martedì 31 gennaio 2017

In&Out: gennaio 2017

Eccomi con il primo post tra quelli mensili, l'In e Out!


LE MIE LETTURE DEL MESE
La figlia di Jane Eyre di Elizabeth Newark
La mia strada sei tu di Isabelle Broom
Moon over Soho di Ben Aaronovitch
L'ultima Duchessa di Gabrielle Kimm
Il bacio delle tenebre di Deborah Harkness
La misura della felicità di Gabrielle Zevin

IN:
 

Questo mese sono partita bene perché ho beccato due libri che mi sono piaciuti: La misura della felicità e La figlia di Jane Eyre. Il primo è un libro dolce che ho trovato rilassante e adatto come primo libro dell'anno, volevo proprio qualcosa del genere. Il secondo è un "sequel" di Jane Eyre e, dimenticando che la protagonista dovrebbe essere la presunta figlia di Jane, ho trovato il romanzo piacevole e ben scritto.

OUT:

Per l'OUT ho scelto L'ultima duchessa, primo libro della mia sfida del comodino...iniziamo bene!
L'ho trovato un libro vuoto da tutti i punti di vista e carente per quanto riguarda l'introspezione dei personaggi. Insomma, un ottimo spessore per un tavolo traballante...

quali sono le vostre migliori e peggiori letture del mese? 

E sono 7...Happy birthday Bookland!!

Buongiorno a tutti lettori!
oggi sono qui con questo brevissimo post perché questo piccolo posticino, Bookland: viaggiando tra i libri, è arrivato al settimo anno di attività!


Purtroppo, adesso che sono sola a gestire tutto, mi è difficile conciliare i tempi tra i vari lavori, lo studio, la mia vita sociale e il blog quindi non ho avuto modo di organizzare nulla per festeggiare questo traguardo. Nonostante questo, sono davvero contenta di questo percorso e del mio piccolo spazietto.
Prometto che rimarrò costante e che migliorerò sempre le attività!

Grazie a tutti!

lunedì 30 gennaio 2017

Uscite della settimana: 30-5 febbraio 2017

Buongiorno lettori e buon inizio settimana!
Come ogni lunedì eccomi a presentarvi una selezione delle nuove pubblicazioni che potrete trovare in libreria nel corso della settimana.



Titolo: La gemella sbagliata
Autore: Anne Morgan
Pagine: 396
Prezzo:19,50€ cartaceo, 9,99€ ebook
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 24 gennaio 2017

Trama
Hai mai avuto paura di restare intrappolata nella vita di un'altra?
Helen ed Ellie sono gemelle. Identiche. Almeno così le vedono gli altri. Ma le due bambine sanno che non è così: Helen è la leader, Ellie la spalla. Helen decide, Ellie obbedisce. Helen pretende, Ellie accetta. Helen inventa i giochi, Ellie partecipa. Finché Helen ne inventa uno un po' troppo pericoloso: scambiarsi le parti. Solo per un giorno. Dai vestiti alla pettinatura ai modi di fare. Ed ecco che Ellie, con la treccia di Helen, comincia a spadroneggiare, mentre Helen si finge la sottomessa e spaventata Ellie. È divertente, le due bambine ridono da matte. Ci cascano tutti, perfino la mamma. Ma, alla sera, quando il gioco dovrebbe essere finito, e Helen pretende di tornare a essere se stessa, Ellie per la prima volta dice di no. Ormai è lei la leader. E non tornerà indietro. Da questo momento, per la vera Helen comincia l'incubo... Un capolavoro di suspense e inquietudine, che riesce a raccontare in modo straordinario la discesa agli inferi della protagonista, nonché la facilità con cui si possono manipolare le persone e distorcere la realtà. Perché non tutto è come sembra, anche nelle migliori famiglie, e in quella di Helen ed Ellie ci sono molti più segreti di quanti le bambine stesse possano immaginare. Al punto che un gioco innocente, forse, non è mai stato solo un gioco.


Titolo: Le donne di Neruda
Autore: Maria Fasce
Pagine: 280
Prezzo: 18 euro
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 2 febbraio 2107

Trama

Cile, anni Cinquanta. Elisa, dodicenne, e sua madre Raquel si trasferiscono a Isla Negra, un piccolo paese sulla costa, per lavorare alle dipendenze di Pablo Neruda. Elisa è subito ammaliata dai versi del poeta e affascinata dall'eleganza di Delia, la moglie. Sarà però anche testimone silenziosa della relazione extraconiugale dello scrittore con Matilda. Gli anni passano e, sotto l'ala protettrice di Delia, Elisa diventa una donna raffinata e si allontana gradualmente da sua madre. Con la morte di Raquel, ammalata di cancro, Elisa verrà a conoscenza di un segreto importante che cambierà la sua vita.

