08 agosto 2018

What's next? | 8 agosto 2018

Buonasera lettori e passanti,
eccomi oggi con un aggiornamento veloce delle mie letture.

- Cosa ho appena finito di leggere?
Ho finito da diversi giorni "Il giallo di Gaslight street" di M.R.C. Kasasian che è il quarto caso delle avventure di Mr Sidney Grice e Miss Middleton, due detective "personali" della Londra di fine Ottocento. Visto che i primi tre mi hanno molto divertita, sto continuando a leggere gli altri libri della serie. In questo caso, i due protagonisti hanno risolto un bel giallo.
- Cosa sto leggendo?
Sono quasi a metà lettura de "La dama in bianco" di Wilkie Collins, un classico della letteratura che non mi era familiare ma che sto recuperando con molto piacere


-Qual è il prossimo libro che leggerò?
Sinceramente non lo so, mi mancano ancora 250 pagine per terminare la lettura in corso e non ci sto pensando... probabilmente un fantasy, magari una nuova trilogia!

Voi cosa state leggendo in questo afoso agosto?

05 agosto 2018

Aggiornamento Netflix: maggio-luglio 2018 (seconda parte)



Buona domenica lettori e passanti!
Come avevo anticipato la settimana scorsa, eccomi con il secondo post dedicato all'aggiornamento dei telefilm che ho iniziato, portato avanti e terminato negli ultimi mesi.
Se QUI vi ho mostrato tutti i telefilm che ho iniziato da zero, in questo post voglio mostrarvi quelli di cui ho proseguito la visione.

New girl - settima stagione: Ho visto in velocità queste otto puntate che chiudono questo telefilm comedy di cui ho molto apprezzato le prime tre-quattro stagioni, ma che poi ho voluto vedere solo perché mi ero affezionata ai vari personaggi. Le puntate che compongono la serie finale sono carine ma non indimenticabili, simpatiche ma non mi hanno fatta ridere più di tanto. Diciamo che ho voluto concluderlo ma senza grosse aspettative.


Reign - quarta stagione: anche in questo caso è l'ultima stagione della serie. Rispetto alle altre, che hanno dei cenni paranormali e avvenimenti fuori dal contesto storico, questa quarta serie è abbastanza fedele alla storia di Maria regina di Scozia nel periodo immediatamente precedente alla sua incarcerazione nella Torre di Londra per ordine di sua cugina Elisabetta. Pur mancandomi alcuni personaggi chiave delle prime stagioni, ho apprezzato queste ultime e disperate puntate che vedono Maria sempre dilaniata dal desiderio di proteggere il suo popolo in contrasto con ciò che lei vorrebbe per se stessa. Insomma, qui emerge pienamente il dualismo di regina e donna calata in un'epoca dove il maschilismo la faceva sempre e comunque da padrone. Mi è piaciuta moltissimo anche Elisabetta!
Un "bel" finale per questa serie pseudo storica che comunque mi è piaciuta e mi ha tenuto compagnia.

Victoria - seconda stagione: questo telefilm è uno spettacolo! Ho amato tutto: le ambientazioni, i protagonisti, le storie narrate... tutto. Già la prima stagione mi aveva conquistata, ma la seconda è anche meglio! Attendo con ansia l'uscita della prossima che vedrò sicuramente non appena disponibile interamente. Bello e assolutamente consigliato!

Versailles - seconda stagione: ennesimo telefilm storico che ho divorato a metà giugno. Avevo già visto la prima stagione che non mi aveva entusiasmata ma mi aveva incuriosita. Questa seconda serie è sicuramente meglio della prima perché emerge sempre più forte il carattere di Luigi XIV che è davvero il centro del mondo per i cortigiani e i ministri. L'attore mi ha davvero convinta per quanto riguarda la sua interpretazione di questo celebre re francese così come i costumi che sono spettacolari. Proseguirò la visione della terza stagione non appena approderà su netflix.

Glow - seconda stagione: per spezzare questa interminabile serie di telefilm storici, ho visto in pochi giorni la seconda stagione di Glow. Ho trovato molto carina la prima stagione e questa un pochino meno. La storia è molto basic, i personaggi sono un tantino stereotipati ma la visione mi ha divertita e mi ha aiutato a staccare. Lo consigli per questo: può essere un buon intramezzo tra una serie grossa e un'altra.

