25 luglio 2011

RECENSIONE E GIVEAWAY: Black Friars. L'ordine della Chiave di Virginia de Winter

ciao ragazzi!
per iniziare alla grande questa settimana voglio porporvi la mia recensione del nuovo libro dell'autrice Virginia de Winter ed in piú voglio regalarvene una copia da leggere sotto l'ombrellone.
Enjoy!

Titolo: Black Friars. L'ordine della Chiave
Autore: Virginia de Winter
Pagine: 450
Prezzo: € 18,00

Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 15 luglio 2011

Trama
Avventura, cappa e spada; una storia d'amore passionale e tempestosa; storie di spiriti e demoni, vicende di antiche famiglie regnanti, giovani principi e figli di re; atmosfere medievali, ancestrali e cupe. Ma anche storie vere, sotto il velo nero della narrazione. Uno scenario intriso di suggestioni che riecheggiano fra i vicoli di una città affollata di esseri pericolosi e irresistibili, per i quali l’autrice si è ispirata ai fatti e ai luoghi dell’Italia dai suoi albori al mondo contemporaneo. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l'aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trovava ad affrontare ne L'ordine della spada: ma dov'è che tutto ha inizio? Axel Vandemberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Ma la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Il primo assassinio di una lunga serie. Storie dell’orrore prima di andare a dormire. Storie che si raccontano ai bambini, storie malvagie con un fondo di verità. Virginia de Winter riporta in vita il lato oscuro delle favole, la loro grottesca bellezza e l’ancestrale terrore che sono capaci di suscitare. 

Mia Recensione
Ok devo dire che questa autrice è per me una vera scoperta, non ho letto l’ordine della Spada pubblicato lo scorso anno, ma devo dire che per una serie di motivi, il libro, l’espressivitá e la trama di questo prequel, mi sono piaciuti.

Il romanzo racconta le avventure tenebrose di Axel Vanderberg, rampollo della famiglia reale e futuro re, nella sua parzialmente sconsiderata gioventù di scolaro nella Vecchia Capitale, cittá che sia per la sua conformazione che per gli avvenimenti ,terribili e sempre misteriosi, puó essere considerata  gotico – medievale.

L’inizio è consueto, Axel, assieme a suo fratello e ad altri ragazzi piú o meno della stessa etá, oltre che studiare, vanno in giro per osterie e taverne ed alcuni di loro per case di piacere, insomma si divertono, scherzano e fanno cose solite per ragazzi dai 17 ai 20 anni.
Due sono gli avvenimenti focali che fanno precipitare la situazione, l’amore puro e assoluto del protagonista per Eloise e la straziante mancanza che sente per lei e  un invito accettato, nella casa di una delle cortigiane piú conosciute e potenti, Belladore, una vampira antichissima da sempre interessata a manipolare di capi di stato. Dopo questo, nulla sará come prima, e solo Axel, per portare pace nella sua anima tormentata, potrá far luce su degli omicidi che sembrano essere compiuti da un killer amante delle favole.

Ció che mi ha maggiormente colpito del libro, a primo impatto, è il linguaggio e lo stile adoperato dall’autrice, che risulta essere elegante, raffinato, quasi d’altri tempi con l’utilizzo di parole arcaiche e di espressioni da gentiluomini.
Devo dire che la parte iniziale l’ho trovata lenta e spesso questo linguaggio cosí particolare ha reso la lettura piú articolata e complessa, fa certamente piacere cambiare registro linguistico da uno semplice a cui siamo abituati ad uno piú ricco e forbito, ma credo che l’avrei trovato piú scorrevole se fossero state smaltite alcune terminologie, forse troppo auliche, con alcune piú colloquiali non tanto nei dialoghi,che comunque risultano sempre armoniosi e ironici, ma quanto nei pensieri del protagonista e nell’atto della narrazione vera e propria.
A partire dalla metá del libro peró, la situazione è drasticamente cambiata, volevo sapere a tutti i costi come sarebbe andata a finire la questione e il linguaggio è diventato decisamente piú familiare e veloce da leggere.

