01 marzo 2011

Classici....da libreria 01

Salve a tutti, oggi vorremmo inaugurare una nuova rubrica, a cadenza quindicinale, nella quale parleremo dei grandi classici della letteratura, di quei libri che tutti dovrebbero avere nella proprie librerie e tutti dovrebbero conoscere.
Gli autori contemporanei continuano ad ispirarsi a questi grandi romanzi che sono analizzati, rimaneggiati e rielaborati  e  anche se attualizzati e lontani dagli originali, sono sempre accanto a noi lettori in modi sempre nuovi ed originali. 
È  importante quindi conoscerli per arricchire la propria cultura e apprezzare al meglio la produzione attuale.


Voglio inaugurare questa rubrica dedicandola a tutti i cultori dei fantasy, ebbene si, vi parlerò del libro che ha dato avvio in tutto il mondo alla diffusione di questo genere: Il Signore Degli Anelli di Tolken.

Titolo : Il Signore degli anelli (The Lord of the rings)
Anno pubblicazione: in 3 volumi dal 1954- 55



Configurazione dell’opera e trama
Questo libro è diviso in tre parti, La compagnia dell’anello, le Due Torri e il Ritorno del Re.
In questi libri vengono narrate le avventure legate all’anello del potere, oggetto magico molto potente scomparso da secoli,che viene ritrovato casualmente da uno hobbit, Bilbo Baggins, creatura di piccola statura con grandi orecchie e piedi, che lo lascia in ereditá a suo nipote prima di partire per un lungo viaggio.
L’anello, si comprenderà in seguito,  essere il leggendario anello del potere ricercato in lungo e in largo dalle forze del male che, venute a conoscenza della sua posizione, iniziano la caccia per recuperarlo.
Frodo, il portatore dell’anello, insieme a tre suoi amici ed al grande stregone Gandalf, intraprendono quindi la prima parte del viaggio per portare l’anello a Gran Burrone, dagli elfi, per decidere assieme ai grandi della Terra di Mezzo, cosa farne.
Giunti a gran burrone, il Consiglio decreterà che l’unica soluzione praticabile per mettere fine al pericolo determinato dall’anello, sia quello di distruggerlo nell’unico luogo possibile, all’interno del Monte Fato.
Per completare questa pericolosa e difficile missione, che porterà Frodo, il portatore, all’interno del territorio nemico, viene affiancato da nove compagni che avranno il compito di proteggerlo e far si che porti a termine la missione.
Così, la Compagnia dell’anello al completo, parte da Gran burrone e si avvia verso numerosissime avventure ed incontri che porteranno la maggior parte dei protagonisti a scoprire se stessi e a sfidarsi costantemente.

Purtroppo, data la lunghezza del romanzo e gli innumerevoli avvenimenti che capitano ai protagonisti, non posso dilungarmi nella narrazione completa e quindi mi sono fermata più o meno alla fine del primo libro, stringendo al massimo il tutto .

Informazioni
Scritto tra il 1937 e il 1949, fu pubblicato negli anni ’50 , tradotto in 38 lingue, ebbe un grandissimo successo e fu considerato il fondatore del romanzo epico fantasy. Per elaborare e scrivere questa opera, Tolken impegnò quasi tutta la sua vita, perché oltre all’originalità e la lunghezza della storia, egli creò anche una lingua artificiale, ispirata al finlandese che venne inserita in questa fantastica avventura.
Il Signore degli Anelli raccoglie una vasta gamma di interessi dalla filologia alla religione, dalle fiabe e la letteratura inglese alla mitologia celtica e germanica ed è anche influenzato dalla partecipazione dell’autore alla prima guerra mondiale.

Tutte le tematiche che sono costantemente presenti nei fantasy degli ultimi 20 anni, si ritrovano con certezza assoluta in questo volume:
La missione da compiere, la battaglia del bene contro il male, i conflitti interiori dei personaggi, il fato ineluttabile, l’amicizia e il tradimento, l’amore e l’odio come due facce della stessa medaglia ,le grandi battaglie epocali, la morte.


Film
A partire dal 2001 sono stati girati tre film, ognuno corrispondente abbastanza precisamente ad un libro.

 La Compagnia dell'anello











 Le due Torri











  Il Ritorno del Re










Mia recensione
Ho letto questo libro solo dopo aver visto i film, trascinata dalla moda dell’epoca e devo dire che mi è piaciuto tantissimo, l’ho letteralmente divorato, ho gustato ogni singola pagina e ho amato la maggior parte dei personaggi, mi sono sentita coinvolta e davvero scaraventata nella Terra di Mezzo aiutata anche dai bellissimi luoghi presenti nei film che hanno dato una spintarella alla mia immaginazione.
Sicuramente è un libro oltre che molto prolisso, anche abbastanza pomposo e spesso durante la lettura ho considerato pazzo Tolken perché davvero in alcuni casi è TROPPO, però ogni vero cultore del fantasy dovrebbe leggere questo capolavoro della letteratura, quindi consiglio, per chi non lo ha già fatto, di leggerlo, anche a pezzi.

Cinque stelline piene

Concludo dicendo:
« Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
   Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
   Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende.
   Un Anello per domarli, un Anello per trovarli,
   Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli.
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende. 
»


Al prossimo classico
Lya

4 commenti:

  1. io ho l'edizione della Bompiani, ma a dire la verità non l'ho ancora letto.. avendo visto il film sono meno incuriosita rispetto ad altri titoli più recenti..

    RispondiElimina
  2. é molto moderno come fantasy, prova a leggerlo :)

    RispondiElimina
  3. adoro il signore degli anelli, soprattutto, la prima parte..! Wow, sembra di entrare in un altro mondo!!

    RispondiElimina
  4. Io, lo ammetto, lo amo alla follia! E' uno dei miei libri preferiti :)

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...