13 dicembre 2018

RECENSIONE: Magic di Victoria Schwab

Buon pomeriggio e buona lettura!

Titolo: Magic
Autore: Victoria Schwab
Pagine: 416
Prezzo: 10 euro /3,99 euro ebook
Editore: Newton Compton 

Trama
Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, nelle quali accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Grigia, la più noiosa delle versioni di Londra, quella priva di magia. Ma Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale, e infine lo convince a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se vuoi continuare a giocare prima di tutto devi imparare a sopravvivere…

Finalmente, dopo anni di negazioni e rinvii, ho ripreso in mano una serie fantasy che ho davvero divorato e che mi ha riportato ai bei vecchi tempi, quando leggevo un mucchio di fantasy e riuscivo a gustarmeli tutti senza soffermarmi troppo sulle incongruenze e i buchi nella trama.

Il protagonista della storia è Kell, un giovane raro e prezioso il quale, in un mondo di magia e di mondi paralleli, riesce ad attraversare i confini di un mondo per giungere in un altro. Cresciuto nella corte di Londra Rossa, Kell viaggia tra un mondo e l'altro per cercare di mantenere i contatti con le altre Londra: la grigia e la bianca. La sua Londra è piena di pace e magia, la grigia è la città senza magia, la bianca è quella dove il potere viene al di sopra di tutto. Kell, in uno dei suoi viaggi viene in possesso di una pietra nera dai poteri oscuri e si troverà, in compagnia di una ladra della Londra grigia, ad affrontare una serie di peripezie per impedire la realizzazione di un terribile piano.

Che dire? Il libro mi è piaciuto molto, l'ho letto quasi tutto d'un fiato e non vedo l'ora di proseguire con la lettura del secondo volume.
Kell è un mago dai poteri molto rari e particolari: lui e uno dei due uomini esistenti a poter viaggiate tra diversi mondi. Sin da piccolo è stato allevato in quella che lui ha chiamato Londra Rossa, una città pacifica e piena di magia ma, grazie ai suoi poteri, Kell è uno dei pochi fortunati ad aver visitato le altre Londra: la grigia, priva di magia ma ricca di un fascino tutto suo e la Londra bianca dove i poteri magici sono importantissimi oltre che fonte di violenza. Insomma, tre Londra, tre mondi diversi ma accomunati dai due viaggiatori che portano messaggi da un regnante all'altro.
Insieme a Kell, la protagonista è anche Lia, una ladra solitaria della Londra grigia, una ragazza intraprendente, coraggiosa e in cerca di avventure: sente di non essere nel posto giusto e prova a sbancare il lunario rubacchiando e vivendo dove capita. Ammetto di adorare questi personaggi un po' sfuggenti e soprattutto, se sono femminili, così decisi e coraggiosi: Lia mi sta parecchio simpatica e non vedo l'ora di sapere cosa le accadrà, anche se ho una mezza idea.
Le ambientazioni mi sono piaciute moltissimo perché sono fantasiose e ricche di dettagli, seppur in forma embrionale, il protagonista è ancora un mistero e, il poco che si sa di lui, mi ha intrigata moltissimo. La magia è "chiara" perché descritta bene e inserita perfettamente nella storia, infatti non ho avuto problemi a seguire lo svolgimento di tutto e a immedesimarmi dei personaggi. Il finale è un po' scontato ma, nonostante questo, mi è piaciuto lo stesso perché mi ha tenuta sull'attenti fino alla fine. Insomma, il mio giudizio sul libro è davvero positivo e non riesco a trovargli un difetto evidente, anzi, ho davvero voglia di leggere il secondo volume. Ammetto che sono tentata di comprare la versione in inglese perché la cover è davvero molto bella, però attenderò prima di precipitarmi su bookdepository e piazzare un ordine per tutti e tre i libri.
Assegno quattro stelline e mezzo al libro e attendo di proseguire la lettura.

Lya

2 commenti:

  1. Ne avevo già sentito parlare molto bene :)

    RispondiElimina
  2. A me è piaciuto un po meno, ma sono contenta che a te invece sia piaciuto ☺☺

    RispondiElimina

Il blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...