21 luglio 2017

5 cose che...: 5 rubriche che amo leggere negli altri blog

Buongiorno lettori e stranieri,
è da un po' che non pubblico questa rubrica ma ultimamente mi sono impigrita tanto, nonostante le vacanza, ma eccomi qui a rimediare! Adesso che sono ispirata (vedi grafica del blog rivoluzionata) devo approfittarne!!


Il tema di oggi è piuttosto inedito: le 5 rubriche che amo leggere negli altri blog.
Ammetto che, causa mancanza di tempo, non giro tantissimo sui blog altrui. Capite bene che questo tema è un po' difficile ma ci provo comunque ampliando la scelta anche su altre tipologie di blog che seguo!
Non inserirò link o riferimenti a singoli blog perché sinceramente spazio molto ^^

1- Le top five/ten: mi sono sempre piaciute perché mi permettono di scoprire nuovi libri/romanzi/serie tv/film e, quando ho tempo e testa, mi diverto anche a commentarle.

2- Le rubriche incentrate sulle serie tv: io ci provo a fare qualche "puntata" ma non sono mai del tutto soddisfatta e, per questo, spesso desisto. Ad esempio ho in bozze un articolo su 13 reason why, che ho divorato a maggio, ma ancora non mi decido a completarlo. Non seguo i commenti puntata per puntata per evitare spoiler ma, in alcuni casi vado a farmi quattro risate sui post ironici.

3- Gli haul: libri/ trucchi/vestiti e chi più ne ha più ne metta mi attirano sempre e vado a spulciare le scelte altrui anche per ispirarmi!

4- Le recensioni di cosmetici con swatches: un classico della mia serata è sfogliare qualche blog alla ricerca di opinioni sui nuovi prodotti che mi interessano. Ammetto che adesso mi affido di più a youtube, ma ho alcune ragazze fidate che seguo ancora assiduamente.

5- I preferiti del mese: è una rubrica che mi diverto a scrivere e a leggere.

EXTRA 6- Le rubriche di aggiornamento sulle future pubblicazioni e serie: prima riuscivo a dare la caccia alle future pubblicazioni, alle cover nuove, ai seguiti in uscita, adesso mi "appoggio" agli altri per tenermi informata. 

Ecco le rubriche che seguo con piacere negli altri blog!

20 luglio 2017

RECENSIONE: The Academy di Emmaline Andrews ed Evangeline Anderson

Buongiorno lettori!
eccomi con una recensione che ho riesumato dal mio pc e che vorrei comunque pubblicare perché il libro in questione è piuttosto particolare. L'ho trovato su goodreads e, nonostante sapessi che non sarebbe stato una perla, ho voluto comunque leggerlo per pura evasione.
Buona lettura!

Titolo: The academy
Autore: Emmaline AndrewsEvangeline Anderson
Pagine:244

Trama

My name is Kris Jameson and I’m a student at the Royal Academy. I’m at the top of all my classes, what they call a “model student.” There’s only one problem—the Academy is an all boys school and I’m a girl.
It started as a prank when I took my brother’s place. But things got complicated when I caught Broward, the school bully, in a compromising position. They got even worse when I was assigned my roommate—the handsome but enigmatic North who saved me several times from the bully’s attacks.
Now the consequences of my deception are coming back to haunt me. The penalty for fraud at this exclusive school is much worse than simple expulsion—I could lose a hand. Worse, so could my beloved brother.
With so much at stake, it’s imperative that I keep my secret safe. And the person I’m closest to, North, is the one I have to be most wary of.
The trouble is, I think I’m falling in love with him…

Quando ho iniziato la lettura di “The Academy” ero più che consapevole che non sarebbe stato un romanzo epocale o originale, quindi con queste premesse mi sono divertita a leggere questa storia davvero assurda.

Kristina e Kris sono sue gemelli dai caratteri e le attitudini opposte. Lei vorrebbe imparare a navigare nello spazio ma non può farlo perché è una donna e, nel suo mondo le donne sono una risorsa preziosa per la perpetuazione della specie, mentre suo fratello è un artista che vorrebbe suonare il violino e fare concerti in giro per l'universo conosciuto. Costretti dai loro destini prestabiliti dal padre, decidono di scambiarsi i ruoli: lei andrà in accademia lui si terrà lontano dal genitore...

Tempo fa vi parlai di un genere di manga che mi piace particolarmente: il gender bender che non è altro che una storia in cui c’è un camuffamento del protagonista che si traveste e mantiene la sessualità opposta alla sua, nascondendosi agli altri. Cioè il protagonista finge di essere una ragazza o un ragazzo a seconda del sesso iniziale. Trovo questi manga molto divertenti seppur pieni di cliché e situazioni pressoché impossibili. Nonostante questo li trovo rilassanti e simpatici.
“The academy” non è molto diverso da questi manga, l’ho trovato un libro leggero e scorrevole e facilmente leggibile in inglese, pieno di sciocchezze e situazioni del tutto assurde con un finale scontatissimo. Nonostante questo e l’ambientazione piuttosto strana (è quasi distopica ma mista e roba moderna e comportamenti vittoriani), è stato il libro perfetto per staccare dalle letture precedenti e svagarmi assecondando la mia voglia di leggere qualcosa sulla scia dei gender bender.
La protagonista del libro è questa ragazza piuttosto sveglia e intelligente che si camuffa da ragazzo per passare per suo fratello gemello e ne prende il posto in un’accademia militare maschile: vive in camera con un ragazzo, ovviamente bellissimo, che non sospetta nulla della sua identità fino alla fine, nonostante i tantissimi indizi che Kris dissemina in giro. Appena arrivata si inimica uno dei peggiori bulli della scuola che la picchia random, senza un reale motivo, e inoltre diventa amica di un ragazzo palesemente gay in una scuola dove questi comportamenti non sono visti di buon occhio. Potete capire come ci possano essere una caterva di situazioni assurde e parecchio strane che vedono Kris come protagonista.
Insomma, è un libro un po’ idiota e infantile ma mi ha divertito e mi ha dato esattamente ciò che volevo: svago completo.
Ho deciso di assegnargli 2 stelline, perché comunque è un romanzo poco brillante che probabilmente non consiglierei.

