giovedì 31 marzo 2011

RECENSIONE: Lisa Verdi e il Ciondolo Elfico di M. P. Black

Titolo: Lisa Verdi e il Ciondolo elfico
Autore: M. P. Black
Pagine:280
Prezzo: € 15,10
Editore: 0111 editore

Trama
Lisa è una sedicenne che vive le emozioni, le gioie ed i turbamenti tipici della sua età. La sua vita, tranquilla e spensierata, verrà stravolta quando la zia le rivelerà la sua vera identità e la costringerà a varcare la Porta di Passaggio per il Regno Elfico. In questo nuovo mondo, in cui ogni cosa é capovolta e ricca di mistero, apprenderà di essere la Prescelta, designata da un'antica Profezia per annientare una volta per tutte il potere del Nero Signore degli Elfi e del Generale Guglielmo. Verrà accompagnata in questa inevitabile missione dal suo amato Paolo e dagli amici Gianni e Matilde e scoprirà, suo malgrado, che il lupo cattivo non vive solo nei boschi, ma spesso anche in casa.

Mia Recensione
La narrazione, escludendo la particolarissima prefazione, si apre con la descrizione della routine quotidiana di Lisa, sedicenne normalissima con qualche problema a capire se stessa e i propri sentimenti, fin qui è tutto perfettamente normale per una adolescente. La situazione si complica quando avviene un omicidio misterioso nei pressi dell’abitazione di Lisa, che vive con sua Zia Anna,e a partire da questo momento, la protagonista fará una serie di scoperte che la lasceranno senza parole, anche se solo per poco tempo.
Scoprirà che lei appartiene al mondo degli Elfi,mondo parallelo alla Terra, e che dovrà svolgere una pericolosissima missione, sconfiggendo il Nero Signore, per portare la pace nel regno in compagnia di Paolo, suo amico di infanzia ma anche qualcosa di più, a sua zia e assieme alle Guardie Elfiche ed in particolar modo con Bartolomeo.
A partire dalla metà del romanzo, tutto inizia ad accelerare perché c’è una spia tra i “buoni” e gli avvenimenti si susseguono legati gli uni agli altri fino alla fine.

Scritto in modo fluido e ben articolato, è stato un romanzo molto piacevole da leggere, che mi ha fatta sorridere diverse volte e che mi ha abbastanza coinvolto.
L’intreccio è ben organizzato e la storia è formata da componenti classici del romanzo fantasy unito a quel tocco di originalità che lo rende interessante e non banale, insomma abbastanza fuori dalle righe.
Forse perché è il primo libro della serie, ma la narrazione non sviluppa totalmente il conflitto tra Lisa e il suo antagonista e preferisce concentrarsi su altri fronti, avrei voluto un pó più di azione ed inoltre devo dire che il libro non trasmette la tensione che i personaggi dovrebbero sentire in una situazione di pericolo come quella che sono costretti a vivere da un giorno all’altro.

I personaggi sono ben delineati, non solo abbozzati, ed è più che evidente l’evoluzione psicologica della protagonista Lisa, che da adolescente diventa, in modo troppo frettoloso forse, una eroina, davvero un ‘altra persona che forse era già presente ma nascosta e sepolta nell’inconscio a causa del dolore della perdita dei suoi genitori.
Il personaggio maschile che più mi è piaciuto, é certamente Bartolomeo,Guardia elfica che ha come compito quello di proteggere Lisa,  che le è rimasto accanto, invisibile per molto tempo, tanto da innamorarsi di lei (della serie evviva i triangoli amorosi!:) ).Personaggio a tratti misterioso, a tratti molto aperto, è spesso goffo e scontroso ma è il personaggio piú simpatico e meno “complessato”del gruppo.

Una nota negativa riguarda la copertina che non mi piace molto, le cover dei due libri successivi sono molto più belle, soprattutto quella del terzo volume.

Prima di chiudere devo evidenziare una cosa che ho notato riguardante l’origine degli elfi, infatti per la prima volta gli elfi vengono dallo spazio, questa è per me un’interpretazione del tutto nuova e che ho trovato davvero originale.

Assegno a questo libro 3 stelle e mezzo, quasi 4.

Lya



mercoledì 30 marzo 2011

Recensione: "Cronache del Mondo Emerso - Nihal della Terra del Vento" di Licia Troisi


Titolo: Cronache del Mondo Emerso I - Nihal della Terra del Vento
Autore: Licia Troisi
Pagine: 386 pagine
Editore: Mondadori
Prezzo: 16€ - €9,50 ed. economica 

Nihal è davvero strana, nel Mondo Emerso sembra non esserci nessuno come lei: grandi occhi viola, orecchie appuntite, capelli blu. È stata cresciuta da un armaiolo e vive in una delle tante città-torri della Terra del Vento, giocando a combattere insieme a un gruppo di amici che l'ha eletta capo per la sua forza e agilità. Ma tutto cambia all'improvviso quando la Terra del Vento viene attaccata dal Tiranno, il despota che già ha conquistato cinque delle otto Terre che compongono il Mondo Emerso. A nulla vale la resistenza dell'esercito dei popoli liberi, né i maghi che cercano di proteggere le città con incantesimi. A Nihal rimane solo una scelta: diventare un vero guerriero e difendere gli innocenti che rischiano di cadere sotto il potere del Tiranno.
Recensione

