grandi sorprese a livello di trama infatti, dal momento in cui la ragazza assume le sembianze di un uomo, ci sono una serie di situazioni più o meno imbarazzanti che la coinvolgono insieme al misterioso ufficiale britannico che l'aiuta nella ricerca. La storia scorre spedita e l'ho trovata simpatica e godibile sia dal punto di vista più strettamente fantastico sia da quello storico.
Newt è una ragazza intraprendente e determinata a ritrovare il suo gioiello nonna per motivi puramente materiali ma per ridare serenità su padre il quale, dopo il furto, vive prostrato nel suo letto. Lei è piuttosto ingenua e la sua ricerca, senza l'intervento dei personaggi secondari, sarebbe stata del tutto infruttuosa. La sua strana zia l'aiuta a travestirsi a comportarsi come un gentiluomo mentre il maggiore Harnett, che si interessa a lei e alla ricerca per motivi non del tutto chiari, la guida negli ambienti giusti e le permette di avvicinarsi alla soluzione del furto. Lascia alla vostra immaginazione il finale molto alla Jane Austen.
Il libro molto carino, è autoconculsivo (cosa di capitale importanza), è allegro, leggero e, seppur prevedibile ha allietato un mio pomeriggio di letture grazie alla compresenza di elementi fantasy ed elementi storici.
A segno tre stelline mezzo romanzo e conto di leggere la saga di Garth Nix, poco conosciuta in Italia, non appena mi capiterà l'occasione.


Lya

mercoledì 15 febbraio 2017

What's Next? 260




Salve a tutti! eccomi con l'aggiornamento delle mie letture!
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
Ho terminato domenica "la spia del mare" di Virginia de Winter, un romanzo al limite tra lo storico e il fantasistico che mi è piaciuto ma non mi ha entusiasmata davvero. Ve ne parlerò per bene nella recensione che è in 
scrittura ^^


What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Visto che ieri è stato San Valentino ho deciso di lasciare spazio, tra le mie letture, a un romanzo d'amore e mi è capitato davanti "Inevitabile" di Angela Graham che al momento sembra abbastanza carino. Spero vivamente non sfoci in qualcosa di superficiale!



What's next? (Qual è il prossimo?)
Il prossimo libro che conto di leggere sarà o il seguito di "Paper magician" oppure il nuovo thriller di Carrisi. Tutto dipende dal mio umore dopo che finirò quello che sto leggendo: se vorrò qualcosa di più serio mi butterò quasi certamente su Carrisi.






Voi cosa state leggendo^ e cosa leggerete? ^^

martedì 14 febbraio 2017

San Valentino: love stories nei libri

Nel giorno di San Valentino volevo fare un post diverso dal solito, volevo scrivere qualcosa che riguarda l'amore ma senza consigliarvi letture oppure parlarvi delle mie coppie preferite. Sarei ripetitiva perché la storie d'amore che più mi hanno colpita sono sempre quelle XD

Oggi vorrei elencarvi la tipologia di storie d'amore che vanno per la maggiore nei libri recenti e cosa ne penso in proposito. Ho diviso le coppie generiche in varie categorie.

I mielosi: la prima categoria che mi è venuta in mente è quella dei mielosi, tutti "picci picci", attenzioni e cose sdolcinate. Ovviamente queste coppie vengono indotte in tentazione ma l'amore supera tutto e quindi vissero tutti felici e contenti. Queste storie d'amore a me fanno cariare i denti e alzare spesso gli occhi al cielo perché le trovo davvero poco reali ed evidentemente finte. Se leggo una storia d'amore voglio che ci sia qualcosa di interessante ma anche qualcosa che possa sembrare "vero".

I platonici: Al contrario di molte coppie, i platonici sono coloro che si amano a distanza, in segreto, pensando e ripensando ma senza avere il coraggio di agire. Non disprezzo questo tipo di amore mentale e sospeso però, come sempre, deve essere ben narrato e "giustificato".

Il triangolo: tipicamente presente negli young adult, i triangoli amorosi sono un vero classico e, se creati con logica e meditati bene, possono essere intriganti da leggere. Anni fa, quando ero immersa fino al collo nel mondo young adult, leggevo quotidianamente queste storie: lei e lui sono amici ma si amano in segreto, arriva un lui/lei ad agitare la situazione ma, dopo tanta indecisione i protagonisti scoprono le loro carte e finiscono insieme. Devo dire che, a giuste dosi e senza esagerare troppo nelle varie complicazioni, i triangoli mi piacciono e, a volte, mi coinvolgono parecchio. Devo ammettere che di solito tifo per il bello tenebroso o per la brava ragazza.

