lunedì 31 marzo 2014

In & out: marzo 2014

e un altro mese è andato! Le nostre lauree sono passate così come parechi libri sul comodino.
Ecco i nostri in e out del mese!

 Gli in e out di Isy:
IN decisamente "Guerre del mondo Emerso II - Le due guerriere". Pur rimanendo fedele a Nihal, Dubhe mi ha colpita come personaggio, così come la storia. Rispetto al primo volume c'è stato un crescendo, nuove atmosfere, nuovi personaggi. So che di Licia Troisi si trovano pareri molto contrastanti, ma a me piace. O meglio apprrezzo molto le atmosfere che ha creato del mondo Emerso.
 OUT "Enchanted", partito bene però non mi ha entusiasmato come pensavo. Da favola a dark story: un salto che avrebbe dovuto entusiasmarmi, ma così non è stato. L'autrice avrebbe potuto giocarsi meglio la carta della sorpresa! Devo ancora riflettere sul voto, ma dubito di andare oltre le 3 stelle^^


Gli in e out di Lya:
Questo mese h beccato due libri che hanno un filonein comune: il viaggio nel tempo e la reincarnazione. Questi due libri, pur essendo assimilabili per un verso, sono completamente diversi per tutto il resto!
Il mio IN e "Verde oscurità" di Anya Seton autrice che ho già conosciuto con "Katherine" e si è riconfermata come una bravissima narratrice. La storia, soprattutto quela ambientata nel passato, è splendida e le descrizioni sono fantastiche... insomma nulla da dire! Ho assegnato quattro stelline e non 5 perché l'inizio è lento e il finale un po' banale(sono le due parti ambientate nel 1930), però la parte centrale mi è piaciuta davvero moltissmo.
Il mio OUT è "The shining girl" a cui ho dato tre stelline ma che ha deluso le mie aspettative. Le premesse erano ottime: un assassino che viaggi nel tempo, un mistero da risolvere e forti personalità protagoniste. Tutto questo però è sfruttato malissimo perché la storia è davvero molto confusa e non c'è una spiegazione fantastica  meno per questi salti nel tempo fatti dall'assassino. Insomma, tutta l'inquetudine dovuta alla caccia del killer del tempo scompare in queste pagine per l'organizzazione confusa del tutto. Il romanzo è partcolare e ha del potenziale ma non mi è piaciuto il modo in cui è scritto...e francamente il finale mi ha lasciata un po' così..

Quali sono i vostri in e out?

5 commenti:

  1. "La figlia dei ghiacci di Matthew J. Kirby" posso metterla assolutamente nella categoria IN. L'avevo iniziato perchè era piccolo ed erano anni che era lì.... ho fatto assolutamente bene!
    in OUT devo mettere "La Camera di Sangue di Jane Nickerson" che mi ha profondamente deluso... pensavo fosse una buona rivisitazione della favola di Barbablù e invece no...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho entrambi in WL..peccato per la camera di sangue! Molti ne stanno parlando piuttosto male!

      Elimina
    2. mi consola il fatto che non sono l'unica rimasta delusa XD

      Elimina
  2. IN: L'atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong. E' stato una piacevolissima sorpresa, non avevo mai letto niente di quest'autrice. Ben scritto, originale ed interessante.
    OUT, purtroppo, un grande classico: I dolori del giovane Werther di Goethe. L'ho trovato pedante, lento, infinito seppur nell'edizione da 99 cent. Forse sono io che non ho un buon rapporto con i romanzi epistolari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I romanzi epistolari sono un genere un po' datato.. un classico insomma, però magari dovresti riprovare con Goethe. Mi ricordo che mi piacque molto "Le affinità elettive", sempre pesantuccio ma interessante :)
      L'atelier dei miracoli mi incuriosisce! :)

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...