Nella narrazione sono descritte tantissime emozioni che ti colpiscono, dall’amore puro con un risvolto oscuro e pericoloso di Axel per Eloise, all’affetto fraterno e duraturo tra il protagonista e suo fratello Bryce, all’amicizia e lealtà con gli altri personaggi, fino all’onore e all’orgoglio. Davvero una vasta gamma di sentimenti che coinvolgono il lettore e che sono espressi meravigliosamente!

Un altro piccolo difettuccio, oltre l’inizio lento, riguarda i delitti narrati durante tutta la storia, che visti nell’insieme sono assolutamente originali e davvero terrificanti,ma forse sono troppo diluiti nel testo e risultano, nella parte iniziale, troppo poco importanti per i protagonisti, che non li reputano degni di nota e si limitano a guardarli e giudicarli con distaccato interesse, e quindi per lasciare una traccia nella mente del lettore che rimanga nel tempo,  alle volte occorre sforzarsi per ricordarli e mettere quindi ordine ai propri pensieri e capire fino in fondo lo sviluppo della storia.
Dando un parere finale, penso che quest’autrice italianissima sia davvero una promessa del fantasy con risvolti gotici, sia per il suo stile molto particolare, sia per la costruzione delle sue storie, sia per l’originalitá con cui utilizza in modo differente dei personaggi, come vampiri e demoni, cosí ormai sfruttati fino all’inverosimile.
Assegno 4 stelline e mezzo e lo consiglio sia ad un pubblico giovane sia ad uno adulto che sa apprezzare le storie romantiche ma anche cariche di pathos ed emozioni forti.


adesso passiamo al GIVEAWAY!  Ringrazio la Casa Editrice Fazi per la sua cortesia e disponibilitá nel mettere a disposizione una copia del libro da potervi regalare.
<a href=" http://bookland89.blogspot.com/2011/07/recensione-e-giveaway-black-friars.html "><img src="http://host.presenze.com/thumb-61396.jpg" border="0" alt="host.presenze.com - click to view full image"></a>
Cosa dovrete fare per partecipare?
  • Diventare follower del blog (potete farlo dalla colonna sinistra cliccando su: Segui questo sito), controlleremo personalmente la vostra adesione al blog.
  • lasciare un commento sotto questo post scrivendo una citazione di un libro o film che vi è piaciuto che ha come tema o l’amore puro o l’amore profano, quello che vi va piú a genio tra i due. Sbizzarritevi come volete!! 
  • pubblicizzare il GA su Facebook o Anobii o inserendo il bannerino sul vostro sito o blog. 
Le citazioni che sceglierete potranno essere brevi o lunghe, non dovranno essere troppo hot e dovranno essere seguite da autore e titolo del libro o del film.
Ecco come si svolgerá questa volta l'estrazione: tra le vostre citazioni  Isy ed io sceglieremo a nostra discrezione 6 che ci colpiscono maggiormente e tra quelle selezionate estrarremo a sorte il o la fortunata.
il giorno prima dell'estrazione a sorte pubblicheremo le sei citazioni in un post apposito.

vi voglio aiutare, Isy é la piú romantica tra le due ed invece io adoro lo stile gotico piú cupo e tormentato :P
Speriamo che questa idea possa piacervi!
Divertitevi ed in bocca al lupo a tutti!!

P.S. nel caso in cui non riusciate a commentare o a diventare follower provate ad utilizzare i browser Mozilla o google chrome e i problemi si dovrebbero risolvere.

avrete tempo di partecipare fino al 7 agosto.

CHIUSO

Lya

23 commenti:

  1. Sento parlare ovunque di questo libro e mi ha molto incuriosita! Ho condiviso il banner:
    http://lamiapassioneilibri.blogspot.com/

    Come citazione, sarò scontata non so, ma non posso non citare William Shakespeare e il suo sonetto 18:

    "Ti comparerò dunque a giornata d'estate?
    Tu sei ben più leggiadro e meglio temperato:
    Ruvidi venti sferzano i soavi boccioli di maggio
    E il termine d'estate troppo ha breve durata;
    Troppo ardente talvolta splende l'occhio del cielo,
    E sovente velato è il suo aureo sembiante,
    E ogni bellezza alla fine decade dal suo stato,
    Spoglia dal caso, o dal mutevole corso di natura:
    Ma la tua eterna estate non potrà mai svanire
    Né perdere il possesso delle tue bellezze,
    Né la Morte vantarsi di averti nell'ombra sua,
    Poiché tu crescerai nel tempo in versi eterni.
    Sin che respireranno uomini, e occhi vedranno
    Di altrettanto vivranno queste rime, se a te daranno vita."