I distruttivi: Questa è la coppia che è presente soprattutto nei romanzi contemporanei incentrati sul divorzio, sui problemi della quotidianità e sui tradimenti. Guardando nel mio scaffale ho notato una prevalenza di voci femminili che raccontano quanto sia difficile oggigiorno vivere con tranquillità e in equilibrio una storia d'amore senza farsi del male. Situazioni molto realistiche che però leggo con "piacere" solo in determinati momenti. Leggendo di sera e cercando storie rilassanti, spesso cerco cose più lontane dalla realtà (senza esagerare!).

Gli inutilmente complicati: Questa è la tipica situazione narrata nei romanzi new adult che tanto stanno andando di moda. Di solito i protagonisti si complicano inutilmente la vita tra film mentali, ex invadenti e ripensamenti repentini e senza una spiegazione. Spesso questi ragazzi fuggono dal proprio partner per cose davvero insulse e facilmente risolvibili a mente fredda. Questi new adult, quando sono scritti in modo superficiale e poco accurato(molto spesso purtroppo!), diventano una vera farsa alla Dawson creek ( o altre serie anni novanta che vi vengono in mente). Pur apprezzando la leggerezza di questa tipologia di libri, non ho ancora trovato nessuno che mi abbia davvero convinto. Infatti, tendo a demolire ogni cosa che mi sembra stupida. Giuro, non lo faccio apposta!!

Gli attori porno mancati: come ultima categoria non potevo non inserire questo tipo di protagonisti che da un paio d'anni dilaga in modo incontrollato tra gli scaffali delle librerie. Con le maledette 50 sfumature si è molto diffusa la moda degli erotici, romanzi in cui, dopo un'iniziale calma, i protagonisti passano da una posizione all'altra con intramezzi insignificanti. In questo caso non c'è una vera e propria storia, o almeno io non riesco a vederne una, perché gli attori porn...i due protagonisti non fanno altro per tutto il libro con scene e pensieri che io ho sempre trovato piuttosto imbarazzanti. L'amore non può e non deve essere solo fatto di sesso!
Non mi fraintendete, come ho sempre detto non sono puritana, una sana scena di sesso(o più di una) ci sta sempre in un libro dedicato a un pubblico più adulto, però deve essere scritta con una certa eleganza senza cadere nell'osceno o nel banale. Ho provato un paio di volte a leggere questa tipologia di libri ma immancabilmente, per me, sono diventati dei romanzi comici.

Menzione speciale
L'amore e le coppie nei fantasy: In questo caso sono spesso costretta a "lamentarmi" perché le tanto attese storie d'amore sono così marginali e poco importanti da lasciare il lettore a bocca asciutta. Tanti libri high fantasy, cioè quelli che amo di più, hanno spesso questa grave pecca: in millemila libri, la storia romantica è evanescente e mi convince che il racconto non sia davvero completo.

Dopo questa carrellata sono arrivata a chiedermi: come potrebbe essere la storia d'amore che possa riuscire ad amare nei libri?
- L'amore non deve essere l'elemento centrale nella storia ma, al contempo, non deve essere marginale.
- Ci devono essere complicazioni ma sempre ben collocate e giustificate...nulla di campato in aria o di superficiale.
- Ci possono essere scene più hot ma scritte con eleganza e non troppo numerose da cancellare tutto il resto. (il mio motto: la passione SI, il porno NO!).

Ecco cosa ne penso! Questo è un post un po' improvvisato ma che ho trovato giusto scrivere e pubblicare nel mio piccolo spazio proprio in questa giornata.

