venerdì 27 gennaio 2017

5 cose che... 5 libri per non dimenticare

Buongiorno lettori,
il tema di questa settimana per la rubrica "5 cose che..." (ideata dal blog Twin books lovers) è appunto dedicato al giorno della memoria.


Non ho letto molti libri sull'argomento perché preferisco la storia vera al romanzo, il documentario al film. In questi casi la storia vera entra dentro l'anima per rimanerci, aiuta a riflettere e a pensare a quanta sofferenza e morte l'uomo può causare ai suoi simili.
Dei cinque libri che inserirò qui sotto ne ho letti solo due: "Se questo è un nomo" e "Il bambino con il pigiama a righe".

Se questo è un uomo di Primo Levi: un capolavoro che mi ha distrutta dentro. L'ho letto anni fa ma ancora lo ricordo.


Storia di una ladra di libri di Markus Zusak: libro più recente ma altrettanto incisivo.

Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne: ho pianto come una fontana leggendolo. è un libro per bambini/ragazzi che racconto l'olocausto in modo molto delicato ma al tempo stesso efficace. Il film mi rifiuto di vederlo, non riesco a reggere.


La sarta di Dachau di Mary Chamberlain: romanzo di un annetto fa di cui mi ero segnata il titolo.

Il diario di Anna Frank: che credo leggerò a breve. Non mi è mai capitato per le mani durante la scuola ma credo che sia una storia degna di essere letta.

Ecco le mie cinque scelte. Voi avete letto questi libri?

22 commenti:

  1. Condividiamo diversi libri, tra cui il diario di Anna Frank che a mio parere è una lettura che non può essere dimenticata, anzi ogni 27 Gennaio riprendo quel libro e ne rileggo qualche pagina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo assolutamente leggerlo... non trovo mai la giusta ispirazione per farlo perché, ahimè, conosco la storia...

      Elimina
  2. Non ho letto i due centrali, però ho visto il film de Il bambino con il pigiama a righe e come tutti i film su questo argomento è stato intenso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è più delicato del film perché i protagonisti sono ingenui e puri, non capiscono l'orrore che li circonda.

      Elimina
  3. ho letto solo la ladra di libri e il diario di Anna Frank, il primo non mi è piaciuto, il secondo moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il diario di Anna Frank è un classico ormai... dovrebbero farlo leggere in tutte le scuole.

      Elimina
  4. "Storia di una ladra di libri" e "Il bambino con il pigiama a righe" li ho inseriti anche io! Adoro!

    Se ti va, ti lascio il mio post!
    http://andibelieveinabookagain.blogspot.it/2017/01/5-cose-che-9.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'argomento mi commuove molto, mi sento davvero colpita dentro da queste storie. ed è giusto così

      Elimina
  5. La sarta di Dachau di Mary Chamberlain... interessante. lo segno!

    qui i miei 5 libri per non dimenticare.
    https://controletture.wordpress.com/2017/01/27/5-cose-che-5-5-libri-per-non-dimenticare

    Sil

    RispondiElimina
  6. Il Diario di Anna Frank non puoi lasciartelo sfuggire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so, è una grave mancanza letteraria e storica... dovrò rimediare

      Elimina
  7. Ciao!
    Io, invece, ho visto il film de "Il bambino con il pigiama a righe" anni fa e dire che è stato "intenso" non rende neanche un po' l'idea. Forse tra un po' troverò anche il coraggio di leggere il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è pù delicato perché è tutto filtrato dagli occhi del bambino che non capisce quello che accade... una lettura intensa anche se particolare

      Elimina
  8. La sarta di Dachau non lo conoscevo, mentre il libro de Il bambino con il pigiama a righe per il grado di valutazione che si può attribuire ad un libro del genere, non mi è piaciuto, anzi ho preferito il film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo di me il punto di vista tra libro e film è diverso perché nel film comunque c'è maggiore consapevolezza grazie alle immagini... il libro è più "infantile" ma proprio per questo particolare...

      Elimina
  9. Ho letto storia di una ladra di libri, il diario di Anna Frank, letture meravigliose che ti danno moto su cui riflettere.

    passa se ti va <3 http://angelsbook-reader.blogspot.it/2017/01/5-cose-che-5-libri-per-non-dimenticare.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sono delle letture che danno molto su cui riflettere...

      Elimina
  10. Bellissimi titoli però sicuro entra nella mia infinita WL La sarta di Dachau. Mi ispira molto la trama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho messo in WL.. spero di leggerlo prima o poi ^^

      Elimina
  11. Ciao!! Abbiamo in comune solo il Diario e Storia di una ladra di libri che però non ho letto! Tra gli altri vorrei leggere Il bambino con il pigiama a righe, di cui ho visto il film e vorrei recuperare il romanzo e Se questo è un uomo, una grande lacuna!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se questo è un uomo va letto, è davvero un libro estremamente bello e triste. ;)

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...