Lya


19 luglio 2017

What's Next? 282

Buon pomeriggio lettori e stranieri!
eccomi qui a mostrarvi le mie letture della settimana!


What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Ho terminato ieri pomeriggio "Affinità" di Sarah Waters e devo dire di essere rimasta colpita, credo che mi butterò anche su "Ladra", il suo romanzo più famoso, che ha anche una bella storia particolare e sempre al femminile. Di "Affinità" mi è molto piaciuta l'ambientazione temporale e anche spaziale anche se ho trovato alcuni pezzi un po' troppo ripetitivi. Nonostante questo il romanzo mi ha coinvolta...promosso!

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Sto finalmente terminando la trilogia di Westerfeld con "Speciali" così posso archiviarla. Sto facendo un po' di fatica a leggerlo ma ormai ho comprato il libro con l'intera trilogia e ho deciso di terminarla per ammortizzare il costo.

What's next? (Qual è il prossimo?)
Il prossimo libro sarà "L'estate francese" della Lokko che andrà ad alleggerire la mia tbr.

Voi cosa state leggendo? ^^

18 luglio 2017

Libri da ombrellone: libri di donne scritti da donne

Buonasera lettori e passanti!
questo post e i prossimi della serie sono del tutto improvvisati perché l'ispirazione mi è venuta sul momento e devo cavalcare l'onda della voglia di scrivere unita a un po' di tempo libero.
Ho riesumato questo antico banner perché lo trovo sempre molto carino e d'effetto, quindi eccomi con la prima puntata del 2017 di "Libri da ombrellone". In questa piccola rubrica vorrei proporvi, in modo tematico, alcune letture che reputo perfette da portare con telo mare e occhiali da sole sulla spiaggia. Cercherò di selezionare libri low cost e non troppo ingombranti!

Il tema di oggi è incentrato sulla letteratura contemporanea al femminile, quindi scritta da donne e con protagonista una o più donne. Sono un po' ridondante eh?
La mia scelta non poteva non partire dalla Ferrante, di cui a breve leggerò uno dei suoi romanzi, e da Isabel Allende, celebre scrittrice peruviana. Le ultime due proposte sono italianissime con la Gazzola e Alice Basso. Spero che la mia selezione possa stuzzicarvi ^^

Titolo: La figlia oscura
Autore: Elena Ferrante
Pagine: 160
Prezzo: 9,90 euro
Editore: Edizione e/o

Trama
Dopo lo straordinario successo mondiale dei Giorni dell’abbandono, Elena Ferrante scava, con un racconto avvincente, nei sentimenti contraddittori che ci legano oggi ai nostri figli. Leda è un’insegnante, divorziata da tempo, tutta dedita alle figlie e al lavoro. Ma le due ragazze partono per raggiungere il padre in Canada. Ci si aspetterebbe un dolore, un periodo di malinconia. Invece la donna, con imbarazzo, si sente come liberata e la vita le diventa più leggera. Decide di prendersi una vacanza al mare in un paesino del sud.
Ma, dopo i primi giorni quieti e concentrati, l’incontro con alcuni personaggi di una famiglia poco rassicurante scatena una serie di eventi allarmanti. Con questo romanzo feroce e commovente Elena Ferrante racconta una nuova vicenda di donna, quotidiana e che tuttavia toglie il respiro.


Titolo: L'amante giapponese
Autore: Isabel Allende
Pagine:200
Prezzo: 9,90 euro
Editore: Feltrinelli

Trama
Alma Belasco, affascinante pluriottantenne, colta e facoltosa, decide di trascorrere gli ultimi anni della sua vita a Lark house, una residenza per anziani nei pressi di San Francisco. In questa struttura, popolata da affascinanti e bizzarri anziani di diversa estrazione sociale, stringe amicizia con Irina, giovane infermiera moldava, di cui presto si innamorerà il nipote Seth Belasco. Ed è ai due giovani che Alma inizierà a raccontare la sua vita, in particolare la sua grande storia d'amore clandestina, quella con il giapponese Ichi, figlio del giardiniere dell'aristocratica dimora in cui ha vissuto, nonché compagno di giochi sin dalla più tenera infanzia. Sullo sfondo di un paese attraversato dalla seconda guerra mondiale, con le taglienti immagini di una storia minore - quella dei giapponesi deportati nei campi di concentramento -, si snoda un amore fatto di tempi sbagliati, orgoglio malcelato e ferite da curare, ma al tempo stesso indistruttibile, che trascende ogni difficoltà e vive in eterno nel cuore e nei ricordi degli amanti.

Titolo: Non è la fine del mondo 
Autore: Alessia Gazzola
Pagine: 200
Prezzo: 9,90 euro
Editore: Feltrinelli

Trama
Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento - ma solo per il momento - insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell'odierna zitella, solo l'allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov'è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell'affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?

Titolo: L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
Autore: Alice Basso
Pagine: 280
Prezzo: 9,90 euro
Editore: Grazanti

Trama
Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l'essenza di una persona da piccoli indizi e riesce a pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un'empatia profonda e un intuito raffinato sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un'importante casa editrice. Scrive libri per altri. L'autore le consegna la sua idea, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell'ombra. E a Vani sta bene cosi. Anzi, preferisce non incontrare gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva più possibile con nessuno. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili.

Cosa ne pensate?