Buon san Valentino!!

lunedì 13 febbraio 2017

Uscite della settimana: dal 13 al 19 febbraio 2017

Buon pomeriggio lettori,
eccomi qui con i nuovi libri che potremo trovare in libreria questa settimana. Come sempre vi ricordo che questi romanzi sono frutto di una mia selezione tra le tantissime uscite^^

Oggi eccomi con tre uscite: due sono romanzi per ragazzi e uno è un romanzo d'amore che mi sembra molto carino ^^

Titolo: Golden Son - Il segreto di Darrowt
Autore: Pierce Brown
Pagine: 454
Prezzo: 19,90€/ 9,99€ ebook
Serie: Red Rising #02
Editore: Mondadori
Uscita: 14 Febbraio 2017

Trama

In Golden Son la guerra nello spazio si intreccia con gli intrighi del potere, la lotta del singolo con la narrazione corale, il linguaggio crudo dell'azione con quello psicologicamente raffinato dei dialoghi. Il complesso mondo dei colori legato alle classi sociali e alle loro lacerazioni - dai sovrani (Oro) e dagli innovatori (Argento), fino agli schiavi sessuali (Rosa) e agli operai obbligati ai lavori disumani (Rossi) - è la grande invenzione di Pierce Brown, un meccanismo di micidiale attualità. Leggere per credere. Golden Son ci trascina in un'avventura di cui è impossibile immaginare lo sviluppo. L'ascesa di Darrow nel mondo degli Oro, i suoi nemici, è difficile, incerta, pericolosa. Così la crudeltà di Nerone au Augustus, l'insincerità di Roque, il desiderio di vendetta di Cassio, i misteri che circondano la Sovrana, l'imprendibilità di Ares rendono unica questa storia. Un mondo dove basta una parola sbagliata, una mossa falsa, una decisione presa in ritardo per avere dolore, morte o vita e riscatto.



Titolo: Se basta un fiore
Autore: Giulia Blasi
Pagine: 256
Prezzo: 16.50 €
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 14 febbraio2017

TramaLe famiglie Motta e Bertelli vivono in due ville dai giardini confinanti in zona Giustiniana, ma non potrebbero essere più diverse. Adriano Motta è un palazzinaro senza scrupoli che ha cementificato mezza Roma; peccato che nessuno dei suoi figli abbia voluto seguire le sue orme. Ora tutte le speranze sono riposte in Max, ingegnere in pectore ed erede designato. Il taciturno Max però nutre una passione segreta per la cucina e per la bella e disinibita vicina di casa, Clara, che spia da anni senza avere il coraggio di parlarle. Clara Bertelli è cresciuta come figlia unica, viziata e privilegiata, di due intellettuali radicai chic che lavorano nel mondo del cinema. Quest’estate però scoprirà di avere una sorella, Gloria, nata da una relazione del padre prima del matrimonio, e un vicino di casa più interessante di quel che sembra. Il figlio del palazzinaro e la figlia dei “fricchettoni” scopriranno, nel rapporto con l’altro, una parte di se stessi che non credevano esistesse, e nelle azioni di Guerrilla Gardening una scelta di libertà e rivoluzione non violenta. Alla fine dell’estate, le famiglie Motta e Bertelli si troveranno irrevocabilmente cambiate. E nuovi fiori sbocceranno nei luoghi più inaspettati di Roma.



Titolo: Tutti per uno
Autore: Pittacus Lore
Pagine: 324 
Prezzo:18 euro/ ebook 9.99 €
Editore: Nord
Serie:Lorien Legacies #7 (end)
Data di pubblicazione: 16 febbraio 2017

Trama
Per tutta la vita, non ho fatto altro che allenarmi, prepararmi al giorno in cui io e i miei compagni avremmo sventato la minaccia che gravava sul mondo, senza che nessuno scoprisse il nostro segreto. Ma abbiamo fallito. I nostri nemici hanno invaso la Terra, seminando il panico tra la popolazione inerme. E noi non siamo abbastanza forti per affrontarli da soli. Perciò ci siamo alleati con l’esercito americano e abbiamo insegnato loro come difendersi dagli attacchi. Perciò abbiamo viaggiato per settimane alla ricerca di giovani come il mio amico Sam, giovani dotati di poteri straordinari, che noi possiamo addestrare prima che loro li trovino e sfruttino quelle abilità contro di noi. Perché la nostra unica speranza è unire le forze. O almeno è ciò di cui sono convinti i miei compagni. Io però non ne sono più tanto sicuro.
Perché loro hanno ucciso il Numero Uno in Malesia.
Il Numero Due in Inghilterra.
Il Numero Tre in Kenya.
Il Numero Otto in Florida.
Io sono il Numero Quattro, e loro mi hanno portato via la casa, la famiglia, e la persona che amavo di più. Nessun altro deve morire per colpa mia. Non ora che ho scoperto di avere una nuova, potentissima Eredità. Io sono un’arma, forse l’unica in gradi di sconfiggerli. E sono pronto a sacrificarmi, pur di vincere la guerra…


