mercoledì 1 ottobre 2014

RECENSIONE: Tracking the tempest e Tempest's legacy di Nicole Peeler

Dopo "La principessa delle tempeste" eccomi a parlarvi del secondo e del terzo libro della serie.



Titolo:Tracking the tempest e Tempest's legacy
Autore: Nicole Peeler
Edizione inglese

QUI e QUI le trame dei due libri, perdonate se non le inserisco manualmente ma voglio evitare che il pos esca lunghissimo!







Oggi vi parlerò brevemente di questi due libri che ho letto perché, molto stupidamente, non mi sono informata prima di iniziare il primo libro, che ovviamente non sapevo facesse parte di una maledettissima saga! È un anno che cerco di non iniziare nuove serie sconfinate ma questa volta ci sono cascata, complice anche il fatto che la Newton compton ha pubblicato anni fa il primo libro e poi basta. "La principessa delle tempeste" recensito QUI, fa parte di una saga di ben 6 libri e ho letto questi due in lingua originale.
Insomma mi sono fregata da sola...

La storia di Jane prosegue: dopa aver scoperto la sua vera natura, aver vissuto inattese avventure e dopo essersi innamorata, rieccola alle prese con questo strano mondo fatato. Tra principi crudeli, esperimenti effettuati sui mezzo sangue e avventure davvero estreme, Jane si trova nuovamente catapultata in luoghi e avvenimenti più grandi di lei in compagnia di un gruppo bello folto di personaggi.

Come ho già detto ho letto entrambi i libri in lingua e alla fine del secondo, che ci ho messo secoli per finire, ho deciso di non proseguire con la serie. Non mi sono piaciuti perché mi ricordano tanto i libri fotocopia sui vampiri: non c'è nulla di originale, ci sono molte ripetizioni, le indagini sono relativamente prevedibili, i rapporti interpersonali diventano quasi piatti e parte il famoso triangolo immancabile. Insomma, tutto già sentito e visto.
Altra cosa non positiva è che i romanzi e i personaggi continuano a ricordarmi Cat e Bones della Frost in una versione più infantile da una parte e più erotica dall'altra.
La protagonista Jane  si evolve diventando più sicura di se, forse troppo sicura, vuole decidere per la sua vita ma non ci riesce perché è circondata da maschioni carismatici che la sottomettono in un battito di ciglia, insomma, questa parte dedicata all'indipendenza di Jane non è riuscita. Soprattutto alla fine del secondo volume e per tutto il terzo, gli intrecci amorosi si complicano sfociando in un quasi triangolo amoroso Jane dopo essere stata per 26 anni una ragazzina sofferente e solitaria, diventa una donna circondata da uomini che la desiderano. La cosa è davvero eccessiva.
Le due trame si svolgono più o meno in modo parallelo: lei che vive la sua vita in quasi solitudine viene coinvolta in un'indagine sovrannaturale e con i diversi "maschioni" precedentemente nominati, inizia a collaborare per scoprire il mandante del crimine e nel frattempo scopre nuove cose su di se e chi le sta intorno. Stop. È il terzo libro così e mi è decisamente venuto a noia; gli altri libri mi attirano ancora meno.
Assegno ad entrambi i libri 2 stelline.

Lya




Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...