lunedì 29 maggio 2017

Uscite della settimana: dal 29 maggio al 4 giugno



Buonasera a tutti,
ecco alcune uscite della settimana!
Ecco le mie scelte oggi quasi esclusivamente orientate sul fantasy! AL chicca da non lasciasi perdere è il libro di Tolkien che guardo adorante da tempo. Questa settimana ci sono davvero numerose uscite, soprattutto quelle Mondadori che mi interessano molto.

Titolo: Diabolic (The Diabolic #1)
Autore: S.J. Kincaid
Pagine: 360
Prezzo: 19,90 €
Editore: Mondadori
Serie:The Diabolic #1
Data di pubblicazione: 30 maggio 2017

Trama

Un Diabolic non conosce la pietà. Un Diabolic è potente. Un Diabolic ha un solo compito: proteggere la persona per la quale è stato creato. E per farlo è disposto a uccidere. Nemesis è un Diabolic, una umanoide teenager creata per proteggere Sidonia, la figlia di un senatore della galassia. Le due sono cresciute l’una accanto all’altra ma il loro non è un rapporto tra pari. Nemenis, se necessario, darà la vita per Sidonia, e sarà felice di farlo. Quando l’Imperatore viene a sapere che il padre di Sidonia sta per unirsi a una rivolta contro di lui, convoca la ragazza a corte con l’intento di prenderla in ostaggio. Per Nemesis c’è solo un modo per proteggerla: sostituirsi a lei e partire alla volta della corte imperiale, un mondo di politici corrotti e voltafaccia. Mentre l’incombere della ribellione inizia a far tremare l’impero, Nemesis inizia a scoprire in sé un’umanità più vera di quella incontrata tra gli stessi umani. E proprio questa umanità potrebbe essere la chiave per salvare se stessa e forse anche l’impero...


Titolo: Prima che sia domani
Autore: Clare Swatman
Pagine: 286
Prezzo: 18 euro
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 30 maggio 2017

Trama
Trovi la tua anima gemella... Alcune persone non si accorgono di essere in presenza dell'amore della loro vita neanche quando se lo ritrovano proprio davanti agli occhi. Per Ed e Zoe è stato così: si sono incontrati il primo giorno di università, hanno condiviso anni bellissimi come coinquilini nello stesso appartamento, si sono innamorati... Si sono persi di vista... Poi le loro strade si sono incrociate più volte ma, per motivi sempre diversi, sembrava che non fosse mai il momento giusto. Solo anni più tardi, dopo che entrambi si sono lasciati alle spalle varie esperienze, il loro amore è finalmente sbocciato... ... e poi succede qualcosa di inimmaginabile. Un giorno, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, Ed viene coinvolto in un incidente. Zoe è letteralmente incapace di reagire a un evento così tragico, non riesce a trovare una maniera per sopravvivere. Non è pronta a lasciare andare i ricordi. Come può dimenticare tutti i momenti felici, dal loro primo bacio a tutta una vita costruita insieme? Ma, soprattutto, Zoe è tormentata dalla consapevolezza che ci sono delle cose che avrebbe assolutamente dovuto dire a Ed... Ma forse non è troppo tardi...


Titolo: Pathfinder
Autore: Orson Scott Card
Pagine: 480
Prezzo: 16 euro
Editore:Mondadori
Data di pubblicazione: 30 maggio 2017

Trama
Rigg è un giovane cacciatore di pellicce che possiede un insolito dono: può vedere nel passato di chi lo circonda, vedere le tracce lasciate dalle persone e seguirle a ritroso, esattamente come fa con gli animali. È un segreto, soltanto suo padre ne è a conoscenza. Rimasto solo, Rigg scoprirà tuttavia che il genitore gli ha tenuto nascoste molte altre cose riguardanti il suo potere, il suo passato, la sua identità. E soprattutto il suo destino. Perché Rigg non può semplicemente conoscere ciò che è stato, ha anche il potere di cambiarlo. A questo punto la minaccia più pericolosa arriva dal futuro: Rigg scopre infatti di essere una pedina cruciale nella lotta tra due fazioni, tra chi lo vuole re e chi lo vuole morto. Per salvarsi, dovrà mettere in discussione tutto ciò che crede di sapere, dare fondo a tutto il suo talento e soprattutto assumere il controllo della propria sorte.


