17 aprile 2011

RECENSIONE: Il Profumo del Sangue DI Nalini Singh

Buon pomeriggio,
come giá anticipato venerdì scorso, nella rubrica What’s next, oggi vi diró cosa ne penso di una delle ultime pubblicazioni della Nord, un urban Fantasy dedicato agli adulti che ha fatto parlare di se nell’ultimo mese.


Titolo: Il Profumo del Sangue

Autore: Nalini Singh

Pagine: 400
Prezzo: € 18,60
Editore: Nord
Data d’uscita: 10 febbraio 2011

Trama
Cento anni di schiavitù in cambio della vita eterna: il patto tra un uomo che vuole diventare vampiro e l’angelo che decide di Crearlo sembra vantaggioso, ma cento anni sono molto lunghi… ed è compito dei Cacciatori rintracciare e restituire ai padroni i vampiri che fuggono prima del termine. A New York, nessuno svolge questo lavoro meglio di Elena Deveraux, perché lei possiede la capacità innata di «fiutare» la brama di sangue. Ed è proprio grazie al suo straordinario dono che viene scelta da Raphael, l’arcangelo della città, per un incarico pericolosissimo: trovare e neutralizzare Uram, un angelo che si è trasformato in un efferato assassino. Sebbene nessun umano abbia mai affrontato un essere così potente, Elena non può tirarsi indietro, perché la punizione per aver disobbedito sarebbe peggiore della morte. E, come se ciò non bastasse, la Cacciatrice deve difendersi anche dallo stesso Raphael, che le ha proposto di diventare la sua nuova amante. Tutti sanno che gli immortali si servono degli umani soltanto per divertirsi, e lei non vuole certo lasciarsi trattare come un oggetto. Ma Elena non può immaginare che, a volte, persino gli arcangeli s’innamorano...

Mia Recensione
E dopo i vampiri, i licantropi, e vari mutaforma arrivano gli Arcangeli! Ebbene si, nonostante il titolo del libro implichi il sangue quindi faccia venire subito in mente ormai solo i vampiri, in questo caso sono implicati anche angeli e soprattutto gli arcangeli!
Ma le creature angeliche, in questo romanzo, si discostano notevolmente dalla comune idea che viene associata agli angeli di saggezza, purezza, bontà … l’unica cosa che rimane invariata sono le splendide ali che li contraddistinguono, perché tutto il resto è davvero molto lontano dall’immaginario collettivo.

Nel Sapore del Sangue infatti gli arcangeli sono i padroni del mondo, potentissimi e bellissimi che comandano la gerarchia di creature che mette al di sotto delle loro persone gli angeli, i vampiri, che restano schiavi dei loro creatori angelici per 100 anni e poi gli umani, sempre ultimi e molto poco considerati.
Insomma si mette sempre e comunque male per gli umani, sempre troppo deboli, ovviamente ci sono delle eccezioni , infatti i cacciatori nati hanno delle abilità supplementari che li permettono di poter appunto cacciare i vampiri che si ribellano agli angeli padroni prima che i 100 anni siano scaduti.

La nostra protagonista Elena, è appunto una cacciatrice, una delle migliori, che nella storia viene ingaggiata in maniera abbastanza forzata dall’arcangelo della città di New York, Raphael, letale e bellissimo non per catturare un vampiro fuggiasco ma per dare la caccia ad un altro arcangelo Uram che degenerando nei suoi comportamenti è  diventato molto pericoloso, un assassino assetato di sangue.
Ovviamente tra Raphael  ed Elena la tensione sessuale è molto alta sin dall’inizio, ma la protagonista non ha intenzione di cedere … chissà a cosa porterà tutto questo!
Sia dia avvio quindi ad una caccia con risvolti letali e sensuali che coinvolgeranno Elena in tutto il suo essere!

Cosa dire di questo libro, sinceramente non so se mi è piaciuto o meno, ci sono molti alti e bassi che mi mettono in difficoltà.
Per quanto riguarda la storia è carina e come ho detto ho apprezzato l’originalità, però ho notato che spesso la trama e dribblata, completamente dimenticata, infatti ci si sposta sulla relazione sensuale tra i due protagonisti cancellando tutto il resto. Diciamo che l’autrice non è stata in grado di amalgamare la storia con lo sviluppo dei personaggi, privilegiando ora uno e ora l’altro.

Lo stile è un po’ confusionario e ripetitivo, dopo le prime 60 pagine circa, mi sono trovata a pensare scocciata che avevo capito che Raphael è bellissimo, potentissimo, letale ecc. ecc. però posso dire che dopo questo stallo iniziale, la situazione migliora notevolmente anche se di tanto in tanto di nuovo spunta l’elenco delle caratteristiche dell’arcangelo.

I personaggi sono ben delineati ed è molto interessante la scoperta graduale ma non completa del passato di Elena e sono ben inseriti gli squarci della lunga vita di Raphael.

In definitiva, l’inizio del libro è traumatico, ci metti parecchio ad orientarti, però dopo le prime 150 pagine inizia a coinvolgerti, ed inoltre  sono rimasta soddisfatta dalla conclusione, cosa davvero rara!

Assegno 3 stelline e mezzo.


Lya

1 commento:

  1. sai, mi sembra interessante! ottima recensione grazie=D
    un bacio!

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...