Come detto nel post introduttivo ( Saghe fantasy 03 ), “Nihal della Terra del vento” è il primo capitolo della fortunata trilogia “Cronache del Mondo Emerso”. Esso fu pubblicato nel 2004 dalla scrittrice romana Licia Troisi, anche se originariamente era previsto un unico volume, anziché la pubblicazione sotto forma di trilogia. Il primo romanzo è incentrato sulla figura di Nihal. Cresciuta nella città-torre di Salazar nella Terra del Vento, Nihal viveva assieme all’armaiolo Livon, che affettuosamente lei chiamava “Vecchio”. Sarà proprio lui a forgiare la spada che caratterizzerà la futura guerriera. Ma sin dalla giovane età lei aveva mostrato della particolarità che la rendevano unica. Prima di tutto per il suo aspetto: grandi occhi viola, capelli blu e orecchie a punta, che la rendevano ben diversa dal resto degli abitanti di Salazar. Inoltre, il suo carattere ribelle e violento non solo non la rendevano una “ragazza da marito” come le sue coetanee, ma era riuscita addirittura a essere delegata come capo-banda del gruppo di bambini, che con le loro guerre-gioco, portavano perennemente scompiglio nella Torre. La vita di Nihal trascorre piacevolmente, eccetto quei sogni ricorrenti dove si percepisco solo dolore e morte, sogni che Nihal, vissuta lontana dalla guerra, non riesce a spiegare. Mentre l’infanzia della protagonista quindi passa tranquillamente, molte della altre Terre del Mondo emerso sono soggiogate dal Tiranno, l’antagonista per eccellenza! Infatti, i fammin (creature mostruose create dal Tiranno per formare il suo esercito sterminatore) hanno ormai sottomesso quasi interamente il mondo Emerso. Tra gli eventi che più hanno inciso sullo svolgimento della storia due spiccano maggiormente. Il primo evento è l’incontro-scontro con Sennar, un giovane mago forestiero, che grazie alle sue doti magiche è riuscito a battere per la prima volta Nihal. Questo spingerà la giovane protagonista a intraprendere la via della magia e verrà formata dalla maga Soana, che nella vicenda assumerà il ruolo dapprima di insegnante, poi di guida e infine di rivelatrice. Sarà infatti la maga a sconvolgere l’esistenza della ragazza con una rivelazione shock! Il secondo evento che incide sull’evoluzione della vicenda è l’invasione della Terra del Vento da parte del Tiranno. Questo evento convincerà Nihal a voler diventare guerriera, cosa sino ad allora inconcepibile poiché, nonostante fosse un’abile spadaccina, rimaneva pur sempre una donna. Ma grazie all’appoggio di Fen, un giovane Cavaliere di Drago, e alle sue doti e alla sua perseveranza, riesce ad accedere all’Accademia che la formerà come guerriera. Tra i personaggi che influiscono sulla conformazione della protagonista senza ombra di dubbio figurano Sennar, che da rivale diventa ben presto amico e confidente della guerriera, e Ido, gnomo e Cavaliere di Drago, che nonostante il rifiuto iniziale, decide di essere il mentore di Nihal. Sarà proprio Ido, con la schiettezza e la durezza propria del Cavaliere, a far si che Nihal ritrovi la strada e il proprio equilibro, minato dall’odio ch’ella nutre per il Tiranno. Personaggi di minor rilievo nella storia sono Laio, unico amico di Nihal all’interno dell’Accademia; Parsel, primo insegnante nell’Accademia ad aver creduto nella protagonista e infine Oarf, il drago che le verrà assegnato. Un ruolo fondamentale lo hanno giocato, infine, Jona e Eleusi, che con la loro semplicità, hanno contribuito al tentativo di Ido di far ritrovare la strada a Nihal, e farle capire cosa davvero voleva farne della sua vita.
Ho amato moltissimo questo libro, in primis perché finalmente l’eroe non è un uomo bensì una ragazza! Inoltre, il suo rifiuto dei canoni tradizionali di bellezza e il suo spirito di indipendenza e di ribellione, mi hanno permesso di ammirarla e anche un po’ invidiarla. Me la immagino con il suo fisico asciutto, lineamenti perfetti e corpo ben proporzionato alla curve femminili. E, ad eccezione del suo incedere militaresco, molti uomini, che inizialmente la guardavano torvo, iniziano dapprima a temerla e poi ad apprezzarne la sensualità e la bellezza. Insomma, è una donna apprezzata dagli uomini non per le sue moine ma per le sue capacità. 10 punti per Nihal!
Prima di concludere, infine, vorrei segnalarvi le meravigliose copertine ideate dal disegnatore Paolo Barbieri. La precisione dei dettagli è eccezionale. Quando si dice che non si giudica dalla copertina un libro, non sempre è vero. Solo dalla copertina avrei dato 5 stelline al libro, e lo riconfermo dopo aver terminato la lettura. Ottimo! E consigliatissimo!

Stay Tuned...prossimamente la recensione del secondo capitolo di questa, finora, emozionante trilogia=)

A presto
   Isy


martedì 29 marzo 2011

Saghe fantasy 03

Eccoci nuovamente con la nostra rubrica Saghe Fantasy!
Oggi vi parlerò dei primi tre libri di Licia Troisi che formano la trilogia delle Cronache del Mondo Emerso, che io ho amato e che stanno coinvolgendo anche Isy che le sta leggendo e che recensirà prossimamente.
Per me sono stati un vero colpo di fulmine e riescono ancora ad emozionarmi quando mi soffermo a rileggere dei brani, questa è stata la prima saga dopo Harry Potter a coinvolgermi in questo modo.


Titolo: Le Cronache Del Mondo Emerso. Nihal della Terra del Vento
Autore:Licia Troisi
Pagine:386
Prezzo: € 9,50 (edizione economica)
Editore: Mondadori

Trama
Nihal è davvero strana, nel Mondo Emerso sembra non esserci nessuno come lei: grandi occhi viola, orecchie appuntite, capelli blu. È stata cresciuta da un armaiolo e vive in una delle tante città-torri della Terra del Vento, giocando a combattere insieme a un gruppo di amici che l'ha eletta capo per la sua forza e agilità. Ma tutto cambia all'improvviso quando la Terra del Vento viene attaccata dal Tiranno, il despota che già ha conquistato cinque delle otto Terre che compongono il Mondo Emerso. A nulla vale la resistenza dell'esercito dei popoli liberi, né i maghi che cercano di proteggere le città con incantesimi. A Nihal rimane solo una scelta: diventare un vero guerriero e difendere gli innocenti che rischiano di cadere sotto il potere del Tiranno.

prima lettura di Lya: 5 stelline
recensione di Isy QUI

Titolo: Le Cronache Del Mondo Emerso. La Missione Di Sennar.
Autore: Licia Troisi
Pagine:404
Prezzo: € 9,50
Editore: Mondadori

