domenica 28 settembre 2014

RECENSIONE: La principessa delle tempeste di Nicole Peeler

Buona lettura!
Titolo: La principessa delle tempeste
Titolo originale: Tempest Rising
Autore: Nicole Peeler
Pagine: 315
Prezzo: 6,90€

Editore: Newton & Compton
Serie: Jane True

Trama
 Jane True ha 26 anni e vive a Rockabill, nel Maine. Ha sempre amato l’acqua, fin da bambina, e spesso, dopo il lavoro in libreria, si tuffa nell’oceano e nuota nel buio. Fino a quando una notte, tra le gelide onde dell’oceano, si imbatte in un cadavere. Quando lei e il suo nuovo strano amico Ryu, mandato a Rockabill per risolvere il caso, cominciano a indagare, si trovano improvvisamente catapultati in un universo misterioso e sconosciuto. Sarà l’inizio di un viaggio agli albori del tempo, in un mondo dove i vampiri e i “mezzuomini” convivono con altre creature soprannaturali, a volte splendide e a volte terrificanti. Jane e Ryu si innamoreranno l’uno dell’altra, ma lei scoprirà presto la verità sulla propria origine… Qualcuno vuole sterminare un intero mondo, ed è compito suo salvare se stessa e ciò che resta della sua antica stirpe.



E mi sono fatta fregare! Ebbene si, nonostante io stia tentando, da circa 7 mesi abbondanti, di non iniziare nuove serie, questa volta mi sono fatta fregare dalla pigrizia estiva. Ho iniziato e letto velocemente "la principessa delle tempeste" convinta che fosse un unico libro e invece no....Sono 6 e dico 6 libri! Me ne sono accorta quando ero ormai arrivata alla metà e ora la serie "Jane True" si aggiunge alle mie serie in corso perché comunque il libro è carino e adatto a momenti di relax.

Jane è una ragazza di 26 anni che vive in un piccolo paesino americano schiacciata da colpe pesantissime: tutta la cittadinanza la accusa della morte del bravo ragazzo della porta accanto con cui lei stava insieme durante tutto il liceo. Ma le cose non sono solo queste, lei è anche una figlia abbandonata da una madre strana e misteriosa che è apparsa nuda nel paesino durante una tempesta ed è sparita sei anni dopo aver dato alla luce Jane. Insomma la sua vita non è bella ma le cose cambiano quando avviene un omicidio.

La lettura del libro è stata generalmente piacevole e veloce poiché, pur raccontando la storia di questa ragazza un po' triste e sfigata, lo fa in chiave ironica e simpatica quindi, la storia scivola via in fretta.
Jane, la protagonista, ha un passato molto difficile alle spalle con l'ingombrante presenza nel ricordo dei suoi compaesani di una madre strana che è misteriosamente sparita e con la morte del suo ragazzo per annegamento. Lei, amante dell'oceano e del nuoto che si tuffa dalle scogliere in acque anche molto tumultuose e tempestose, convive da molti anni con la convinzione di essere stata la causa della morte di Jacob e, pensando di non meritare nulla dalla vita, trascorre le sue giornate tra la libreria dove lavora e la piccola casa che condivide con il padre malato. Questa situazione di stallo viene bruscamente modificata dall'omicidio di uno scrittore del paese e dall'apparizione di uno gnomo femmina che le dice che lei ha in sé una forte magia derivante dalla madre. Ovviamente queste rivelazioni cambiano radicalmente la vita della protagonista che inizia ad aprire gli occhi a guardarsi intorno e a comprendere di meritare qualcosa in più di quello che ha.
Mentre leggevo mi rendevo conto che questa protagonista un po' problematica mi ricordava un altro personaggio di un libro che ho letto tempo fa: Cat della serie Night Huntress di Jeaniene Frost. Le similitudini ci sono in quanto sia Cat che Jane hanno vissuto un trauma durante l'infanzia, hanno delle capacità innate che le differenziano dagli umani, non comprendono fino in fondo cosa implicano questi poteri, in seguito a degli avvenimenti violenti che le coinvolgono vengono messi a parte delle loro origini e infine iniziano una nuova vita nel mondo soprannaturale. Insomma la sera di base è parecchio simile, le protagoniste hanno alcune caratteristiche simili come ad esempio l'autoironia, i personaggi secondari hanno anche dei punti in comune. Nonostante ciò, "la principessa delle tempeste" è un libro che mi è piaciuto perché è risultato familiare da una parte, ma piacevolmente leggero dall'altra e, il finale del libro e i personaggi vari, mi hanno spinto a voler inserire questo primo romanzo all'interno del mio elenco di serie da portare a termine. Devo dire di essere abbastanza curiosa di vedere come la storia si svilupperà.

Assegno romanzo tre stelline consigliandolo a tutti i lettori che amano le storie con personaggi femminili forti e intraprendenti calate in mondi soprannaturali gerarchici e violenti.

Lya


2 commenti:

  1. Si avvicina molto al mio genere,però non so,non mi convince del tutto! Bella recensione **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Domani pubblicherò la recensione del secondo e terzo volume che non mi sono piaciuti molto... infatti ho deciso di lasciar perder questa serie!

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...