Titolo: Il mio nome è Jamie
Autore: Diana Gabaldon
Pagine: 120
Prezzo: 12 euro
Editore: Corbaccio
Data di pubblicazione: 2 febbraio 2107

Trama

1740: Il giovane Jamie Fraser, orfano di padre ucciso dagli inglesi e a sua volta ferito, ha lasciato la Scozia e sta andando in Francia con l’amico Ian Murray per raggiungere un gruppo di mercenari. Entrambi hanno delle ottime ragioni per stare lontani dalla loro patria ed entrambi, nonostante facciano di tutto per rimediare alla situazione, sono ancora vergini. E così, quando un medico ebreo li recluta per portare due tesori a Parigi, entrambi accettano con entusiasmo: uno è una rarissima e preziosissima Torah, l’altro è la splendida nipote del medico, Rebecca, destinata a un matrimonio combinato. Jamie e Ian si innamorano a prima vista di Rebecca, ma dovranno mostrarsi molto cauti perché non sanno veramente con chi hanno a che fare…

Titolo: Il giardino dei musi eterni
Autore: Bruno Tognolini
Pagine:233
Prezzo: 13,90 euro
Editore: Salani
Data di pubblicazione: febbraio 2017

Trama
Ginger, una splendida gatta Maine coon, si è appena risvegliata nel Giardino dei Musi Eterni, un tranquillo e fiorito cimitero per animali. Anche lei adesso è un Àniman, uno spirito che fa parte dell’anima del mondo, invisibile agli occhi umani. E la vita coi suoi nuovi amici Àniman – il pastore maremmano Orson, il cane poliziotto Ted, la dolce porcellina d’India Trilly, la sacra tartaruga Mama Kurma e decine d’altri – trascorre felice, fra tuffi nella pioggia per diventare immense nuvole animali, corse nel vento in cui si scambiano la pelle, canti notturni con le rane del canale, e visite di un’umana un po’ speciale, la loro amata Nonnina. Ma oscure minacce incombono: le misteriose sparizioni dei fratelli, le lugubri ricerche dell’ambiguo Custode, alcuni strani peluche dei bambini in visita, che hanno sguardi quasi vivi, inquietanti…
In questo romanzo mai come prima Bruno Tognolini – due volte premio Andersen – ha raccolto e fuso mirabilmente i temi che più gli sono cari con la creazione di un mondo perfetto di felicità e innocenza in una storia dal ritmo cinematografico e con un sapiente uso di una lingua piena di invenzioni e di poesia. Un grande messaggio ecologico, e soprattutto spirituale, sulla natura del mondo: non annoiarsi mai di essere se stessi.
Dei quattro titoli di oggi leggerò subito lo spin off dedicato a Jamie e mi interessa anche molto "La gemella sbagliata", mi intriga parecchio la storia dello scambio.
A voi quale libro ha compito? ^^

sabato 28 gennaio 2017

RECENSIONE: Dead silence di Kimberly Derting

Eccomi con la recensione dell'ultimo libro della serie thriller/paranormal/young adult che ho trminato di leggere e di cui ho scritto la recensione davvero moltissimo tempo fa.

QUI trovate la recensione di "La Collezionista di voci"
QUI trovate la recensione di "Ancora un respiro"
QUI trovate la recensione di "The Last echo"

Titolo: Dead silence
Autore: Kimberly Derting
Pagine: 389
Serie: The body finder #4
Lingua inglese

Trama
Violet pensava di aver accettato la sua capacità, unica nel suo genere, di percepire gli echi dei morti e le impronte che si aggrappano ai loro assassini ... cioè fino a quando ha acquisito un'impronta tutta sua. Costretta a portare un ricordo degli eventi terribili del suo rapimento, Violet è più determinata che mai a condurre una vita normale. Tuttavia, le persone che gestiscono la squadra investigativa speciale per cui lavora, non hanno alcuna intenzione di lasciarla andare. Quando qualcuno vicino a Violet diventa un sospettato in un omicidio orribile, lei si ritrova catapultata in una caccia mortale per trovare un pazzo con un esercito di seguaci devoti. Violet è già sopravvissuta situazioni pericolose, ma scopre subito che proteggere le persone più vicine a lei è molto più difficile che proteggere se stessa.