Trama
Proseguono le avventure della giovane guerriera Nihal, l'ultimo mezzoelfo esistente nel Mondo Emerso, e dell'inseparabile amico mago Sennar. Insieme combattono contro le forze del Tiranno deciso a conquistare le Terre libere e ad assoggettarne tutti gli abitanti per mezzo della stregoneria. Adesso Nihal è alle prese con il mistero della Lacrima, una pietra che sembra dotata di enormi poteri, mentre Sennar è partito alla ricerca delle Terre Sommerse, un continente di cui i secoli hanno cancellato le tracce. Per ritrovarlo, Sennar è costretto a imbarcarsi su una nave pirata e combattere contro i mostri del mare.

prima lettura di Lya: 5 stelline 
recensione di Isy QUI

Titolo: Le Cronache Del Mondo Emerso. Il Talismano del Potere.
Autore: Licia Troisi
Pagine: 516
Prezzo: € 10,00
Editore: Mondadori

Trama
Mentre l'esercito delle Terre ancora libere dal potere del Tiranno crolla sotto l'avanzata delle truppe nemiche e degli agghiaccianti schieramenti dei fantasmi, Nihal, l'ultimo mezzelfo del Mondo Emerso, è in viaggio con il giovane mago Sennar per una missione disperata: recuperare le otto pietre di un talismano dai poteri infiniti, capace di porre fine alla guerra. Ciascuna delle otto Terre del Mondo Emerso nasconde all'interno di un santuario una delle pietre dedicate agli Spiriti della natura: Acqua, Luce, Mare, Tempo, Fuoco, Terra, Oscurità, Aria. Se Nihal riuscirà a raggiungere tutti i santuari e a riunire le pietre del talismano, potrà chiamare a raccolta gli Spiriti e annullare ogni forma di magia, comprese le terribili armi del Tiranno. Nella Terra dell'Acqua, intanto, il maestro di Nihal, lo gnomo Ido, scopre di avere un nuovo e terribile nemico che rischia di trascinarlo verso un passato da cui sembra impossibile riscattarsi.

prima lettura di Lya: 5 stelline 
recensione di Isy QUI

Questo volume raccoglie tutte e tre i libri delle Cronache del Mondo Emerso.
Titolo: Le Cronache Del Mondo Emerso. La Trilogia Completa.
Autore: Licia Troisi
Pagine:1291
Prezzo: € 20,00
Editore: Mondadori

Trama
La speranza di pace di un intero mondo è legata al suo destino, ma Nihal della Torre di Salazar non l'avrebbe mai immaginato. Grandi occhi viola, orecchie appuntite, capelli blu e un'incredibile forza e agilità, Nihal sceglie di diventare un guerriero quando il feroce Tiranno e le sue armate di mostri e spiriti attaccano la Terra del Vento. Per salvare il Mondo Emerso dalla distruzione, Nihal affronterà legioni di agghiaccianti nemici, cavalieri su dorso di drago e i mille pericoli della ricerca di un talismano dai poteri infiniti, ma dovrà ridurre al silenzio anche i fantasmi che tormentano la sua mente. Mentre la battaglia imperversa, sempre a un soffio dalla morte e a un passo dalla vittoria, Nihal potrà contare solo su due validi alleati: Sennar, il giovane mago alla ricerca del perduto Mondo Sommerso, e la sua infallibile spada di cristallo nero.

Questa sezione del post invece, è tutta dedicata alle immagini relative a questa saga.

Titolo:Le Cerature del Mondo Emerso
Autore: Licia Troisi
Illustratore: Paolo Barbieri
Prezzo: € 20,00
Pagine:127
Editore: Mondadori

Contenuti
Nihal, la guerriera dai capelli blu come il mare; i Fammin, orchi brutali ricoperti di pelliccia e armati di asce letali; l'Accademia, il sontuoso palazzo affacciato sulla piazza e protetto dalle alabarde delle sentinelle. Le immagini con cui la fantasia di ognuno ha accompagnato la lettura delle pagine di "Cronache del Mondo Emerso" prendono vita in un volume illustrato che presenta tutte le creature e i personaggi della fortunata saga. Ricche tavole a a colori illustrano gli scenari in cui sono ambientate le avventure della trilogia, descrivono i particolari di abiti, armature, equipaggiamenti e artiglieria, e colgono emozioni, caratteri e personalità in suggestivi ritratti. Ogni disegno, realizzato da Paolo Barbieri, è accompagnato da un testo inedito di Licia Troisi che approfondisce la caratterizzazione dei personaggi e dei luoghi

Per questa saga sono state inoltre pubblicate le Graphic Novel da Panini Editore in 4 volumi al prezzo di € 3,50 l’uno, di seguito le bellissime copertine:


 Per concludere in bellezza, poiché oltre ad essere una grande fan di Licia Troisi, sono anche un’amante delle illustrazione di Paolo Barbieri voglio mostrarvi le bellissime illustrazioni di alcuni protagonisti di questa saga.
veduta di Salazar la cittá torre nella terra del Vento
. by P. Barbieri
 
Nihal. Illustrazione by Paolo Barbieri
Sennar. Illustrazione by Paolo Barbieri testo by Licia Troisi
Ido. Illustrazione by Paolo Barbieri

Alla prossima!
Lya

TeaserTuesday 02

Rieccoci con il secondo appuntamento della rubrica Teaser Tuesday
  Sto leggendo: "Cronache del mondo emerso - La missione di Sennar" di Licia Troisi
Chiudo gli occhi e apro il libro ad una pagina qualsiasi:


 
La sentinella non era un problema, ma non appena avesse messo piede li dentro, si sarebbe ritrovata di fronte sette uomini, ben armati e abituati alla battaglia. Aveva bisogno di un piano.
Nihal si strofinò il viso con le mani. Detestava l’attesa e più ancora la tattica.
La luna era scomparsa e a oriente il cielo iniziava a tingersi di un vago chiarore. L’alba non era lontana. Nihal arretrò verso il folto, alla ricerca di un nascondiglio sicuro dove poter riflettere con calma sulla situazione.”

lunedì 28 marzo 2011

RECENSIONE: Paranormal Love di Gena Showalter

Titolo: Paranormal Love
Autore: Gena Showalter
Pagine: 352
Prezzo: € 5,40
Editore: Harlequin Mondadori

Trama
Mi chiamo Belle Jamison, e fino a poco tempo fa ero una ragazza come tante altre. Poi ho scoperto di avere dei poteri paranormali, ho incontrato Rome Masters, e tutto a un tratto la mia vita è precipitata nel caos. Lui è l'uomo più sexy che abbia mai visto, e insieme facciamo scintille. Letteralmente. C'è solo un problema: deve uccidermi.