17 luglio 2017

Uscite della settimana: dal 17 al 23 luglio 2017

Buongiorno lettori e passanti,
oggi, come ogni lunedì sono pronta a farvi vedere una selezione delle pubblicazioni in arrivo durante la settimana!
Oggi, rispetto la settimana scorsa, ho da proporvi un bel numero di titoli interessanti ^^


Titolo: Tutta colpa di Mr. Darcy
Autore: Shannon Hale
Pagine: 250
Prezzo: 18,50
Editore: Piemme
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 18 luglio 2017

Trama
Che cosa distingue una semplice lettrice di Jane Austen da Jane Hayes? Tutto: nella sua testa parole come “orgoglio”, “pregiudizio”, “ragione”, “sentimento” hanno un significato ben diverso da quello del dizionario, e soprattutto, per lei, non c’è nessun uomo al mondo di cui valga la pena innamorarsi. Perché nessun uomo è e sarà mai Fitzwilliam Darcy – tranne Colin Firth nella migliore interpretazione della sua carriera, si capisce. Così, anche se Jane è una single trentenne che potrebbe godersi la vita a New York, le sue chance in amore sono regolarmente sabotate dalla sua fissazione platonica. Finché un viaggio la porta dove ha sempre sognato di andare: complice l’eredità di una prozia, Jane parte per Pembrook Park, Inghilterra. L’unico posto dove, tra costumi d’epoca, carrozze, balli di gala e rigida etichetta, per una modica cifra anche tu puoi vivere il tuo sogno austeniano. E magari innamorarti. Nella villa fuori dal tempo che la accoglie, piena di stanze e servitù, tra personaggi bizzarri che non si fanno problemi a vivere per qualche giorno nel passato, Jane conoscerà un giardiniere belloccio, ma si scontrerà anche con un gentiluomo che si crede un po’ troppo affascinante. E forse vivrà finalmente il sogno più bello. Quello da vivere nella realtà.

Titolo: La piccola libreria dei cuori solitari
Autore: Annie Darling
Pagine: 324
Prezzo: 17,90
Editore: Sperling Kupfer
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 18 luglio 2017

Trama
Nel cuore di Londra c'è una piccola libreria chiamata "Bookends". Per quanto vecchia e malandata, è sempre stata un fantastico mondo di storie e di sogni per Posy Morland, sin da quando era bambina. Fino a farle da casa e da famiglia. Ma ora che l'anziana proprietaria, Lavinia, è morta lasciandole in eredità il negozio, Posy si ritrova a fare i conti con la realtà insieme ai colleghi: restano solo pochi mesi per pagare i debiti, rilanciare la libreria e scongiurarne la chiusura. Posy avrebbe già un piano: farne il paradiso dei romanzi d'amore, il punto di riferimento per tutte le lettrici romantiche. Ma il nipote di Lavinia, Sebastian, imprenditore senza scrupoli, è convinto che puntare tutto sui gialli sia la strategia vincente sul mercato. Mentre tra i due la battaglia si fa sempre più accesa, Posy sfoga la propria collera nella scrittura. Pagina dopo pagina, intesse una trama di ambientazione ottocentesca dove tra i protagonisti - identici, guarda caso, a lei e Sebastian - scatta inaspettatamente la passione. E se la fantasia fosse già realtà? Nella vita, come nel romanzo, starà a Posy scegliere il finale.

Titolo: Una finestra sula mare
Autore: Corina Bomann
Pagine: 320
Prezzo:16 euro
Editore: Giunti
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 19 luglio 2017

Trama
"Una finestra sul mare" di Corina Bomann è la storia di una passione proibita sullo sfondo delle coste selvagge della Cornovaglia. Un romanzo carico di emozione e di speranza.
Da generazioni i suoi antenati percorrono ogni giorno il sentiero tra le ginestre che conduce in cima alla scogliera di Land's End, in Cornovaglia. Un sentiero pieno di segreti, sepolti nel profondo del suo cuore.

Ultima discendente di una famiglia di guardiani del faro, Janet è ormai anziana, ma non riesce a rinunciare del tutto a quell'antico rituale. Ma quel giorno, giunta in cima al promontorio, scorge una ragazza sul bordo della scogliera, lo sguardo che scruta il vortice delle onde. Troppe volte ha visto quella scena per non intuire subito le sue intenzioni. Con parole confortanti, Janet porta con sé la giovane Kim, accogliendola nel suo piccolo cottage coperto d'edera. Qui la ragazza le confida il motivo della sua disperazione: la morte dell'uomo che amava. E' così che Janet decide di farle un dono molto speciale: un vecchio diario ritrovato sulla spiaggia dal suo bisnonno. Le memorie di Leandra, che nel 1813, proprio su quegli scogli, aveva cercato di sfuggire al suo doloroso destino.
Finché la sua strada non aveva incrociato quella di Christian, il misterioso guardiano del faro...

Cosa ne pensate? ^^

14 luglio 2017

CLASSICI da libreria: Agnes Grey di Anne Brontë

Buona lettura!

Titolo: Agnes Grey
Autore: Anne Brontë
Pagine:250
Prezzo: 5,90 euro
Editore: Newton Compton

Trama
Agnes Grey, la protagonista dell’omonimo romanzo del 1847, opera prima e in parte autobiografica di Anne Brontë, fa la governante presso due famiglie della facoltosa borghesia inglese di età vittoriana. La sua famiglia è caduta in disgrazia e prendersi cura dei figli dei ricchi, indisciplinati e viziati, è l’unica scelta rispettabile che la ragazza possa fare per sopravvivere. Con una prosa elegante e scorrevole, la minore delle sorelle Brontë mette a confronto la grettezza della nobiltà dell’epoca, del tutto priva di scrupoli e di valori, e i sani principi morali di una giovane timorata di Dio, che cerca in ogni modo di smascherare il lato oscuro delle persone “perbene”.

Anne Brontë(1820-1849), sorella minore di Charlotte ed Emily, visse fino a diciannove anni nella campagna inglese dello Yorkshire, insieme al padre, un umile pastore di origini irlandesi, e al resto della famiglia. Impiegatasi poi come governante, lasciò presto la professione per coltivare le proprie ambizioni letterarie, che furono tuttavia stroncate dalla tubercolosi, malattia che portò Anne ad una morte precoce nel 1849. Fu autrice di un volume di poesie, scritte insieme alle sorelle, e di due romanzi, Agnes Grey e L’inquilino di Palazzo Wildfell.


Presente da tipo tre o quattro anni sul mio scaffale dei libri da leggere, “Agnes Gray” è uno dei classici che ho deciso di leggere nell'estate del 2016, insieme a Frankenstein.