“Dead silence” è il quarto e ultimo libro della serie di Kimberly Derting, arrivata in Italia con i primi due volumi e poi interrotta. Ho deciso di leggere gli ultimi due libri delle serie in lingua inglese per terminare la storia che si era bruscamente interrotta in un punto parecchio interessante e, dopo aver letto e apprezzato abbastanza anche il terzo volume, ho deciso di concludere la serie.

Dopo la terribile esperienza vissuta, Violet tenta di ricominciare a vivere la sua “normale” quotidianità di adolescente con Jay e le sue amiche ma, grazie a dei diari trovati in soffitta, scoprirà molti segreti dal passato. Infatti sua nonna aveva la sua stessa capacità di sentire l’eco dei corpi senza vita ma lei non ne sapeva assolutamente nulla. Questa scoperta sarà la chiave per la soluzione dei problemi della protagonista.

Sarò breve perché voglio evitare spoiler e perché non ho moltissimo da dire sul libro. Avevo paura che per la quarta volta si ripetesse lo stesso schema che vede Violet prima utilizzare la sua particolare capacità per poi mettersi nei guai, guai seri, affrontando assassini di vario stampo. Diciamo che per questa volta lo schema declina leggermente non concentrandosi su Violet ma su una sua amica, per il resto è più o meno tutto uguale. Il triangolo Jay- Violet- Rafe non ha una vera e propria evoluzione, rimane piuttosto statico e, per una volta sono piuttosto contenta di questa staticità. L’unica cosa che ho trovato più interessante è la storia narrata nei diari della nonna della ragazza, per il resto mi è scivolato tutto senza coinvolgermi particolarmente. Avete capito che non sono rimasta particolarmente colpita da questa conclusione di serie? Secondo me l’autrice aveva previsto dei seguiti che poi non ci sono stati perché è evidente che abbia lasciato in sospeso diverse cose.
Assegno due stelline al romanzo perché sono rimasta abbastanza delusa da questa incompletezza. Peccato perché poteva essere una serie davvero degna di nota nel panorama degli young adult.


Lya

venerdì 27 gennaio 2017

5 cose che... 5 libri per non dimenticare

Buongiorno lettori,
il tema di questa settimana per la rubrica "5 cose che..." (ideata dal blog Twin books lovers) è appunto dedicato al giorno della memoria.


Non ho letto molti libri sull'argomento perché preferisco la storia vera al romanzo, il documentario al film. In questi casi la storia vera entra dentro l'anima per rimanerci, aiuta a riflettere e a pensare a quanta sofferenza e morte l'uomo può causare ai suoi simili.
Dei cinque libri che inserirò qui sotto ne ho letti solo due: "Se questo è un nomo" e "Il bambino con il pigiama a righe".

Se questo è un uomo di Primo Levi: un capolavoro che mi ha distrutta dentro. L'ho letto anni fa ma ancora lo ricordo.


Storia di una ladra di libri di Markus Zusak: libro più recente ma altrettanto incisivo.

Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne: ho pianto come una fontana leggendolo. è un libro per bambini/ragazzi che racconto l'olocausto in modo molto delicato ma al tempo stesso efficace. Il film mi rifiuto di vederlo, non riesco a reggere.


La sarta di Dachau di Mary Chamberlain: romanzo di un annetto fa di cui mi ero segnata il titolo.

Il diario di Anna Frank: che credo leggerò a breve. Non mi è mai capitato per le mani durante la scuola ma credo che sia una storia degna di essere letta.

Ecco le mie cinque scelte. Voi avete letto questi libri?

giovedì 26 gennaio 2017

RECENSIONE: The last Echo di Kimberly Derting

Buongiorno lettori!
A partire da oggi ho deciso di voler pubblicare tutte le mie recensioni "antiche" dedicate alle serie. Parto oggi con la serie di Kimberly Derting, interrotta in Italia al secondo volume. Poiché mi era piaciuta ed ero curiosa di sapere come continuava, ho proseguito la lettura in inglese.