    Incrocio le dita!! :)

    RispondiElimina
  2. Adoro questo sonetto, mi fa pensare a Heath Ledger T____T
    Mi piacerebbe davvero vincere questo libro, perciò ho perso un'ora indecisa fra i miliardi di frasi che potevo scegliere di uno dei miei libri preferiti, un classico che sicuramente tutti avrete letto: "Cime Tempestose". *__________*

    <>

    ho fatto pubblicità su FB:
    http://www.facebook.com/pages/Noi-che-amiamo-Alec-Lightwood/184384438246063?ref=ts
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1818476830
    http://www.facebook.com/profile.php?id=100000961212530

    gabryiele@hotmail.it

    RispondiElimina
  3. Non mi ha scritto la citazione -.-


    Possa svegliarsi fra i tormenti! - gridò Heathcliff con una spaventosa veemenza, picchiando i piedi, ruggendo di dolore in un improvviso parossismo d'irresistibile passione. - Sì, sì, bugiarda fino alla fine! Dov'è dunque? Non là... non in cielo... scomparsa, dove? Ah, tu dicevi che non t'importava nulla delle mie sofferenze! Ed io faccio una preghiera, e la ripeterò fin che la mia lingua si secchi: Catherine Earnshaw, possa tu non trovar mai riposo fin ch'io vivo! Tu dici che io ti ho uccisa: tormentami, allora. Le vittime perseguitano i loro assassini, io credo. Io so di fantasmi che hanno errato sulla terra. Sta sempre con me... prendi qualunque forma... rendimi pazzo! Ma non lasciarmi in questo abisso, dove non ti posso trovare! Oh Dio, è impossibile! Non posso vivere senza la mia vita, non posso vivere senza la mia anima!

    RispondiElimina
  4. Ho scelto un passo da un libro che amo molto, Orizzonte perduto di Hilton.
    "Il suo amore non chiedeva nulla, neppure una risposta; era un tributo all'intelletto, e i sensi vi aggiungevano soltanto una lieve fragranza. Quella fanciulla era per lui il simbolo di tutto ciò che è fragile e delicato; la sua gentilezza stilizzata, il tocco delle sue dita sulla tastiera, gli davano un senso di intimità che lo appagava completamente. Le aveva parlato qualche volta in un modo che, se lei avesse voluto, li avrebbe condotti a una conversazione meno formale; ma le sue risposte non infrangevano mai la squisita riservatezza dei suoi pensieri..."

    E qui è dove ho condiviso il Giveaway:
    http://cronachedallagalassia.blogspot.com/
    http://www.facebook.com/elisewin.va
    http://twitter.com/#!/Aliena164

    RispondiElimina
  5. sto provando da un po' a vincere questo libro, devo dire che mi interessa, poi ne parlano tutti bene (tu dai 4 stelline e mezzo.. e pur sempre quasi il massimo XD)

    Io mi sento di scegliere passaggio del libro/film P.s. I Love You di Cecelia Ahern:
    P.s. Ti amo, Holly, e so che anche tu mi ami. Non hai bisogno delle mie cose per ricordarti di me, non hai bisogno di conservarle come prova del fatto che sono esistito e che esisto ancora nella tua mente. non hai bisogno di mettere i miei maglioni per sentire il mio abbraccio. Io sono già lì... e ti tengo sempre abbracciata.

