13 dicembre 2011

RECENSIONE:Inheritance di Christopher Paolini

Buon pomeriggio ragazzi
oggi la mia recensione sarà molto accalorata perchè il libro in questione mi ha fatto davero innervosire e ho scritto il post nel momento di maggiore rabbia per i 18 euro spesi(almeno non l'ho pagato a prezzo intero), per l'attesa di 2 anni e soprattutto del finale che di perse non è brutto ma non era per nulla ciò che mi aspettavo. Ecco prima di lanciarmi in uno sproloquio chiudo l'introduzione e vi lascio con la recensione.



Titolo:Inheritance
Autore: Christopher Paolini
Pagine: 834
Prezzo: 24,00€
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy
data di pubblicazione: 9 novembre 2011

Trama
Tutto è iniziato con Eragon… Tutto finisce con Inheritance. 

Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix.
Non sono gli unici a essere cambiati, però: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto, e porta sulle braccia i segni dell’autorità che ha saputo conquistare; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà.
E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaësia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno.

Mia Recensione
Aspettavo da tre anni che uscisse questo libro, ultimo del ciclo dell'eredità, che è una delle saghe ho più apprezzato insieme ad HP e quelle della Troisi dai miei 15 anni ad ora.....
Chi poteva immaginare che avrei avuto difficoltà ad andare avanti nella lettura??

La parte iniziale è abbastanza noiosa: il clima di guerra descritto è perfetto, gli assalti e gli assedi alle diverse città anche, ma arrivata a pagina 400 non succede ancora niente di rilevante e infatti, se volessi, potrei tranquillamente riassumervi in un paragrafo quello che succede .
Da pag 450 in poi la storia diventa interessante grazie al doppio punto di vista di Eragon e Nasuada, un bel colpo di scena poi di nuovo noooiaa anche se siamo arrivati allo scontro finale, quello tanto atteso.
Il tutto mi è sembrato lungo e fiacco da leggere...ho fatto una faticaccia a finirlo.

Voglio adesso parlarvi di alcune assurdità sui personaggi e sulla trama  che ho notato mentre leggevo.

In generale sono convinta che il punto di vista di Roran, sempre e comunque presente, non centri nulla....non riesco proprio a capire a cosa serva. Forse lui rappresenta la classe medio bassa mentre Eragon e gli elfi la classe abbiente? Per me questi salti servono soltanto a spezzare la narrazione.
Forse Paolini voleva movimentare la storia, renderla più varia ma mi duole dire che non ci riesce.
 E poi, una cosa va davvero detta, Roran ha una fortuna(per non dire altro...) sfacciata ..caspita riesce a salvarsi in situazioni davvero disperate. Posso capire che il miracolo succeda una volta ma non 4 o5 volte...o forse sono io scema che non voglio capire che lui è fortemartello quindi invincibile e a quanto pare immortale....

Una cosa che davvero mi ha fatto saltare i nervi è relativa ai mirabolanti e rischiosissimi piani per conquistare il mondo (qui lo posso dire...) architettati da Eragon e Roran che sono pericolosi,di difficile attuazione e con loro sempre in prima linea....ovviamente c'è qualcuno che li ferma? CERTO CHE NO! Tutti come pecore che prima si oppongono fiaccamente e poi viaaaa tutti a rischiare la vita seguendo le idee di due ragazzini . E poi i due fantastici cugini un secondo prima sono in panico non sapendo che fare, buio totale, uno che pensa a tutte le persone che dipendono da lui e l'altro a sua moglie, quindi paranoie a non finire, e poi pufff!!la geniale idea casca dal cielo e li illumina d'immenso...ma non è tanto questo che irrita quanto il fatto che Paolini inizia a descrivere i malvagissimi piani d'azione per poi interrompersi e riprendere a descriverli durante l'azione. Voi vi chiederete cosa c'è di male? C'è di male che succede per ben 4 volte! Caro Paolini, o dici in anticipo il piano in modo veloce per poi descrivere il suo andamento durante l'azione, oppure non dici nulla e passi direttamente ai fatti!