QUI trovate la recensione di "La Collezionista di voci"
QUI trovate la recensione di "Ancora un respiro"

Titolo: The last Echo
Autore: Kimberly Derting
Pagine: 358
Serie: The body fnder #3
Lingua inglese

Trama
Violet ha la capacità di percepire i morti che, durante i precedenti libri, l'ha portata a scoprire omicidi oscuri e segreti da tempo sepolti nella sua piccola città. Ora che sta lavorando con una speciale squadra investigativa, Violet spera di poter aiutare ancora più persone - sia per salvare una vita sia per aiutare nella cattura di un assassino. Anche se è sollevata di essere finalmente onesta su quello che può fare, la sua connessione con il partner così misterioso, Rafe, è al tempo stesso confusa e inquietante e il loro legame così intimo crea tensione con il suo fidanzato Jay.
Quando Violet scopre il corpo di uno studente universitario ucciso dal "Collezionista", la ragazza si rifiuta di rinunciare al caso. Violet non si rende conto che il serial killer sta cercando di aggiungere altre vittime alla sua collezione e che lei possa aver attirato la sua attenzione.


Dopo parecchi anni in seguito alla lettura dei primi due libri della serie ”The body finder” eccomi a parlarvi del terzo libro che ho letto in inglese. Ebbene sì, anche questi romanzi fanno parte delle serie interrotte! La Mondadori ha pubblicato i primi due e poi, quando la storia si è fatta interessante, ha deciso di non pubblicare i seguiti.

Violet ha iniziato ad accettare il suo dono: lei viene chiamata dai corpi morti in modo violento perché sente un’eco irresistibile. Allo stesso modo vede delle impronte sulle persone che hanno ucciso. Questa sua capacità, nascosta per tanti anni, viene scoperta da Sara, un ex agente dell’FBI che ha creato un’unità speciale: tutti coloro che ne fanno parte hanno dei poteri particolari, utili alle indagini per omicidio. Dopo un’iniziale reticenza, Violet s’integra nel gruppo e collabora alle indagini finché non viene nuovamente coinvolta personalmente.

Perché tra tutte le serie che ho in corso ho scelto questa? Perché trovo che sia uno young adult diverso dai soliti, ci sono le caratteristiche classiche che tornano, ma il tocco paranormale e thriller non mi sono dispiaciuti affatto e per questo ho deciso di concluderla.
Devo dire che questo terzo libro mi è piaciuto a tratti, trovo sempre che sia “originale” rispetto al panorama di YA che abbiamo, ma ho notato che ci sono alcune cose che si ripetono. In primis lo schema della narrazione si replica per la terza volta e l’ho trovato un po’ monotono. C’è l’apertura misteriosa relativa a un crimine avanti nel tempo, poi appare Violet con Jay e Rafe, iniziano a indagare, lei senza pensare alle conseguenze segue le eco che avverte e finisce nei guai. Il tutto si conclude con qualcuno che la salva. Questo schema di base, con le varie differenze, si ripete per la terza volta in questo romanzo e sono rimasta un po’ male, insieme al prevedibile triangolo amoroso che si è profilato. A parte questo, il libro mi è sembrato carino e leggibile con facilità anche in inglese.
Ho particolarmente apprezzato le storie di alcuni personaggi come Gemma, Sara e soprattutto Rafe che, in questo volume, mostra un po’ più di se. Lui è il solito ragazzo ombroso e problematico dal passato difficile ma, nonostante questo mi piace parecchio come l’autrice lo ha fatto crescere in questo libro.
Mi fermo qui per non spoilerare troppo e assegno tre stelline e mezzo al romanzo perché ho trovato il colpo di scena finale davvero molto d’effetto.



Lya

mercoledì 25 gennaio 2017

What's next? 257

E anche una settimana di fatiche e letture è andata ^^
Lya

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Ho finito da diversi giorni questo libro da cui mi aspettavo tanto: un giallo paranormale ambientato a Londra con dei protagonisti interessante e fuori dalle righe. Il romanzo, che ho letto in inglese perché in Italia la serie è stata interrotta, è scorrevole e carino ma non coinvolgente come il primo. Quello che non mi è piaciuto è la staticità dei personaggi che non si evolvono. Ma ve ne parlerò meglio nella recensione.



What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
 

Sto leggendo "La mia strada" sei tu di Isabelle Broom, un romanzo al femminile che racconta la storia della riscoperta di se stessi. Questi romanzi sono così pieni di speranza che mi risollevano l'animo anche se sono prevedibili.
In questo caso lo trovo scritto piuttosto bene ^^




What's next? (Qual è il prossimo?)

Il prossimo libro sarà La figlia di Jane Eyre di Elizabeth Newark che è un ipotetico sequel del celeberrimo e bellissimo classico della letteratura inglese. La protagonista è, appunto, la figlia di Jane e Mr. Rochester che sta per debuttare in società. 
Francamente sono sempre affascinata da questa tipologia di romanzo anche se sono guardinga (vedi la versione zombie di orgoglio e pregiudizio... per favore NO!) e spero che l'autrice sia stata in grado di dare vita a un personaggio originale ma vicino a quello di Jane.