E adesso, cosa sto vedendo? 
Ho in visione la quinta stagione di "The 100" in lingua originale, la prima stagione di "Jamestown", altro pippone storico, e conto di vedere "The Handmaid's tale" e "Poldark" a breve.

Voi cosa state vedendo? Mi consigliate qualche altro bel telefilm da vedere?

01 agosto 2018

What's next? | 1 agosto 2018

Buon pomeriggio!
Oggi giornata di aggiornamenti vari e un avviso. Essendo agosto un mese abbastanza "morto" sia per quanto riguarda le pubblicazioni che per quanto riguarda la presenza di lettori, ho deciso di stoppare il blog nelle due settimane centrali del mese. Questa settimana e la prossima continuerò a pubblicare i post classici e poi da settembre cercherò di darmi una mossa e una botta di energia per restaurare i contenuti perché, per come stanno le cose, non sono soddisfatta.

Adesso ecco le letture in corso, terminate e future!


- Cosa ho appena finito di leggere?


Ho terminato "Requiem" e la relativa trilogia "Delirium" della Oliver che per me è un ni... bella l'idea iniziale ma mi è sembrato tutto molto lasciato al caso. Comunque ho deciso di scrivere una recensione unica per i tre libri che compongono la serie visto che l'ho letta relativamente in poco tempo.

- Cosa sto leggendo?

Sono a metà del quarto giallo che vede come protagonista Mr Sidney Grice e Miss Middleton: "Il giallo di Gaslight street". Cercavo qualcosa di leggero ma intrigante e ho risolto buttandomi su questa quarta avventura dei due detective nella Londra di metà Ottocento. Davvero carino!

-Qual è il prossimo libro che leggerò?

Il prossimo sarà il secondo classico dell'estate 2018 nonché uno dei libri della mia sfida del comodino: "La dama in bianco" di Wilkie Collins. 



Voi cosa leggete di bello?

Aggiornamento Reading Challenges: luglio 2018

Buongiorno lettori e buon primo agosto!
eccomi con un nuovo aggiornamento delle mie sfide letterarie!

LA SFIDA DI GOODREADS:
43/65
Il trono e la stirpe di Jacqueline Carey
Il sangue e il traditore di Jacqueline Carey
David Copperfield di Charles Dickens
La radice quadrata dell'estate di Harriet Reuter Hapgood
Requiem di Lauren Oliver
La libreria di zia Charlotte di Thomas Montasser

LA SFIDA DEL COMODINO:
1- Espiazione - I. McEwan
2- 1984 - George Orwell GIUGNO 2018
3- Non lasciarmi - Kazuo Ishiguro
4- Olive Kitteridge - Elizabeth Strout
5- David Copperfield - Charles Dickens LUGLIO 2018
6- La dama in bianco - Wilkie Collins
7- La sposa dell'inquisitore - Jeanna Kalogridis FEBBRAIO 2018
8- L'usignolo - Kristin Hannah APRILE 2018
9- Forse un giorno - Colleen Hoover GENNAIO 2018
10- Una canzone quasi dimenticata - Katherine Webb
11- La corsa delle onde - Meggie Stiefvater MAGGIO 2018
12- Nord e sud - Elizabeth Gaskell MARZO 2018

13- Tamburi d'autunno - Diana Gabaldon

LA SFIDA DEI THRILLER/GIALLI
5/8
Nessun libro questo mese

LA SFIDA DEI LIBRI IN LINGUA:
3/6
Anche qui nessun libro per questa categoria

LA SFIDA DEI CONTINENTI: SFIDA BIMESTRALE

Europa X14
Asia
Africa 1
America del sud
America del nord X18
Oceania/Australia


LA SFIDA DEI CLASSICI ITALIANI DEL 900:
Nessuno per questo mese

Questo mese sono andata un po' a rilento tranne che per la sfida del comodino...
Come vanno le vostre?


31 luglio 2018

In e Out: luglio 2018

Buon pomeriggio lettori e passanti!
concludiamo come sempre il mese con gli "IN" e "OUT" delle mie letture.
LE LETTURE DEL MESE
Il trono e la stirpe di Jacqueline Carey
Il sangue e il traditore di Jacqueline Carey
David Copperfield di Charles Dickens
La radice quadrata dell'estate di Harriet Reuter Hapgood
Requiem di Lauren Oliver
La libreria di zia Charlotte di Thomas Montasser

IN:
Come IN di luglio voglio inserire "Il trono e la stirpe" e "Il sangue e il traditore" della Carey, romanzi che insieme formano il primo libro di una trilogia ambientato nuovamente in terre D'Ange. Dopo aver letto almeno una decina di anni fa la trilogia di Phedre, ho sempre desiderato leggere altro e finalmente mi sono decisa! Quello che mi ha sempre frenato è il fatto che in Italia i libri siano 6 e non 3 perché sono stati divisi.
I due romanzi sono scorrevoli e piacevoli e mi hanno tenuta incollata alle pagine.