anteprima-bompiani-beren-e-luthien-di-jrr-tol-L-UBHvhTTitolo: Beren e Lúthien
Autore: J. R. R. Tolkien
Traduttore: L. Manini
Pagine: 294
Prezzo: 18,70 euro 
Editore: Bompiani
Data di pubblicazione: 1997

Trama
La storia della coppia fantastica a cui già si allude in altre opere di Tolkien è il cuore di questo inedito molto atteso dagli appassionati, che la racconta per esteso: quello tra Beren e Lúthien è un amore contrastato, tra un umano della Terra di Mezzo e un’elfa di stirpe regale

Lui mortale, lei immortale, divisi dalla razza, uniti dalla passione e dalla tenacia: il padre di Lúthien si rifiutò di concedere a Beren la mano della figlia, ma ben sapeva di non poter contrastare per sempre i due innamorati. Così sfidò l’umano a portargli uno dei Silmaril della Corona di Morgoth, promettendogli in cambio la sua benedizione. Una missione impossibile che invece riuscì. Beren, ferito a morte, fu poi salvato in extremis, e Lúthien rinunciò all’immortalità per essere sua pari. In questo volume Christopher Tolkien ha cercato di estrapolare la storia di Beren e Lúthien dal contesto più ampio in cui era contenuta; ma il racconto ha subito cambiamenti e si è evoluto man mano che l’orizzonte della Terra di Mezzo si è allargato. Per mostrare la vitalità di questo nucleo narrativo il curatore ha scelto di raccontarla attraverso le parole di suo padre prima nella sua forma originale e poi in passaggi di prosa e di poesia appartenenti a testi posteriori: qui insieme per la prima volta, tutti contribuiscono a rivelarne l’immediatezza.

Ecco i libri di oggi. Francamente c'erano altri 3 o 4 titoli che mi interessavano ma non volevo appesantire troppo il post. Comunque sono molti curioso per quanto riguarda il primo e il terzo e VOGLIO quello di Tolkien nella mia libreria!

domenica 28 maggio 2017

Movie's time: Passengers

Buona domenica lettori e stranieri!
Oggi vorrei parlarvi di un film visto di recente ^^
il film di oggi è "Passengers"
Trama(tratta dal sito coming soon)

Durante un viaggio verso una nuova casa su un altro pianeta, due passeggeri vengono svegliati 90 anni prima del previsto per un guasto della nave spaziale. Jim (Chris Pratt) e Aurora (Jennifer Lawrence) si ritrovano con la prospettiva di passare il resto della loro vita a bordo, pur con tutti i comfort possibili, e si innamorano ma scoprono che l'astronave è in grave pericolo. La vita di 5000 passeggeri addormentati dipende da Jim e Aurora, solo loro possono salvarli.
Mio pensiero
Questo film mi è piaciuto moltissimo! Era da parecchio che non trovavo un film che mi incollasse allo schermo dall'inizio alla fine. Devo ammettere che quando vedo qualcosa al pc, la tentazione è quella di saltellare sulla timeline bypassando pezzi noiosi ma, con Passengers non è successo e non me ne sono neanche accorta! Cioè, ho iniziato a vederlo e boom ero immersa nella storia e nel dramma dei due protagonisti e il film è finito senza aver mandato avanti neanche una volta! Sono rimasta positivamente sconvolta da ciò perché è davvero un evento raro che non accadeva da tempo.
Oltre a questa cosa che mi riguarda molto da vicino, posso tranquillamente dire che il film è davvero ben fatto, scorre molto bene ed è coinvolgente.
La storia, come avete letto, è abbastanza "semplice": in una navicella spaziale in viaggio per creare una nuova colonia lontano 130 anni dalla terra, un passeggero sui 5000 si sveglia dal sonno criogenico e inizia la sua vita in solitaria tra silenzi, noia e rassegnazione. Infatti lui sa che non arriverà mai alla fine del viaggio poiché mancano ancora 90 anni all'atterraggio: una vita intera chiuso nella navicella. Questa situazione cambia e, pian piano, emergono dei problemi tecnici. Mi fermo qui.
Entrambi gli attori mi piacciono molto e, nonostante dei momenti di stasi, sono stati in grado di raccontare la propria storia intima mostrandola al pubblico in modo delicato ma efficace. Sia lei che lui vivono una situazione di disperazione e solitudine con tutti i propri sogni spezzati perché non arriveranno mai a vedere il nuovo pianeta ma vivranno nella navicella per il resto dei loro giorni, isolati e senza un vero scopo. Insomma, questa componente psicologica è davvero forte ed è resa bene, soprattutto perché entrambi, pur rinunciando al futuro, non si lasciano andare ma rimangono in attività. La sopravvivenza prima di tutto.
L'ambientazione mi è piaciuta parecchio anche perché mi ricorda la serie "Across the universe" di Beth Revis che ho letto anni fa: la storia e le ambientazioni hanno qualcosa di simile che ha attirato la mia attenzione.
Non so bene cosa abbia di "speciale" questa pellicola che risulta abbastanza prevedibile ma so solo che il film mi è piaciuto e mi ha appassionato moltissimo.
Consigliato ^^