La protagonista, che dà anche il titolo al libro, è una ragazza giovane e di belle speranze che per cercare un propria indipendenza economica e anche intellettuale, decide di allontanarsi dalla sua casa per fare da governante in alcune famiglie della borghesia inglese. Tra bambini viziatissimi e capricciosi, genitori disattenti e pretenziosi, Agnes impara a rapportarsi in modo diplomatico e paziente con le famiglie da cui alloggia.

Sinceramente non ho molto da dire su questo romanzo: è ambientato in età vittoriana nella campagna inglese, è parzialmente autobiografico perché l’autrice è stata effettivamente una governante presso alcune famiglie. Più che un romanzo è quasi un trattato pedagogico perché Agnes, tranne che all'inizio quando racconta del suo rapporto con la sorella e la madre, diventa un’insegnante al servizio dei capricci dei suoi studenti. Lei racconta, con dovizia di dettagli, le angherie che è costretta a subire in silenzio mentre fa il suo lavoro, descrive i suoi piccoli allievi e le loro abitudini e di riflesso anche quelle dei loro genitori. Abbiamo visto abbastanza film da poter intuire quali sono le problematiche che la ragazza si trova ad affrontare. Non posso negare di aver trovato questa lettura piuttosto scialba e poco intraprendente, come la protagonista stessa che è troppo modesta, troppo diplomatica e sottomessa, senza opinioni precise (o almeno non espresse) e con un carattere privo di definizione. Praticamente, anche se la psiche di Agnes è descritta e raccontata, la considero comunque una protagonista piatta.
Non posso dire che il libro sia brutto, perché non lo è, ma non ha la scintilla che scatena il VERO interesse del lettore e non credo che il romanzo sia inseribile tra i “grandi classici” dell’ottocento inglese.
Assegno due stelline scarse al libro e non lo consiglio perché ci sono libri dello stesso periodo e della stessa provenienza molto più interessanti e di “spessore”.

Lya

13 luglio 2017

What's Next? 281

Buongiorno lettori e stranieri,
eccomi con un giorno di ritardo a mostrarvi le letture della settimana!

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Ho terminato "Una grande e terribile bellezza" di Libba Bray che non mi ha entusiasmata particolarmente. Memore dell'altro romanzo che ho letto dell'autrice, "La stella nera di new York", e leggendo tante recensioni positive, mi aspettavo qualcosa di più intenso e accattivante. Il romanzo non è mole ma l'ho trovato un po' "vuoto", magari il secondo libro sarà meglio... spero!

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Sono alle ultime battute de "L'amante alchimista" che è uno splendido romanzo storico al femminile, uscito da poco, di quelli che piacciono tanto a me. La protagonista mi piace, l'ambientazione pure così come i riferimenti storici, politici e filosofici. Questi sono i romanzi storici che vorrei leggere più spesso. Bellissima anche la cover!

What's next? (Qual è il prossimo?)
Dovendo stare via una paio di giorni non posso portarmi dietro la trilogia di Westerfeld per poterla terminare quindi credo che mi porterò dietro il mio ebook reader e sceglierò sul momento cosa leggere. Dopo un fantasy/young adult e uno storico magari mi potrò dedicare a un thriller o a un romance leggero leggero. 

Voi cosa leggete di bello? ^^

11 luglio 2017

I preferiti del mese: giugno 2017

Buongiorno lettori e stranieri,
eccomi con alcuni dei miei preferiti non librosi del mese "appena" terminato.
Il primo preferito del mese che mi viene in mente è l'onnipresente ventilatore, mio fedelissimo alleato che mi accompagna giorno e notte, ma vorrei un attimo farvi vedere qualcosa di più personale e particolare. Con queste premesse, oggi, per la rubrica dei preferiti del mese, vorrei inserire un telefilm che sto divorando, una palette occhi e un vestito che ho messo piuttosto spesso.

Parto con il telefilm: The 100.
Ho visto le prime 10 puntate quando uscì diversi anni fa, ma poi, senza alcun motivo, ho stoppato la visione e adesso, mentre sfogliavo la libreria di Netflix ho voluto ricominciare tutto di nuovo e proseguire. Nel giro di pochissimo sono arrivata a rivedere tutta la prima stagione e sono già a metà della seconda. Sono davvero gasatissima. Il telefilm mi sta piacendo molto e mi sta appassionando ma non mi voglio dilungare perché ho in mente di fare una altro aggiornamento netflix oppure una puntata di "serie tv time" dedicato proprio a "The 100". Mi sta anche venendo voglia di leggere i libri!

Per la sezione trucchi non posso non inserire il dupe che ho comprato della famosa "Shade and light eyes" di Kat Von D, marchio approdato in Italia da un paio di mesi ma che costa un rene. Per evitare un'ennesima palette occhi opaca, visto che ho già l'ultima dell'Urban Decay (QUI il post), ho deciso di comprare la copia tarocca ma di buona qualità marchiata "Makeup revolution", la Ultra eye contour light and shade.

La sto usando parecchio perché ha molte tonalità basiche, soprattutto quelle del primo e dell'ultimo quad che mi aiutano per le sfumature e le transizioni. Gli ombretti sono polverosi ma durano sulla palpebra abbastanza a lungo e, per 10 euro, non posso assolutamente lamentarmi perché fa ciò che deve. Assolutamente approvata e consigliata!

Ultimo preferito del mese è un maxi dress che ho scovato per caso al mercato; pagato pochi euro lo sto sfruttando davvero molto perché mi piace la fantasia, è comodo e molto leggero. Nella foto non rende molto ma addosso fa la sua bella figura.


Ecco i miei preferiti del mese! Quali sono i vostri?

10 luglio 2017

Uscite delle settimana: dal 10 al 16 luglio 2017

Buonsalve lettori e stranieri,
nuovo lunedì nuova selezione tra le uscite della settimana!
Per questa settimana solo due segnalazioni di genere thriller. Ultimamente sto facendo fatica a trovare letture nuove che mi interessano davvero...

