giovedì 19 gennaio 2017

RECENSIONE: La biblioteca delle anime di Ransom Riggs

Buon pomeriggio e buona lettura!

QUI trovate la recensione di "La casa dei bambini Speciali di Miss Peregrine"
QUI trovate la recensione di "Hollow city"

Titolo: La biblioteca delle anime
Autore: Ransom Riggs

Pagine: 492
Prezzo:18 euro
Editore: Rizzoli
Serie: La casa dei bambini Speciali di Miss Peregrine #3
Data di pubblicazione: 29 settembre 2016


Trama
L'avventura cominciata con Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali, e proseguita con Hollow City, trova, in questo terzo libro, un finale eccitante, pieno di suspense. Jacob, il protagonista sedicenne, che ha appena scoperto di essere dotato di un nuovo, straordinario potere, intraprende un rocambolesco viaggio per andare a salvare i suoi amici Speciali tenuti prigionieri in una fortezza apparentemente inespugnabile. Con lui ci sono l'adorata Emma Bloom, la ragazza capace di creare il fuoco con la punta delle dita, e Addison MacHenry, il cane dotato del fiuto giusto per seguire la traccia lasciata dagli Speciali rapiti. Insieme, i tre si lasciano alle spalle la Londra moderna per infilarsi nei vicoli labirintici di Devil's Acre, i bassifondi più abietti dell'Inghilterra vittoriana: infatti, sarà proprio qui che il destino dei ragazzi Speciali di ogni luogo ed epoca dovrà essere deciso una volta per tutte.
Come i primi due romanzi della saga, La biblioteca delle anime è un fantasy ad alto tasso di emozione impreziosito da bizzarre fotografie vintage: un'esperienza di lettura irripetibile.



Eccomi a parlarvi del terzo e ultimo volume della serie dei Bambini Speciali di Miss Peregrine. Se il primo volume mi aveva convinta e il secondo un po’ meno, la conclusione della storia è carina seppur prevedibile.


Avevamo lasciato Jacob, Emma e Addison nella metropolitana di Londra che fuggivano dal cattivo nella speranza di riorganizzarsi per riuscire a liberare Miss Peregrine e le altre ymbryne. Ma la maggior parte dei bambini viene catturata e i tre si ritrovano soli a dover fronteggiare l’emergenza. Grazie all'aiuto di un misterioso barcaiolo i tre riescono a giungere nell'anello dove sono stati portati tutti e qui elaborano un piano per sistemare la situazione.

Ho finito in tempi relativamente brevi questa trilogia perché volevo andare a vedere il film, ad oggi, dopo averlo visto, non so se effettivamente avrei letto i libri. Il primo volume mi era piaciuto perché era leggero e originale (QUI la recensione), i personaggi erano vari e avevano una forte aura di mistero; il secondo volume (QUI) è stato una delusione perché viene narrato solo un lungo viaggio e i protagonisti non subiscono alcun cambiamento, insomma, non succede quasi nulla tranne il colpo di scena finale. Per questo avevo aspettative leggermente più alte per la conclusione della serie: se nel secondo non è successo nulla, allora deve per forza accadere qualcosa nell'ultimo! Devo dire di essere stata parzialmente accontentata perché, come prevedevo, quello che non è accaduto prima è capitato dopo. Il terzo volume è una serie continua di cambiamenti e di segreti svelati, ci sono molti luoghi nuovi da esplorare e un’altra storia degli Speciali si rivela essere molto reale. Qui si conosce meglio il potere di Jacob, che non si è ancora manifestato del tutto, si comprende meglio il nemico, che fino ad ora era solo una vaga ombra che incombeva e finalmente si scopre l’obiettivo degli Spettri e dei Vacui. A parte l’eccessiva presenza d’informazioni e luoghi che si accalcano continuamente e a volte confondono, “La biblioteca delle anime” mi è piaciuto perché è un libro denso di avventure e di decisioni da prendere, c’è una evidente evoluzione dei personaggi, delle atmosfere cupe e una conclusione che, seppur un tantino scontata, ho apprezzato (cosa abbastanza rara!). Un altro piccolo appunto che ho da fare è la scarsa presenza delle immagini che rendono unica la trilogia: ci sono ma non sono numerose come negli altri libri.

Insomma, questo terzo libro, di cui non voglio dirvi nulla di più per non spoilerarvi niente, è carino e scorrevole come il primo, è vario e ricco e, seppur scritto con un linguaggio adatto ai bambini, è una lettura che possono tranquillamente fare anche gli adulti appassionati del genere. Assegno tre stelline e mezzo al libro che conclude una trilogia fantasy dalle tinte dark e per nulla scontata o banale.

Lya

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...