01 agosto 2017

Libri da ombrellone: romanzi in viaggio tra Londra, Edimburgo, Dublino e Praga

Buongiorno lettori e stranieri
e buon inizio di agosto! Oggi per la puntata della rubrica estiva "Libri da ombrellone" ho pensato di farvi viaggiare leggendo un bel libro.
Oggi toccheremo 4 mete europee che amo alla follia!

LONDRA: ci sono stata due volte e la amo, ci tornerei alte mille volte e ci vivrei anche! E' una bellissima città cosmopolita ma con una salda storia e forti tradizioni.
Per questa grande città ho scelto un quasi saggio che racconta la sua storia dalle sue origini (inutile dirvi che è nella mia wishlist!) e che trovo davvero molto intrigante anche se mi rendo conto che è un bel tomone! Evevo pensato a "Nero fumo e cenere" di Dan Vyleta ma ho preferito cambiare un po' genere.

Titolo: Londra una biografia
Autore:Peter AckroydPagine: 704
Prezzo: 13 euro
Editore: Beat

Trama
Londra non è una città. I suoi vicoli sono vene, i suoi parchi polmoni. Nella nebbia, le strade di ciottoli brillano di sudore. Le sue vecchie mura sembrano spalle enormi. I ponti che traversano il Tamigi gambe tozze e arcuate, e le luci di Westminster o le insegne di Trafalgar Square occhi sempre aperti. Comunque la si guardi, una cosa è certa: Londra non è una città, è un animale in costante mutazione.
Partendo da questa irrefutabile verità, Peter Ackroyd, londinese di East Acton, ha concepito il più ambizioso e originale dei progetti: ricostruire il corpo di una terra che ha quasi cinquanta milioni di anni. La sua Londra è un saggio storico, un romanzo, un racconto gotico e, insieme, un labirinto stupefacente in cui il lettore si perde con immenso piacere.
Grazie a una prosa accattivante ed eclettica, la Londra di Ackroyd si candida a essere il ritratto millenario e definitivo della capitale britannica.
EDIMBURGO: il mio sogno proibito. Ogni tanto guardo i voli per questa capitale ma non è ancora arrivato il suo momento purtroppo.
Per questa capitale avevo pensato di proporvi la serie "Outlander" di Diana Gabaldon ma poi ho optato per qualcosa di diverso...

Titolo: Storie di una città
Autore: Alexander McCall Smith, Ian Rankin e Irvine Welsh
Pagine: 126
Prezzo: 13,50 euro
Editore: Guanda

Trama
Edimburgo gode di una immenso prestigio internazionale per la sua eccellenza culturale e artistica, ma è anche una città di duri contrasti. In questa raccolta la capitale della Scozia è fonte di ispirazione per tre grandi scrittori contemporanei, che lì sono nati e vivono. Alexander McCall Smith, Ian Rankin e Irvine Welsh offrono tre punti di vista diversi sulla città. Un nostalgico biologo di Nuova Delhi giunge a una sconvolgente conclusione; due giocatori della Homeless World Cup vengono trascinati in un magico mondo di illusioni? E per finire Welsh ci immerge nel mondo pulp che ben ci ha fatto conoscere nei suoi romanzi, raccontandoci la storia di un animale da compagnia molto particolare, la tigre di un boss della malavita, e dello sventurato che deve occuparsene? J.K. Rowling introduce questi tre originali racconti con una riflessione sul suo trasferimento a Edimburgo e la sua vita in questa città.
DUBLINO: altra capitale che desidero visitare da anni. Come per la Scozia spero di poterci andare e poter fare un bel giro dell'isola... quando vincerò il superenalotto XD
I primi libro che mi sono venuti in mente, che appartengono a una serie, sono di Karen Marie Moning con i 5 libri della serie Fever, però, anche in questo caso ho voluto cambiare un po' buttandomi su altro.

Titolo: Una canzone che ti strappa il cuore
Autore: Joseph O'connor
Pagine: 280
Prezzo: 17 euro
Editore: Guanda

Trama
Nella Dublino oscurantista di inizio Novecento, la diciassettenne Molly Allgood muove i primi passi nel mondo del teatro e sogna un futuro da star in America. Ribelle, irriverente, bella, corteggiata da tutti, diventa l'amante di John Synge, il più importante drammaturgo irlandese, un genio inquieto, un poeta dal linguaggio forte e dalle passioni tempestose. Il loro è un amore tormentato, a volte crudele, spesso tenero, che sfida le convenzioni rigide dell'età edoardiana ? anche quelle religiose ?, la differenza di età e di estrazione sociale. Molti anni dopo, Maire O'Neill è una «reliquia del passato», un'anziana attrice logorata dalla malinconia, dalle ambizioni e dai rimpianti di una vita. «Molly», così l'hanno sempre chiamata, ormai si aggira sola e smarrita per le frenetiche strade di Londra. Nel suo mondo trasognato le figure reali si confondono con i fantasmi, con il vago chiarore dei luoghi e delle presenze che avverte intorno a sé: Dublino, le colline della contea di Wick low, Londra, New York attraversano il tempo e lo spazio, come lo scenario di un immobile atto unico. L'antica storia d'amore proibita che Molly non ha mai dimenticato si riverbera negli oggetti e nei ricordi, «in strane irruzioni diurne».
PRAGA: altra capitale che ho potuto visitare per ben due volte e che mi ha molto colpita per le atmosfere e per la storia che la vede protagonista. Ho selezionato un thriller quasi letterario che mi ha colpita moltissimo.

Titolo: Le notti nere di Praga
Autore: Davide Mosca
Pagine: 216
Prezzo: 18 euro
Editore: Mondadori

Trama
Come ogni mattina, Franz Kafka si reca nel suo ufficio di impiegato assicurativo, ma questa volta alla sua scrivania trova seduto uno sconosciuto. Una situazione degna dei suoi romanzi. Lo sconosciuto gli rivolge domande allusive, inquietanti, e si dilegua minacciando di tornare presto. Nessuno, nell'edificio delle assicurazioni, lo ha visto né entrare né uscire. Cercando di non pensare all'accaduto, Kafka si rifugia a casa, in via degli Alchimisti, dominata dalla mole possente del Castello. Qui cede alle insistenze della chiaroveggente Zelenda, sua vicina, che vuole leggergli il futuro, nel quale riconosce oscuri presagi. Il giorno dopo Zelenda è scomparsa, e Kafka teme per la sua vita. Investigando nel sottobosco di indovini e occultisti incontra Karolina Kor, seducente alchimista, dalla quale viene a sapere che la pietra filosofale, creata secoli prima proprio in uno dei laboratori segreti di via degli Alchimisti, pare essere stata ritrovata. In tanti ritengono che Kafka sappia come raggiungerla e sono pronti a tutto per impossessarsene. Tra scetticismo della ragione e inconfutabili magiche alchimie, il grande scrittore si mette sulle tracce della mitica pietra filosofale.

Cosa ne pensate di questa selezione? ^^

2 commenti:

  1. Mi ispirano tutti quanti! Per non parlare delle città! L'unica che ho visitato è Praga, dove tornerei più che volentieri, ma muoio dalla voglia di visitare anche le altre!!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Mi ispirano tutti, in particolare Una canzone che ti strappa il cuore. Ho letto molti pareri positivi, e in futuro vorrei leggerlo ☺

    RispondiElimina

Il nostro blog cresce con i vostri commenti!
Lasciate un segno del vostro passaggio ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...