sabato 31 dicembre 2016

Buon Anno a tutti!

Buon pomeriggio lettori!
ormai anche questo 2016 si è concluso ed eccomi qui a tirare un po' le somme.
Questo 2016 per me è stato abbastanza positivo perché fino a novembre ho potuto fare un lavoro che mi appassionava e che era relativo ai miei studi: ho fatto la bibliotecaria presso l'università. Ahimè il contratto è scaduto e non poteva essere rinnovato quindi mi sono ritrovata di nuovo un po' a terra, senza sapere bene cosa fare della mia vita, con la paura di perdere gli amici di sempre a cui tengo molto e con il terrore di guardare gli altri andare avanti lasciandomi indietro.
La mia speranza principale per il 2017, che non ho la minima idea di come realizzare, è quella di trovare un po' di stabilità lavorativa, e quindi anche economica, per poter almeno iniziare a pensare a una nuova vita e a nuove avventure...
Spero di riuscire a stare con le persone a cui voglio bene e di conoscerne di nuove e spero di avere opportunità di viaggiare e di imparare.

Auguro a tutti voi un felice e sereno anno nuovo!

giovedì 29 dicembre 2016

Le 5 migliori e peggiori letture del 2016

Buon pomeriggio ragazzi,
siamo arrivati agli ultimi giorni dell'anno ed eccomi a mostrarvi le mie migliori e peggiori letture dell'anno che si sta concludendo.^^

L'anno scorso, in un post di fine 2015, vi avevo detto che avrei voluto cambiare un po' delle mie scelte di lettura e nel 2016 mi sono impegnata a farlo dedicandomi meno al fantasy  e al romanzo storico e di più alla narrativa generale. Devo dire di essere abbastanza soddisfatta delle mie scelte e, nonostante le 5 stelline non siano moltissime, ho avuto tra le mani dei libri originali, belli e soprattutto fuori dalla mia confort zone. Ripeterò questa cosa anche l'anno prossimo, sperando di fare più acquisti!

LE MIGLIORI LETTURE DEL 2016

1 - Cecità di Josè Saramago 
 La migliore lettura dell'anno: questo libro mi ha catturata e affascinata, sconvolta e mi ha fatto riflettere sul comportamento umano in situazioni critiche. L'umanità in tutte le sue sfaccettature e la cooperazione sono cose che non dovremmo mai dimenticare per le piccole e le grandi cose. Una lettura che sono felice di aver fatto a 27 anni perché l'ho compresa e apprezzata pienamente anche se non sono stata capace di scriverne una recensione.

2- La trilogia dei Lungavista di Robin Hobb  
 Per variegare un po' questa classifica voglio inserire questa bellissima trilogia fantasy, letta nel gennaio 2016, che mi ha stregata in ogni sua parte. Nonostante il protagonista sia una ragazzo, ho amato la narrazione della sua formazione e le avventure che ha dovuta affrontare nel corso della sua giovane vita. Ho decisamente intenzione di proseguire con la seconda trilogia che torna a raccontare le avventure di Fitz.

3- Possessione di A.S. Byatt 
Un'altra scoperta casuale che finisce tra le migliori letture dell'anno è appunto questo romanzo degli anni novanta di cui mi è capitato di vedere uno spezzone del film. La struttura di storia dentro la storia, le due ambientazioni, tra passato e presente, e la ricchezza di contenuti letterari e storici, mi hanno davvero colpita. Era da tanto che non leggevo un romanzo storico/epistolario così ricco!

4- L'albero delle bugie di Frances Hardinge 
Tra i migliori libri dell'anno ho voluto inserire questo thriller per ragazzi che, seppure un po' lento, mi è piaciuto per la sua originalità e per il tocco di fantasia così ben inserito nella storia!

5- Il ritorno di Diana Gabaldon
Dopo che ho passato metà anno a struggermi per Jamie e Clare, non potevo non inserire uno dei tre romanzi della serie della Gabaldon che ho letto prima di aprile(quando è uscita la seconda stagione del telefilm!). Amo questa serie e la proseguirò sicuramente! Credo che quest'anno ne leggerò almeno altri due libri!) 


LE PEGGIORI LETTURE DEL 2016

1- La casa degli amori impossibili di Cristina Barrio Lopez
Avevo questo romanzo da almeno quattro anni e il titolo mi stuzzicava tanto da inserirlo nella mia tradizionale sfida del comodino. Ho fatto una fatica immane a finirlo: non mi piaceva lo stile, la storia era davvero assurda e le protagoniste fuori di testa. Bocciato!

2- Le donne di Cesare di Colleen McCullogh 
Altro libro che possedevo dalla mia prima laurea, nel 2011, e che ho inserito nella sfida del comodino ma che mi ha deluso fortemente. Leggendo queste infinite pagine ho rivissuto la sofferenza della scuola superiore quando Cicerone era mio nemico giurato XD. I personaggi erano stereotipati e antipatici, di "donne" non c'era neanche l'ombra: tutta politica e cursus honorem. Una noia assurda!