    Ho condiviso il link qui:
    http://twitter.com/#!/OraDavi/status/95471875852996608

    mail: davide.zilli@hotmail.it

    RispondiElimina
  6. Ma possiamo mettere solo una frase????peccato!!!
    ecco la mia:
    "Addio, mia canzone sotto la luna e mio respiro, mie notti bianche e giorni d’oro, mia acqua fresca e mio fuoco. Addio. Che tu possa trovare conforto e una vita migliore e, quando l’alba occidentale illuminerà ancora una volta il tuo viso adorato, sii certa che quello che ho sentito per te non è stato invano. Addio... e abbi fede, mia dolce Tatiana."
    (Cavaliere d'inverno) Paullina Simmons
    minicicciola
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1536812969

    RispondiElimina
  7. "-Juli, mi ami?- L'eco ripeté mille volte le sue parole. Anjuli rise, ma con tanta dolcezza e tanto amore che Ash sentì il cuore balzargli nel petto; rispose poi contro l'orecchio di Ash troppo a bassa voce perché l'eco potesse impadronirsi delle sue parole: -Come puoi chiedermelo quando sai che ti ho amato per tutta la vita. Sì, da sempre! Fin dal primo giorno.-"

    Questo brano è tratto da "Padiglioni lontani", di M. M. Kaye, una delle più belle storie d'amore contrastato di cui abbia mai letto.
    Ho condiviso il Giveaway su Facebook: http://www.facebook.com/profile.php?id=100000288306777

    RispondiElimina
  8. iniziamo con la frase, siccome ieri ho visto il film Sweet November propongo una frase del suddetto
    "La sola cosa che ci resta è il ricordo che tu avrai di me... e io ho bisogno che questo ricordo sia intenso e bellissimo. se te ne vai ora il tuo ricordo di me sarà perfetto... tu sei la mia immortalità." mi ricorda l'ode di orazio non omnis morior bella bella!! non è romanticissima? *.*

    ho condiviso su facebook
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1513842428

    banner nel mio blog
    http://theskyboulevard.blogspot.com/

    email susimarcone@gmail.com

    RispondiElimina
  9. Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso. Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba di un tavolo o se un quadro si stacca dalla parete. Ma il cuore, quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio.
    Se tu mi vedessi ora di Cecelia Ahern (2005)

    RispondiElimina
  10. link di condivisione... dimenticato di inserirlo ._."
    http://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=210653022319463&id=1830120799

    RispondiElimina
  11. cosa c'è di più puro che l'amore tra genitore e figlio...appena ho letto il compromesso XD per il giveaway, mi è subito venuto in mente questo...amabili resti....io adoro quel libro, ci ho versato tante lacrime e ci ho pure sorriso tanto....ma la frase che posto viene dal film...ogni volta che la sento mi mette i brividi...e mi fa pensare che la fuori esistono genitori cosi magnifici, come l'uomo di questa storia!!!!
    ''Ma c'era una cosa che il mio assassino non poteva capire. Dove può arrivare l'amore di un padre... per la propria figlia.''
    forse per alcuni non è nulla di che, ma io la trovo bellissima!!!!
    anche se credo non è proprio quello che intendi :) ci ho provato comunque!!!!!
    qui è dove condivido il giveaway :)

    http://www.facebook.com/pages/Bookland-viaggiando-tra-i-libri/199507450064170?sk=wall#!/elisa.mannai

    RispondiElimina
  12. dopo aver pubblicizzato su fb e sul blog non mi resta che citarvi:
    "L'amore: ecco la parola sacra ancora capace ed efficace da lanciare alle anime" di Luisa Margherita Claret de la Touche ovvero una religiosa.
    perchè secondo me non esiste cosa più totalizzante dell'amore e se si guarda da vicino anche il "vestito" amor profano sotto sotto si sveste e si ritrova solo la voglia di amore sacro!
    l'amore smuove tutto, nulla gli è impossibile e per amore si fanno anche le cose più terribili!

    RispondiElimina
  13. ‎Spero vi paiccia...

    "Non hai paura che fra un anno te ne vai?"
    Di fronte a me, sulla finestra, c'è una piccola zona in cui il vetro è appannato. Ci dev'essere un guasto da qualche parte. Ne approfitto. Avvicino il dito. Scrivo "no". O meglio, scrivo un pastrocchio che io e te sappiamo significa no.
    Vedo la delusione che provi. Il colpo che subisci.
    "Non hai paura che possa non esserci niente, dopo?"
    Ancora col dito sottolineo il "no". Sei sempre più segnata dalle mie risposte. Forse anche dalla decisione con cui ho tracciato la riga. Ti trema il labbro di sotto.
    "Quindi non ti spaventa che ci separiamo?"
    Ora traccio un quadrato intorno al "no". Mi guardi incredula, indignata. Sbatti le palpebre. Non riesci a controllarti.
    "Mi stai dicendo che non ti preoccupa lasciarmi da sola?" Questo l'hai detto usando la voce. A un volume per cui in tanti si sono voltati.
    "Solo un po'." ti dico io continuando invece a non aprire bocca.
    Ora ti scendono calde sulle guance. Sei scossa dai tuoi singhiozzi. Mi specchio nei tuoi occhi. Se tu mi vedessi come mi vedo io non saresti così sconvolta. Invece lo sei. Finisco il mio pensiero:
    "Vado solo ad aspettarti per la prossima vita."