OUT:

Come OUT inserisco "La radice quadrata dell'estate", un romanzo dedicato ai più giovani che non ho capito e che ho davvero faticato a finire. Tra fisica, problemi adolescenziali, lutti in famiglia e ritorni di fiamma è tutto un pastrocchio senza né capo né coda. Davvero non h capito il senso di questo libro né della protagonista...

Quali sono i vostri in e out di luglio?

29 luglio 2018

Aggiornamento Netflix: maggio-luglio 2018 (prima parte)

Buona domenica lettori e passanti!
oggi ho voglia di aggiornarvi sulle serie tv che ho visto negli ultimi mesi su Netflix e non. Dopo aver scritto un papiro belo lungo ho deciso di dividere in due il post: una parte per le serie nuove per me, un'altra per le stagioni successive di telefilm già iniziati.

Ecco le serie tv che ho iniziato a vedere dalla prima stagione in questi mesi:
Downton Abbey: praticamente ho divorato tutte e sei le stagioni in un mese e mezzo e mi sono concentrata solo su questo bellissimo telefilm storico senza voler vedere nient'altro. Insomma, una vera droga! Ho atteso anni per gustarmelo, anche perché sapevo che mi sarebbe piaciuto molto, e non sono stata delusa perché ho amato la storia, i personaggi e le ambientazioni. A parte l'estremo buonismo che contagia la maggior parte dei protagonisti, mi sono davvero goduta la visione e le storie dei singoli personaggi che pian piano s'intrecciano e si complicano sempre di più. Il mio personaggio preferito, oltre a Sybil, è sicuramente nonna Violet interpretata dalla mitica Maggie Smith. Quella donna è davvero un genio! 
Non mi dilungherò oltre, ma sappiate che è un telefilm da vedere assolutamente soprattutto per chi ama le saghe familiari e racconti storici. Non vedo l'ora di poter vedere il film che uscirà!


The alienist: questo telefilm è stata una piacevole sorpresa perché è davvero molto avvincente e ben fatto per quanto riguarda costumi, trama e ambientazioni. Avevo notato la pubblicazione del libro ma non ero convintissima della lettura e, per questo, mi sono buttata sul telefilm. 
Tutto è ambientato nella New York alla fine dell'Ottocento e vede alcuni improbabili personaggi, tra cui un alienista, la prima donna a lavorare per la polizia e un dissoluto illustratore, dare la caccia a uno spietato serial killer di ragazzini. La storia è perversa al punto giusto, ben intricata, macabra e l'alienista che porta avanti le indagini è davvero un bel personaggio analizzato in tutte le sua sfaccettature. Per chi non lo sapesse, gli alienisti erano gli antenati dei nostri psicologi e profiler. 
Un telefilm da vedere e che trovo perfetto per questo periodo estivo!


The rain: dopo aver visto un sacco di telefilm storici ero alla ricerca di qualcosa di più "moderno" e diverso e, proprio in quel momento è uscito questo titolo su netflix. La storia ruota intorno a dei sopravvissuti a una misteriosa pioggia che ha decimato la popolazione i quali tentano, in tutti i modi, di fuggire agli orrori di cui sono stati testimoni per trovare una cura definitiva.
Devo dire che, per questo telefilm distopico, le premesse erano molto buone ma non mi è piaciuta la realizzazione né lo sviluppo della storia. Ho trovato tutto molto confuso, i personaggi hanno poco spessore e ho trovato dei non sense assolutamente evitabili che vanno a complicare inutilmente il tutto. Ho visto tutte le puntate ma dubito che vedrò il seguito perché, ad un certo punto, ho iniziato ad annoiarmi. 