venerdì 26 maggio 2017

5 cose che... 5 personaggi che ho amato nei libri

Buongiorno lettori e stranieri!
oggi torna la rubrica 5 cose che... ideata dal blog Twin books lover.
Il tema odierno, come da titolo è: 5 personaggi che ho amato nei libri.
Vi anticipo che cercherò di variare un po' nelle mie scelte. ^^

1- Jamie Fraser: protagonista della serie Outlander. Lui è l'uomo perfetto dei miei sogni XD
Jamie è un "maschio alpha" ma è di un tipo modesto e non fastidioso.

2- la moglie del medico: da cecità di Saramago. Personaggio forte che guida tutta la splendida e inquietante narrazione di tutto il libro.

3- Sirius Black: dalla saga di Harry Potter. Uno dei miei personaggi preferiti della serie...ho ancora un capitolo che salto nel quinto libro. L'ho riletto diverse volte ma QUEL capitolo solo una, la prima volta.

4- Eloise Weiss: protagonista femminile della serie Blackfriars di Virginia de Winter. Eloise è davvero una ragazza forte anche se parecchio cocciuta.

5-Cormoran Strike: dalla serie gialla dell Rowling. Lui è un personaggio che ha ancora parecchio da raccontare e che mi ha colpita particolarmente.

Ecco le mie scelte odierne! ^^

giovedì 25 maggio 2017

RECENSIONE: Birthdate di Lance Rubin

Buon pomeriggio e buona lettura!

Titolo: Birthdate
Autore: Lance Rubin
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 352
Editore: De Agostini
Serie: Denton Little #2
Data di pubblicazione: 28 Marzo 2017

Trama

Denton Little non è ancora morto! In un mondo in cui tutti conoscono la data della propria morte fin dalla nascita, Denton è l’unico ad aver superato indenne il giorno fatidico. Non sa perché proprio a lui sia capitato questo straordinario destino, sa solo che ora tutti lo cercano. La sua famiglia, il suo migliore amico Paolo, e Veronica, la ragazza che ha baciato poco prima di darsi alla fuga e che non riesce a togliersi dalla testa. Persino la polizia lo sta cercando. Lui è la prova vivente che è possibile scampare alla propria data di morte, e ora tutti vogliono un pezzo di Denton Little. Questo è decisamente un problema, soprattutto perché il Governo preferirebbe ucciderlo piuttosto che ammettere l’anomalia del sistema. Come se non bastasse, mancano pochi giorni al decesso di Paolo. Proprio adesso che il poveretto si è reso conto di essere follemente, perdutamente innamorato di Millie, l’unica ragazza al mondo che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. Tra fughe rocambolesche e amori impossibili, Denton cerca di salvare gli amici e smascherare i nemici. Ma come si comporterà ora che non conosce più la data della propria fine e la morte può incombere in ogni momento?