3- Irraggiungibile di Abbie Glines
Questo libro l'ho scelto per dare una possibilità al new adult, genere che notoriamente non riesco a capire e a farmi piacere. La storia di base non è male ma le scene più sensuali sfioravano il ridicolo. Nella mia mente partiva la tipica musichetta dei porno anni novanta.

4- La ferocia di Nicola Lagioia 
Questo è un libro che boccio a malincuore perché è scritto davvero bene, racconta una storia interessante e che è ambientata praticamente dietro casa mia ma non ho capito le scelte dello scrittore. Non ho capito il registro linguistico aulico e volgare mischiato, non ho capitola protagonista, non ho capito la presenza di passaggi particolarmente crudi... 
Avevo alte aspettative ma alla fine ho faticato a terminarlo.

5- Tè, zucchero e segreti di Nancy Naigle 
Questo è uno dei romanzi senza né infamia né gloria che ho letto per alternare le mie letture, diciamo che ho preso questo libro che qui è rappresentativo per quasi tutti i pochi romance che ho letto.


Prima di concludere vorrei aggiungere due fuori lista: 
Harry Potter and the cursed child, letto in inglese che non mi è piaciuto e 
The Danish girl di David Ebershoff che è stata una lettura bellissima e struggente.

Quali sono le vostre migliori e peggiori letture del 2016?

mercoledì 28 dicembre 2016

RECENSIONE: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine di Ransom Riggs

Eccomi con l'ultima recensione dell'anno! Buona lettura!

Titolo: La casa per bambini speciali di miss peregrine
Autore: Ransom Riggs
Pagine: 382
Prezzo: 10 euro
Editore: Rizzoli
Genere: Young adult

Trama

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?


In previsione dell’arrivo della pellicola cinematografica, non potevo non dedicarmi alla lettura di questo romanzo. Ragazzi, lettori, PRIMA il libro POI il film! Sempre e comunque! XD

Il protagonista della storia è Jacob, un adolescente americano cresciuto con della fantastiche storie raccontate da suo nonno. Vissuto durante la guerra, suo nonno, diventato orfano, fu mandato su una piccola isola inglese per essere accolto in una nuova casa: quella di Miss Peregrine. Dopo la misteriosa morte del nonno e il suo conseguente crollo nervoso, Jacob, ricordando le assurde storie che gli erano state raccontate ma credendole favole, decide di passare l’estate su questa lontana isola in compagnia di suo padre per indagare e capire cosa suo nonno voleva comunicargli con le sue ultime parole. Vagando per l’isola, Jacob scopre che quelle che lui credeva “favole” non lo erano poi così tanto…

Come ho già detto, l’ispirazione per iniziare questa trilogia deriva dal fatto che a dicembre uscirà il film tratto dal romanzo e che Miss Peregrine sarà interpretata dalla fantastica Eva Green (vedi la mia opinione su Penny Dreadful). Queste due cose, unite alle molte recensioni positive che ho visto in rete, mi hanno dato la giusta spinta per iniziare la lettura.
Parto subito dicendovi che ciò che mi ha colpito del romanzo, che appartiene al genere young adult, è l’originalità dei personaggi: il mondo che Jacob scopre attraverso le foto del nonno (che vediamo anche noi sul libro) e attraverso la conoscenza diretta con i vari bambini Speciali è piuttosto inedito. C’è la ragazza che manipola il fuoco, la ragazza forzuta, il bambino che ha potere sulla morte, un veggente, il ragazzo invisibile, la bambina senza gravità, insomma ci sono diversi bambini Speciali, ognuno con proprie peculiarità. Insieme a loro c’è Miss Peregrine, una donna capace di manipolare il tempo che ha creato, insieme ad altre Speciali dotate dello stesso potere, dei luoghi sicuri dove i bambini speciali possono vivere senza invecchiare e senza essere cacciati da uomini i Spettri. Sono proprio gli Spettri i nemici principali che anche Jacob dovrà affrontare nel corso della sua avventura. Insomma, il romanzo mescola elementi fantastici a situazioni storiche senza essere morboso o eccessivamente superficiale. Il punto forte è certamente l’originalità e anche la presenza di foto d’epoca che sembrano davvero realistiche! Non ho fatto ricerche in proposito e non le farò perché voglio lasciarmi il dubbio. Alcune immagini sono davvero inquietanti!
Cosa dire di questo primo libro della trilogia? L’ho trovato divertente (Jacob è molto simpatico), avventuroso e a tratti cupo, i personaggi sono molti e “peculiari” e il mondo degli Speciali mi ha affascinata.
Assegno tre stelline e mezzo al romanzo consigliandolo ad adulti e ragazzi alla ricerca di un libro pensato, originale e fuori dagli schemi.