Voi cosa state leggendo di bello?

martedì 24 gennaio 2017

Top Ten Tuesday: Le serie che vorrei iniziare nel 2017

Buon pomeriggio lettori!
oggi per la rubrica Top ten tuesday vorrei mostrarvi le serie che mi piacerebbe leggere durante l'anno.
Il tema di oggi era libero quindi eccomi qui a ributtarmi nel mondo delle serie! Sono ormai tre anni che mi sono dedicata a terminare, anche in inglese, tutte le serie che avevo in corso e, finalmente, dopo circa una trentina di saghe terminate, posso ricominciare a leggerne di nuove! Con moderazione ovviamente! Mi vorrei concentrare soprattutto su quelle già terminate così da non dover andare a Lourdes per fare il fioretto nell'attesa della pubblicazione XD.

1- Beauty di Westerfild: Serie di cui possiedo l'enorme librone che contiene tutti e tre i libri e che è in attesa sullo scaffale da tipo quattro anni. è arrivato il suo momento!


2- Gemma Doyle trilogy di Libba Bray composta da "Una grande e terribile bellezza", " Angeli ribelli" e "La rivincita di Gemma". Voglio leggerla da anni, ma ho sempre avuto troppe serie in sospeso che volevo terminare!

3- The Grisha trilogy di Leigh Bardugo: serie sospesa in Italia ma terminata nel paesi angolfoni. Mi piacerebbe leggerla totalmente in lingua!

4- The Paper Magician di Charlie Holmerg: pubblicata in italiano durante il 2016 da Fanucci. Mi piace un sacco la grafica delle cover e il tema centrale mi attira moltissimo, credo che sarà una di quelle serie che inizierò presto.

5- Mistborn trilogy di Sanderson: ultimamente, pur essendo abbastanza vecchiotta, sta spopolando in America e gli Youtuber ne hanno parlato benissimo, Mi piacerebbe moltissimo leggerla! ^^

6- La saga dei tre regni di Morgan Rhodes: di cui possiedo il primo volume e che ques'anno si concluderà con la pubblicazione del sesto volume in lingua inglese.

7-Shades of magic di V.E. Schwab: non ancora approdata da noi ma che mi intriga moltissimo! Ho sentito solo parlare bene di quest'autrice!

8- The half Bad trilogy di Sally Green: che mi attira da un sacco.

9- Delirium di Lauren Oliver: altra serie parecchio "antica" ma che ho inizialmente bypassato perché avevo letto troppi libri di quel genere.

Ecco le serie che vorrei iniziare da zero, senza ovviamente contare quelle che ho in conto di terminare (quella della Meyer con Winter ad esempio). Voi le conoscete? Me le consigliate? ^^

lunedì 23 gennaio 2017

Uscite della settimana: 23-29 gennaio 2017

Nuova settimana, nuova selezione di prossimissime uscite da spulciare ^^
Per oggi ho scelto ben cinque romanzi, tra i tanti che arriveranno in libreria questa settimana. Il primo e il terzo sono due thriller interessanti, il secondo è un romanzo incentrato sulla vita di una scrittrice americana mentre gli ultimi due sono dedicati alla giornata della memoria. Ci sono numerose pubblicazioni incentrate  su questa importantissima giornata, ma ho voluto scegliere quelli che mi colpivano di più.

Titolo: Il respiro del fuoco
Autore: Federico Inverni
Pagine: 480
Prezzo: 16,90 euro
Editore: Corbaccio
Data di pubblicazione: 23 gennaio 2017

