16 febbraio 2012

RECENSIONE:I fiumi di Londra di Ben Aaronovitch



Buon pomeriggio a tutti! Eccomi con la recensione di un libro che mi è davvero piaciuto e che vi consiglio caldamente di leggere visto anche il prezzo molto abbordabile!
 
Titolo: I fiumi di Londra
Autore: Ben Aaronovitch
Pagine: 320
Prezzo: 9,90
Editore: Fanucci
Data di Pubblicazione: 19 Gennaio 2012
Trama 
Peter Grant, un aspirante agente del famigerato Metropolitan Police Service di Londra, ha due preoccupazioni: evitare la prospettiva di un noioso lavoro d’ufficio e ottenere i favori della spregiudicata Leslie May. Nel corso di un’inchiesta, Grant riesce a ottenere la testimonianza di una vittima, morta ma estremamente loquace, e a richiamare su di sé l’attenzione dell’enigmatico ispettore Nightingale, l’ultimo mago d’Inghilterra, a capo di un’unità segreta. Grant possiede poteri magici e cercherà di governare lo spirito di ribellione che domina Londra.
 
 
Mia Recensione
Non so per quale motivo ma mi aspettavo molto da questo libro e sono stata decisamente contenta di questa lettura, anzi diciamo entusiasta.

Parto parlando della cover che mi piace davvero moltissimo e spero vivamente che la casa editrice mantenga la copertina originale anche per i prossimi casi di Peter, il nostro strambo protagonista.

La narrazione parte con la descrizione del protagonista che è in procinto di diventare ufficialmente un poliziotto metropolitano nella pericolosa Londra, ma sfortunatamente, i suoi superiori non lo ritengono abbastanza concentrato da poter lavorare in campo come detective e hanno tutte le intenzioni di relegarlo ad un lavoro d'ufficio. Peter è certamente abbattuto per questo, anche perché la sua collega (e forse qualcosa in più)  sembra invece avere un brillante futuro da detective davanti a se.
La situazione migliora o peggiora(a seconda dei punti di vista) quando casualmente Peter, indagando in uno strano omicidio, si imbatte in un fantasma che è testimone oculare dell'accaduto. Stranito da questa esperienza, il protagonista cerca di ripeterla, perché il fantasma ci ha azzeccato su alcuni particolari, e a questo punti incontra l'ispettore Nightingale,che indaga sugli avvenimenti soprannaturali , che decide di far diventare Peter il suo apprendista. Ovviamente di qui in avanti il lettore verrà sorpreso e intrigato dalla nuova vita dell'agente Peter.

Come ho già detto all'inizio sono rimasta davvero colpita da questo romanzo, che forse non attirerà l'attenzione di molti sugli scaffali delle librerie, ma che invece secondo me merita molto. Prima di tutto non è uno young adult, ma un vero e proprio romanzo con risvolti paranormali, in seconda battuta, anche se un investigatore del soprannaturale non è di certo una novità, in questo caso una serie di elementi rendono originale e davvero simpatico il libro, e poi costa solo 10 euro!

Cosa rende così affascinante questo libro?
Presto detto: le descrizioni ironiche ma puntuali della città moderna e antica di Londra, rendono molto reale la storia, insomma si è catapultati con la mente in quella che, per me, è una delle più belle metropoli europee; insieme alle descrizioni fisiche,vengono raccontati anche particolari storici inerenti a quella determinata zone di riferimento, sempre con quel tocco di stravaganza paranormale e ironia che non manca mai. Oltre a questo il protagonista, strambo e imbranato, è davvero simpaticissimo! Ha dei momenti in cui ha la testa  completamente tra le nuvole, ed è proprio per questo che i suoi superiori e la sua amica Leslie non lo ritengono adatto al lavoro in strada, ma ha delle intuizioni reali e soprannaturali, che in gli fanno avere quel guizzo d'intelligenza che sembra quasi casuale. Tutto questo unito alla simpatia e al sarcasmo che fanno sorridere il lettore. Insomma è da parecchio che un protagonista maschile non mi piace così tanto!
Altro punto positivo è relativo all'inserimento del paranormale nella storia, non c'è la scoperta fulminante dei propri poteri e delle nuove sensazioni, come spesso accade in alcuni libri, ma Peter deve studiare e di certo il suo maestro  Nightingale non è facile da accontentare! Inoltre devo dire che non vi è stupore nella rivelazione del soprannaturale che al contrario viene molto ben integrato nella vita quotidiana e nei casi d'omicidio in cui Peter è chiamato ad indagare.

I fiumi di Londra è insomma un thriller poliziesco paranormale davvero molto ben congeniato ed organizzato che si fa leggere con facilità, grazie allo stile fluido dell'autore,  e ti lascia con il sorriso sulle labbra.
Assegno 4 stelline e lo consiglio a tutti, da coloro che amano gli young adult a coloro a cui piacciono i gialli. Non vedo l'ora che esca il secondo caso!!! 



1 commento:

  1. un poliziesco insomma piacevole!! mi piace quando l'autore sa dare un tocco ironico ai suoi personaggi e alle vicende!! ;)

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...