martedì 4 agosto 2015

RECENSIONE: I Regni di Nashira 4 - Il destino di Cetus di Licia Troisi



Buongiorno e buona lettura! ^^
La serie è composta da (clicca per le mie recensioni):



Titolo:I Regni di Nashira 4 - Il destino di Cetus
Autore: Licia Troisi
Pagine: 400 Prezzo: 19.00 €
Editore: Mondadori Chrysalide
Data di pubblicazione: 28 Aprile 2015

Trama


 Talitha ha oltrepassato il confine che da millenni separa i popoli della superficie di Nashira dagli Shylar, gli esseri immortali che dimorano nel sottosuolo.Laggiù, dove il tempo è un eterno presente, si nasconde la chiave che forse potrà fermare le esplosioni di Cetus, il sole che ciclicamente distrugge ogni forma di vita in un’apocalisse di fuoco.Intanto un arcano incantesimo ha riportato in vita Saiph per ricongiungerlo a Talitha e ai guerrieri che la accompagnano nella missione.Nei meandri di Shyla scopriranno un mondo multiforme e traboccante di vita, abitato da animali feroci e creature simili a divinità.L’energia magica che lo pervade è governata da regole misteriose e l’enigmatica Nera, guida spirituale degli Shylar, farà qualsiasi cosa per preservarla, a costo di allearsi con l’essere più abietto che calpesta la terra di Nashira: Megassa, padre di Talitha che ha votato la sua vita alla distruzione della figlia e dei suoi alleati…



E dopo più di quattro anni dall’inizio della pubblicazione de “I regni di Nashira”, eccomi finalmente a parlarvi dell’ultimo volume. Lo ammetto, la lettura di questa serie è stata un parto perché non mi ha mai convinta del tutto e ho faticato un po’ a terminare questo quarto volume.

        **********attenzione spoiler per chi non ha letto il terzo libro***********
Saiph, tornato misteriosamente in vita dopo la sua pubblica esecuzione, prosegue incessantemente la sua missione: cercare di salvare Nashira dall’esplosione che avrebbe raso al suolo tutto distruggendo la vita sulla terra. Insieme a Talitha, a Melkise e a Verba, il mistero dei soli viene finalmente svelato mentre il tempo loro disposizione sta per esaurirsi. Tra la guerra civile e la disperata missione dei protagonisti, la storia si conclude in modo convulso.

Parto dicendo che generalmente tutta la serie, nonostante la mia fiducia nell’autrice, non mi ha conquistata, come lettrice sono sempre rimasta lontana dai sentimenti e dalle motivazioni dei protagonisti. Francamente mi è venuto il dubbio che mi sia scocciata dei fantasy di questo genere ma mi è bastata una rilettura, fatta dopo parecchi anni, delle “Cronache del Mondo Emerso” sempre della Troisi, per rendermi conto che probabilmente è la storia di Saiph e Talitha a non convincermi perché ho riapprezzato molto Sennar e Nihal nonostante avessi già letto le loro avventure.
Ritornando a questo volume conclusivo dei “Regni di Nashira”, generalmente non mi è dispiaciuto completamente nonostante abbia fatto abbastanza fatica a terminarlo. Ho apprezzato la parte centrale e finale della storia che è molto convulsa e articolata perché ci sono anche varie morti e non tutto è un “e vissero felici e contenti”. Della serie: viva i finali intensi! Per il resto il libro scorre senza lasciare traccia nella mente, infatti solo un paio di giorni dopo la fine della lettura dovevo concentrarmi per ricordare cosa era accaduto.
Ora lo posso affermare con certezza: il problema del libro e dal mancato mio coinvolgimento nella storia è imputabile ai personaggi. Talitha mi è rimasta antipatica fino alla fine e Saiph ha continuato a sembrarmi troppo buono e perfetto. Sapih è la versione estremamente buonista del mio amato Sennar, perché almeno lui Nihal l’ha mandata male quando se lo è meritato, invece, per Saiph, Talitha è priva di difetti ed è idealizza in modo eccessivo. D’altro lato Talitha è o una ragazzina capricciosa che vuole sempre fare di testa sua, o una guerriera determinata, oppure una donna matura capace di ragionare ma, queste versioni di Talitha sono poco armonizzate e la fanno sembrare tre personaggi diversi in uno perché non ci sono sfumature nel mezzo: un momento è una cosa, il momento dopo per magia cambia. Si vede che Talitha non mi è proprio piaciuta?
Quindi, i protagonisti, tra le somiglianze con gli altri personaggi della Troisi e la loro tipizzazione quasi statica e poco credibile, non mi hanno permesso di godermi la storia e la lettura. Gli unici personaggi che sembravano essere un tantino più interessanti, vedi Melkise e Nera, sono stati relegati a un ruolo marginale senza essere approfonditi.
Oltre a questi problemi con i personaggi ho notato anche che ci sono molti particolari dati per scontato e troppi viaggi avanti e indietro per i vari regni a volte neanche veramente motivati.
Insomma, tirando le somme, questo quarto e ultimo libro della serie è un “ni” neanche troppo convinto: la conclusione della storia non è male ma i personaggi sono un NO bello grande e quindi ho deciso di assegnare tre stelline consigliando la lettura a chi non ha mai letto nulla della Troisi o è un neofita del genere fantasy.

Lya



2 commenti:

  1. Ciao ragazze, buona estate!
    Ho iniziato anche io a leggere I Regni di Nashira di Licia Troisi, ma purtoppo non li ho trovati accattivanti con le Cronache del mondo emerso o le guerre del mondo emerso, che invece mi sono piaciute un sacco, e sono entrati a far parte della mia personale libreria dei best seller fantasy! Sono d'accordo con la tua recensione Lya!

    Sono passata anche per segnalarvi, o per chiedervi se vorreste segnalare, il Giveaway che sta avendo luogo sul mio blog. In palio ci sono molti ebook! Vi aspetto. Un abbraccio fortissimo.

    by Roby
    Blog Dolci&Parole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che la Troisi si rifaccia con i prossimi libri perché mi sta decisamente deludendo....

      Elimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...