Trama
Manca poco al tramonto quando il cielo grigio e nero che incombe sulla città di Haven si accende di un rosso infuocato. Ma quel bagliore non proviene dal sole calante che tenta di illuminare uno degli ultimi giorni che precedono il Natale.
È il rosso violento di un incendio scaturito sulla cima di una collina in periferia, nella cittadina abbandonata di Eden Crossing.
Il respiro del fuoco non ha lasciato scampo: l’eccentrico tempio che accoglieva il reverendo Tobias Manne e i suoi adepti è ora un sepolcro ardente con decine di vittime.
La profiler Anna Wayne e il detective Lucas sono arrivati troppo tardi per impedire quel suicidio rituale... ma qualcosa appare assurdamente incongruo. Qualcuno è riuscito a dominare il fuoco, a farsene padrone. E forse quello non è un suicidio collettivo, ma la più efferata delle stragi, messa in atto da una mente visionaria e geniale. Perché esiste soltanto una cosa più affascinante e pericolosa del manipolare il fuoco: manipolare le menti. Mentre in città la notte arde di altri fuochi, Anna e Lucas devono sfidare il tempo per riuscire a elaborare un profilo del killer, ricostruire la storia delle vittime e individuare la più sfuggente delle ombre, prima che uccida ancora.
Ma ogni indagine ha un prezzo, e quando sia Anna sia Lucas scoprono che quel caso affonda le radici nel loro passato, nei loro segreti, sono costretti a chiedersi se possono davvero fidarsi l’una dell’altro... O se invece, come predicava il reverendo Tobias Manne, non sia il momento di compiere l'ultimo passo: accettare l'inaccettabile.


Titolo: Il prezzo del sogno 
Autore: Margherita Giacobino
Pagine: 288
Prezzo: 19 euro
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 24 gennaio 2017

Trama
Con una scrittura straordinaria, carezzevole e aspra, Margherita Giacobino ripercorre le appassionanti vicissitudini esistenziali di Patricia Highsmith, una delle più pungenti e interessanti scrittrici contemporanee.
Pat ha venticinque anni, è insicura e spavalda, e solca a grandi passi le strade pulsanti di New York, il cuore che batte per Carol. Carol è New York, e New York ha un senso solo perché esiste attorno a Carol – la bella, temeraria e fragile Carol. Nell'America degli anni Quaranta, Pat è una fuorilegge: ambiziosa e ferocemente indipendente, ama le donne e non intende nascondersi dietro un matrimonio di facciata. Pat è Patricia Highsmith, scappata dal Texas e da una madre dispotica ed egoista per inseguire il sogno di diventare scrittrice: nei salotti letterari si sente goffa e inadeguata, ma ha un'intelligenza e una sensibilità uniche, e un talento eccezionale. La vita e la scrittura – che è gioia pura, fa correre scintille nelle vene – si compenetrano e si nutrono l'una dell'altra, senza che la fame sia mai appagata. È il prezzo del sogno: l'ansia, la fatica, l'insoddisfazione. Pat è divorata dall'inquietudine: insofferente all'ipocrisia dell'american dream, lascia l'America per l'Europa, cambia case, editori, Paesi, amori, scrive romanzi e racconti che avvincono e turbano i lettori di tutto il mondo. Scrivere è il suo modo di vivere tante vite, di essere tante persone diverse. Di cercare di raggiungere l'irraggiungibile. Con una scrittura straordinaria, carezzevole e aspra, ironica e accorata, capace di vibrare in risonanza con le corde più profonde dell'animo umano, Margherita Giacobino ripercorre le appassionanti vicissitudini esistenziali di Patricia Highsmith, una delle più pungenti e interessanti scrittrici contemporanee, i cui romanzi hanno ispirato registi come Alfred Hitchcock, Wim Wenders e Todd Haynes. Ma soprattutto, Giacobino ci consegna la storia di una donna dalla personalità fortissima, sincera fino a farsi male, che non ha mai ceduto alle pressioni della cosiddetta normalità e non ha mai tradito se stessa.


Titolo: La scelta decisiva 
Autore: Charlotte Link
Pagine: 432
Prezzo: 18,60 euro
Editore: Corbaccio
Data di pubblicazione: 26 gennaio 2017

Trama
Simon sognava di trascorrere le vacanze di Natale con i figlie e la sua compagna in un tranquillo paesino nel sud della Francia. Ma a quanto pare il sogno è destinato a non realizzarsi: i figli gli comunicano che hanno tutt’altri progetti, e la compagna lo abbandona all’ultimo momento. Ciononostante Simon decide di partire da solo, finché, lungo la strada, incontra una giovane donna, Nathalie: disperata, senza soldi, senza documenti non sa dove andare e Simon le dà un passaggio e d’impulso le offre di ospitarla nella casa che ha affittato. Non sa che questa sua decisione lo farà precipitare in un incubo e in un mondo le cui tracce, macchiate di sangue, conducono fino in Bulgaria e a una ragazza di nome Selina che cercava una vita migliore ma che ha trovato l’inferno. Selina riesce a sfuggire ai suoi aguzzini ma la sua vicenda si intreccerà in modo drammatico e inaspettato ai destini di Simon e Nathalie a mille chilometri di distanza...