Dopo diversi anni dalla pubblicazione di “Deathdate” finalmente la duologia si è conclusa anche in Italia con “Birthdate”. QUI trovate la mia antica recensione del primo libro di cui ho conservato un bel ricordo tanto da voler leggere anche il seguito.

Denton è sopravvissuto alla data della sua morte e, dopo una mirabolante fuga dal suo ballo di fine anno, va a New York e bussa a una misteriosa porta. Dentro, ad aspettarlo c’è sua madre che, teoricamente, sarebbe dovuta essere deceduta da ben 17 anni e invece è lì che attende suo figlio e lo introduce in un modo fatto di cospirazioni e virus anti-morte.

“Deathdate”, ripetizioni ossessive a parte, mi aveva molto colpita e divertito con le battutine macabre e il carattere goffo e spigliato del protagonista. Spinta dalla carinissima esperienza di lettura, ho voluto leggere il secondo e conclusivo volume della duologia pur sapendo che non sarebbe stato all’altezza del primo. Infatti non mi sono sbagliata: “Birthdate” è decisamente un romanzo più noioso e insipido del primo.
Dopo una fuga rocambolesca che vede Denton finire all’ospedale paralizzato e pieno di misteriosi puntini rossi, dato per morto per poi “risorgere”, il ragazzo scappa e si reca a New York dove lo aspetta sua madre, anche lei data per morta da anni. Ecco, questo personaggio è davvero orribile: questa donna è egoista oltre ogni limite e tenta di sfruttare suo figlio (ricordiamoci che lo ha partorito e poi è scappata) per poter mostrare al mondo la scoperta che ha fatto. È possibile sopravvivere alla data della propria morte e lei sostiene che porta avanti la ricerca per sovvertire il potere governativo che è così potente da entrare nelle vite e nella morte di tutti i suoi cittadini, invece fa tutto questo per sé stessa e lo ha fatto sin dall’inizio. Dall’altra parte c’è Denton che, sopravvissuto alla morte, si ritrova lontano da casa a passare intere giornate rinchiuso in un piccolo appartamento per la sua protezione. Lui, in questo secondo libro, è davvero poco incisivo e sembra fare ogni cosa a casaccio. Non mi è piaciuto molto perché perde la particolare simpatia legata alla sua data di morte, adesso è solo un ragazzo ignorato dalla madre che vive nascosto dal mondo per poi essere sfruttato al momento giusto. Ok, non è una bella vita, ma lui non tenta concretamente di ribellarsi, d’informarsi o di fare qualcosa, anzi è davvero menefreghista e passa le sue ore a riflettere su quanto è stato fortunato. Fortunatamente riappaiono alcuni personaggi secondari che smuovono un po’ la situazione e il finale l’ho trovato davvero carino e in linea con il livello del primo libro. Insomma, il finale coincide con le prime azioni concrete che Denton copie dopo essere sopravvissuto. Sono stata di proposito vaga perché succedono poche cose e anche abbastanza intuibili quindi non vorrei spoilerarvi troppe informazioni.
Che dire, “Birthdate” è un romanzo carino e leggibile ma poco incisivo e appassionante, escludendo la parte iniziale e la conclusione, e quindi ho deciso di assegnare due stelline e mezzo al libro. Francamente ci sono rimasta un po’ male, avrei voluto divertirmi di più!


Lya

mercoledì 24 maggio 2017

What's Next? 274

buon pomeriggio lettori e stranieri!
nuovo aggiornamento delle mie letture della settimana!
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)Ho terminato ieri pomeriggio, dal parrucchiere, "Giorni senza fame" di Delphine de Vigan, un diario narrato che racconta la storia di una ragazza anoressica che inizia il suo lento percorso fisico e mentale per ricominciare a vivere. Credo che la protagonista sia la scrittrice stessa in realtà. Molto "bello" soprattutto per lo stile intimistico e per la parte introspettiva.

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Inizierò stasera "Il marchese di Montespan" che vegeta nel mio scaffale dedicato ai BEAT da parecchio tempo. Non vi so ancora dire nulla ma, la storia che è incentrata sul marito di una delle favorite di re Luigi XIV , sembra davvero promettente!
What's next? (Qual è il prossimo?)
Il prossimo sarà "Perfetti" di Scott Westerfeld che sto rimandando da inizio maggio XD Il primo non mi è piaciuto e quindi immagino già la banalità abissale del secondo ma ormai dovrò finirlo!