Lucifer: questo telefilm è il più recente tra tutti perché ho visto l'ultima puntata della prima stagione proprio adesso. Visto il gran parlare che si faceva di questa serie tv, che inizialmente era stata interrotta ma poi è stata rinnovata per una quarta stagione proprio da netflix, ho deciso di iniziarlo e giudicare se davvero merita tutto questo clamore. 
La storia è carinissima perché è un classico "crime" con Lucifero, il vero diavolo, come protagonista; lui, stanco di punire i mortali, è fuggito sulla Terra per godersela un po' e viene implicato nelle indagini di una giovane detective. Ho trovato la prima stagione simpatica e, in parte, originale ma non mi ha fatta impazzire. Probabilmente vedrò con calma le altre serie quando verranno inserite su netflix ma non mi affannerò particolarmente.

Per oggi voglio concludere qui ma ho già programmato la seconda parte di questo big aggiornamento per domenica prossima. Voi avete visto questi telefilm? Cosa ne pensate?

27 luglio 2018

RECENSIONE: Shadow and bone di Leigh Bardugo

Buona lettura!

Titolo: Shadow and Bone
Autore: Leigh Bardugo
Pagine: 358
Serie: Grisha verse

Trama
Circondata dai nemici, la nazione, un tempo grande, di Ravka è stata strappata in due dallo Shadow Fold, un'ondata di oscurità quasi impenetrabile che brulica di mostri che banchettano di carne umana. Ora il suo destino può riposare sulle spalle di una sola persona. 
Alina Starkov non è mai stata brava in niente. Ma quando il suo reggimento viene attaccato sul Fold e il suo migliore amico viene brutalmente ferito, Alina rivela un potere dormiente che salva la sua vita, un potere che potrebbe essere la chiave per liberare il suo paese devastato dalla guerra. Strappata da tutto ciò che conosce, Alina viene portata nella corte reale per essere addestrata come membro dei Grisha, l'elite magica guidata dal misterioso Darkling. Eppure niente in questo mondo sontuoso è quello che sembra. Con l'oscurità incombente e un intero regno preda del suo potere selvaggio, Alina dovrà affrontare i segreti del Grisha. . . e i segreti del suo cuore.

Posso ammetterlo candidamente: ho questa serie nella mia tbr da anni, cioè da quando è uscita in lingua inglese e non c'era book blogger o book tuber che non mostrasse le splendide cover e ne osannasse la lettura. Finalmente, dopo aver smaltito la maggior parte delle vecchie serie aperte ed essermi concessa un po' di tempo per disintossicarmi dal genere, mi sono entusiasticamente lanciata nella lettura di "Shadow and bone".

La protagonista della storia è Alina, una giovane orfana che vive a Ravka, un paese spezzato e fortemente influenzato da un gigantesco mare oscuro, pieno di mostri, che divide il regno. La ragazza è una cartografa e un soldato dell'esercito regolare ma, durante una missione, scopre di possedere un talento magico rarissimo e unico: lei è una Grisha che controlla la luce. Si ritrova, di punto in bianco, ad essere l'unica speranza del regno e viene immediatamente portata dal Darkling, capo politico e militare dotato di grandi poteri magici, presso la scuola dove imparerà ad usare la sua magia. Qui scoprirà una nuova parte di sè stessa oltre che di un misterioso piano...

"Shadow and bone", primo libro della trilogia "Grisha Verse", fa parte della categoria dei fantasy per un pubblico giovane e adolescente che non toccavo davvero da secoli perché, da una parte ne ero assuefatta e non riuscivano più a oinvolgermi, dall'altra mi ero scocciata di aspettare anni per l'uscita dei seguiti. Insomma, sono almeno un paio d'anni che ho messo da parte la lettura di questa tipologia di romanzi. Il primo libro è stato pubblicato in Italia ma poi la serie è entrata a far parte di quello odiose serie interrotte quindi, ho deciso di farmi tutta la lettura in lingua inglese.
Vi posso già anticipare che la prima parte del libro mi è piaciuta molto, la seconda un po' meno.
Nelle prime pagine viene presentata l'ambientazione, la situazione della magia e la collocazione dellla protagonista tutto in modo molto chiaro e interessante. Alina viene catturata in un omento importante e spaventoso della sua vita: lei, il suo amico d'infanzia Mal e molti altri soldati hanno ricevuto l'ordine di provare ad oltrepassare l'Unsea, un luogo oscuro pieno di misteriosi mostri che è stato creato da un antico Grisha(mago). Una missione che sembra impossibile e che spinge Alina, per salvare il suo amico Mal, a far fuoriuscire il suo potere, inconsciamente sopita da sempre: lei può controllare la luce. Dalla scoperta di questo straordinario potere la vita di Alina cambia e, oltre ad avere un rapporto personale con il Darkling, viene portata lontano, in una scuola per imparare a gestire la magia e per poter salvare tutto. Insomma, Alina, da un giorno all'altro diventa una futura eroina predestinata che deve fronteggiare nuove sfide. Ho adorato tutta questa parte perché mi ha ricordato tanto una delle mie trilogie fantasy preferite: "La trilogia del mago nero" di Trudi Canavan. I punti di contatto sono parecchi però non mi hanno dato fastidio e ho divorato i tre quarti del libro. L'ultimo quarto, invece, è stato più deludente perché Alina, invece che diventare intraprendente e forte, sembra ritirarsi nel suo guscio e fuggire da ciò che sta accadendo: non fa mai nulla da sola ma è costantemente supportata da qualcuno che la prende per mano e la guida. Avrei davvero apprezzato maggiormente un'evoluzione del personaggio che sperò arriverà nei prossimi volumi. La parte finale non mi è dispiaciuta anche se l'ho trovata un po' scontatuccia e non legata benissimo al resto della storia. Ho fatto decisamente più fatica a leggere 30 pagine che le restanti 250.
Il libro comunque mi è piaciuto, continuerò la lettura della trilogia e ho deciso di assegnare tre stelline mezzo a questo primo volume.