Questo libro appartiene alla collana BlueNocturne della Harmony, dedicata al paranormale, ed è uscito in tutte le edicole a fine luglio 2010.

Mia Recensione
La storia racconta la vita di una ragazza, Belle, che per mantenere suo padre anziano, dopo il diploma, prova una serie di lavori ma non riesce a mantenerne per molto tempo nessuno a causa della sua impulsività e schiettezza.
Belle si lamenta che la sua vita scorre monotona lavorando e cercando di stare dietro a tutte le bollette ed i pagamenti che deve sostenere e non si renderà conto di quanto, quella vita ripetitiva e a volte opprimente  sia in fin dei conti la migliore, fin quando un giorno tutto questo le verrà tolto. Infatti durante un suo turno lavorativo in un caffè, all’improvviso entra un uomo in camice che, inseguito, cerca aiuto e si rivolge a Belle, lei non sa ancora a quale prezzo….
Ovviamente verrà prima minacciata e poi aiutata in un modo spesso misterioso dal bellissimo e oscuro ragazzo di turno.

La storia, il suo intreccio e lo svolgimento sono molto veloci e dinamici, lo stile non è eccezionale ma piacevole, il sarcasmo dei protagonisti e le loro battute, molto spesso erotiche, rendono il tutto molto piccate e divertente.
 Francamente non mi piacciono le storie incentrate solo sul sesso, quindi alcuni passaggi li ho trovati un po’ troppo monotoni, nonostante mi abbiano intrigato le parti relative al “corteggiamento” tra i due protagonisti.
 Fortunatamente le emozioni descritte appartengono ad una varia gamma e non sono solo incentrate sulle reazioni fisiche della protagonista, ma raccontano la storia di una vita sofferta ma appena all’inizio del suo percorso. Belle, è un personaggio che mi è piaciuto abbastanza, spigliato, spiritoso e senza peli sulla lingua, uno spirito combattivo insomma.
Una lettura piacevole nel complesso, sicuramente distensiva e un lato molto positivo  è sicuramente il prezzo così abbordabile.
Assegno tre stelline piene

Lya

Qui il primo capitolo online:

Interesting Book 08

Auguriamo un buongiorno e un buon inizio settimana a tutti segnalandovi quattro libri molto interessanti la cui data di pubblicazione è vicinissima o passata da pochi giorni.
Quindi eccoci con la nona puntata di Interesting Book.


Titolo: Brivido Eterno
Autore: Larissa Ione
Pagine: 400
Prezzo: € 10,00
Editore: Leggereditore
Data d’uscita: 31 Marzo 2011

Trama
Il piacere vero, quello che fa perdere i sensi, è qualcosa che Tayla non ha mai conosciuto. Destinata a proteggere la specie umana dalla  minaccia costante dei demoni, non si concede distrazioni. Poi viene portata d’urgenza in un ospedale sotterraneo gestito da esseri sovrannaturali, e lì, per la prima volta, viene scossa da un brivido sottile e insistente che le apre le porte di una nuova dimensione. Ed è proprio la sua nemesi a risvegliare in lei queste sensazioni sconosciute. Eidolon, un demone centenario alla ricerca di una compagna per l’eternità, non può resisterle. Sono nemici, l’istinto li spinge ad annientarsi a vicenda, ma cadono entrambi vittime di una passione sfrenata. Nel frattempo Tayla viene travolta dai frammenti di un passato che la guidano verso la sua reale identità, rivelandole segreti che nessuno ha mai osato confessarle.
In questo primo titolo della serie Demonica, Larissa Ione crea un mondo articolato e altamente suggestivo, pervaso da presenze oscure e sensuali.

Questo libro è il primo della Serie Demoniaca composta attualmente da:
1- Pleasure Unbound( Brivido Eterno)
2- Desire Unchained
3- Passion Unleashed
4- Ecstasy Unveiled
5- Sin Undone


Titolo:La Diciassettesima Luna
Autore: Kami Garcia e Margaret Stohl
Pagine:492
Prezzo: € 17,00
Editore: Mondadori
Data d’uscita: 29 Marzo 2011

Trama
Ethan Wate ha sempre considerato Gatlin, la piccola cittadina in cui vive, un luogo remoto in cui non capita mai nulla e dove niente è destinato a cambiare. Fino all'arrivo di Lena Duchannes, una misteriosa ragazza che gli ha rivelato il lato oscuro di Gatlin e dei suoi abitanti. Ma Gatlin non sta a guardare mentre i suoi segreti vengono alla luce... Ethan e Lena sono minacciati da eventi inspiegabili e forze soprannaturali, e devono fare i conti con l'antica maledizione che da generazioni incombe sulla famiglia Duchannes. Perseguitato da strane apparizioni che solo lui può vedere, Ethan rimane sempre più invischiato nelle intricate vicende della sua città, mentre Lena, sconvolta da una tragica perdita, diventa giorno dopo giorno sempre più cupa e irriconoscibile. L'unione dei due ragazzi sembra sgretolarsi di fronte al drammatico susseguirsi degli eventi ed Ethar, confuso dai cambiamenti di Lena, si scopre irrimediabilmente attratto dalla bella Liv.

Questo è il secondo libro della saga Urban Fantasy scritto da Kami Garcia e Margaret Stohl,  iniziato con la Sedicesima luna(QUI la mia recensione).