Voi cosa leggete di bello?

martedì 23 maggio 2017

Top Ten Tuesday: my summer tbr

Buon pomeriggio lettori e stranieri,
eccomi con una nuova top ten questa volta tutta dedicata all'estate!
Il tema odierno è: la mia tbr dell'estate, quindi eccovi una panoramica di alcune letture che vorrei fare nei prossimi mesi!

1- Malombra di Fogazzaro: il mio classico designato dell'estate 2017 che ho anche inserito nella mia sfida del comodino.

2- I giorni dell'abbandono di Elena Ferrante: altro libro della sfida del comodino! è arrivato il momento che anche io provi a conoscere la bravura di questa nostra autrice!

3- La collina delle fate di Diana Gabaldon: in previsione dell'arrivo della terza stagione vorrei leggere il quinto libro in Italia e cioè la seconda parte del terzo in lingua originale.


4 e 5- Perfetti e Speciali di Scott Westerfeld: secondo e terzo volume di una serie che vorrei concludere e che possiedo nel volume unico.

6- Le memorie di Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle: seconda raccolta di racconti incentrata sul mitico investigatore. Vorrei terminare tutti i libri su Sherlock scritti da Doyle ^^



7- Il marchese di Montespan di Jean Teulé: un romanzo che ho nella mia tbr pre 2017 che vorrei leggere.

8- La figlia dell'eretica Kathleen Kent: romanzo ricevuto eoni fa in scambio che vorrei leggere ^^

9- Un altro classico della letteratura che devo ancora decidere.


Quali sono i libri nella vostr tbr estiva?

lunedì 22 maggio 2017

Uscite della settimana: dal 22 al 28 maggio 2017

Buon pomeriggio lettori e stranieri,
nuova settimana, nuove uscite in libreria! Oggi termina il salone del libro di Torino e, anche quest'anno, non sono riuscita ad andarci. Mi mancano le giornate intere immersa tra i libri e le presentazioni! Spero di potermi rifare nei prossimi anni!

Guardando le uscite della settimana devo dire che nessuna ha catturato davvero il mio interesse, ve ne propongo alcune ma non mi convincono al 100%.

Titolo: Il giardino dei piccoli inizi
Autore: Abbi Waxman
Pagine: 348
Prezzo:18,50 euro/ ebook 9,99 euro
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 23 maggio 2017

Trama
Per Lilian, Dan era molto più di un marito: era anche il suo migliore amico. La sua morte è stata così improvvisa che non ha neanche avuto il tempo di salutarlo. Adesso, tre anni dopo, forse il dolore sta cedendo il passo al ricordo, e Lilian riesce a far funzionare di nuovo la sua vita: due bambine, una sorella che sa sempre come farla ridere, e il suo lavoro di illustratrice. Eppure quel senso di vuoto resta il suo compagno più fedele. Almeno finché la casa editrice per cui lavora non la spedisce a fare un corso di orticoltura e giardinaggio per un'enciclopedia illustrata.
Per la prima volta da quando Dan non c'è più, Lili si sentirà sbocciare di nuovo, proprio come i fagiolini e il sedano che impara a piantare - per non parlare di zucche, aglio, cetrioli, tutti ortaggi che richiedono cure e attenzione, fragili e precari proprio come la nostra felicità. Grazie a queste lezioni, Lili non solo conoscerà nuove persone ma, forse, si innamorerà di nuovo: perché restare chiusi in se stessi fa molto più male che correre il rischio di aprirsi e sbocciare.

Uno degli esordi più commoventi e scoppiettanti dell'anno, un romanzo che è un inno alla vita, all'amore, e alla capacità di rinascere.