    "La neve se ne frega" di Luciano Ligabue.

    Condiviso sul blog
    http://langolodeilibri.blogspot.com/

    RispondiElimina
  14. sono follower
    condivido su fb
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1436537413

    L'amore è come il vento: non lo vedo ma lo percepisco." dal film "I passi dell'amore" Nicholas Sparks...
    uno fra i miei preferiti!
    Carmen Melfi
    jasminem2004@hotmail.com

    RispondiElimina
  15. Uno dei momenti più belli di questo libro:
    Se i vostri sentimenti sono gli stessi di Aprile ditelo ora. Il mio affetto ed i miei desideri sono immutati. Ma una Vostra parola mi farà tacere per sempre. Se invece i Vostri sentimenti fossero cambiati devo dirvelo… Mi avete stregato anima e corpo e Vi amo, Vi amo, Vi amo e d'ora in poi non voglio più separarmi da voi.
    Jane Austen - Orgoglio e pregiudizio

    Cross Fingers!

    RispondiElimina
  16. ho condiviso qui:

    http://lenostrestorie.forumfree.it/

    https://www.facebook.com/profile.php?id=100002395526078&sk=wall#!/profile.php?id=100002395526078&sk=wall

    https://www.facebook.com/pages/Le-nostre-storie/179324212113473

    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3168387#new_thread

    questa è la mia citazione:
    Dio buono...le iridi avevano lo splendore incolore dei diamanti, il loro fulgore le ricordava la luna d'inverno in una notte senza nubi.
    Per la prima volta in vita sua rimase paralizzata dallo sconcerto.
    Avvinti da quello sguardo, era come se chirurgo e paziente fossero legati fisicamente, uniti, intrecciati, indivisibili....

    Lover Unbound
    J.R. Ward

    RispondiElimina
  17. Sarò prolissa, sappiatelo ù.ù

    "Nello spazio di tre secondi l'aveva già battezzata melone, ananas, ulivo, smeraldo, volpe nella neve; non sapeva se l'avesse udita, gustata, vista o tutte e tre le cose insieme. (Pur senza interrompere il racconto neanche per un attimo, ci sia qui concesso di osservare di sfuggita che a quell'epoca le immagini di Orlando, in accordo coi suoi sensi, erano di un'estrama semplicità, e si ispiravano per lo più a cose di cui aveva amato il sapore da bambino. Ma per quanto elementari, i suoi sensi erano estremamente vigorosi. Indugiare, quindi, a chiederci il perchè delle cose sarebbe del tutto fuori luogo) ... Un melone, uno smeraldo, una volpe nella neve - così delirava fissando attonito. Quando il ragazzo, poichè, ahimè, era certo un ragazzo - nessuna donna sui pattini sarebbe mai stata tanto veloce e potente - gli sfrecciò accanto quasi sulle punte, per poco Orlando non si strappò i capelli per la rabbia che quella persona fosse del suo stesso sesso e quindi di abbracci non se ne parlava nemmeno. Ma il pattinatore si avvicinò. Gambe, mani portamento erano quelli di un ragazzo, ma nessun ragazzo aveva una bocca come quella, nessun ragazzo aveva quei seni, nessun ragazzo aveva quegli occhi che parevano pescati negli abissi del mare. Infine, fermatosi per eseguire con suprema grazia una riverenza davanti al re, che si trascinava a stento al braccio di un gentiluomo da camera, lo sconosciuto pattinatore restò immobile. Era a meno di un palmo di distanza. Una donna. Orlando la fissò, tremò, ebbe caldo, ebbe freddo, provò un grande desiderio di slanciarsi nell'aria estiva, di calpestare le ghiande sotto i piedi, di agitare in aria le braccia insieme ai faggi e alle querce. In quel mentre le sue labbra si dischiusero sui piccoli denti bianchi; si aprirono di un centimetro appena, come per mordere; poi si serrarono come in un morso.
    Lady Eufrosine gli si era appesa al braccio."

