domenica 17 novembre 2013

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: Allegiant di Veronica Roth

Buona domenica lettori,
ecco qui la recensione in anteprima e senza spoiler di Allegiant!

Titolo: Allegiant
Autore: Veronica Roth
Pagine: 526
Lingua inglese



Mentre scrivo queste parole sono ancora traumatizzata, ho terminato al lettura da poco più di un'ora  e dire che sono ancora incredula è poco. Ma andiamo con ordine, questa recensione di Allegiant NON CONTIENE SPOILER, tranne dove segnalato.

**************inizio spoiler ************
Dopo la rivelazione che ha chiuso Insurgent, Tris, Tobias, Christina, Cara, Edward e altri ragazzi, si sono uniti a un gruppo ribelle che si fa chiamare appunto "Allegiant".  Lo scopo di questi ribelli è quello di portare aiuto all'esterno della recinzione, alle persone che hanno una forte speranza in loro e, una volta fatto cò, ristabilire le fazioni per riportare l'ordine.
I ragazzi decidono di fare un salto nel buio e vedere cosa effettivamente succede fuori e subito incontrano altre persone, facce conosciute, che accolgono il gruppo portandolo in un antico hangar trasformato in cittadella. I protagonisti, dopo aver vissuto mesi molto difficili, si ritrovano a dover accettare un'altra dura realtà: tutta la loro vita è stata una farsa, tutto, dalle fazioni al giorno della scelta, è stato creato ad hoc per poter rigenerare dei geni considerati "non puri". Questo cambia tutti i piani degli Allegiant che ormai sanno la verità.....
*******************Fine spoiler*********************

Allora, dopo questi pochi spoiler eccomi a parlarvi delle mie impressioni, dire che è difficile è poco perché non voglio rivelare nulla di troppo importante, ma ci provo comunque, quindi abbiate pazienza se sono sibillina in alcuni passaggi.
Ho letto Allegiant in inglese, sia perché volevo chiudere un'altra serie mentre avevo ancora fresca nella mente la storia, sia perché volevo davvero vedere dove andava a parare l'autrice dopo la piccola caduta che ho rilevato alla fine di Insurgent.
Cosa aspetta voi lettori quindi che leggerete il libro in inglese o aspetterete la versione italiana?
Vi attende un inizio lento, una preponderanza dei pensieri e del punto di vista di Tobias e un finale che definirei critico.
L'inizio del romanzo è lento perché introduce nuovi personaggi e nuovi ambienti quindi c'è l'assestamento delle prime 100 pagine circa e pian piano la storia inizia a decollare. Devo dire che quello che ho notato e criticato in Insurgent, la falla presente alla fine(che per me è una voragine)  è evidenziata molto e poteva tranquillamente essere evitata buttando, qui e lì nei primi libri, delle frasi che avrebbero evitato di trasformare tutti i personaggi in burattini facilmente impressionabili e manovrabili. In tutti i libri si parla tanto di rivoluzione e di una società oppressiva, ma quello che emerge è la passività e la poca curiosità dei personaggi, non intendo solo dei protagonisti, ma di tutti. Questa ovviamente è una mia riflessione che deriva dalla lettura di tanti libri distopici che mi ha reso evidente una contraddizione di fondo che emerge chiaramente solo alla fine del secondo libro.
Ritornando alla storia, dopo aver iniziato a ignorare questa discrepanza, ho potuto apprezzare la scelta fatta dall'autrice che ha reso Tobias il protagonista facendo emergere molti lati che non erano stati evidenziati precedentemente. Pur alternandosi il punto di vista di Tris e di Four, lui attraversa un periodo davvero confuso e difficile che ha monopolizzato la mia attenzione. Diciamolo, ero davvero curiosa di conoscere meglio questo bello e tenebroso di cui si sapeva così poco!
In questo libro è Tris la forte e Tobias invece è colui che ha bisogno di sostegno e tutto questo si risolve con una maggiore introspezione del ragazzo. Emerge un Tobias tormentato e indeciso che ammira Tris per la sua determinazione e il suo coraggio e ciò contribuisce al cambiamento netto nei rapporti tra i due che vivono momenti difficili sia insieme che individualmente.
Il finale, tanto discusso corredato da post e intervista dell'autrice, a me è piaciuto tanto, dopo l'iniziale momento di panico puro, ho capito che tutto sommato era la cosa migliore per la storia che non finisce in modo banale o scontato. Insomma dito in altro per il finale della trilogia!

