19 marzo 2014

Crescere...leggendo: Roald Dahl (1)

Buonasera cari amici lettori. Eccomi oggi, dopo molto tempo, a proporvi un nuovo articolo dedicato alle letture per i più piccoli nella rubrica “Crescere…leggendo”.


Roald Dahl è sicuramente uno tra i più noti e prolifici autori per bambini dell’ultimo secolo. Mi sono avvicinata a questo autore molto di recente, alla veneranda età di 24 anni (ops!) e l’unica ragione per cui mi sono pentita è di non averlo letto in un’età più adatta: sicuramente da piccola lo avrei amato!! 
Ad oggi ho letto solo 2 tra i più celebri romanzi, ovvero “Le streghe” e “La fabbrica di cioccolata”, ma conto pian piano di leggere altro di questo autore, dopotutto sapete benissimo quanto io ami i libri per bambini/ragazzi. Non è giusto che una volta cresciuti ci debba essere precluso il piacere di queste letture infantili e magiche^^
In questo primo post dedicato all’autore, vi parlerò della sua biografia. Nei prossimi appuntamenti, invece, vi parlerò dei libri pubblicati e da me letti^^

L'autore
Roald Dahl nasce a Llandaff, in Galles, il 13 settembre 1916. A soli 4 anni rimane orfano di padre e, nonostante la sua famiglia fosse originaria della Norvegia, la madre decise di restare in Inghilterra e far studiare i figli in famosi college inglesi, seguendo quindi il volere del marito. Nel 1934 si diplomò, ma decise di non iscriversi all’università.  Inizia a lavorare presso la Shell Petroleum Company che gli permette di lavorare e viaggiare per il mondo. Lavorò a lungo in Africa, in particolare in Kenya. Nel 1939, con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale si arruola nell’esercito inglese, nelle forze dell’aeronautica Royal Air Force, ma durante un combattimento viene ferito e da allora non potè più combattere e fu inviato come ambasciatore a Washington. Nel 1953 sposò l’attrice Patricia Neal, dalla quale ebbe 5 figli, ma la sua vita fu costellata di numerose tragedie, tra cui la morte di 2 figli in giovane età.
L’inizio della sua carriera di scrittore iniziò nel 1942, mentre si trovava in America. In quell’anno avvenne l’incontro con Cecil Scott Forester, che lo spinse a scrivere il suo primo racconto per bambini, ispirato alla sua esperienza militare. Da allora non smise più di scrivere. Oltre che scrittore Roald Dahl è stato anche un noto sceneggiatore: tra i suoi film più riusciti: “Agente 007, si vive solo 2 volte” e “Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato”, pellicola del 1971 e ispirata al suo romanzo “La fabbrica di cioccolato”.
Rolad Dahl muore di leucemia a soli 74 anni, il 23 novembre 1990. 

A presto con il prossimo appuntamento dedicato a Roald Dahl.


3 commenti:

  1. Io amavo Dahl da bambina *O* di suo ho, oltre quelli che hai letto tu stessa, La magica medicina, Matilde, Il GGG, Gli Sporcelli. Li ho amati tutti! Dahl era un genio, lo adoro, e vorrei giusto rileggere qualche suo libro quest'anno =)

    RispondiElimina
  2. C'era un periodo da bambina che leggevo solo libri della collana degli Istrici (ci ero andata in fissa) quindi mi sono spazzolata tutti i suoi libri. Tranne boy, che non mi ha mai ispirato. La fabbrica di cioccolata è stato il primo libro che mi ha commosso^^ come non fare il tifo per Charlie e che pena quando con i soldi del nonno non trova il biglietto.

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...