20 febbraio 2011

RECENSIONE: La Biblioteca dei Libri Proibiti di Harding John

Titolo: La Biblioteca dei libri proibiti
Autore: Harding John
Pagine: 255
Prezzo: € 17,60
Editore: Garzanti (collana Narratori Moderni)

Trama
New England, 1891. È notte fonda ormai. Nell'antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l'oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, sale le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall'abbandono ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l'ha allevata con il fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l'ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù. Ma Florence è furba e determinata e ha imparato a leggere da sola. Ha intuito che nei libri è racchiusa la strada per la libertà. Perché proprio in quella biblioteca, tra i vecchi volumi di Sir Walter Scott, Jane Austen, Charles Dickens, George Eliot e Shakespeare, si nasconde un segreto legato a doppio filo alla morte dei suoi genitori. Una terribile verità che, notte dopo notte, getta ombre sempre più inquietanti sulla vita di tutti. Strani episodi iniziano a sconvolgere la dimora. Prima la morte violenta e inspiegabile di una delle governanti, poi l'arrivo della nuova istitutrice del fratellino, che odia Florence con tutta sé stessa. Per la ragazza camminare per i corridoi della casa è sempre più pericoloso.

Mia Recensione
La protagonista del romanzo, Florence, è un’orfana che vive con il suo fratellastro ,Gils, e la servitú in una grande ed antica casa, isolata dal mondo, il cui unico passatempo è leggere tutto quello che le capita in mano nella grande biblioteca scoperta casualmente, in uno dei giochi quotidiani con il fratello.
 Mentre tutte le altre ragazze della sua età , spinte dai genitori, venivano istruite, a Florence è capitata la sfortuna di avere  uno zio, completamente assente, che le vieta di poter imparare a leggere ed a scrivere. Nonostante questo ostacolo, lei intrufolandosi  ogni notte in biblioteca, di nascosto o fingendo di essere sonnambula, impara pian piano a leggere, non solo l’inglese ma anche altre lingue, tutto ció sempre d nascosto.
Questo suo gioco iniziato all’età di 8 anni continua fino ai 12, ma quando viene assegnata un’istitutrice a suo fratello, tutta la magia della lettura, del nascondersi, del cercare dei luoghi adatti, viene spezzata.
Infatti la seconda istitutrice, di cui non si conosce nulla del suo passato, diventa una figura prevalente nella vita dei ragazzi e ne limita costantemente sia i movimenti(anche notturni), sia i contatti, e sembra davvero essere ostile nei confronti di Florence,ma amare in modo strano e sinistro suo fratello.
 Tutto questo ovviamente racchiude un mistero che si trasformerà in tragedia e fará completamente cambiare il pensiero del lettore sulla protagonista, che da vittima diventerà tutt’altro …

Devo dire che questo libro è difficile da giudicare, ci sono stati dei momenti in cui mi ha interessato e dei momenti che ho trovato strani e un pó ripetitivi.
Il titolo, cosí affascinante, non  rispecchia totalmente il contenuto del libro, pensavo appartenesse al genere storico al femminile con un tocco di atmosfere gotiche, cosa che effettivamente ho riscontrato nella prima parte, poi a partire dalla seconda parte, mi sono trovata davanti un thriller horror che ad un certo punto mi  é sembrato abbastanza scontato. Inoltre all’interno della narrazione sono inseriti dei neologismi, inventati dalla protagonista, davvero assurdi e fantasiosi che a mio parere, rendono il tutto forzato.
Il finale però l’ho trovato a dir poco fantastico, perché nonostante ci si sia abituati all’ambientazione gothic-noir, si rimane sconvolti dall’epilogo completamente inaspettato che ribalta la situazione completamente, devo dire che mi ha fatto venire i brividi!
Assegno 3 stelline e mezzo a questo romanzo tra i suoi alti e bassi.

Alla prossima!
Lya



3 commenti:

  1. ciao :) anche a me è piaciuto, il finale forse un po' troppo "oscuro", ma nel complesso non c'è male.. in effetti il titolo non ha a che fare con la storia in sè, mi aspettavo qualcosa di diverso forse.. comunque, buono si si :)

    Fra

    RispondiElimina
  2. piccola osservazione,anche la copertina che é davvero bella non centra molto....la protagonista ha 12 anni...

    RispondiElimina
  3. vero, vista così sembra almeno una ventenne..

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...