Tra le uscite della settimana, mi piacerebbe leggere la seconda, perché mi sembra un romanzo dolce e leggero e mi piacerebbe anche iniziare la serie di Pittacus Lore, anche se non so se avrò il coraggio. Sette libri sono davvero troppi!!
Voi cosa ne pensate? ^^

venerdì 10 febbraio 2017

5 cose che...: 5 personaggi che non mi sono piaciuti

Buon pomeriggio!
nuova settimana e nuova rubrica dedicata alle 5 cose che... ideata dal blog Twins book lovers!
Il tema di oggi è: 5 personaggi che non mi sono piaciuti (solo 5?? XD) in libri, film, telefilm ecc.
Ecco le mie scelte:

1- Kikyo da Inuyasha: inizio con uno dei miei anime preferiti di sempre, Inuyasha, che ho seguito e adorato per anni e, insieme all'adorazione, si muoveva pari pari l'odio per la sacerdotessa Kikyo, una donna così serafica e calma e così dannatamente immortale! Quando appariva lei il mio motto era "Muori, muori, muri" XD

2- Ginny Weasley in HP: so benissimo che molti la amano ma io l'ho sempre trovata una compagna inaccettabile per Harry. A parte qualche minuscola particina durante il secondo e il quinto libro/film, Ginny è un personaggio molto marginale che non ha un vero ruolo e quindi non la si conosce molto bene. La Rowling avrebbe dovuto lasciarle più spazio e caratterizzarla meglio visto che poi diventerà la moglie del Prescelto. Vabbè... 



3- Black Jack Randall in Outlander libro e telefilm. Questo personaggio è davvero troppo privo di scrupoli e creato apposta per attirare l'odio del lettore. Veste una maschera da gentiluomo che però nasconde numerosi lati oscuri e perversi. Di solito questi personaggi mi piacciono, ma in questo caso no, lui è troppo anche per una che adora l'ombrosità d'animo. 



4- Miss Peregrine, sia nel libro che nel film (anche se Eva Green è fantastica). Ho inserito questo personaggio, che ho conosciuto di recente, perché è del tutto inutile. Nella storia lei è solo la spinta per far andare avanti i bambini nella ricerca ma non ha nessuna vera utilità nei momenti fondamentali. E dire che è messa in bella mostra nel titolo!



5- Per terminare vorrei inserire un personaggio generico: la ragazza pura che, nei romanzi d'amore, s'innamora del primo balordo che passa e, negli erotici, diventa magicamente una porno diva. Un grande esempio è la Steele che, da ragazza illibata, viene attratta dal ricco e perverso milionario e puufff diventa un'altra. Questa tipologia di personaggio sminuisce l'intelligenza e lo spessore di ogni donna perché ne dipinge una senza carattere che si annulla e sottomette a un uomo. Davvero non riesco a tollerare questo tipo di personaggio così superficiale...

E voi? Quali sono i personaggi che non vi piacciono? ^^

giovedì 9 febbraio 2017

RECENSIONE: Il cerchio di pietre di Diana Gabaldon

Buon giovedì lettori! Eccomi con una nuova recensione per voi! ^^

Titolo: Il cerchio di pietre
Autore: Diana Gabaldon
Pagine: 584
Prezzo: 12 euro
Editore: Tea
Serie: La straniera/Outlander #4

Trama
Stati Uniti 1968. Sono trascorsi più di vent'anni da quel giorno in cui, attraverso il magico cerchio di pietre di Craigh na Dun, in Scozia, Claire Randall fu catapultata nelle Highlands del 1743. Vent'anni da quando ha dovuto separarsi dal suo Jamie, il nobile giacobita di cui si era follemente innamorata, per ritornare nel Ventesimo secolo con la figlia nata dal loro amore, Brianna. Claire non ha mai rivelato a Brianna il suo segreto, ma è giunto il momento della verità. Così questa volta non sarà sola ad attraversare nuovamente la porta sul passato e andare in cerca del suo indimenticato sposo. Ma sono tanti gli interrogativi che la lacerano: Jamie l'ama ancora? O si è risposato? E che cosa avrà detto ai famigliari sulla sua scomparsa? La dottoressa Randall, già sopravvissuta a ben due passaggi, ritorna nelle Highlands del 1766...