Titolo: Il paese dei ciliegi
Autore: Dorte Hansen
Pagine: 288
Prezzo: 16,80 euro
Editore: Salani
Data di pubblicazione: 26 gennaio 2017

Trama
È più forte chi vuole essere indipendente o chi sa chiedere aiuto?

Nella primavera del 1945 a casa di Ida Eckhoff si presentano Hildegard von Kamcke e la piccola Vera, in fuga dalla Prussia orientale. Madre e figlia per il momento devono accontentarsi della stanza della servitù, ma Hildegard è ambiziosa, e prosegue il suo viaggio alla volta di Amburgo, lasciando la figlia nella fattoria. Vera finisce con l’ereditare la grande casa fredda, ma sembra non riuscire a possederla mai davvero. Fino a quando, diversi anni dopo, si presentano di nuovo alla porta due profughi: Anne, nipote di Vera, e suo figlio. Anne, una musicista, non sopporta più l’esistenza che conduce nella pretenziosa Amburgo e ha lasciato un marito che la tradiva. Le due donne hanno in comune più di quanto immaginano: entrambe non si sentono a proprio agio da nessuna parte ed entrambe lottano contro un passato che le ha indurite. Eppure, nella grande casa all’ombra del tiglio, troveranno qualcosa che non avevano mai cercato.
Da un'autrice definita 'la Elena Ferrante tedesca' per le caratteristiche e l’entità del suo successo in patria e all'estero, ma anche per le sue straordinarie protagoniste femminili, un romanzo dallo stile asciutto e ricco di poesia, capace di descrivere con straordinaria efficacia il rapporto madre-figlia. Un debutto originale, a volte ironico e a volte commovente, che scava a fondo nell'animo umano, mettendone a nudo i bisogni più veri e inconfessabili.

Titolo: La bambina che sognava il cielo
Autore: Alejandro Parisi
Pagine: 264
Prezzo: 18,50 euro
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 24 gennaio 2017

Trama
È il 1939, e la vita di Nusia, cinque anni, scorre tranquilla a Leopoli. Il padre ha un laboratorio di sartoria, e Nusia, con la sorella Fridzia, ama giocare per le strade della città, inventando sempre nuovi giochi. Ma quei tempi stanno per finire. Nei cieli europei si addensano non solo le ombre di una guerra, ma anche quelle dell'odio e dello sterminio. E quando, dopo i russi, saranno i tedeschi a occupare la sua città, per la famiglia di Nusia, ebrea, il cielo appare definitivamente minaccioso. È per questo che suo padre, per salvare almeno lei, la consegna nelle mani di una donna cattolica, che la porterà in un orfanotrofio a Varsavia. Con un altro nome, con i documenti trovati chissà come di un'altra bambina. Una bambina cattolica. A vivere una vita che non è la sua, ma che è la sua unica salvezza.

E questa sarà la storia di Nusia - una storia realmente accaduta che Alejandro Parisi, giovane scrittore argentino, trasforma in un romanzo trascinante. La vicenda di una bambina sola con la promessa fatta a suo padre, che porta su di sé il peso dei segreti e delle bugie, e dell'amore per la famiglia perduta. Ma che, grazie a un'inaspettata capriola del destino, ritroverà, alla fine, se stessa. E saprà qual è la strada da percorrere.

Cosa ne pensate?
A me attirano moltissimo Sia i primi due che gli ultimi due ^^


domenica 22 gennaio 2017

Aggiornamento Netflix: gennaio 2017

Buona domenica a tutti!
oggi vorrei scrivere un breve post, che mi piacerebbe riproporvi ogni due o tre settimane, per mostrarvi cosa ho visto e vedrò su Netflix, un po' come faccio con i libri che leggo. Spero possa interessarvi!
TERMINATI: 
Durante gennaio, soprattutto nella settimana delle nevicate che hanno paralizzato la mia città, ho avuto l'occasione di vedere parecchi telefilm e film tra cui le quattro puntate di "Una mamma per amica: di nuovo insieme". Tra i tanti telefilm che averi potuto scegliere ho optato per le Gilmore girls per nostalgia e per la brevità, cosa che ultimamente sto molto apprezzando^^
Ho visto le puntate in poco meno di quattro giorni e QUI trovate le mie considerazioni complete in merito.