    Orlando
    Virginia Woolf

    P.s. Sono diventata follower (se ho fatto le cose correttamente @.@) ed ho pubblicizzato sul blog ^^

    RispondiElimina
  18. io prendo una citazione da un libro che non mi è piaciuto molto...Ma questa parte mi colpì tanto, e mi è rimasta impressa:

    [...]al momento della creazione gli esseri umani furono creati completi,cioè contemporaneamente uomini e donne. Ma questo li rendeva troppo potenti,troppo simili agli dei che,x indebolirli,li tagliarono a metà: da una parte l'uomo e dall'altra la donna.
    Da allora,vaghiamo nel mondo abitati da una mancanza,dal ricordo confuso di quando eravamo interi. "La nostra natura originaria era una sola e noi eravamo una cosa sola. L'amore è il desiderio e la ricerca dell'unità perduta".

    Secondo me rientra nell'amore puro, è un bel modo di pensare all'amore! =)
    Il libro è: "L'amore spiegato ai nostri figli" di Nicole Bacharan, Dominique Simonnet

    Ho condiviso su FB: http://www.facebook.com/tortorina89/posts/139416096143564

    E su Google buzz: https://profiles.google.com/106863603940633071531/posts/edobW8DzrBz

    RispondiElimina
  19. Pochi libri mi attraggono in modo così forte come questo. Grazie alla disponibilità di Virginia ho letto i primi capitoli che ha messo on line e ciò ha aumentato la mia brama di averlo presto tra le mani. Intanto provo a partecipare ...
    Ho condiviso su Fb:
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1120011440
    su twitter:
    http://twitter.com/#!/anjaste
    su anobii (Anja):
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3172411#new_thread
    http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3167183#new_thread
    su google buzz:
    https://profiles.google.com/100926717753926699728/posts/hvPQUbuU68Q
    e-mail: stefania.pescali8@gmail.com
    ... e come citazione pensavo a:
    «"Dimmi che mi odi, Giulia, dimmi di andarmene, che tutto questo non ha senso, che ti faccio un mondo di male".
    "Mi fai un mondo di male, Max, ma non voglio che tu te ne vada. Non sei un gentiluomo quando ti ci metti. Fai paura. Fai rabbia. Ma non ti odio, non ce la faccio. Ti ammazzerei, ma non ti odio. E se potessi essere io a decidere, ti direi resta, resta, resta. Puoi bermi quando vuoi, così non andrai più a caccia. Sarò io la tua dispensa. Vieni quando hai fame e mordi. Posso dirti solo questo adesso".»
    «Quandro andrai via. Quando resterò sola. Ho pensato che...stavamo per farlo e sarebbe stato bello, un miracolo, un prodigio. E poi, tra meno di un mese, non ti vedrò mai più. Mi sono sentita come mi sentirò allora. Tutta la vita senza di te, e tu chissà dove, chissà con chi. Proverai queste strane sensazioni per un'altra da qualche altra parte? Tra cento anni incontrerai un'altra Giulia in una città lontana. Ti batterà il cuore e forse le racconterai che cento anni fa ti era già successo, se non ricordi male. Cento anni sono tanti... i ricordi possono ingiallirsi... Io non ricordo quasi più niente di quando ero piccola, tranne le cose fondamentali. I passaggi più tosti me li ricordo. Quelli più scioccanti o più belli. Mi ricordo quando mio padre ha tolto i ruotini alla bicicletta e per poco cadevo. Quando sono morti i miei nonni. Quando ho visto l'arcobaleno. Quando papà è andato via di casa. Quando ho letto il mio primo libro. Era la storia di una formica che fa amicizia con un bambino. Lui se la portava ovunque, in una scatola di fiammiferi. Ma bambini e formiche non possono restare amici per sempre, no? Non è mica una legge, ma funziona così. A un tratto lei va via. Sapessi quanto ho pianto per quella povera formica. Queste cose me le ricordo. Però ho scordato il contorno. Immagino che a te accadrà la stessa cosa. Non puoi tenere a mente tutti i dettagli. E allora, ho pensato che volevo fare l'amore con te ancora di più, perchè così non avresti potuto dimenticarmi. Per questo piangevo, ecco, ora lo sai."
    Max era in piedi accanto al divano e la osservava dall'alto.
    "Non mi dimenticherò mai di te", le disse.»
    Da Cuore nero di Amabile Giusti.
    Un amore tormentato, struggente... che ti entra dentro.

