03 giugno 2012

Catena di lettura si, catena di lettura no...

Buona domenica pomeriggio ragazzi
ho pensato di scrivere questo veloce post per parlare della "catena di lettura" e per cercare di avere una vostra opinione in merito.

Cosa è una Catena di lettura?
Semplice, un autore che vuole far conoscere il suo libro, un lettore qualsiasi che vuole condividere il suo amore per quel determinato autore ecc. mettono in circolazione una o più copie del libro creando una vera e propria lista. Uno alla volta i diversi lettori devono leggere il libro e poi inviarlo alla successiva persna dell'elenco.

Circa un anno fa, spinta dalla voglia di leggere un libro senza acquistarlo, ho fatto inserire il mio nome in una catena di lettura di anobii sperando che nel giro di 3o 4 mesi avrei avuto il suddetto libro tra le mani.....purtroppo non è andata così....il libro mi è arrivato qualche giorno fa a più di un anno dalla mia iscrizione alla catena. Sicuramente non tutti i lettori sono veloci, sicuramente può capitare una dimenticanza, bisogna mettere in conto che le poste italiane fanno discretamente schifo, quindi gira e volta è passato più di un anno senza che io sapessi nulla di questo libro....
questa esperienza mi ha invogliata a scrivere questo post per capire cosa ne pesnate voi e se avete avuto esperienze in merito, quindi


CATENA DI LETTURA SI:
  • Non acquisti il libro quindi risparmi il prezzo di quest ultimo, l'unica spesa prevista è quella del piego di libri (sui 2 euro)
  • Non occupi spazio negli scaffali già straripanti
  • Nel caso in cui il libro non ti piacesse non ti mangi le mani
  • Aiuti autori emergenti a diffondere e far conoscere il libro
CATENE DI LETTURA NO
  • Devi aspettare che molte persone prima di te lo finiscano e lo spediscano
  • Devi tenere in conto una dimunuzione d'interesse nel libro dalla richiesta d'inserimento all'effettivo arrivo del volume
  • Da manica della perfezione(solo sui libri s'intende) devi maneggiare un libro molto usurato, cosa che sopporto in modo limitato
  • Devi accellerare la lettura pensando che il libro lo devi spedire a qualcun altro
 Personalmente non credo che replicherò partecipando ad una catena di lettura, a meno che questa non sa corta e scorrevole, anche se credo che possa davvero essere un'iniziativa interessante se gestita bene.

Voi cosa ne pensate? avete mai partecipato ad una catena di lettura, o vorreste provare a partecipare?
Insomma ditemi la vostra!

Lya

10 commenti:

  1. Per quel che mi riguarda no, non ho mai partecipato e mai lo farò.. ne riconosco i vantaggi, ma l'idea di leggere un libro e di non possederlo mi infastidisce terribilmente, stesso motivo che mi tiene da biblioteche e prestiti vari :)

    RispondiElimina
  2. Non ho mai partecipato ad una esperienza del genere ma l'idea mi affascina: condividere con altre persone una lettura mi rende felice e il pensiero che altri prima di me e ancora altri dopo me sfoglieranno le stesse pagine mi entusiasma e mi pone idealmente in contatto con tutti i lettori.

    RispondiElimina
  3. Io ho partecipato a tantissime catene di lettura, ma non solo a quelle di autori emergenti. Qualche anno fa in anobii, in un gruppo, decidemmo di mettere a disposizione i nostri libri per permettere a tutti di leggerli tutti. Premetto che non c'erano ancora i libri in pdf e pertanto, se si aveva intenzione di leggere un libro ma non si era sicuri di volerlo acquistare, non c'era molta scelta (soprattutto per una come me, che non ha biblioteche in città o nelle città vicine).
    Noi lettrici mettevamo a disposizione i nostri libri appena comprati e letti e li facevamo girare.
    Un mio libro è ancora in giro da un anno e mezzo: ovviamente bisogna essere disposti ad accettare che il libro passi di mano in mano e che ritorni a casa un po' "vissuto".
    I miei libri messi in catena ora sono preziosi, perché sono stati arricchiti di post-it da parte di tutte le lettrici che se li sono passati, e hanno annotato le loro sensazioni. Ho lasciato i post-it perché rendono quei libri più speciali.
    quanto invece alle catene che ho partecipato, non mi son mai fatta un problema dei tempi in cui il libro mi sarebbe arrivato. Però negli ultimi mesi mi sono cancellata ormai da tutte le catene, sia da quelle degli esordienti che non, perché mi son resa conto che si trattava di ulteriori scadenze da rispettare e che avrei rischiato solamente di far ritardare il giro.
    Insomma, quante chiacchiere che faccio, secondo me è una iniziativa davvero bella, che si basa sulla fiducia tra lettori, e mi è piaciuto farne parte.