Titolo: La donna nella pioggia
Autore: Marina Visentin
Pagine: 420
Prezzo: 17,50 euro
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 11 luglio 2017

Trama

Pensavo di conoscere il posto di ogni cosa, il nome di ogni strada, la mappa della mia vita. Invece. Stella Romano non saprebbe dire quando le ore che compongono le sue giornate abbiano cominciato a scomparire. In una quotidianità senza imprevisti, scandita dalle attività ripetitive e confortanti delle figlie, dai viaggi di lavoro del marito, dai piccoli gesti di una vita agiata in cui continua a sentirsi un’estranea, a Stella mancano dei momenti; ore intere di cui non ha alcun ricordo, in cui compie azioni che poi si smarriscono nelle profondità della mente, in cui diventa un’altra persona. Un giorno, anche il vaso di sua madre – unico legame con la donna scomparsa quando lei aveva tre anni – va in mille pezzi: è il segno tangibile che qualcosa non va, davvero, e Stella non può più fingere indifferenza di fronte a ciò che sta accadendo. Deve andare fino in fondo, riaprendo pagine dolorose della sua vita. Scavando in un passato di cui pochissimi sono i testimoni – la madre è morta in un incidente e il padre si è tolto la vita in manicomio -, Stella si rende conto di aver vissuto sepolta nelle bugie di chi avrebbe dovuto amarla e di aver costruito la sua identità di donna su un’infanzia fasulla. Anche il marito sembra stare dalla parte di chi non vuole che lei arrivi alla verità, a una vita nuova, lontana dai dolori e dai drammi del passato. E Stella capisce che chi ha rubato i suoi ricordi è pericoloso, nel passato come nel presente.

Titolo: La sorella
Autore: Louise Jensen
Pagine: 338
Prezzo: 18,90 euro
Editore: Sperling Kupfer
Data di pubblicazione: 11 luglio 2o17

Trama

Le ultime parole di Charlie continuano a perseguitare la sua migliore amica Grace, che non è più la stessa da quando lei è morta. Grace è una giovane maestra che vive tranquilla con Dan, conosciuto ai tempi del liceo. È una ragazza piena di sensi di colpa, perché si è sempre sentita responsabile della scomparsa delle persone che ha amato, persino di quella della sua migliore amica Charlie. Loro due avevano un legame speciale fin da ragazzine, quando avevano nascosto insieme la misteriosa memory box di Charlie. Ora quella scatola piena di segreti è l'unico oggetto rimasto a Grace come ricordo. Al suo interno, ha trovato la lista dei desideri dell'amica: il primo sarebbe stato ritrovare il padre che non aveva mai conosciuto. Per lealtà verso quella che per lei è stata una sorella, Grace decide dunque di indagare e ben presto si imbatte in un'altra donna, Anna, che sostiene di essere la vera sorella di Charlie. Sarebbe bellissimo ritrovare una famiglia, ma il suo arrivo è accompagnato da segnali inquietanti. Gli oggetti scompaiono. Arrivano telefonate silenziose nel cuore della notte. Messaggi minacciosi. Persino Dan si comporta in modo strano. E Grace è sicura che qualcuno la segua. È tutto nella sua mente o succede davvero? Per darsi una risposta, Grace inizia un agghiacciante viaggio nel proprio passato. E in quello della ragazza che credeva di conoscere come se stessa.

Cosa ne pensate? 
L'estate è un periodo perfetto per i thriller ^^

09 luglio 2017

Aggiornamento Netflix: maggio- giugno 2017

Buongiorno lettori e stranieri!
oggi mi andava di aggiornarvi sui telefilm che ho fatto fuori nell'ultimo mesetto su netflix!

Tra maggio e giugno ho visto davvero parecchie cose e quasi tutte nuove.
Il primo telefilm che ho iniziato e finito è "13 reasons why" tratto dal libro "13" che ho letto tanti anni fa.
Il romanzo non mi aveva lasciata particolarmente stupita quindi non mi sono precipitata a vedere il telefilm non appena uscito, ma alla fine ho ceduto grazie al fatto che online ne stava parlando il mondo. Ho iniziato il primo episodio e in una decina di giorni ho visto gli altri dodici. Anche se sto meditando di parlarvene in modo più approfondito in un post apposito, posso dire che le prime 6-7 puntate mi sono piaciute parecchio, le ultime invece un po' meno perché ho iniziato a trovare il tutto troppo morboso e ripetitivo. Se all'inizio Anna mi stava abbastanza simpatica, verso la fine la situazione era cambiata. Comunque è stata una buona visione che consiglio anche a un pubblico di adolescenti perché può far vedere le cose da un punto di vista diverso: il bullismo, la violenza fisica e psicologica non possono mai essere sottovalutate.

Altro telefilm che ho visto e che mi è abbastanza piaciuto è "The Lizzie Borden Chronicles".
Mi sono convinta a vederlo principalmente perché è breve, autoconclusivo e soprattutto la protagonista è Cristina Ricci che ho apprezzato in tante parti creepy/horror in passato. La storia è quella di una serial killer donna americana che ammazza parecchia gente che la ostacola senza andare incontro a gravi problemi con la legge. Lizzie, nonostante il suo sadismo poco velato, riesce a cavarsela numerose volte nel corso della storia e riesce a stupire lo spettatore che sicuramente non si aspetta quello che accade. Ovviamente, dopo aver visto le prime 5 puntate le altre sono meno sorprendenti ma non mi è dispiaciuto guardarlo. Cristina Ricci non delude e la parte che interpreta è perfetta per lei.

Altro telefilm tendenzialmente horror che ho iniziato e finito a giugno è Van Helsing che ho visto memore del film di diversi anni fa che mi piacque.
Come dirlo senza risultare volgare? Questa serie fa abbastanza schifo. A parte la prima puntata che mi aveva abbastanza intrigata, tutto il resto è davvero scontato ed eccessivamente banale. I dialoghi sono imbarazzanti, i protagonisti stereotipati al massimo, ci sono scene a cavolo che ci azzeccano poco e anche il montaggio non è fatto bene. Ho resistito fino alla fine della prima serie(sì, a quanto pare ci sarà una seconda) perché volevo capire cosa centrasse Van Helsing con tutti questi vampiri, disastri ecologici mondiali e donne eroine che si improvvisano guerriere. La storia è un misto tra un distopico e un horror il tutto mescolato insieme e mal riuscito. Potenzialmente poteva essere interessante come storia ma la realizzazione l'ho trovata pessima. Bocciato!