    RispondiElimina
  20. Io ho letto il primo libro precedente e posso solo dire che l'ho trovato stupendo. Trovo che Virginia de winter sia un VERO talento.
    Al momento non ho frasi particolari che mi vengono in mente da citare, ne posso riportare una dall'ultimo libro letto, niente di speciale o di grande effetto, ma è stata una frase che ho sentito davvero mia:

    ‎"La gratitudine è approprita" La voce della Vergine Scriba era priva di emozione. "E inattesa, per quanto mi riguarda. D'altronde i doni sono come la bellezza, non è così? Sono nell'occhio di chi li riceve, non nella mano di chi li offre. L'ho imparato in questo in questo preciso istante" (Possesso- J.R. Ward)

    Ho condiviso il GA su FB (Cristina Jewel Fontana):
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1407231573

    RispondiElimina
  21. Ormai questo libro dovrà appartenermi, mi intriga molto, davvero tanto! La vicenda è bellissima.

    Ho condiviso il GA su tumblr :
    http://everyyourwhisper.tumblr.com/post/8424896499/giveaway-cliccate

    e nella mia pagina facebook :

    http://www.facebook.com/pages/Every-your-whisper/164044850320198?ref=ts

    per quanto riguarda la citazione ho scelto questa, dal film orgoglio e pregiudizio,tratto dal libro di Jane Austen :

    " Mi chiedo chi abbia scoperto che la poesia ha il potere di scacciare l'amore?...
    ...se l'amore è deciso e vigoroso puo' darsi, ma se è solo una vaga inclinazione penso che un misero sonetto lo faccia morire di fame."

    RispondiElimina
  22. Ho letto il libro precedente e l'ho trovato stupendo quindi sono curiosissima di leggerne il prequel!!!
    Visto che ieri ho visto il film cito il libro da cui è tratto, bellissimo ma molto triste:

    "Continuo a pensare ad un fiume con l'acqua che scorre velocissima.
    Ci sono due persone nell'acqua, che cercano di tenersi strette più che possono, ma alla fine devono desistere. La corrente è troppo forte. Devono mollare, separarsi. E' la stessa cosa per noi...è' un peccato Kath, perchè ci siamo amati per tutta la vita.
    Ma alla fine non possiamo rimanere insieme per sempre."
    Da Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro

    Condiviso su:
    http://twitter.com/#!/paprika88
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1504343166

    RispondiElimina
  23. Sono vostra nuova fallower! Bellissimo giveaway. E' un po' che punto questo libro e voglio davvero leggerlo, sarà perché diverso dal solito, mi piace, sì! A dirla tutta, stavo per pubblicare una citazione tratta dalla bellissima saga di J.R. Ward che sto leggendo, ma poi mi mi è venuta in mente questa, tratta da uno dei film che maggiormente mi hanno colpita, ricordo con esattezza la scena intensa, e i brividi che mi sono venuti guardandola. Magari non è lunghissima, magari non è una poesia. Ma è piena di significato a parer mio. All'ultimo ma ci provo lo stesso, e vi ringrazio dell'oppurtunità!

    "Stai aspettando un treno, un treno che ti porterà lontano. Sai dove speri ti porterà, ma non puoi esserne sicura. Ma non importa, perché saremo insieme."
    L.Di Caprio in Inception

    La mia mail è: aghy87@gmail.com
    Ho condiviso sul mio profilo fb: http://www.facebook.com/profile.php?id=718539040
    e su questa pagina http://www.facebook.com/pages/Pearls-of-Light-/147401298612136

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...