Tirando un po' le somme ho deciso di assegnare quattro stelline a questo romanzo nonostante i difettucci che ho trovato.

Una bellissima trilogia a cui, facendo la media dei tre volumi, assegno quattro stelline e mezzo!

Lya



28 commenti:

  1. Risposte
    1. Io lo rileggerò sicuramente in italiano, ma almeno so come finisce! XD

      Elimina
  2. Anch'io sono rimasta sconvolta da quel finale, ma riflettendoci era l'unico finale "giusto" per una storia del genere!Il post della Roth sul suo blog mi ha fatto capire che se il libro fosse terminato in modo diverso questa trilogia non mi sarebbe rimasta nel cuore come invece ha fatto!Non capisco perché cosi tante persone lo critichino, soprattutto dopo che la Roth ha affermato che aveva in mente il finale già dal primo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho letto la polemica che si è scatenata per questo finale, ma sinceramente ho apprezzato l'originalità, perché è successo prorio quello che non mi aspettavo!
      Mi è dispiaciuto che l'autrice abbia dovuto spiegare le sue motivazioni con il video, alla fine è una sua creatura, sta a lei decidere come finirla!

      Elimina
    2. Io so solo che, se avessi saputo come finiva Allegiant, non avrei acquistato la Trilogia! Trovo il finale PESSIMO e SENZA SENSO, voglio proprio vedere se nella trilogia cinematografica avranno il coraggio di mantenere il finale del libro....sarebbe il piu' grande FLOP nella storia del cinema!

      Elimina
    3. Non ci credevo quando è successo quel che è successo. Non mi sono rassegnata fino alla fine del libro... è stato un trauma... mi veniva da piangere, il punto è che ero in classe e la mia compagna di banco vuole leggere la saga e non posso rivelarle il finale... sono triste anche se capisco il perché di questa fine, però anche con questo peso che mi ha lasciato leggere l'ultima pagina, invece della leggerezza dei lieti fine che mi piacciono tanto, questa serie rimane tra le più belle che io abbia mai letto. Concordo sul fatto del film, sarà difficile far capire il significato profondo del finale in sole due ore (ma anche 4), un film non potrà mai lasciare un segno dentro una persona come lo fa un libro.

      Elimina
  3. Io ho adorato Divergent e adesso sto "lottando" per trovare Insurgent e poterlo leggere.
    Allegiant lo leggerò sicuramente in italiano, ho già letto libri in inglese e mi sono sempre piaciute di più le versioni italiane(se le traduzioni sono fatte a dovere), la lingua inglese è più esaustiva, con termini più generici e meno articoli.
    Trovo che la lingua italiana essendo più complessa, riesca a dare più spessore alla prosa e alla narrazione.
    Non so, è la mia personare impressione.
    Comunque bella recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesci a trovare insurgent? Prova con i siti che vendono online, lì sicuramente c'è!
      Per quanto riguarda la lingua hai ragione, l'inglese ha meno sfumature linguistiche dell'italiano, però risulta tutto più diretto ed è bello "sentir parlare" i personaggi con la loro lingua originale. :)

      Elimina
  4. ciao ho bisogno di sapere come finisce tra tris e quattro potete mandarmi una mail a carlotta.borgogni@gmail.com e scrivermi come finisce il libro grazie

    RispondiElimina
  5. Qualcuno sa dirmi quando esce allegiant in Italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, dovrebe uscire verso marzo, adesso non si sa la data precisa :)

      Elimina
  6. Ho adorato questa trilogia. Ripensarci mi mette ancora i brividi.
    La Roth non è mai stata buonista, e ha portato questa sua visione sino in fondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è una delle autrici meno buoniste dopo Martin XDD