Eragon come personaggio ha perso tantissimo perché non ha un equilibrio, infatti o si crede il grande eroe che salverà la sua terra dal malvagio di turno oppure si dispera pensa di essere un idiota inetto senza speranza...mamma miaaaaaaaa.
Poi una cosa...
Galbatorix che sa TUTTO e dico TUTTO dell'esercito, delle armi a disposizione, pure quelle trovate all'ultimo, non sa chi è il padre di Eragon ....cioè ma COMEEE?? Sai tutto e non sai questo...

L'unico personaggio che mi è piaciuto è stato Murtagh che nella sia disperazione ha un che d'interessante...

No davvero certe scene assurde poi...sarebbe stato decisamente meglio se l'autore si fosse limitato a scrivere 400 pagine al posto di 800, ma organizzando tutto in maniera appropriata e tagliando tante cose superflue per l'economia della storia.

Dopo questo sproloquio che ho scritto quando ero arrabbiata, voglio dire che la parte finale è bella, non soddisfacente ma bella, e lascia tutto un pò appeso....sicuramente l'autore riprenderà i fili della storia da dove l'ha terminata.

Assegno 3 stelline anche se sono delusissima.

9 commenti:

  1. ciao, comprendo il tuo stato d'animo, soprattutto se hai atteso tanto per questo libro. Io l'ho letto subito dopo Brisingr, in quanto il terzo libro l'ho comprato con forte ritardo sull'uscita in libreria. Beh il ritmo è migliore del terzo, però ha troppe parti noiose e inutili. Per quanto riguarda Roran anche io ho notato certe assurdità, ma il personaggio è lo stesso maggiormente carismatico rispetto ad Eragon. Il finale per me è troppo scopiazzato.
    Ciao
    andrea
    www.compagniadeldado.it

    RispondiElimina
  2. Di cose assurde ce ne sono tante, a cominciare dalla spada di Angela che misteriosamente compare e misteriosamente sparisce dalla scena e finendo con Angela stessa. Guarda caso c'è sempre qualche deus ex machina che risolve una situazione senza via d'uscita, tranne che alla fine perché l'autore voleva una conclusione in stile Tolkien...
    Se uscirà un quinto libro non lo comprerò.
    Sono deluso e amareggiato dal finale che mi ha mandato di traverso la lettura.

    RispondiElimina
  3. Io piuttosto non ho capito il titolo del libro, infatti non l'ho ritrovato nemmeno una volta all'interno della storia.

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti, per rifarmi della delusione di Inheritance, ho iniziato la saga della De Mari, partendo dal libro L'Ultimo Elfo, ora sto iniziando il terzo libro, ossia Gli Ultimi Incantesimi. Lo stile della De Mari è totalmente diverso dal classico fantasy, siamo più sull'epica. Personaggi caratterizzati molto bene, dialoghi semplici, ma profondi, direi che sono libri travolgenti.
    saluti
    Andrea
    www.compagniadeldado.it

    RispondiElimina
  5. Non c'è nulla di copiato; non so se qualcuno di voi abbia veramente letto Tolkien o gli altri autori a cui attribuite le parti che non vi sembrano nel suo stile, ma se l'avete fatto, allora vi prego: rileggetelo e imparate a capire quello che leggete così non accuserete ingiustamente saghe ben riuscite. Non pensate che magari quello che voi definite "noioso" è un effetto di staticità e ricercatezza voluto dall'autore? Credete che veramente uno scrittore si metta a buttare giù righe a caso senza chiedersi prima se vuole donare un aspetto dinamico o statico? La saga di Paolini è molto ben riuscita, il finale è stato emozionante e ogni parte del libro era esattamente come doveva essere... Vorrei inoltre far notare che potete dire fino a quando avete voglia che il libro fa cagare, anche se io non sono assolutamente d'accordo, ma non avete il bennché minimo diritto di insultare l'autore. Tra l'altro, vi faccio un piccolo appunto: per scrivere in italiano bisogna imparare a usare accenti e apostrofi, possibilmente senza piazzarli a caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo,
      prima di tutto voglio ricordarti che le recensioni sono soggettive e non c'è alcun bisogno di rispondere in modo così aggressivo, a me il libro è piaciuto a metà(non ho detto che fa cagare, sono rimasta molto delusa visto il tempo che ho aspettato per leggere la fine) e rispetto agli altri tre che mi hanno molto entusiasmata, credo che questo capitolo conclusivo non sia all'altezza. Mi fa molto piacere che a te sia piaciuto...