Titolo: Le donne del castello
Autore: Jessica Shauttuk
Pagine:350
Prezzo: 18 euro
Editore: Harper Collins Italia
Data di pubblicazione: 25 maggio 2017

Trama
Dopo il crollo del Terzo Reich e la disfatta della Germania nazista, Marianne von Lingenfels torna con i figli nell'antico castello che appartiene da sempre alla famiglia del marito, un'imponente fortezza su cui la guerra ha lasciato il segno.
Vedova di un membro della resistenza ucciso il 20 luglio del '44 durante il fallito attentato alla vita di Hitler, è decisa a mantenere la promessa che ha fatto agli altri cospiratori in tempi non sospetti: proteggere le loro mogli e i loro figli. Per prima cosa salva il piccolo Martin, figlio di un caro amico d'infanzia, dalla casa di rieducazione in cui è stato rinchiuso. Poi attraversa insieme a lui la patria devastata dal conflitto e raggiunge Berlino, dove la madre del bambino, la bellissima e ingenua Benita, è caduta nelle mani dei soldati dell'Armata Rossa. E infine rintraccia Ania e i suoi due figli in uno dei tanti campi allestiti per dare rifugio ai milioni di sfollati che hanno perso tutto.
Marianne è convinta che basteranno le circostanze e il dolore comune a tenere insieme quella strana famiglia improvvisata, ma ben presto scopre che il mondo di un tempo, in cui tutto era bianco o nero e le azioni erano ispirate da alti principi morali, ora è diventato un posto molto più complicato, pieno di segreti e oscure passioni. E che per poter affrontare il futuro lei e le altre donne del castello devono venire a patti con le scelte fatte prima, durante e dopo la guerra e affrontare ciascuna i propri demoni.
Scritto con grande potenza evocativa, il romanzo di Jessica Shattuck è un ritratto drammatico e ricco di sfumature che parla della guerra, delle sue ripercussioni sulla vita delle persone e di ciò che significa amare e perdonare dopo essere sopravvissuti a una tragedia di proporzioni inimmaginabili come la seconda guerra mondiale.

Titolo: Il manoscritto delle anime perdute. Un'indagine di Dante Alighieri
Autore: Giulio Leoni
Pagine: 16,90 euro
Prezzo: 378
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 25 maggio 2017

Trama
Tra i vicoli infuocati di Verona, i sentieri aspri degli Appennini e le strade in tumulto di Firenze, si dipana la sfida a distanza fra tre personaggi eccezionali – vertici di un triangolo d’intrighi, dispute filosofiche e morti violente –, fino al decisivo, sconvolgente incontro finale.

Estate del 1304. Il sudore imperla la fronte corrucciata di Dante Alighieri. Ma non sono soltanto il sole impietoso e l’aria soffocante a infastidirlo, o la snervante attesa di essere ricevuto dal signore di Verona, per stringere con lui un’alleanza militare a nome dei Bianchi di Firenze. A turbare il poeta sono state le parole di un personaggio enigmatico, un frate che, nascondendo i tratti del viso sotto il cappuccio, lo ha avvicinato e, facendogli intendere di conoscerlo, gli ha accennato all’esistenza di un manoscritto trafugato dal lontano Oriente e composto nella lingua degli angeli caduti, la lingua primigenia da cui sarebbero nati tutti gli idiomi parlati sulla Terra. E adesso Dante è assalito dai dubbi: chi è quel frate? Possibile che lo abbia incontrato a Firenze, forse durante gli studi a Santa Croce? E quale collegamento c’è tra questa lingua favolosa e i segni misteriosi che, poche ore prima, lui ha intravisto su una pergamena nella bottega di un copista? E, insieme ai dubbi, si fa largo dalle profondità del suo animo una pulsione che lui ben conosce e che sa di non poter reprimere: l’ossessione di sapere, la brama di conoscere la verità, qualunque siano le conseguenze. Anche il rischio di essere ritenuto responsabile dell’omicidio del copista, cui assiste impotente quella stessa notte. E, soprattutto, il rischio di cadere nella rete di Lanfranco da Cuma, il famigerato inquisitore di Santa Romana Chiesa, anch’egli a Verona per dare la caccia al frate eretico e al segreto dirompente nascosto fra le pagine del manoscritto delle anime perdute…

Ecco le mie scelte di oggi... il secondo è forse quello che mi attrae di più ^^
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...