Appena ho terminato la lettura de "Il ritorno", mi sono resa conto che non potevo lasciare la storia così appesa e quindi ho subito dato spazio tra le mie letture a "Il cerchio di pietre", la prima parte del terzo libro della serie incentrata su Clare e Jamie. Ancora non riesco a capacitarmi del fatto che in Italia abbiano diviso i libri in questo modo barbaro.

ATTENZIONE AGLI SPOILER!!
Clare, vent'anni dopo il suo ritorno nella Scozia del novecento, torna a Inverness per scoprire il destino del suo amore perduto nel tempo. Dopo il tragico distacco tra i due, Clare, tornata da Frank incinta, è convinta che Jamie sia morto durante la battagli di Culloden e soffre in silenzio la sua perdita. Dopo la morte di suo marito inizia a fare delle ricerche storiche mirate e scopre che non è andata come credeva: scopre che Jamie sopravvisse a Culloden continuando la sua vita senza di lei. Appena fatta la scoperta, Clare decide di lasciare sua figlia Brianna e di tentare di tornare nel settecento attraverso le pietre.
Trovatasi nuovamente nella barbara Scozia del passato, la donna cerca Jamie che ha vissuto i vent'anni successivi al distacco affrontando moltissime vicissitudini tra anni da fuggiasco, anni in carcere ai lavori forzati fino a ritornare a vivere da uomo libero. Il loro incontro porterà i due a vivere insieme numerose altre avventure.

Ok, lo ammetto, alla fine de "L'amuleto d'ambra"/"Il ritorno" mi è partito un fandom assurdo e non sono riuscita a resistere alla tentazione di proseguire la storia: il finale è troppo aperto e pieno di interogativi per potermi fermare. Quindi, prima di fare danni irreparabili su wikipedia, ho deciso di proseguire quasi immediatamente con "Il cerchio di pietre".
Tutta la prima parte del romanzo racconta, più o meno parallelamente, le esperienze vissute da Clare e Jamie ognuno nel proprio tempo mentre lei cerca la conferma definitiva della morte dell'uomo che ama a Culloden. Nella seconda parte c'è invece narrato il ritorno nella Scozia del settecento da parte della protagonista. La scena dell'incontro, dopo 20 anni di lontananza dei due, è entrata nella mia personale top ten: ho vissuto con loro l'emozione di rivedersi dopo tutti quegli anni e dopo tutte le cose successe e che li hanno segnati profondamente. Ormai ho la certezza che la Gabaldon sia un'ottima narratrice perché anche la scena della prima notte di nozze tra Clare e Jamie è nella mia top ten dei momenti preferiti di sempre da diversi anni. E dire che io non sono una romanticona che si attacca alla storie d'amore, ma la loro è davvero epocale, in tutti i sensi.
Avete per caso notato il fandom? Bene, proseguendo nella lettura mi sono disperata perché non avevo nessuno con cui commentare gli avvenimenti letti. Questo non mi succedeva da davvero parecchio tempo, probabilmente dall'adolescenza.
A parte questo ho apprezzato moltissimo la prima parte: Jamie vive una vita davvero dura che lo tempra ma non lo cambia perché rimane sempre il bravo ragazzone scozzese dell'inizio. La sua natura buona e altruista emerge in ogni situazione che affronta. Clare, d'altra parte, rimane fedele a se stessa, con l'unica eccezione di Frank, vivendo la sua gioventù come madre e medico in America tentando di dimenticare Jamie. È inutile dire che nessuno dei due riesce a farlo, lui nel passato e lei nel presente, così divisi ma sempre uniti nello spirito.
Dopo la bellissima reununion tra i due protagonisti e qualche incontro tra Clare e vari conoscenti, il romanzo inizia un po' a declinare: appena lei arriva e si sistema ne succedono di ogni. Credo che molte cose siano davvero esagerate, sempre avventurose, ma troppo enfatizzate. Questo è l'unica "problematica" che ho riscontrato: ogni volta che Jamie affrontava un qualche problema mi partiva nella mente la colonna sonora dei Pirati dei Caraibi per accompagnare le sue gesta eroiche e folli.
Assegno quattro stelline al romanzo in attesa di proseguire con il romanzo successivo.
Lya
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...