Titolo:La Spada del Destino
Autore: Andrzej Sapkowski
Pagine:440
Prezzo:18,00
Editore:Nord
Data d’uscita: 10 marzo 2011

Trama
Geralt di Rivia è uno strigo, un assassino di mostri. Ed è il migliore: solo lui può sopraffare un basilisco, sopravvivere a un incontro con una sirena, sgominare un’orda di goblin o portare un messaggio alla regina delle driadi, fiere guerriere dei boschi che uccidono chiunque si avventuri nel loro territorio… Geralt però non è un mercenario senza scrupoli, disposto a compiere qualsiasi atrocità dietro adeguato compenso: al pari dei cavalieri, ha un codice da rispettare. Ecco perché re Niedamir è sorpreso di vederlo tra i cacciatori da lui radunati per eliminare un drago grigio, un essere intoccabile per gli strighi. E, in effetti, Geralt è lì per un motivo ben diverso: ha infatti scoperto che il re ha convocato pure la maga Yennefer, l’unica donna che lui abbia mai amato. Lo strigo sarà dunque obbligato a fare una dolorosa scelta: difendere il drago e perdere Yennefer per sempre, o infrangere il codice degli strighi pur di riconquistare il suo cuore...

Di questo libro prossimamente la recensione.


Titolo: Il Codice Atlantide
Autore: Charles Brokaw
Pagine: 432
Prezzo:18.60
Editore: Nord
Data d’uscita: 24 Marzo 2011

Trama
Egitto. Una campana di ceramica, antecedente all’epoca egizia, che presenta iscrizioni non riconducibili a nessuna lingua conosciuta: è questo il reperto che incuriosisce maggiormente Thomas Lourds, linguista di fama mondiale, giunto ad Alessandria per girare un documentario della BBC su alcune recenti scoperte archeologiche. All’improvviso, però, un gruppo di uomini armati irrompe negli studi televisivi e ruba il manufatto...
Russia. Julija Hapaeva è consapevole di aver fra le mani un oggetto straordinario: un cembalo antichissimo decorato con iscrizioni indecifrabili. Ma, poco dopo aver mandato un messaggio al suo amico e collega Thomas Lourds, la donna viene uccisa e il suo ufficio messo a soqquadro. Sconvolto dall’aggressione subita e dalla notizia della morte di Julija, Lourds decide quindi di partire per la Russia, convinto che i due episodi siano collegati...
Città del Vaticano. Il cardinale Stefano Murani è ossessionato dalla decadenza della Chiesa contemporanea. Anni di studi, però, lo hanno portato a credere che cinque strumenti musicali sono la chiave per svelare un segreto di enorme potere. E, quando una spedizione archeologica finanziata dal Vaticano individua una città sommersa nei pressi di Cadice, in Spagna, Murani è sicuro che quello sia il luogo dov’è nascosto il più grande dono che Dio ha fatto agli uomini...

Alla prossima puntata!

domenica 27 marzo 2011

Intervista a Rossella Martielli

Salve a tutti, oggi come promesso a seguito della recensione del libro “In ricordo di Noi”, vi faremo conoscere una autrice nostra conterranea,Rossella Martielli, che ha accettato di rispondere alle nostre domande.
Ciao Rossella, ti ringraziamo e ti diamo il benvenuto nel nostro blog. Vuoi parlarci un po’ di te (studi, lavoro, Hobbies…)?
Ho 28 anni, mi sono laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Editoria a Urbino, dove ho vissuto per quattro anni, una cittadina che potrei definire incantata, bella come poche, e che ho amato moltissimo. Dopo la laurea ho vissuto per qualche tempo a Roma e da poco sono ritornata nella mia Puglia, con l’intenzione di rimanerci, perché per quanto sia piacevole viaggiare e risiedere per qualche tempo in posti diversi, mi sento fortemente legata alla mia terra natale. Attualmente, oltre a leggere e soprattutto scrivere (ho appena iniziato il mio quarto romanzo!), lavoro come editor e correttrice di bozze per una casa editrice barese, e nel poco tempo libero che mi rimane do ripetizioni di latino. Mi reputo fortunata perché sono riuscita a fare dei miei hobby – lettura e scrittura – il mio lavoro, perciò per me lavorare è anche un piacere! Quando non sono impegnata con i libri mi piace occuparmi di me, andare a correre, in palestra e soprattutto cucinare… mi dedico specialmente ai primi e ai dolci, di cui sono ghiottissima. Le ricette più facili mi riescono bene, ma di solito prima di ottenere risultati decenti devo pasticciare parecchio tra i fornelli e rifare più volte la stessa ricetta… diciamo che se scrivessi come cucino (e spero di no) farei prima a cambiare mestiere J!

Visto che sei una nostra “vicina” e vivi ad Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari vorremmo chiederti com’ è la vita di una giovane scrittrice nella nostra assolata(anche se in questo periodo non tanto) Puglia? Quali sono le opportunità che hai potuto cogliere e sfruttare?
Devo ammettere che le opportunità non sono molte, e proprio per questo motivo un anno fa ho deciso di fare le valige e andare via, scoraggiata da un ambiente apatico e pigro, poco interessato alle attività culturali in genere. Dopo la laurea, quindi, mi sono trasferita a Roma per frequentare un corso di specializzazione in editing e cercare lavoro. È stato un periodo intenso, fatto di momenti belli e brutti, di solitudine e nuove opportunità; tuttavia presto ho capito che la mia vita non era lì. Mi mancava troppo casa, la famiglia, i miei amici e la mia Puglia, e un giorno ho pensato che se volevo davvero qualcosa – un lavoro, la realizzazione dei miei sogni di aspirante scrittrice e editor – potevo ottenerla anche qua, avrei solo dovuto impegnarmi un po’ di più. Per quanto riguarda le opportunità lavorative, la Puglia è decisamente penalizzata, vittima di una crescente disoccupazione che impedisce a noi giovani di fare progetti per il futuro e renderci indipendenti. Tuttavia, se si possiedono tenacia e capacità, le occasioni prima o poi arrivono. Un editore barese ha creduto in me, e insieme ci stiamo impegnando per rilanciare la casa editrice a livello nazionale, un lavoro che mi piace moltissimo. Per quanto riguarda la scrittura, in nessun posto riesco a scrivere bene come in camera mia, quella dove sono cresciuta, le cui pareti sono letteralmente ricoperte di libri. Le idee per le mie storie mi vengono viaggiando, sperimentando e vivendo esperienze nuove, ma poi per scrivere torno sempre alla base… Qualcosa vorrà pur dire qualcosa, no?