    RispondiElimina
  4. Anch'io ho partecipato ad gruppo di catene di lettura ed è stata un'esperienza molto bella perchè i libri tornavano "vissuti" ma arricchiti con i pensieri di chi li aveva letti, con segnalibri cartoline...
    Ora però non partecipo più per diversi motivi:
    innanzitutto ho notato che leggere un libro "per forza" con tempi determinati mi fa passare la voglia di leggerlo...
    Ho molto meno tempo da dedicargli!
    Poi si, lo ammetto, sono maniaca della perfezione preferisco leggere libri intonsi e sono un pò gelosa di loro...
    Nè ho persi ben tre...spariti senza lasciare traccia e senza troppe scuse di chi lo aveva perso...ci sono rimasta male lo ammetto!

    Il positivo delle catene è che puoi leggere libri senza doverli acquistare e magari pentirtene...però ora con tutti i blog che ci sono e le varie recensioni non è difficile farsi un'idea...
    Unico consiglio se mettete un libro in catena, mettete nelle regole la spedizione raccomandata^^

    RispondiElimina
  5. Io ho partecipato ad alcune catene di lettura che mi hanno condotta a leggere libri bruttini (non faccio nomi) ma anche libri meravigliosi! Alcuni come "New York 1920" di Laura Costantini e Falcone Loredana non li avrei mai letti se non fosse stato per la catena di lettura, e sono infinitamente grata alle autrici perchè questa in particolare è stata una lettura stupenda. Altri come "Una bambina sbagliata" di Cynthia Collu e "L'acchiapparatti" di Francesco Barbi forse me li sarei persi anche se sono entrambi piuttosto famosi, e sarebbe stato un gran peccato.
    Per concludere sono favorevole, i libri usurati per me non sono un problema, ma anch'io non sopporto leggere un libro perchè costretta, e invece quando arriva il tuo turno in catena devi abbandonare tutto e concentrarti su quel libro. Questo è l'unico vero aspetto negativo che riesco a trovare.

    RispondiElimina
  6. Io non ne avevo ancora sentito parlare e quindi non ho mai partecipato... ma oltre ad essere maniaca e possessiva con i miei libri, non riesco a leggere un libro "per forza" per rispettare i tempi e se lo faccio non riesco ad apprezzarlo. Inoltre quando ho letto un libro prestato e mi è piaciuto sono corsa a comprarlo, quindi non so quanto risparmio ne trarrei. Quindi mi sa che per ora questa esperienza può attendere :)

    RispondiElimina
  7. io ho partecipato e sto partecipando a questa sorta di catena di lettura con i membri di un club di lettura, su Fb; siamo circa 40 persone e ci scambiamo regolarmente anche swap e tutto sta andando bene; i libri che scegliamo in genere non superano le 100 pp in modo che non si sia obbligati a spendere molto ecc, lo compra uno di noi a turno e si fa girare tra tutti, ognuno scrive una dedica e il libro poi torna nelle mani di ki lo ha acquistato, con i pensieri di tutto il gruppo!
    è molto bello ed è kiaro che il libro andrebbe letto e spedito in tempi "umani", non giurassici :D , tenendo conto delle esigenze e degli impegni di ognuno.
    io sono favorevole, ma magari nell'ambito di una cerchia di persone la cui affidabilità è bene o male stata "verificata", sennò è molto "all'avventura"... ^_^

    RispondiElimina
  8. Anch'io non ho mai partecipato, neanche quando avevo tempo di leggere con ritmi vertiginosi, non come ora purtroppo.
    Penso che la cosa che mi dia più fastidio sia leggere un libro che so essere smaneggiato da decine di sconosciuti prima di me. Si, mi dà molto fastidio l'idea. Stesso motivo per cui non ho mai frequentato biblioteche.

    RispondiElimina
  9. Non mi piace avere tra le mani, libri sfogliati, letti e riletti, con orecchie ai lati...
    Leggerei solo da persone che conosco che al termine della lettura il libro sembra ugualmente nuovo.

    RispondiElimina
  10. ho partecipato in passato, ma ora non mi va più. Sto in tensione quando il libro è in viaggio, sia verso di me e sia verso la lettrice dopo di me, inoltre ora come ora non ho voglia di avere "scadenze" e so già che se partecipassi a una catena mi sentirei in dovere di leggere subito il libro.

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...