30 marzo 2011

Recensione: "Cronache del Mondo Emerso - Nihal della Terra del Vento" di Licia Troisi


Titolo: Cronache del Mondo Emerso I - Nihal della Terra del Vento
Autore: Licia Troisi
Pagine: 386 pagine
Editore: Mondadori
Prezzo: 16€ - €9,50 ed. economica 

Nihal è davvero strana, nel Mondo Emerso sembra non esserci nessuno come lei: grandi occhi viola, orecchie appuntite, capelli blu. È stata cresciuta da un armaiolo e vive in una delle tante città-torri della Terra del Vento, giocando a combattere insieme a un gruppo di amici che l'ha eletta capo per la sua forza e agilità. Ma tutto cambia all'improvviso quando la Terra del Vento viene attaccata dal Tiranno, il despota che già ha conquistato cinque delle otto Terre che compongono il Mondo Emerso. A nulla vale la resistenza dell'esercito dei popoli liberi, né i maghi che cercano di proteggere le città con incantesimi. A Nihal rimane solo una scelta: diventare un vero guerriero e difendere gli innocenti che rischiano di cadere sotto il potere del Tiranno.
Recensione

Come detto nel post introduttivo ( Saghe fantasy 03 ), “Nihal della Terra del vento” è il primo capitolo della fortunata trilogia “Cronache del Mondo Emerso”. Esso fu pubblicato nel 2004 dalla scrittrice romana Licia Troisi, anche se originariamente era previsto un unico volume, anziché la pubblicazione sotto forma di trilogia. Il primo romanzo è incentrato sulla figura di Nihal. Cresciuta nella città-torre di Salazar nella Terra del Vento, Nihal viveva assieme all’armaiolo Livon, che affettuosamente lei chiamava “Vecchio”. Sarà proprio lui a forgiare la spada che caratterizzerà la futura guerriera. Ma sin dalla giovane età lei aveva mostrato della particolarità che la rendevano unica. Prima di tutto per il suo aspetto: grandi occhi viola, capelli blu e orecchie a punta, che la rendevano ben diversa dal resto degli abitanti di Salazar. Inoltre, il suo carattere ribelle e violento non solo non la rendevano una “ragazza da marito” come le sue coetanee, ma era riuscita addirittura a essere delegata come capo-banda del gruppo di bambini, che con le loro guerre-gioco, portavano perennemente scompiglio nella Torre. La vita di Nihal trascorre piacevolmente, eccetto quei sogni ricorrenti dove si percepisco solo dolore e morte, sogni che Nihal, vissuta lontana dalla guerra, non riesce a spiegare. Mentre l’infanzia della protagonista quindi passa tranquillamente, molte della altre Terre del Mondo emerso sono soggiogate dal Tiranno, l’antagonista per eccellenza! Infatti, i fammin (creature mostruose create dal Tiranno per formare il suo esercito sterminatore) hanno ormai sottomesso quasi interamente il mondo Emerso. Tra gli eventi che più hanno inciso sullo svolgimento della storia due spiccano maggiormente. Il primo evento è l’incontro-scontro con Sennar, un giovane mago forestiero, che grazie alle sue doti magiche è riuscito a battere per la prima volta Nihal. Questo spingerà la giovane protagonista a intraprendere la via della magia e verrà formata dalla maga Soana, che nella vicenda assumerà il ruolo dapprima di insegnante, poi di guida e infine di rivelatrice. Sarà infatti la maga a sconvolgere l’esistenza della ragazza con una rivelazione shock! Il secondo evento che incide sull’evoluzione della vicenda è l’invasione della Terra del Vento da parte del Tiranno. Questo evento convincerà Nihal a voler diventare guerriera, cosa sino ad allora inconcepibile poiché, nonostante fosse un’abile spadaccina, rimaneva pur sempre una donna. Ma grazie all’appoggio di Fen, un giovane Cavaliere di Drago, e alle sue doti e alla sua perseveranza, riesce ad accedere all’Accademia che la formerà come guerriera. Tra i personaggi che influiscono sulla conformazione della protagonista senza ombra di dubbio figurano Sennar, che da rivale diventa ben presto amico e confidente della guerriera, e Ido, gnomo e Cavaliere di Drago, che nonostante il rifiuto iniziale, decide di essere il mentore di Nihal. Sarà proprio Ido, con la schiettezza e la durezza propria del Cavaliere, a far si che Nihal ritrovi la strada e il proprio equilibro, minato dall’odio ch’ella nutre per il Tiranno. Personaggi di minor rilievo nella storia sono Laio, unico amico di Nihal all’interno dell’Accademia; Parsel, primo insegnante nell’Accademia ad aver creduto nella protagonista e infine Oarf, il drago che le verrà assegnato. Un ruolo fondamentale lo hanno giocato, infine, Jona e Eleusi, che con la loro semplicità, hanno contribuito al tentativo di Ido di far ritrovare la strada a Nihal, e farle capire cosa davvero voleva farne della sua vita.
Ho amato moltissimo questo libro, in primis perché finalmente l’eroe non è un uomo bensì una ragazza! Inoltre, il suo rifiuto dei canoni tradizionali di bellezza e il suo spirito di indipendenza e di ribellione, mi hanno permesso di ammirarla e anche un po’ invidiarla. Me la immagino con il suo fisico asciutto, lineamenti perfetti e corpo ben proporzionato alla curve femminili. E, ad eccezione del suo incedere militaresco, molti uomini, che inizialmente la guardavano torvo, iniziano dapprima a temerla e poi ad apprezzarne la sensualità e la bellezza. Insomma, è una donna apprezzata dagli uomini non per le sue moine ma per le sue capacità. 10 punti per Nihal!
Prima di concludere, infine, vorrei segnalarvi le meravigliose copertine ideate dal disegnatore Paolo Barbieri. La precisione dei dettagli è eccezionale. Quando si dice che non si giudica dalla copertina un libro, non sempre è vero. Solo dalla copertina avrei dato 5 stelline al libro, e lo riconfermo dopo aver terminato la lettura. Ottimo! E consigliatissimo!

Stay Tuned...prossimamente la recensione del secondo capitolo di questa, finora, emozionante trilogia=)

A presto
   Isy


4 commenti:

  1. Bella recensione e altrettanto bello il libro=)

    RispondiElimina
  2. ciao! mi sono appena aggiunta come "sostenitrice" del tuo blog perché lo trovo bello, interessante ed utile...anche io ho appena creato una pagina proprio su questa saga! quella del Mondo Emerso, ti metto qui il link , se e quando hai voglia puoi darci un'occhiata..:)
    http//fanmondoemerso.blogspot.com Noemi

    RispondiElimina
  3. Catone il Censore8 ottobre 2014 10:34

    Scusami, non vorrei sembrare pignolo, specie a distanza di più di un anno dall'ultimo commento... ma più che una recensione mi sembra un riassunto della trama. Si parla pochissimo di comparto tecnico: descrizioni, psicologia, narratore ecc. Non potresti concentrarti maggiormente su questi aspetti? Non vuole essere una critica, ma un consiglio spassionato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del consiglio. In effetti questa recensione non è tra le migliori perchè ero agli inizi :) col tempo, e con i vostri consigli, ho cercato di migliorare e spero un po' di esserci riuscita :)

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...