Lya

25 luglio 2018

What's next? | 25 luglio 2018

Buonasera lettori!
oggi stavo dimenticando il post dedicato alle mie letture in corso ma eccomi qui a recuperare!

- Cosa ho appena finito di leggere?
Ho terminato parecchi giorni fa "David Copperfield" e "La radice quadrata di un'estate", due romanzi diametralmente differenti che mi hanno tenuto compagni per quasi tutto il mese.

- Cosa sto leggendo?
Sto faticosamente arrancando con "Requiem", terzo e ultimo libro della serie di Lauren Oliver che non mi ha preso per nulla. Mi mancano un centinaio di pagine da leggere e non è successo ancora nulla. Per essere un libro conclusivo mi sta deludendo parecchio...

-Qual è il prossimo libro che leggerò?
Sinceramente non lo so ancora perché vorrei beccare un bel libro, probabilmente mi butterò su un romanzo storico...

Voi cosa mi consigliate?

24 luglio 2018

Top Five Tuesday: libri legati a ricordi o sensazioni

Buonasera lettori,
oggi stavo per saltare questa rubrica ma il tema mi è piaciuto troppo e ho deciso comunque di guardare indietro nel tempo e farla.
Il tema odierno coinvolge i libri e i ricordi a essi legati. Ammetto che non ho molti libri che suscitano ricordi e sensazioni soprattutto negli ultimi anni, anche perché il mi modo di leggere è davvero cambiato, ma ho degli splendidi ricordi per quanto riguarda i miei anni di superiori e di università.


1- Harry Potter e il principe mezzosangue di J.K. Rowling: uscito nel lontano 2005 ma che io ho letto durante l'estate del 2004 a Canterbury, durante una vacanza studio. Ho il vivido ricordo di me, nella casa che dividevo con le mie amiche, che leggevo fino a tardi e, visto che il mio inglese non era fluentissimo, chiedevo a loro la traduzione di qualche termine chiave che mi serviva. Mi ricordo anche la persona che mi spoilerò quello che succedeva negli ultimi capitoli e che avrei voluto ammazzare...


2- Il dardo e la Rosa di Jacqueline Carey: visto che ho da poco iniziato la seconda trilogia dedicata agli stessi personaggi, non posso fare a meno di ricordare il colpo di fulmine per la cover e per la storia insieme allo "stupore" che il mondo piuttosto erotico in cui vive la protagonista mi causò alla prima lettura. Avevo 15 anni probabilmente e le scene spinte ma abbastanza eleganti raccontate nel libri mi rimasero parecchio impresse XD


3- La prima trilogia di Hyperversum di Cecilia Randall: l'autrice italiana riuscì a stregarmi e ad avvicinarmi al mondo del romanzo storico tramite il fantasy, generi che non riesco ancora ad abbandonare. Questa trilogia mi ricorda tanto anche la mia amica Isy a cui la consigliai caldamente i primi tempi dell'università e che le piacque tanto.


