lunedì 15 settembre 2014

RECENSIONE: The One di Keira Cass



Buon inizio settimana e buona lettura!
Titolo: The One
Autore: Kiera Cass
Pagine: 324
Prezzo: 17,90 euro
Editore:Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 9 settembre 2014

Trama
La Selezione che ha cambiato per sempre la vita di trentacinque ragazze sta per concludersi. E l’emozione e la confusione del primo giorno, quando America Singer ha percorso la scalinata del Palazzo, sono ormai solo un ricordo. Di certo America non avrebbe mai immaginato di arrivare così vicino alla corona, o al cuore del principe Maxon. Eppure per lei non è stato facile. Divisa tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per essere dov’è ora. A un passo dalla fine della Selezione, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere. Prima che qualcuno lo faccia per lei.
 
"The one" è il terzo, e per me ultimo, volume della serie iniziata con "The selection". Se ancora non siete a conoscenza dell'intenzione di Keira Cass di far seguire ben due libri agli attuali tre, ora lo sapete. I primi due libri non mi avevano convinta, il secondo in modo particolare, QUI e QUI trovate le mie recensioni e impressioni. Questo terzo libro era esattamente ciò che mi aspettavo: sapevo perfettamente come tutta la storia sarebbe andata finire, non c'è nessun particolare colpo di scena o sorpresa inaspettata.

America e altre quattro ragazze sono quasi arrivate alla scelta finale che il principe Maxon dovrà compiere. Manca davvero poco per sapere chi sarà la prescelta e tra avventure fuori dal palazzo e attacchi da parte dei ribelli, finalmente tutti sapranno chi è la futura regina.

Avevo lasciato America con il suo eterno dubbio amletico: Aspen o Maxon? Era una domanda ricorrente  onnipresente tanto che, dopo poche pagine, me ne ero già scocciata e, arrivata alla fine del libro, ero piuttosto esasperata. Volevo entrare un attimo nella storia, dare un paio di schiaffi alla protagonista e riprendere a leggere. Insomma, America m'ispirava violenza perché sembrava una gatta morta travestita da brava ragazza XD.
In questo terzo libro la situazione è leggermente migliorata perché, dopo qualche capitolo, la ragazza sembra aver preso una decisione più o meno definitiva. Alleluia alleluia! Ho tirato un vero e proprio sospiro di sollievo.
Allora, parto dai punti positivi: punto primo America ha deciso a chi donare il suo cuore (graziee!!), punto secondo c'è più di un elemento distopico che fa capolino nella storia e che prima era piuttosto latitante, inoltre c'è un briciolo di avventura. Come per gli altri due libri ho trovato la  storia leggera e favolistica, scorre molto veloce come lettura e si risolleva dal volume precedente.
Le note dolenti sono un po' le stesse degli altri: la superficialità di personaggi che sembrano costruiti a tavolino e spesso hanno delle uscite da veri scemi, i temi trattati non hanno particolari messaggi da comunicare, anzi la vanità e l'amore ballerino la fanno da padrone e, le sviolinate che ci sono, fanno venire la carie per quanto sembrano finte.  Alcuni avvenimenti di rilievo e di una certa gravità passano in secondo piano dimenticati e filtrati dagli occhi a forma di cuoricino di America che ormai non vede più nulla che non sia il suo lui.
Insomma lettori, il poco di buono che ho trovato in questa storia è soverchiato dall'egocentrismo della protagonista e dai suoi sentimenti poco stabili (piccolo eufemismo).
Assegno due stellette e mezzo al romanzo e anche a tutta la serie che, copertine a parte, rimane mediocre e di poco spessore. Un vero peccato perché questa distopia favolistica non mi sarebbe dispiaciuta se fsse stata sviluppata diversamente.

P.s. le cover tutte e tre insieme sono spettacolari.. ho io gli occhi a cuoricino!

Lya
 

La serie The Selection è così composta:

4 commenti:

  1. che bella la vostra nuova grafica! ho letto tempo fa questo libro e l'ho trovato piuttosto banale...non penso che andrò avanti con la serie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Si,in effetti se non si legge questa serie nel momento "giusto", risulta troppo superficiale per decideredi andare avanti.

      Elimina
  2. The Selection mi era piaciuto tanto mentre The Elite mi aveva deluso per il comportamento di America.. è bello sapere che finalmente si decide! Io ho iniziato The One proprio oggi e sono ai primi capitoli. Per il momento non delude :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho davvero tirato un sospiro di sollievo ...non ne potevo più dei continui e piuttosto stupidi dubbi della protagonista XD

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...