Altra serie che ho iniziato ma momentaneamente sospeso è Vikings.
Ho visto le prime tre puntate ma l'ho trovata abbastanza impegnativa come serie e l'ho momentaneamente messa in stand by. Da quello che ho potuto vedere è un telefilm storico fatto davvero bene, cruento ma non troppo, con costumi davvero realistici e personaggi carismatici. Mi riprometto di riprenderla per vedere tutto al momento giusto.

Ultima serie iniziata a fine giugno e che ho attualmente in visione è The 100.
Come vi ho scritto nei preferiti del mese, ho visto una parte della prima serie anni fa, appena uscito, ma poi ho abbandonato la visione senza un valido motivo. Durante gli ultimissimi giorni di giugno e inizio luglio ho rivisto la prima serie e adesso sono all'inizio della seconda. Sono davvero entusiasta della visione. Non vedo l'ora che arrivino anche la terza e la quarta serie su netflix!!

Cosa penso di vedere prossimamente?
Come mi ero già ripromessa credo che vedrò "sense 8" e "Stranger things" ma ho anche addocchiato "orange is the new black", "the crown" e "travelers". Insomma parecchie cose XD

voi cosa mi consigliate? Avete già visto queste serie?

08 luglio 2017

Recensione in pillole: La stella nera di New York di Libba Bray

Buonasera lettori!
ispirata dalla mia lettura attuale ("Una grande e terribile bellezza" di Libba Bray), voglio proporvi una recensione che ho scritto nel lontano 2012. In realtà adesso la serie "The diviners" conta due libri pubblicati, uno di prossimissima pubblicazione(ottobre 2017) e un quarto che dovrebbe essere uscire l'anno prossimo. Ho tutta l'intenzione di proseguire con la lettura in inglese, visto che da noi è evidentemente interrotta, perché trovo che quest'autrice sia davvero molto brava!
Cosa pensavo de La stella nera di New York di Libba Bray?

Titolo: La stella nera di New York
Titolo originale: The diviners
Autore: Libba Bray
Pagine: 480
Prezzo: 17,50€
Editore: Fazi Lain
Genere: fantasy
Serie: The diviners #1
Data di pubbicazione: 12 ottobre 2012
 
Trama
 Evie O’Neill, dopo aver suscitato l’ennesimo scandalo nella noiosa cittadina di provincia in cui è nata, viene spedita dai genitori a vivere nell’effervescente New York City – e la ragazza ne è entusiasta. New York è la città dei locali, del contrabbando, dello shopping e del cinema, e non passa molto che Evie stringe amicizia con irriverenti Ziegfeld girls e scapestrati ragazzi di strada. Evie però non fa conoscenza solo con le luci sfolgoranti dell’età del jazz, ma anche con gli oscuri anfratti del Museo americano del Folclore, della Superstizione e dell’Occulto, che suo zio Will Fitzgerald – presso cui abita – dirige con l’aiuto di Jericho, uno strano ragazzo sempre immerso nella lettura.
E quando una serie di omicidi a sfondo esoterico e riconducibili a uno spirito che torna dal passato vengono a galla, Evie e suo zio sono chiamati a collaborare alle indagini, e sono proiettati al centro del sistema mediatico. I due si lanciano nelle ricerche, ed è allora che quel misterioso potere divinatorio che la ragazza sa di avere si rivelerà utile a catturare il killer, prima che sia troppo tardi.

Ecco il mio pensiero!

"Era davvero da parecchio che non leggevo un thriller paranormale- esoterico del genere! Cover a parte(che non mi piace per niente), il libro della Bray è avventuroso ed interessante e a fine lettura ero davvero coinvolta!
Il punto forte del romanzo è sicuramente l'ambientazione che ho trovato davvero favolosa e ben raccontata, anche se in alcuni punti la protagonista sembra completamente un pesce fuor d'acqua. La descrizione della New York del proibizionismo, dei Fitzgerald e del contrabbando è un punto fondamentale nello sviluppo della storia, infatti  alla fine del romanzo il lettore si rende conto che è davvero centrale ed importante."

"Era davvero da parecchio che non leggevo un thriller paranormale- esoterico del genere! Cover a parte(che non mi piace per niente), il libro della Bray è avventuroso ed interessante e a fine lettura ero davvero coinvolta!
Il punto forte del romanzo è sicuramente l'ambientazione che ho trovato davvero favolosa e ben raccontata, anche se in alcuni punti la protagonista sembra completamente un pesce fuor d'acqua. La descrizione della New York del proibizionismo, dei Fitzgerald e del contrabbando è un punto fondamentale nello sviluppo della storia, infatti  alla fine del romanzo il lettore si rende conto che è davvero centrale ed importante."

QUI trovate tutta la recensione! Conoscevate questo libro?
 

06 luglio 2017

RECENSIONE: Tutta la verità su Alice di Jennifer Mathieu

Buona lettura!
Titolo: Tutta la verità su Alice
Autore: Jennifer Mathieu 
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 224
Editore: Newton Compton

Trama
Tutti sanno che Alice è andata a letto con due ragazzi nella stessa sera, a una festa. E quando Brandon Fitzsimmons - il quarterback della scuola, bello e famoso - muore in un incidente d'auto, viene fuori che mentre guidava stava chattando al cellulare con Alice: lei gli stava mandando messaggi ad alto tasso erotico. A scuola già si diceva che Alice fosse una ragazza facile, una poco di buono, ma dopo la morte di Brandon, la macchina del fango impazzisce. C'è chi sostiene che abbia abortito, chi dice che sia disposta a tutto per un aiuto in matematica, il bagno delle ragazze è costellato di insulti anonimi a lettere cubitali e indelebili. Ma la vita di Alice è davvero quella che tutti pensano di conoscere? Oppure molti proiettano su di lei i loro pin torbidi segreti? Jennifer Mathieu riesce a raccontare con dissacrante realismo la vita di una ragazza qualunque, senza aggrapparsi a stereotipi o vecchi clichè.