4- L'ultimo Catone di Matilde Asensi: è un romanzo avventuroso legato all'arte e alla storia che mi prestò una mia compagna di scuola superiore e che lessi durante le vacanze di Natale. Inutile dire che ho restituito il testo a lei e sono andata a comprare una copia per me perché mi piacque davvero moltissimo!

5- La saga egiziana di Wilbur Smith: e qui vado davvero molto indietro nel tempo! Ho comprato "Il settimo papiro" per puro caso in libreria quando avevo 13-14 anni e mi sono davvero appassionata alla storia e ai personaggi tanto da cercare in tutti i modi di procacciarmi tutti i libri della serie. Questi romanzi mi hanno affascinata così tanto da spingermi a studiare per conto mio gli egiziani e tanto da pensare di studiare egittologia!


Adesso che sto scrivendo il post mi vengono in mente altri romanzi legati a dei ricordi particolari: alcuni con Isy e con il blog, altri legati a delle vacanze estive o invernali, altri a canzoni...
Questo tema odierno è davvero bellissimo!
Sono curiosa di sapere quali sono le vostre letture che son indissolubilmente legate a dei ricordi ;)

23 luglio 2018

Uscite della settimana: dal 23 al 29 luglio 2018

Buonsalve lettori e passanti!
come ogni inizio settimana sono qui a mostrarvi alcune pubblicazioni interessanti delle settimana!
Ecco alcune uscite fresche fresche adatte come letture estive!

Titolo: Darkest mind
Autore: Alexandra Bracken
Pagine:372
Prezzo:17,90 euro
Editore: Sperling Kupfer
Data di pubblicazione: 24 luglio 2018

Trama
Quando Ruby si sveglia il giorno del suo decimo compleanno, qualcosa in lei è cambiato. Qualcosa di abbastanza preoccupante da costringere i genitori a mandarla a Thurmond, un brutale campo di riabilitazione gestito dal governo dove sono rinchiusi i giovani come lei. Ovvero, i giovani che sono riusciti a sopravvivere alla misteriosa malattia che ha decimato la popolazione e che da allora sembrano aver acquisito poteri speciali. Ci sono i Verdi, dotati di un'intelligenza eccezionale; i Blu, di telecinesi; i Gialli, che controllano l'elettricità; i Rossi il fuoco e gli Arancioni, come Ruby, la mente umana. Ora Ruby ha sedici anni ed è riuscita a scappare da quell'inferno, ma per lei l'incubo non è ancora finito. Durante la sua fuga, però, incontra un gruppo di ragazzini evasi come lei: Zu, Ciccio e Liam, carisma da leader e decisamente carino. Ma Ruby non può rischiare di avvicinarsi a lui. Sarebbe troppo pericoloso. E, in viaggio verso l'unico rifugio sicuro, ci sono già fin troppi pericoli da affrontare...

Titolo: Le sorelle dell'oceano
Autore: Lucy Clarke
Pagine:336
Prezzo: 10 euro
Editore: BEAT
Data di pubblicazione: 26 luglio 2018

Trama
Katie stava sognando il mare la notte in cui due poliziotti si presentano a casa sua per comunicarle che Mia, sua sorella, si è suicidata lanciandosi da una scogliera. Quel che resta di Mia è soltanto il suo diario: una giovane vita ridotta a poche pagine scritte e a molte rimaste bianche per sempre. Katie sa, tuttavia, che le cose non possono essere andate in questo modo. Mia non si sarebbe mai tolta la vita. Anche la ricostruzione della polizia non convince; troppi misteri, troppi dettagli che non tornano. Katie decide allora di attraversare l'oceano e ripercorrere le tappe del viaggio di Mia, rivivendolo attraverso le pagine del diario. A ogni sosta del viaggio e a ogni sguardo gettato in quelle pagine, ombre e segreti che non avrebbe mai osato immaginare si spalancano davanti ai suoi occhi, come la scoperta del triangolo sentimentale che ha segnato e angustiato gli ultimi giorni di Mia, lo strano triangolo composto da sua sorella, da Finn, il ragazzo pazzamente innamorato di lei, e da Noah, il surfista per cui Mia aveva perso la testa.


