27 febbraio 2011

RECENSIONE: La Passione di Artemisia di Susan Vreeland

Titolo : La passione di Artemisia
Autore : Susan Vreeland
Pagine: 318
Prezzo: € 9,00
Editore: Beat

Trama

É il 14 maggio 1612 quando mezza Roma accorre nelle sinistre aule dell’Inquisizione per l’atteso giorno del giudizio sulla denunzia che il padre di Artemisia Gentileschi, giovane e brillante artista, ha sporto presso il papa Paolo V. Nell’umida e scura di Tor di Nona, le parole di Orazio Gentileschi rimbombano nella mente di ognuno: «Agostino Tassi ha deflorato mia figlia Artemisia e l’ha forzata a ripetuti atti carnali, dannosi anche per me, Orazio Gentileschi, pittore e cittadino di Roma, povero querelante, tanto che non ho potuto ricavare il giusto guadagno dal suo talento di pittrice».
Ambientato negli splendidi scenari della Firenze, Roma e Napoli seicentesche, popolato di personaggi storici come Cosimo de’ Medici e Galileo, La passione di Artemisia narra della straordinaria avventura della prima pittrice celebrata e riconosciuta nella storia dell’arte: Aartemisia Gentileschi, la donna che, in un mondo ostile alle donne, riuscì a imporre la sua arte e a difendere strenuamente la sua visione dell’amore e della vita.

Mia Recensione
La storia inizia in maniera abbastanza brutale con la descrizione del processo in cui Orazio Gentileschi, padre di Artemisia, accusa un altro pittore, Tassi, di aver violentato ripetutamente la figlia diciottenne ma in realtà il motivo della denuncia era un torto subito da parte di Tassi riguardo ad un quadro .
La vita della protagonista sarà duramente segnata da questo processo che macchierà la sua reputazione , metterà in dubbio la sua sincerità , la umilierà profondamente e soprattutto metterà in evidenza il disinteresse del padre nei suoi riguardi.
Per sfuggire da una Roma maschilista e puritana, è costretta a sposare  un altro pittore di Firenze, e qui Artemisia spera di aver trovato l’amore e la tranquillità ma anche la possibilità di poter continuare a dipingere e a far conoscere le sue opere.
Grazie ai suoi sforzi e alla vicinanza di sua figlia Palmira, riesce ad entrare nell’accademia di Firenze, la prima donna ad esserci riuscita, e da questo punto in poi inizieranno gli attriti con il marito che sentirà di dover stare nella sua ombra per essere conosciuto.
Conoscerà diversi famosi committenti che ammireranno le sue opere e la renderanno sempre piú celebre, ma l’incontro che la cambierà maggiormente sará legato alla figura di Galileo Galilei.
Ho  trovato questo libro bello, davvero molto bello.
niente colpi di scena, niente pathos eccessivo, solo la semplice storia di Artemisia Gentileschi, una ragazza prima, una madre e donna poi, che sfida la concezione dell'epoca che le donne dovevano solo fare figli ed essere buone mogli, per diventare pittrice.
Il racconto dei sogni e delle speranze spesso disilluse di questa giovane donna che viene catapultata in maniera brutale in una vita difficile e tortuosa, attraverso scelte complesse e con conseguenze inimaginabili.  
I sentimenti descritti in questo libro sono davvero forti e contrastanti, dalla rabbia, la vergogna e il senso di ingiustizia legati allo stupro subito e al comportamento assunto dal padre in questo frangente,fino alla speranza forte e sempre presente legata all'amore, alla pittura,all'amicizia.
Ma come dice il titolo stesso è la passione per la pittura che guida la protagonista nelle sue decisioni, ogni quadro da lei dipinto ha dentro una parte dell’autrice, uno studio approfondito della natura umana a partire dalle sue sensazioni, ogni figura femminile la rappresenta pienamente e completamente. Artemisia nei suoi quadri ha voluto mostrare la bellezza letta in chiave totalmente femminile.

Devo dire inoltre che trovo la cover della nuova casa editrice Beat davvero molto bella.
Un romanzo storico veramente consigliato a cui assegno quattro stelline

Lya

3 commenti:

  1. sembra un bel libro, l'ho aggiunto in wishlist! ^_-

    RispondiElimina
  2. io avevo letto la biografia di Artemisia scritta da Alexandra Lapierre, ma non mi aveva soddisfatta più di tanto... sono molto curiosa di leggere questo libro, di cui ho sempre sentito parlare bene e la tua recensone me lo conferma ^_^
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia,
      se cerchi una biografia romanzata e scritta benedi questo personaggio femminile, il libro della Beat fa per te! Mi ha colpita davvero molto positivamente!
      Grazie di essere passata! :)

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...