17 febbraio 2011

RECENSIONE: La Spia di Shandar di Mark Robson

Titolo: La spia di Shandar

Autore:  Robson Mark
Pagine: 405
Editore:  Mondadori
Prezzo: € 16,00

Trama
La bella Femke è una giovane e abilissima spia: il suo pugnale ha salvato la vita dell'Imperatore, sventando i piani del sanguinario Shalidar, che ora promette vendetta. Audace e abile nei travestimenti, Femke riesce a mescolarsi anche alla nobiltà ribelle, e proprio indossando gli elegantissimi panni di Lady Alyssa, ottiene l'effetto imprevisto di far perdere la testa a Lord Danar, noto dongiovanni. Ma ben altri pericoli la attendono nella sua missione da ambasciatrice nel Regno di Thrandor. Pur portando un messaggio di pace, in un mondo di magia e crudeltà la spia non tarderà a cadere in una trappola mortale. Per uscirne avrà bisogno dell'aiuto di Lord Danar, diventato avventuriero suo malgrado, e del soldato Reynik, che ancora non conosce il prezzo della lealtà. Tra ingiuste accuse, fughe rocambolesche, furti e avvelenamenti, l'Impero di Shandar rischia di perdere la sua spia migliore...

Mia recensione
La storia ruota intorno alle attività di spia della protagonista, Femke, che dopo essere stata inviata dal nuovo imperatore in veste di ambasciatrice in un territorio vicino, viene accusata ingiustamente di una serie di omicidi. La giovane spia, ricordando gli insegnamenti del suo defunto maestro (questo mi ricorda tantissimo Dubhe delle Guerre del Mondo Emerso della Troisi), deve riuscire a fare chiarezza e a mostrare le trame del suo nemico volte a distruggere sia la sua carriera di spia, sia a portare il suo paese ,Shandar, sull’orlo della guerra .
Devo certamente dire di essere stata attratta da questo libro non tanto per il suo titolo o per la sua trama( che ho letto solo una volta acquistato), ma per la copertina disegnata da Paolo Barbieri che, come al solito è  splendida. Devo dire di non essermi pentita dell’acquisto perché ho trovato la storia molto fresca e godibile nella sua semplicità, è scritta molto bene ed è quindi possibile seguire la trama, di per se non molto articolata ma abbastanza avvincente.
Però non posso fare a meno di elencare un paio di difettucci che mi sono saltati all’occhi durante la lettura.
 Uno certamente riguarda l’incipit che a mio parere è di fondamentale importanza per l’iniziale orientamento del lettore all’interno della storia, è il luogo in cui vengono spiegati gli avvenimenti che hanno preceduto il momento iniziale preso in considerazione dall’autore ed i personaggi,  e devo dire che nella Spia di Shandar è praticamente assente, la narrazione è immediata, quasi cruda e tutto ciò rende più difficoltosa la lettura.
 Il secondo appunto riguarda le ripetizioni di alcuni concetti legati ai personaggi, leggendo non ci si fa molto caso, ma a libro chiuso ci si accorge di questo difetto(si lo so sono molto pignola, ma dopo aver letto un discreto numero di libri fantasy, queste piccolezze si notano).
Consiglio quindi questo libro a tutti coloro che sia affacciano ai fantasy per la prima volta.
Concludo assegnando 3 stelle e mezzo a questo libro perché è stata una lettura distensiva e piacevole, leggerò con certezza il seguito ( L’Assassino di Shandar).


Alla prossima
Lya

1 commento:

  1. maria rachele manzo13 settembre 2012 14:34

    è un bellissimo libro con atmosfere intriganti e personaggi interessanti

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...