Titolo: La casa dei sogni
Autore: Trisha Ashley
Pagine: 416
Prezzo: 9,90 euro
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione:26 luglio 2018

Trama

Quando Carey Revell riceve in eredità la grande casa di famiglia, non ne è proprio entusiasta... La casa è enorme ma in condizioni fatiscenti e, come se non bastasse, ci vivono un paio di lontani parenti che non hanno alcuna intenzione di andarsene. Ma lui al momento è senza un lavoro, ha rotto con la sua ragazza e quella vecchia casa, in fondo, potrebbe essere un’occasione per ripartire. Deve solo trovare qualcuno che lo aiuti a riparare le vetrate… Angel Arrowsmith è un’artista e ha trascorso gli ultimi dieci anni condividendo la vita, la casa e il lavoro con il suo mentore e fidanzato perfetto. Ma un giorno, all'improvviso, ha perso tutto e si è ritrovata sola e con il cuore spezzato. La situazione sarebbe stata disperata, se il suo vecchio amico Carey non le avesse proposto di aiutarlo a sistemare la proprietà appena ricevuta in eredità. Angel e Carey si trasferiscono dunque pieni di speranze. Ma quella vecchia dimora – scopriranno presto – custodisce dei segreti. Svelarli insieme potrebbe far nascere un inaspettato legame…

I primi due mi attirano moltissimo!! Vi interessa qualcosa?

19 luglio 2018

RECENSIONE: Il matrimonio delle sorelle Weber di Stephanie Cowell

Buonsalve lettori!
Nuova recensione per voi!

Titolo: Il matrimonio delle sorelle Weber
Autore: Stephanie Cowell
Pagine:344
Prezzo: 9 euro
Editore: BEAT editore
Genere: Romanzo storico

Trama

Mannheim 1777. Mozart è appena arrivato in città con sua madre e subito viene accolto nel salotto di Fridolin Weber, un copista che organizza serate musicali. Weber e la sua ambiziosa moglie hanno quattro figlie per le quali sognano un matrimonio con qualche facoltoso nobile in grado di dar lustro e onore alla famiglia. Ma il destino ha riservato alle sorelle Weber qualcosa di radicalmente diverso dai sogni aristocratici dei genitori. Tutte seguiranno una strada diversa e solo Constance unirà la sua vita a uno dei grandi geni della storia della musica. Un romanzo che scava nell'animo femminile, nei desideri e nelle disillusioni di quattro giovani donne e della loro madre e, insieme, offre il ritratto di un'epoca di grande civiltà e creatività.



Nella mia sterminata collezione, in continuo aumento, dei miei romanzi editi dalla Beat, questa volta ho volta leggerne uno che ha come protagonista il giovane Mozart alle prese con la famiglia Weber.

In un piccolo appartamento di Mannheim vive una famiglia composta da 6 persone: padre, madre e quattro sorelle, la famiglia Weber. Ogni settimana, pur non navigando nell’oro, organizzano una festicciola musicale dove compositori, strumentisti e cantanti dell’epoca si incontrano e sfogano il loro estro creativo. L’uomo è un copista mentre due delle sue figlie sono delle brave cantanti. In una di queste feste viene invitato anche il giovane Mozart alla ricerca di un lavoro che lo riporti alla ribalta così da poter mantenere la sua famiglia. Questo incontro, tra Mozart e le sorelle Weber, segna tutti e 5 in modo molto profondo tra musica, amori e segreti.

