mercoledì 3 settembre 2014

RECENSIONE: Vanish e Hidden di Sophie Jordan

Buona lettura!
Titolo:Vanish
Autore: Sophie Jordan
Pagnie: 288
Prezzo: 16,50 euro
Editore: Piemme Freeway

Trama
Jacinda ha tradito il suo clan draki per amore di un cacciatore. Ha rivelato la sua natura trasformandosi in drago proprio davanti agli avversari di sempre, uomini capaci di ogni malvagità. Era l'unica cosa da fare per salvare la vita a Will, il suo amore, il suo nemico. Senza l'intervento di Cassian, il principe ereditario, Jacidan sarebbe finita peggio che morta, e di fronte a un gesto simile, nessuna ragazza può restare indifferente. Il compromesso è stato abbandonare Will e tornare a vivere nel clan, ma non più come futura regina. Nessuno parla a una traditrice, nessuno vuole avere a che fare con lei, nessuno la capisce. Nemmeno la sorella gemella, perdutamente innamorata di Cassian. Tutto si complica quando Will supera le barriere protettive del clan per ritrovare Jacinda e, senza saperlo, si porta dietro la sua famiglia. Tutti cacciatori, dal primo all'ultimo. Il secondo capitolo di una trilogia YA dedicata a creature misteriose ed affascinanti.



Titolo:Hidden
Autore: Sophie Jordan
Pagnie:280
Prezzo: 16,50 euro
Editore: Piemme Freeway

Trama
   La lotta fra draki e cacciatori non ha tregua e non risparmia nemmeno l’amore più appassionato. Jacinda e Will, sfidano le leggi dei rispettivi clan, incapaci di assogettarsi a delle regole che li espongono a pericoli mortali. I draki ucciderebbero un cacciatore senza esitare, i cacciatori farebbero questo e anche peggio: farebbero mercato con la pelle e il sangue dei propri prigionieri. Per questo, per evitare che la sorella di Cassian finisca uccisa, o peggio, Jacinda si offre di penetrare nella fortezza dei cacciatori, considerata inespunabile, per liberarla. Provocando una feroce, sanguinosa e definitiva resa dei conti.


E un'altra trilogia è andata! Diciamo che questa è stata particolarmente travagliata perché il primo libro (QUI la recensione) mi era piaciuto ma non mi aveva fatta innamorare; nonostante questo volevo proseguire la lettura ma sono stata frenata dai prezzi alti del secondo e del terzo volume. Firelight costa 10 euro mentre Vanish e Hidden 16 euro e 50, prezzo che mi sembra un po' troppo alto rispetto al primo e rispetto al numero di pagine che non arrivano neanche a 300 con un font abbastanza grande.
Insomma ci ho girato intorno per parecchio chiedendomi se comprarli o meno e alla fine sono riuscita a trovare Vanish e Hidden usati da due venditori diversi e con una ventina di euro scarsi sono riuscita ad averli. Ne è valsa la pena? NI

Non mi soffermerò particolarmente sulle trame per evitare gli spoiler e passerò a parlarvi dei due libri: uno per volta. Ultimamente mi trovo molto meglio ad accorpare le recensioni delle serie perché, tranne che per alcuni libri particolarmente belli, mi rendo conto di essere ripetitiva in ciò che scrivo.

"Vanish" è il secondo libro che vede come protagonisti Jacinda e Will insieme al clan dei draki dov'è cresciuta la ragazza. Dopo le avventure vissute dai due in "Firelight" e la dura conclusione del primo libro, Jacinda, sua madre e sua sorella si ritrovano punto e a capo: di nuovo prigioniere del clan capeggiato da Severin. Se la madre viene isolata da tutti e cade in depressione la sorella vive una nuova rinascita; Jacinda è invece marchiata come traditrice e, oltre ad essere ignorata da tutti, compresi i suoi vecchi amici, perde tutti i privilegi che aveva. L'unico che le rimane vicino è Cassian che spera ancora di poter conquistare la ragazza.
Questo secondo libro mi è piaciuto abbastanza perché le tante ingiustizie e le sofferenze di Jacinda mi hanno coinvolta. Lei è una ragazza forte e questo clan così oppressivo e chiuso non sono sicuramente il posto adatto per esprimere la sua personalità quindi la sua voglia di evadere, il marchio di traditrice, l'isolamento sociale e le confusioni sentimentali che la vedono protagonista, hanno reso il libro abbastanza interessante. Anche il finale mi ha incuriosito parecchio e mi ha spinto a voler subito aprire il terzo libro per capire come finisse il tutto.

"Hidden" è stata una delusione: Jacinda, che fuori dal clan avrebbe dovuto mostrare tutta la sua forza e intraprendenza, si rammollisce e diventa quasi un cagnolino di Will e Cassian, anzi diventa quasi autolesionista buttandosi a capofitto in situazioni senza speranza(e spesso senza senso).
Ciò che però mi è piaciuto meno è la velocità con cui i fatti si svolgono; mi è sembrato che tutto ciò che accadeva fosse mirato ad avere quella determinata conclusione il prima possibile.
Ci sono nuovi personaggi potenzialmente interessanti che vengono presi e abbandonati a loro stessi, nuovi luoghi che non hanno nessuno scopo particolare e anche la corsa contro il tempo che compiono per salvarsi è priva di emozioni forti. C'è solo Jacinda che si sente in colpa per aver coinvolto Will in tutto questo e quest'ultimo che cerca di rassicurarla. Solo questo. Cassian, il bello, tenebroso rifiutato, è forse il personaggio con più spessore.
Insomma sono rimasta abbastanza delusa perché se i primi due libri sono stati interessanti per essere comunque appartenenti alla categoria young adult fantasy, il volume che più avrebbe dovuto essere movimentato ed emozionante, mi è scivolato addosso senza che neanche me ne accorgessi.

Se per Vanish ho deciso di assegnare 3 stelline, ad Hidden ne darò solamente due. È un vero peccato!

Lya

 

4 commenti:

  1. Peccato... Già il primo mi aveva conquistata solo a metà, infatti ancora adesso non ho deciso se leggere i seguiti. Nel caso: biblioteca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santa cosa la biblioteca per chi la ha a disposizione!

      Elimina
  2. Per me invece è stato il contrario, ho amato tantissimo Firelight e Hidden, mentre Vanish l'ho trovato piatto. Nel complesso, però, è diventata una delle mie trilogie preferite, in particolare ho adorato l'ambientazione, le montagne e il legame di Jacinda con il bosco e l'aria :) mi rendo conto che non ha nulla di nuovo rispetto a tanti altri UF, ma per me è stato un colpo di fulmine.. il libro giusto al momento giusto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ambientazione è davvero bella in effetti, tutta natura e libertà! Sicuramente averlo letto al momento giusto ha un ruolo fondamentale..io negli ultimi mesi ho un rapporto odio-amore per questo genere fantasy per ragazzi: il fato che mi piaccia o meno dipende tantissimo da quello che succede durante la giornata ^^

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...