Da dove nasce la tua passione per la scrittura?
Sinceramente non lo so. È nata spontaneamente, insieme a me… Da quando ho memoria, mi vedo china a scarabocchiare un foglio strappato dal quaderno o un album da disegno, che usavo inevitabilmente per scrivere poesie o racconti brevi. In italiano ho sempre preso il massimo dei voti, e fin dall’adolescenza tenevo un diario segreto, fedele confidente delle mie giornate; con l’avvento di internet, poi, dal diario sono passata al blog. Per diversi anni ne ho tenuto uno anonimo su splinder, seguitissimo, poi ho dovuto chiuderlo perché vi scrivevo cose troppo personali (e compromettenti) e temevo che primo o poi qualcuno che conosco lo scovasse e mi riconoscesse. Si può dire quindi che non ho mai smesso di scrivere, ma l’idea di un romanzo è maturata in me solo l’anno scorso. La scintilla è stata un grande dolore, che alla fine si è rivelato una grande opportunità: se non l’avessi vissuto, infatti, non credo avrei sentito il fortissimo e impellente bisogno di scrivere questa storia.

Quali sono i tuoi autori/autrici preferiti e quali hanno avuto maggiore influenza su di te sia nella tua formazione  personale sia come scrittrice?
Se dovessi fare il nome di una scrittrice il cui stile rispecchia molto il mio, direi senza dubbio Banana Yoshimoto. Anche lei scrive romanzi intimisti, fatti di atmosfere tristi e lievi, rivolti prevalentemente a un pubblico femminile. Per il resto leggo un po’ di tutto: per rilassarmi prediligo i thriller e gli young-adult del genere di Twilight, come lettura un po’ più impegnata, invece, adoro Milan Kundera, Alan De Bottom e Murakami Haruki, autori che mi hanno dato moltissimo e che secondo me scrivono in maniera sublime. Dei modelli difficilmente eguagliabili.

Vuoi parlarci del tuo libro e della sua creazione?
Con questa domanda toccate un tasto dolente, soprattutto per quanto riguarda la fase di creazione! Ma sarò sincera, anche perché ormai è passato del tempo e il dolore che ha contraddistinto quel periodo si è ormai dissolto del tutto. La trama del romanzo mi è venuta in mente all’improvviso durante una domenica pomeriggio d’autunno, una di quelle grigie e piovose che anticipano l’inverno e mettono tristezza. Ero in una cioccolateria per un caffè con le mie amiche, quando, sfogliando distrattamente una rivista, ho visto la pubblicità di un concorso letterario. La storia ha preso istantaneamente corpo nella mia mente e quella sera, appena tornata a casa, mi sono messa al computer. Avevo troppo da scrivere e presto ho superato il limite di battute consentito dal concorso, così ho deciso che avrei continuato a scrivere comunque. Per me. Alla peggio il mio romanzo sarebbe rimasto chiuso in un cassetto, ma io avevo bisogno di scriverlo. Vivevo un periodo molto triste della mia vita. Avete presente Mattia, il fidanzato di Alice? Be’ io sono stata fidanzata con un tipo simile che me ne ha fatte di tutti i colori, lasciandomi dopo cinque anni con un messaggio su Facebook, completamente svuotata, distrutta dentro e fuori. La mia rinascita è iniziata proprio mentre scrivevo “In ricordo di noi”. Ho cercato di trasfigurare la mia esperienza negativa immaginando nuovi scenari e possibilità diverse, che mi permettessero di tornare a sperare, a sognare e a credere nell’amore, cosa che ormai non facevo più, delusa com’ero. Ho provato a pensare che forse tutto quel dolore aveva una causa e uno scopo e che presto sarebbe finito, perché l’amore vero è un’altra cosa. Molte donne, purtroppo, a causa della loro scarsa autostima e della mancanza di affetto, non ne sono consapevoli e scambiano l’ossessione nei confronti di uomini egoisti, dei veri vampiri affettivi come Mattia, per amore. “In ricordo di noi” è quindi dedicato a tutte quelle donne deluse, e sono tante, che hanno voglia di tornare a credere nei propri sogni e a vivere per realizzarli. Ho sempre creduto, e ci credo tuttora, che il mondo sia dei sognatori, checché se ne dica in giro. In fondo per cosa vivi, se non hai un sogno?

Come sei arrivata alla pubblicazione del tuo romanzo (cosa sicuramente non da poco al giorno d’oggi!)?
Per prima cosa sono stata fortunatissima, perché ho centrato l’obiettivo al mio primo tentativo! Per il resto l’iter è stato quello che seguono tutti gli esordienti: ho scritto il romanzo, ho selezionato le case editrici interessate al genere (tutte rigorosamente non a pagamento) e ho spedito loro il manoscritto. Se non avessi ricevuto delle offerte avevo già deciso che non avrei pubblicato, perché non credo nell’editoria a pagamento, dove tutti possono pubblicare di tutto, né nell’auto-pubblicazione. Quella della 0111Edizioni non è stata l’unica proposta che ho ricevuto, ma mi è sembrata quella più seria e più conveniente sotto molti punti di vista. Nel frattempo ho partecipato a diversi concorsi letterari per racconti, vincendone alcuni, e anche a un concorso per romanzi; in seguito alla vittoria di quest’ultimo, nei prossimi mesi esce già il mio secondo romanzo, con un’altra casa editrice.

Perché hai deciso di ambientare la tua storia a Bari?
In realtà non c’è un motivo ben preciso. Poteva essere Bari come qualsiasi altra città, perché in questo romanzo l’ambientazione è secondaria; m’interessava più trasmettere al lettore una determinata atmosfera che non descrivere dei luoghi specifici. Cercavo un’ambientazione neutra, e sono stata a lungo indecisa se nominare Bari oppure fare riferimento a una “città” in generale. Alla fine ho optato per la prima ipotesi, scegliendo per comodità la città che conosco meglio, per offrire al lettore delle coordinate geografiche.