Eccomi qui con un nuovo tentativo di avvicinarmi al new adult senza farmi cariare un dente, ridere per le scene pseudo erotiche o portarmi sull'orlo del suicidio. Avete notato che in questo genere o ci sono storie d’amore strappalacrime, erotiche e molto tormentate, o sono presenti riferimenti sessuali pesanti e assurdi oppure ci sono questi adolescenti iperproblematici che fanno cose inaudite?
Francamente preferisco l'ultimo genere e infatti, come ho apprezzato “Raccontami di un giorno perfetto”, sono riuscita a leggere agilmente anche questo libro.

La protagonista assoluta del libro è Alice, una ragazza di provincia libera e moderna che, a causa di piccole gelosie e torti, viene prima accusata di essere andata a letto con due ragazzi in una serata, poi incolpata della morte di uno di questi due ragazzi. Alice è la vittima di queste voci e a parlare nel libro sono proprio i presunti “amici” che spargono queste maldicenze, chi per un motivo, chi per un altro.

Devo dire di aver apprezzato questa lettura perché tratta temi seri e, nonostante i vari cliché delle quattro voci narranti, credo che, in alcune realtà periferiche americane, ciò che si narra si avvicini molto a ciò che succede davvero.
Alice è una bella ragazza, popolare ma non troppo che, dopo una festa, viene accusata di diverse cose che si vanno ingigantendo mentre passano di bocca in bocca. Insomma, è vittima di bullismo perché, dopo che queste voci iniziano a diffondersi, lei diventa una vera e propria reietta: allontanata da tutti, additata e insultata direttamente e indirettamente.
Lo sviluppo della storia viene raccontato da quattro personaggi con punti di vista differenti: due ragazze e due ragazzi e ne ho apprezzato la varietà. Una di queste “voci” appartiene alla ex migliore amica di Alice la quale, un po’ per invidia, un po’ per sfogare su qualcun altro una cosa che l’ha segnata ma, soprattutto per seguire la massa, inizia ad allontanare Alice. Dall’altra parte c’è ragazza più popolare della scuola che inizia per vendetta e poi per noia a spargere delle dicerie su Alice, aiutata dalle sue fedelissime, e poi perde il controllo della situazione: a tutti piace malignare sulla vittima senza che nessuno sappia davvero quello che è accaduto. La cosa peggiore e che a nessuno interessa sapere la verità, è molto più interessante ascoltare e dare credito ai pettegolezzi bisbigliati nelle aule che a ciò che è accaduto davvero.
Gli altri due personaggi che raccontano la loro versione appartengono al migliore amico del ragazzo che Alice si porta a letto e poi muore e allo sfigato/nerd di turno che, al contrario di tutti, si avvicina alla ragazza e diventa suo amico.
Insomma, quattro voci (+1) che raccontano la stessa storia scandalosa e, ognuno di loro ha dei segreti, delle frustrazioni che riversa e sfoga attraverso questa situazione.
Ho trovato davvero molto efficace la forma intimistica delle confessioni dei personaggi così come l’ambientazione chiusa e circoscritta. I temi trattati sono abbastanza forti ma non risultano pesanti o eccessivamente gravosi per il lettore che riesce a seguire la vicenda come se fosse un estraneo.
Assegno al romanzo tre stelline e mezzo soprattutto perché ho davvero apprezzato come il tema della “massa pecorona” è stato raccontato.


Lya

05 luglio 2017

What's Next? 280

Buon pomeriggio a tutti!
nuovo aggiornamento settimanale delle mie letture ^^


What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Ho terminato da un paio di giorni "Un sogno oltre il mare" di Denise Cartier, romanzo con una protagonista femminile di tutto rispetto. Mi è piaciuto ma non mi ha fatta impazzire perché ho trovato alcune parti ripetitive e altre troppo superficiali.


What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo in contemporanea "Paper prince" di Erin Watt e "Una grande e terribile bellezza" di Libba Bray. Il primo non mi sta piacendo, credo che lo terninerò a breve e non proseguirò con la lettura del terzo volume, mentre il libro della Bray lo sto ancora capendo.




What's next? (Qual è il prossimo?)
Per il momento penso di leggere "Speciali" di S. Westerfeld per terminare così la trilogia che mi sto trascinando da un po' di mesi, ma non sono sicura al 100% della mia scelta.

Quali sono le vostre letture??

04 luglio 2017

Ricapitoliamo: giugno 2017

Nuovo ricapitoliamo dedicato al mese di giugno!

LIBRI LETTI
QUI troverete il link per vedere i miei IN e OUT del mese

PAGINE LETTE
2615

RECENSIONI DI GIUGNO

ALCUNI POST DEL MESE

ACQUISTI E REGALI
Il mese scorso non ho acquistato nulla ad eccezione del secondo volume di "Guerra e pace" di Lev Tolstoj in edicola. Adesso non ho più scuse per non leggerlo anche se non credo che sarà il classico dell'estate.
Per gli acquisti mi rifarò a breve perché ho messo da parte un piccolo salvadanaio (ogni libro letto 1 euro messo da parte) che voglio iniziare a spendere. ^^

TBR DEL MESE DI GIUGNO
Cosa ho effettivamente letto?
Perfetti di Scott Westerfeld - LETTO
Malombra di Fogazzaro (sfida del comodino) - LETTO
Pomodori verdi fritti di Fannie Flagg - NON LETTO

TBR DEL MESE DI LUGLIO
Una grande e terribile bellezza di Libba Bray (sfida del comodno)
Speciali di Scott Westerfeld
L'estate francese di Lesley Lokko
Pomodori verdi fritti di Fannie Flagg

Ecco il mio aggiornamento!