      Elimina
  7. Ma la lettura in inglese di Allegiant è comprensibile, voglio dire dal punto di vista del lessico usato, Allegiant risulta una lettura scorrevole?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Si il libro è scorrevole a perte qualche termine legato al mondo creao dall'autrice.....se hai una comprensione media dell'inglese scritto è comprensibile :)

      Elimina
  8. ciao, voi conoscete altri libri dello stesso genere di Divergent?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, il genere di cui parli si chiama "distopico" e ci sono molti libri in circolazione di questo genere come la trilogia degli "Hunger games", "Under the never sky"( che purtroppo non sarà completato in lingua italiana), "il labirinto" di James Dashner, "Across the universe"..se cerchi online ne trovi parecchi :)

      Elimina
    2. hunger games ;)

      Elimina
  9. Ciao mi potete dire come finisce sono in ansia... Potete scrivermi a nicolettamarasca@alice.it se non è troppo disturbo...

    RispondiElimina
  10. Io adoro il genere di libri per l'appunto "distopico " ma avrei bisogno di qualche suggerimento per orientarmi .... Potreste aiutarmi?
    Grazie di cuore

    RispondiElimina
  11. Scusate ma non seguo i gossip.... Che critiche sono state fatte alla roth?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le critiche riguardano un avvenimento che succede nel terzo libro :) appena lo leggerai capirai a cosa si riferiscono (si tratta di un mega spoiler!)

      Elimina
  12. Iscusate per l'indiscrezione, ma io ho cercato a lungo la versione italiana di allegiant ma non la trovo... Deve forse uscire tra poco? Mi sapreste dire la data? Inoltre io adoro il genere di libri per l'appunto distopico ma avrei bisogno di qualche suggerimento per orientarmi .... Potreste aiutarmi?
    Grazie di cuore

    RispondiElimina
  13. ciao mi potete dire il finale non riesco ad aspettare fino ad arile xD potete scrivermi su federchica2000@gmail.com vi pregooooooooooooooooooo,oh e grazie in anticipo

    RispondiElimina
  14. mi dispiace mi discosto dai vostri pensieri...la mia vita è già brutta di suo e lotto tutti i giorni per sorridere alla vita...quando leggo op guardo un film lo faccio per evadere, per sognare e non per disperarmi...quindi bella trilogia con un finale x me troppo crudo. i buoni dopo mille dolori meritano di essere felice almeno nella fantasia....e i films se non mi cambiano il finale non li andrò certo a vedere....condivido solo il fatto che l'autrice non avrebbe dovuto giustificarsi, a lei piaceva così!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, capisco il tuo punto di vista ma alla fine la decisione spetta ai creatori della storia...non sempre i lieto fine sono i più belli. In questo caso quello che accade è davvero molto significativo ecco perché mi è piaciuto :)

      Elimina
  15. La penso come Anna! Per me il finale è una cagata pazzesca!! L'importanza della filosofia la lascio alla vita reale, i libri devono farmi sognare Soprattutto se non vengono presentati nell'immediato come storie drammatiche da cui se voglio mi tengo alla larga! I colpi di scena stanno bene in un thriller.....è fortunata la scrittrice che ha già fatto abbastanza soldi con questa serie perché per me non merita che si legga ancora un libro con la sua firma! Se la storia poteva essere bella, originale ed interessante (che comunque perde tantissimo nel secondo libro e nella prima parte del terzo) l'ha rovinata con un finale d'effetto che effettivamente fa solo schifo!
    L'ultima speranza e che cambino finale nel film tanto già insurgent non centra quasi nulla per cui..... speriamo di vedere il lieto fine che tutti sognamo perché a differenza di ció che pensa la scrittrice queste cose appartengono anche ai fan che con un colpo secco possono distruggere la tua carriera! Non é un hobby è un lavoro e come in tutti i lavori devi soddisfare il cliente !! Si sono davvero delusa...un finale che rimarrà nella storia per quanto ha fatto schifo!!

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...