Ammetto senza remore che non avevo la minima idea di chi fossero le sorelle Weber, donne che, a quanto pare, hanno avuto realmente una forte influenza sul famosissimo compositore nei suoi anni da ramingo. Mentre leggevo, senza anticiparmi nulla, sono andata a informarmi e ho scoperto che molte cose presenti romanzate nel libro, sono realmente accadute, cosa che ha aumentato il mio interesse per la lettura.
Il romanzo è piuttosto ripetitivo e un paio di personaggi sono davvero antipatici ma, nonostante questo, ho letto il tutto con piacere senza però rimanerne affascinata completamente.
Mozart viene descritto come un uomo timido ma dalle forti passioni, un controsenso che però emerge pian piano, ma l’ho trovato un personaggio piuttosto evanescente: all’inizio c’è ma è messo in un angolino perché nessuno lo conosce, dopo si allontana ed è presente solo attraverso delle lettere, poi riappare definitivamente ma la sua personalità è sempre nascosta da quella delle quattro ragazze Weber. La prima di loro è Josefa, ragazza seria dalla personalità irascibile e invidiosa di sua sorella Aloysia che è la bella della famiglia, quella su cui la madre ha grandi speranze per un matrimonio conveniente per tutti. D’altro canto Aloysia, una delle antipatiche, è superficiale ed egoista per tutto il libro: s’innalza a grande donna e si nasconde dietro la sua bellezza, tralasciando la sua spiritualità. Al contrario, la più piccola delle sorelle, Sophie, è una ragazza modesta e silenziosa con una grande fede la quale, pur di fuggire dalle pressioni della madre, fugge in convento. Costanze, la futura moglie di Mozart, è, invece la più inconsistente: non la si conosce che alla fine della narrazione e mi è sembrata piuttosto “normale”. Delle quattro sorelle, la maggior parte dello spazio è lasciato ad Aloysia e a Josefa che hanno delle personalità più decise e, insieme a loro, c’è l’onnipresente madre che è il secondo personaggio che non mi è piaciuto come carattere. Questa donna è ossessionata dal desiderio di sistemare le sue figlie per il suo stesso benessere: desidera una vita agiata e tranquilla e rimane molto delusa sulle scelte che tutte e quattro le ragazze compiono. Mi ha ricordato a tratti la svenevole Mrs Bennett alle prese con le stesse problematiche per le sue figlie, in chiave però più antipatica.
Insomma, il libro è un romanzo familiare incentrato sulle speranze matrimoniali delle diverse sorelle dove solo occasionalmente appare Mozart per fare la figura del fesso.
Il libro è un ni, per me, e ho deciso di assegnare tre stelline perché mi aspettavo che fosse messo più in luce Mozart e meno le strambe idee sui pretendenti per le quattro ragazze.

Lya


18 luglio 2018

What's next? | 18 luglio 2018

Buonsalve lettori e passanti!
nuovo mercoledì, nuovo post dedicato alle mie attuali letture!

- Cosa ho appena finito di leggere?
Ho terminato la scorsa settimana"Il sangue e il traditore" della Carey, il secondo volume della serie italiana (quindi la seconda parte del primo libro in lingua originale). Il romanzo mi è piaciuto e credo che proseguirò la serie!

- Cosa sto leggendo?
Sono a metà del mastodontico "David Copperfield" e in contemporanea sto leggendo "La radice quadrata di un'estate", un romanzo davvero atipico che non so se mi sta piacendo.


-Qual è il prossimo libro che leggerò?
Sinceramente non ne ho la minima idea perché ci metterò ancora parecchio a finire il libro di Dickens... forse potrei leggere il terzo libro della trilogia "Delirium" così da concludere la serie ma non ne sono certa.


Voi cosa leggete di bello?^^

17 luglio 2018

Top Five Tuesday: 5 libri da ombrellone

Buonasera lettori e passanti!
oggi un nuovo post al volo dedicato alle letture estive. Pensavo di fare qualcosa di dedicato ma, sinceramente parlando, non ho testa di pensare, creare, montare... questo è un periodo un po' così, un periodo in cui mi sto trascinando giorno dopo giorno e non ho l'energia mentale per pensare a qualcosa di divertente e fresco per l'estate. Mi dispiace tanto ma questa è la verità e devo venirne un po' a patti.
Ecco i 5 libri usciti nel corso dell'anno e che penso siano perfetti per essere letti in vacanza, sia al mare che in montagna o città!

Titolo: La scrittrice del mistero
Autore: Alice Basso
Pagine: 320
Prezzo: 17 euro
Editore: Garzanti
Data di pubblicazione: 26 aprile 2018

QUI le altre informazioni

Titolo: Le torri di vetro
Autore: Natasha Pulley
Pagine: 350
Prezzo: 19 euro
Editore: Bompiani
Data di pubblicazione: 30 aprile 2018






Titolo: Due sirene in un bicchiere 
Autore: Federica Brunini
Pagine: 224
Prezzo: 15 euro
Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione: 24 maggio 2018



Titolo: La radice quadrata di un'estate
Autore: Harriet Reuter Hapgood
Pagine: 365
Prezzo: 18 euro
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 5 giugno 2018

QUI le altre informazioni







Titolo: La forma dell'amore

Autore: A.A. V.V.
Pagine: 204
Prezzo: 14,90 euro
Editore: Sperling Kupfer
Data di pubblicazione: 12 giugno 2018







In questo momento ho in lettura "La radice quadrata di un'estate", romanzo che sto alternando a "David Copperfield" e che sto trovando davvero strano e caratteristico!
Penso che riproporrò questa top five anche la prossima settimana perché i temi della rubrica non mi stanno ispirando particolarmente...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...