mercoledì 19 agosto 2015

RECENSIONE: Il trono di spade 3. Tempesta di spade-I fiumi della guerra-Il portale delle tenebre di Geroge R.R. Martin.

Buon pomeriggio e buona lettura! Questa recensione l'hoscritta lo scorso annoe ed è sparita nei meandri del mio pc... quindi la pubblico con un "pochino" di ritardo! XD

Titolo:Tempesta di spade-I fiumi della guerra-Il portale delle tenebre
Autore: George R.R. Martin
Pagine: 1224
Prezzo: 17 euro
Editore: Mondadori
Serie: Le cronache del ghiaccio edel fuoco #3

Trama
Dopo la morte di re Renly Baratheon gli avversari che si contendono il Trono di Spade sono ridotti a quattro. Il gioco di alleanze, inganni e tradimenti si fa sempre più spietato, sempre più labirintico, e l'ambizione dei contendenti non ha limite. Sui quattro re e sui paesaggi già devastati dalla guerra incombe la più terribile delle minacce: dall'estremo nord un'immane orda di barbari e giganti, mammut e metamorfi sta lentamente scendendo verso i Sette Regni. E con il "popolo libero" dei bruti, un pericolo ancora più spaventoso si avvicina: gli Estranei, guerrieri soprannaturali che non temono la morte. Perché alla morte già appartengono... Gli indeboliti, dilaniati guardiani della notte sanno che i loro giorni potrebbero essere contati. Spetterà a Jon Snow, il bastardo di Grande Inverno, ergersi per una disperata, eroica, ultima difesa. Forse, la guerra per il potere supremo è ancora tutta da giocare. Questa edizione presenta in un volume unico "Tempesta di spade", "I fiumi della guerra" e "Il portale delle tenebre", corrispondente al Libro terzo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, così come concepito dall'autore.



Ormai è diventato un appuntamento fisso: è il terzo luglio che dedico una buona parte del mese alla lettura dei libri delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Ho iniziato due anni fa con "Il trono di spade e Il grande inverno" ho proseguito nel luglio del 2013 con "Il regno dei lupi e La regina dei draghi" quindi eccomi qui con l'imponente terzo libro che comprende "Tempesta di spade, I fiumi della guerra e Il portale delle tenebre". Più di 1000 pagine che mi hanno permesso, dopo un iniziale confusione, di calarmi nuovamente nella lotta per la conquista del trono di spade.
Non mi soffermerò sulla trama perché voglio evitare a tutti i costi gli spoiler, quindi parto direttamente con le mie impressioni.

Inutile negare il fatto che durante la lettura delle prime 100 pagine sono andata in crisi totale: pensavo di ricordare tutti i nodi principali della storia ma invece mi sbagliavo. Non mi vergogno di dire che alla fine sono andata a fare un salto su wikipedia per rinfrescarmi la memoria su alcuni avvenimenti presenti nella "Regina dei draghi". Personalmente ricordavo molto bene gli avvenimenti relativi a  Daenerys, Jon Snow, a Tyrion a Sansa e ad Aria. Invece avevo un vuoto per Bran, Catelyn e Davos. Insomma molte cose le ricordavo, ma parecchi particolari mi sfuggivano e alla fine ho barato e ho rivisto alcune cose per poi ricominciare con la lettura del libro.
Troppe cose da tenere a mente dopo un anno!
Passando al mio pensiero sull'immenso libro, devo dire che ho trovato la prima parte lenta e poco densa di avvenimenti mentre, dalla metà del libro in poi, dovevo leggere con molta calma per non perdermi tra morti, tradimenti e intrighi vari che andavano da nord a sud. Su internet ho visto tantissime meme relativi alla passione di Martin per le morti fantasiose ma non le avevo realmente capite...fino a questo momento.
Il cuore del libro arriva dopo le 500 pagine dove iniziano a muoversi più ingranaggi, ci sono moltissimi colpi di scena, alcuni che mi ero spoilerata volontariamente, altri che sono stati una vera e propria sorpresa. Per digerire tutto quello che succede ci vuole un po' anche se ormai mi ero fatta l'abitudine per quanto riguarda i diversi punti di vista che si susseguono in modo incessante.
Personalmente continuo a preferire in modo particolare alcuni personaggi e le loro avventure: mi piacciono molto Tyrion, Jon e Arya e in questo libro si è riabilitata Sansa che prima non sopportavo, mentre mi hanno annoiato i capitoli di Catelyn. Ogni personaggio ha uno stile diverso, un lessico differente e dei pensieri davvero molto vari quindi non c'è di che annoiarsi, questo è poco ma sicuro!
Ho ritrovato nuovamente la ripartizione tra mondo maschile e mondo femminile che diventa sempre più forte ed evidente rispetto i libri precedenti ma fortunatamente ci sono Arya, che è una ragazzina al confine tra i due mondi, e Daenerys. Le altre donne invece sono quasi completamente in mano agli uomini con poche libertà e poche persone di cui fidarsi, e in questa categoria ho ritrovato anche Cersei.
Gli uomini sono invece in mezzo a guerre, complotti e segreti ben nascosti che determineranno il destino del tanto desiderato trono di spade.

Ho deciso quindi di assegnare quattro stelline e mezzo al libro perché la prima parte è lenta e faticosa da leggere mentre il resto è davvero molto intrigante.

Lya
 

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...