IN CORSO:
Dopo averne sentito parlare in lungo e in largo da amici, parenti, fidanzato e online, ho finalmente deciso di iniziare Breaking Bad, una serie conclusa da diversi anni ma che ha ancora moltissimi fan. Attualmente sono all'inizio della seconda stagione, più precisamente devo iniziare la quarta puntata, ma sinceramente non mi sta coinvolgendo moltissimo. Sto apprezzando la parte psicologica e mi piace il protagonista, così contraddittorio e umano, ma la storia ancora non mi sta prendendo. Aspetterò la fine della seconda stagione per decidere se andare avanti o abbandonarla.


FUTURI:
Sicuramente a febbraio mi dedicherò alla terza stagione di Reign, serie che vede come protagonista una giovane Maria regina di Scozia che vive nella corte francese. La prima serie mi era piaciucchiata, la seconda mi ha convinta di più e la terza, visto l'arrivo di Elisabetta I, DEVE essere una bomba. Vedremo..
Oltre a questa serie storica vorrei anche iniziare a vedere Black Mirror, un telefilm fantascientifico che mi stuzzica parecchio ^^



EXTRA NETFLIX:
Durante gennaio ho terminato l'undicesima e piuttosto deludente (tranne per l'ultima puntata) serie di Bones, uno delle ultime serie criminal che mi ostino a seguire. La dodicesima credo che sarà l'ultima... fortunatamente perché ha perso davvero moltissimo dall'ottava stagione in poi!
Mentre spulciavo i post altrui della puntata della settimana scorsa di 5 cose che.., incentrato sui personaggi dei telefilm, ho scovato una serie mai arrivata in Italia che mi è parsa leggera e molto "americana"(grazie a chi l'ha segnalata!). Sto parlando di Hit the floor, che racconta la vita delle cheerleader professioniste che ballano e tifano una famosa squadra di basket con tutte le gelosie, gli intrighi e i segreti connessi.



Ecco cosa sto vedendo ultimamente! Voi conoscete questi telefilm? cosa ne pensate? e, soprattutto, quali sono quelli che mi consigliate?

venerdì 20 gennaio 2017

5 cose che...5 libri in cui vorrei essere stata la protagonista

Buongiorno a tutti lettori!
eccomi qui con la seconda puntata di 5 cose che... rubrica ideata dal blog Twin books lovers.
per non ricadere sempre nelle scelte più scontate, ho diviso i 5 libri per tematiche diverse ^^

1- per vivere un'avventura: Gwenny della trilogia delle gemme di Kirstin Gier. Questa trilogia è davvero un piccolo gioiellino di simpatia, avventura e allegria, mi piace un sacco!
La protagonista ha la fortuna di poter viaggiare nel tempo ed è la chiave per risolvere un mistero antico di secoli... non è un'eroina di stampo classico ma le sue avventure sono davvero irresistibili.
(p.s. ho visto i tre film tratti dai libri e sì, sono carini, ma sono meglio i libri ovviamente!)


2- per vedere un tempo lontano: Tessa Gray della trilogia delle origini di Cassandra Clare. Ho scelto questi libri per unire l'utile al dilettevole: poter vedere la Londra di fine Ottocento e vivere tra creature fantastiche e incredibili situazioni. Questa trilogia mi è piaciuta moltissimo e la ricordo con immenso piacere. Credo anche di averla letta un paio di volte... e, per me, le riletture sono davvero una cosa rara!

3- per assaporare un'intensa storia d'amore: Clare Beauchamp de La straniera di Diana Gabaldon. Questo libro (e la serie) volevo inserirlo anche nel punto precedente, perché adoro la Scozia e mi piacerebbe visitarla ma poi ho riflettuto che non sono davvero una ragazza da campeggio scomodo e freddo... figuriamoci durante la metà del '700! L'ho comunque inserito perché la storia d'amore tra Claire e Jamie è davvero coinvolgente e fantastica. Ho invidiato Clare un sacco di volte durante la lettura... e la visione del telefilm XD.


4- per essere un eroe: Sonea della trilogia del Mago nero di Trudi Canavan. Questa è un'altra serie che mi è piaciuta molto e la protagonista è una ragazza davvero in gamba e intraprendente. Se non avete letto questa trilogia high fantasy ve la consiglio caldamente!

5- per avere degli amici fantastici: La saga di Harry Potter ovviamente! Vorrei anche io avere degli amici come Ron e Hermione che sono sempre fedeli, leali e ti sostengono nel momento del bisogno.


Mi sono davvero sforzata di variare le mie scelte ma non riesco proprio a dimenticare alcuni protagonisti, per un motivo o per un altro...
Quali sono state le vostre scelte?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...