Anche tu come Alice, protagonista del tuo romanzo, sei una lettrice accanita?
Accanita è dire poco ! Leggo praticamente da quando sono stata in grado di farlo… Dico sempre che i libri “mi hanno salvata”, nel senso che mi sono stati accanto durante tutta la mia vita, specie nei periodi più difficili, come degli amici fidati. È complicato spiegarlo e a molti forse sembrerà assurdo, ma ogni volta che ho un problema, ogni volta che sono triste o semplicemente devo prendere una decisione importante, c’è sempre un libro in grado di darmi le risposte che cerco. 

Una mia curiosità personale, come ho scritto nella recensione, mi ha affascinata molto la “leggenda della Fontana Rossa”, quindi vorrei sapere se questa leggenda l’hai tirata fuori dalla tua fantasia oppure ti sei ispirata a qualche storia locale?
È interamente frutto della mia fantasia, anche se la collina, il monastero e il pub di cui parlo esistono per davvero, e sono molto vicini alle mie zone. Si tratta di uno dei luoghi che amo di più in assoluto, sia per il panorama che per l’atmosfera sognante e fuori dal tempo si respira… Manca la fontana, ma niente mi impedisce di credere che in un passato ci sia stata per davvero!

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Mi sto impegnando per diventare un bravo Editor, perché mi piacerebbe un giorno collaborare con case editrici importanti e magari aprirne una mia. Sogno una casa editrice tutta al femminile, fatta dalle donne per le donne, che esplori la femminilità in tutte le sue infinite sfaccettature servendosi di generi letterari diversi (narrativa, thriller, horror, fantasy, erotico ecc). Ovviamente continuerò a scrivere e un giorno, se riuscirò a trovare l’amore vero, vorrei formarmi una famiglia con cui poter condividere la passione, i progetti e la voglia di fare che animano le mie giornate.
Grazie mille per la tua presenza qui, ti auguriamo un grande in bocca al lupo.

alla prossima intervista!

sabato 26 marzo 2011

RECENSIONE: In Ricordo di Noi di Rossella Martielli

Salve a tutti, oggi voglio segnalarvi e recensirvi un libro uscito pochi giorni fa per la 0111 edizioni di cui sono molto contenta di parlarvi, l’autrice gentilissima ci ha concesso anche una piccola intervista che pubblicherò domani.

Titolo: In Ricordo di Noi
Autore: Rossella Martielli
Pagine: 154
Prezzo: Euro 14.00
Editore: 0111 editore

Trama
Alice ha vent'anni, vive con la madre e nei momenti migliori si sente una ragazza come tante: una vita di provincia, pochissimi amici, un lavoro part-time, l’università e un fidanzato non troppo innamorato. 
I momenti peggiori sono quelli dell'ansia, delle crisi depressive e della paura di non riuscire più a reggere il senso d’inadeguatezza che si porta dietro da sempre. Tutto scorre come al solito fino a quando strani incubi iniziano a sconvolgerle le notti e il misterioso ragazzo dagli occhi blu comparso in sogno inizia a frequentare le sue stesse lezioni. 
Nell'istante in cui i suoi occhi incrociano quelli di Alex, un inconscio presagio la avverte che qualcosa di brutto sta per accadere nella sua vita. 
In un crescendo di angoscia, che come una marea si ritrae soltanto per tornare più forte di prima, inizia a vivere una vita parallela nei sogni, una vita fatta di oscure visioni di morte e irragionevole amore. 
Complici un misterioso libro venuto dal passato, un’inquietante leggenda e un'antica fontana dalle acque color sangue, realtà e sogno s’intrecceranno sempre più indissolubilmente fino all'invitabile epilogo, quando la morte restituirà un senso a ogni cosa.

Mia Recensione
Vista l’ampia trama e la possibilità di leggere un buon estratto da questo libro,  non mi soffermerò sulla storia ma vi parlerò delle mie impressioni a caldo.
Da premettere il fatto che questo non è un urban fantasy come noi tutti siamo abituati, ma è una storia sentimentale che ha come risvolto finale un tocco di soprannaturale.

La prima cosa che mi ha sicuramente colpita all’inizio della lettura, sapendo che il libro è comunque di stampo urban fantasy,  è l’ambientazione, una storia appartenente a questo genere non si era mai vista ne tanto meno immaginata a Bari.
La cosa inizialmente mi è sembrata strana, abituata a collocare questi romanzi a luoghi come le grandi città americane, ma poi leggendo mi sono resa conto che non mi dispiaceva poter “vivere” la storia percorrendo insieme ad Alice, la protagonista, le strade che anche io percorro quasi tutti i giorni. L’essere pendolare, prendere il treno, arrivare all’ateneo barese, capire a quale focacceria l’autrice si stava riferendo ha reso la lettura molto scorrevole.

In generale questo libro lo definirei riflessivo, questo perché la storia e il suo sviluppo,  spesso non sono al centro del’attenzione nella narrazione, molto più importanti sono sicuramente le descrizioni delle emozioni intime della protagonista, le riflessioni sulla sua vita, sul suo passato e sul suo futuro.
Le emozioni che vengono raccontate sono vere, sicuramente sentite e per lo più sono negative, vengono descritti stati di  ansia, depressione, nostalgia,  confusione con pochi momenti di tranquillità e felicità.
La cover quindi, nella sua semplicità la trovo perfettamente calzante.
La storia d’amore è presente ma è spesso messa in secondo piano per lasciar spazio a ciò che prova la protagonista, anche se nelle scene in cui è presente Alex, il romanticismo non manca.
Tutto il libro è pervaso dalla sensazione di malinconia, di tensione, di impressione che manchi qualcosa e ovviamente la spinta a cercare ciò che manca.

Un giorno aveva preso in mano un dizionario e l’aveva sfogliato a lungo, per ore intere; cercava le parole giuste perché si era convinta che se solo le avesse trovate e fosse riuscita a esprimere a voce o per iscritto quello che sentiva, a tradurre in un qualche cosa di vagamente comprensibile la matassa aggrovigliata che aveva dentro e che minacciava di soffocarla … Ma le parole che cercava non esistevano”

Un punto che mi ha molto interessato è certamente quello in cui l’autrice ci racconta una leggenda locale, quella della Fontana Rossa, la quale si integra pienamente con le sensazioni che trasmette il libro, anche perché la leggenda è agrodolce così come lo è la storia narrata.
Molto carino è uno dei personaggi secondari, cioè quello del libraio Grant, per cui Alice lavora e di cui ci racconta le stranezze osservandolo dietro al bancone, circondata dai libri.