03 luglio 2017

Uscite della settimana: dal 3 al 9 luglio 2017

Buon lunedì e buon inizio settimana a tutti!
eccomi con alcune (poche) uscite della settimana.
Inizia il periodo di magra per quanto riguarda le pubblicazioni, quindi ecco le mie poche scelte tra le uscite della settimana.


Titolo: Hotel delle Muse
Autore: Ann Kidd Taylor
Pagine: 320
Prezzo: 17,90 euro
Editore: Corbaccio
Genere: Narrativa
Data di uscita: 6 luglio 2017

Trama
1988. In una giornata estiva nel Golfo del Messico alla dodicenne Maeve Donnelly succedono due cose straordinarie: viene baciata da Daniel, il ragazzino dei suoi sogni, e viene aggredita da uno squalo. Diciott'anni più tardi Maeve è una biologa marina molto apprezzata che si trova più a suo agio sott'acqua con gli squali che con le persone. E quando fa ritorno all'isoletta della Florida dove ha trascorso l'infanzia, nell'Hotel delle Muse dove la nonna l’ha cresciuta insieme a suo fratello gemello, ritrova Daniel e i ricordi riaffiorano impietosi. Ripensa a quando, da bambina, sognava di diventare un'affermata esperta di squali, ma anche di avere un marito, una famiglia, un figlio a cui insegnare a nuotare nelle acque del Golfo. Finora ha cercato in tutti i modi di sfuggire alla forza dei sentimenti del passato, ma adesso capisce che non può più continuare a tuffarsi nell'oceano per tenere lontana l'eco di quel che accade sulla terraferma; è giunto il momento di affrontare la sua paura più grande: quella di mettersi in gioco con tutta se stessa per raggiungere la felicità.



Titolo: La ragazza in fuga
Autore: C. L. Taylor
Pagine: 336
Cartaceo: 18,60 euro/ Ebook: 8,99 euro
Editore: Longanesi
Data di pubblicazione: 6 luglio 2017

Trama

Jo Blackmore sta per correre all’asilo a prendere sua figlia Elise quando una donna si avvicina alla macchina e le chiede un passaggio. Benché sia in lotta da anni con agorafobia e attacchi di panico, Jo decide di essere gentile. Una scelta che rimpiangerà pochi istanti dopo: la sconosciuta, infatti, la chiama per nome, dimostra di sapere chi è suo marito, Max, e ha con sé un guanto che sembra identico a uno di quelli della piccola Elise, di soli due anni.
Liberatasi della donna, e in preda all'ansia, Jo corre a prendere Elise e torna a casa, cercando ripetutamente di contattare il marito, un giornalista investigativo del Bristol News. Purtroppo il loro matrimonio è in crisi, anche perché Max considera la moglie instabile e inaffidabile, tanto che non sembra credere alle sue parole riguardo all'aggressione e alle minacce della sconosciuta. Lo sgradevole incontro si trasforma da un giorno all'altro in un vero incubo e la polizia, i servizi sociali e perfino il marito voltano le spalle a Jo e iniziano a sospettare di lei. Nessuno le crede, quando dice che Elise è in pericolo. In un gioco di inganni in cui niente è come sembra, Jo sa che le resta un solo modo per proteggere sua figlia: la fuga.

Per oggi solo due proposte, spero possano interessarvi! ^^

01 luglio 2017

AGGIORNAMENTO reading challenges: giugno 2017

Buon pomeriggio lettori e stranieri!
eccomi con un nuovo aggiornamento delle mie sfide librarie!

SFIDA di GOODREADS:
42/80
Malombra - Fogazzaro
Il giardino dei musi eterni - Tognolini
La figlia dell'eretica - K. Kent
Il segreto di Black Rabbit Hall - Eve Chase
Paper princess - Erin Watt
Perfetti - S. Westerfeld
Un sogno oltre il mare - D. Cartier

SFIDA del COMODINO (aka tbr):
Ecco i fantastici 12(+1):

1- Malombra di Antonio Fogazzaro GIUGNO 2017
2-L'abbazia di Northanger di Jane Austen FEBBRAIO 2017
3- Il diario proibito di Maria Antonietta di Juliet Grey APRILE 2017
4- Cacciatori di stelle cadenti di Gin Philips MARZO 2017
5- La prima stella della notte di Marc Levy MAGGIO 2017
6- L'ultima duchessa di Gabrielle Kim GENNAIO 2017
7- Le mille luci del mattino di Clara Sanchez
8- Il labirinto dei libri sognanti di Walter Moers
9- Wintergirls di Laurie Halse Anderson
10- I giorni dell'abbandono di Elena Ferrante
11- Il corpo della città di Giuseppe Elia Monni
12- Una grande e terribile bellezza di Libba Brey
13- La collina delle fate di Diana Gabaldon

SFIDA dei LIBRI IN INGLESE:
Nessun libro in inglese per questo mese:
3/6

SFIDA dei THRILLER/GIALLI:
Questo mese nessun thriller:
4/8

SFIDA delle CATEGORIE:
- Libro di un autore con uno pseudonimo: Paper princess di Erin Watt
Libro incentrato su un viaggio: La prima stella della notte di Marc Levy
Libro con due ambientazioni storiche differenti: La ragazza del dipinto di Ellen Umansky
Primo libro di una nuova serie: The paper magician di C. Holmberg
Ultimo libro di una serie: Il bacio delle tenebre di Deborah Harkness
- Libro con più di 500 pagineUn sogno oltre il mare di Denise Cartier
Libro con meno di 200 pagine: Il pellegrinaggio di Laura Radiconcini
Un retellingLa rosa del califfo di Reneé Ahdieh
Libro ambientato in Italia: La spia del mare di Virginia de Winter
- Classico della letteratura italianaMalombra di Fogazzaro
Autobiografia: Giorni senza fame di Delphine de Vigan
Graphic novelLa profezia dell'armadillo di Zerocalcare

- Libro che diventerà (o è diventato) un film
- Autore molto popolare mai letto
- Un thriller psicologico

Ecco i miei aggiornamenti! Come vanno le vostre letture?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...