      Elimina
  6. Quando si arriva alla conclusione di una saga come questa o Harry Potter è difficile trattenere le lacrime sapendo che dopo l'ultimo libro non ci sarà più niente, queste straordinarie avventure rimarranno soltanto nel nostro cuore... Ma se in HP ci si lascia con un finale sereno in Inheritance il finale ti lascia quell'amaro in gola difficile da digerire e che macchierà per sempre la saga... Anche in Eldest e Brisingr trovavo la cura maniacale delle descrizioni e dei particolari di Paolini un po'noiosa, difetto reso ancora più evidente nel quarto libro, in cui le pagine potevano tranquillamente essere 600 tagliando parti inutili come l'assedio di Arughia! 3000 pagine di Galbatorix di qua Shurikan di là e poi i due muoiono in una ventina di pagine e, stesse errore di Harry Potter, con una morte assurda!! Subito dopo la morte del tiranno il libro doveva durare altre 20/30 pagine e basta, invece Paolini la tira lunga in pagine che sembrano non finire mai e spesso più inutili che altro! Olimpiadi per Urgali?!? Non parliamo poi delle storie "d'amore" tra Arya e Eragon e Murtagh e Nasuada... Murtagh che affianca Nasuada al trono e Arya ed Eragon che ricostruiscono Vroengard liberandola dal veleno e creando la nuova città dei draghi sarebbe stato forse chiedere troppo, ma a qualcosa di simile potevamo avvicinarci! Un momento, manca qualcosa... La cintura di Beloth il Savio?!? Che fine ha fatto?? E Angela, dopo che per tutti e 4 i libri si scopre aver potenzialità immense il personaggio non è per niente approfondito... Altro piccolo appunto, l'immortalità di Roran è clamorosa, farlo morire sarebbe stato eccessivo ma credo che una bella ferita ci poteva stare! Doveroso leggerlo, ma questo amaro in bocca non mi piace... Ho letto il libro in meno di un giorno, ma mi lascia un po'deluso.. Sto pensando di scrivere io il quinto capitolo della saga! Ahaha! Sé onr sverdar sitja hvass!

    RispondiElimina
  7. ok, ho capito che siete tutti delusi e io ,il solito avvocato delle cause perse, ancora una volta vengo a fare il bastian contriario!!!!!!!!!!! Sarà che ho solo 13 anni e certe cose le capisco poco ma dubito che roran sia immortale, infatti nel libro si dice che eragon lo protegge con la magia. in compenso saphira ancora una volta tira tutti fuori dai guai ( se io sono l'avvocato delle cause pese lei è la madrina dei condannati a morte)e questo è ripetitivo ma anche rassicurante.

    PS: ne aprofitto per chiedere se ci sarà una recensione su cronache dell'era oscura. quella saga è tanto bella che quando ho finito l'ultimo libro ho pianto non di commozione, ma perchè era finito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Rispondo all'ultimo Anonimo a distanza di tempo. Ecco forse ti è piaciuto perchè sei un adolescente, e a quella fascia di età può andar bene. Ma non tutti sono ahimè giovini e acerbi come te e pretendono qualcosa di meglio da uno scrittore osannato come Paolini. Per quanto riguarda l'accostamento a Tolkien, ahimè in alcuni momenti non si può negare che prenda spunto, anche se secondo me gli spunti son più da ricercare nella saga di Star wars, ma non è detto che sia per forza un male. Bisogna vedere come sviluppi certi spunti. Ahimè questo libro fu per me una forte delusione, peccato per come erano stati costruiti i primi due numeri che meritavano fine migliore.
    Saluti
    Andrea

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...