Ciò che ho trovato negativo è relativo alla lunghezza del libro, l’ho trovato troppo breve, avrei preferito che si approfondissero aspetti della storia, come ad esempio i ricordi che Alice ha del padre, oppure più particolari riguardo la bellissima leggenda narrata oppure maggiori informazioni riguardo Alex, il bello e misterioso ragazzo coprotagonista, insomma avrei preferito che l’intreccio fosse più complesso e approfondito.

Assegno quindi un pó piú di 3 stelline e mezzo e lo consiglio a tutti i lettori che amano le storie semplici ma dense di sentimenti che riescono a toccarti il cuore.


Qui potete trovare la prima parte del romanzo http://issuu.com/0111edizioni/docs/ante.in_ricordo_di_noi/1

 A domani!!
Lya

venerdì 25 marzo 2011

Interesting Book Special 01

Buona giornata a tutti! Qui c’è uno splendido tempo che mette davvero allegria!
Oggi vogliamo segnalarvi 3 libri che a noi intrigano davvero molto tutti targati Newton Compton e tutti con un prezzo molto accessibile! Quindi via con una edizione speciale di Interesting Book!

I tre libri che vi stiamo per presentare,appartengono al filone del mistero e della storia, non sono propriamente romanzi ma raccontano segreti che riguardano il mondo  della storia, pongono e cercano di dare una risposta alle grandi domande che l’uomo da secoli si sta ponendo o descrivono grandi personaggi che hanno segnato il loro tempo..
Credo che ogni tanto faccia bene leggere questo tipo di libri perché stimolano la nostra curiosità e perché no, spesso possono essere anche una fonte di idee per la scrittura di romanzi o racconti a sfondo storico!


Titolo: L’Enigma dei templari
Autore: Guy Patton - Robin Mackness
Pagine: 265
Prezzo: Euro 6,90
Editore:Newton Compton

Trama
Il mistero di Rennes-le-Château e il potere delle società segrete

L’indagine esplosiva su un’oscura trama storica di conflitti e cospirazioni


Che cosa lega il sacco di Gerusalemme compiuto dai Romani nel 70 d.C., l’improvvisa ricchezza di un prete a Rennes-le-Château nell’Ottocento, le SS e il corpo di un banchiere italiano impiccato sotto il Blackfriars Bridge? La risposta si trova nella straordinaria scoperta fatta da Guy Patton e Robin Mackness: un’eccezionale traccia storica che risale a più di 2000 anni fa. Gli autori ipotizzano che le “società segrete” del Medioevo e del Rinascimento – dai Templari ai precursori degli attuali massoni – siano state create per proteggere questa ricchezza nascosta. E, cosa ancora più sorprendente, Patton e Mackness rivelano la campagna di “insabbiamento” organizzata da coloro che si considerano gli attuali “guardiani” del tesoro: il misterioso Priorato di Sion. Si evince quindi, incredibilmente, come forze associate a questo antico tesoro possano aver manipolato grandi eventi come la fondazione dello Stato d’Israele o l’elezione di Francois Mitterrand.

Titolo: Le Grandi Donne di Roma Antica
Autore: Furio Sampoli
Pagine:320
Prezzo: Euro 6,90
Editore: Newton Compton

Trama
Le diciannove donne che hanno avuto un ruolo al centro del potere nell’antica città eterna

Storie di donne di Roma antica in diciannove ritratti, da Rea Silvia a Galla Placidia. Storie di passioni e di letti, non di rado determinanti nella lotta per il potere, al pari di battaglie e congiure o colpi di Stato. O di madri e mogli che hanno determinato la gloria dei loro figli e mariti. Come nei casi, diversissimi, di Cornelia, madre dei Gracchi, e di Messalina, giovane sposa dell’imperatore Claudio. Esempio luminoso per le donne della sua epoca, l’una; paradigma di lussuria, l’altra, specchio deformante di una società che toccava il limite della depravazione. Fra le due corrono duecento anni, e il periodo prodigioso e irripetibile di Roma: dalla città dei sette colli alla magnificenza dell’epoca imperiale, fino all’avvento del Cristianesimo, con la moralizzazione della vita pubblica, e il conseguente dilagare di una certa ipocrisia nei costumi. Elena, madre di Costantino, era una stabularia, ragazza di taverna. E Fausta, la moglie di Costantino, fu soffocata nei bagni di palazzo quando si scoprì che “si concedeva a ogni persona”.


Titolo: I Grandi Condottieri che hanno Cambiato la Storia
Autore: Andrea Frediani
Pagine:640
Prezzo: Euro 6,90
Editore: Newton Compton

Trama
Le imprese militari di cento straordinari generali

Cento uomini che si sono elevati al di sopra della massa in forza del loro coraggio, della loro ambizione, della determinazione e della mancanza di scrupoli, per conseguire obiettivi come la conquista o la salvezza di un impero, l’indipendenza del proprio Paese, o il semplice ricordo dei posteri. Andrea Frediani passa in rassegna in modo esauriente e accurato cento personaggi, di ogni epoca e di ogni continente, in Oriente e in Occidente, che hanno fatto la storia dell’umanità con le loro gesta militari: dal primo conquistatore di cui si abbia notizia, Sargon di Akkad, ai grandi comandanti della seconda guerra mondiale, passando per faraoni, imperatori romani, condottieri medievali, capitani di ventura rinascimentali, samurai, nomadi delle steppe asiatiche, ammiragli, leader tribali, capi indiani, generali e sovrani dell’età moderna, con un’appendice sui condottieri contemporanei. Di ciascuno di essi, l’autore racconta la carriera e le campagne, aggiungendo una valutazione sulle capacità tattiche, strategiche, logistiche e di leadership, una descrizione della battaglia più celebre, una sintetica bibliografia e una cartina con lo scacchiere operativo.

 a lunedí con le nostre prossime segnalazioni!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...