Lya

domenica 25 dicembre 2016

Buona Natale!

Auguriamo a tutti voi un bellissimo Natale pieno di gioie e felicità con un sacco di regali sotto l'albero ... e un sacco d'amore nel vostro cuore!


Un bacio ^^

mercoledì 21 dicembre 2016

RECENSIONE: La fonte magica di Natalie Babbitt

Buona lettura! ^^


Titolo: La fonte magica
Autore: Natalie Babbitt
Pagine: 150
Prezzo: 12euro
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2015

Trama


Condannati a vivere in eterno per aver bevuto a una fonte magica, i membri della famiglia Tuck viaggiano di luogo in luogo cercando di condurre un’esistenza serena senza dare troppo nell’occhio. Quando la loro strada incrocia quella di Winnie, dieci anni, i Tuck la accolgono nella loro casa e cercano di farle capire perché vivere per sempre non sia esattamente un dono.



Mi è capitato di recente di rivedere un film che mi piaceva moltissimo da bambina: “Tuck Everlasting” che ho scoperto essere tratto dal romanzo di Natalie Babbitt, quindi ho deciso di leggerlo.

La fonte magica racconta la storia di una bambina che, dopo la fuga nel bosco proprietà della sua famiglia, incontra la famiglia particolare che le racconta una storia altrettanto particolare. La famiglia Tuck molti anni prima ha casualmente bevuto l'acqua della fonte presente in quel bosco: dopo alcuni anni hanno compreso il dono e la maledizione di quell'acqua poiché si sono resi conto di essere diventati immortali, di non invecchiare. Winnie, inizialmente intimorita e poi incuriosita, vive la grande avventura della sua vita.

Questo breve libro racconta quella che può essere definita una favola classica per bambini e per adulti poiché presenta le tipiche caratteristiche strutturali e contenutistico che tipiche delle brevi storie fantastiche.
Come già detto all'inizio, ho adorato il film tratto da questo libro e per questo ho deciso di intervallare le mie letture un po' più confuse con questo piccolo libro che si legge in un tempo. Devo dire che ho molto apprezzato la lettura che è piacevole e scorrevole e, nonostante i comportamenti dei protagonisti e i dialoghi che risultano un po' "infantili", sono riuscita a calarmi in quest'ambientazione favolistica.
Tutto inizia con il desiderio di evasione e di cambiamento di Winnie, una ragazza di circa 15 anni, ma che in realtà ne dimostra alcuni in meno, la quale dopo tanta titubanza decide di superare i cancelli sicuri del suo giardino per esplorare il bosco che appartiene alla sua famiglia. Dopo essersi addentrata e persa, incontra un ragazzo poco più grande di lei che beve da una piccola fonte; la fatica porta Winnie a desiderare quell'acqua e di conseguenza il ragazzo, e poi suo fratello, le impediscono di bere e la portano via. Questa è la premessa per la vera avventura che la ragazza finalmente vive attraverso la misteriosa storia della fonte magica. Ovviamente ci sono momenti di tensione, ci sono i cattivi che minacciano la tranquillità della famiglia Tuck e infine ci sono le azioni della protagonista che salva la situazione e prende un'importante decisione per la sua vita. Proprio in quest'ultima parte c'è il messaggio della favola che ho trovato davvero molto bello e azzeccato.
Insieme alla semplicità dello stile di scrittura e della storia avventurosa e adatta a bambini e adulti, il libro mi ha particolarmente colpito proprio per il tema di fondo e cioè la fonte dell'immortalità. Da amante della mitologia e della letteratura classica non ho potuto non notare il riferimento alla fonte magica, luogo da sempre cercato dall'uomo e che ha prodotto numerose leggende molto diffuse sin dall'antichità. Per questi motivi assegno al libro quattro stelline consigliandolo a coloro che cercano una bella storia, facile e veloce da leggere ma con un bel messaggio nascosto tra le righe.

Lya


martedì 20 dicembre 2016

Top Ten Tuesday: i libri che mi piacerebbe trovare sotto l'albero

Buongiorno lettori!
il Natale è ormai alle porte e quindi è arrivato il momento di stilare la nostra lista dei desideri libreschi. So già che io non riceverò nessun libro perché tutti si sono convinti che è "banale" regalarmi dei libri. Ovviamente apprezzo tutti i regali e i pensierini ma i libri regalati (con rigorosa dedica e data) sono stupendi perché mi ricordano la persona che me li ha regalati ogni volta che li sfoglio. Ormai mi sono messa l'anima in pace: mi compro io i libri!

Nonostante questo vorrei comunque mostrarvi la mia lista ^^

1- La spia del mare di Virginia de Winter

2- Harry Potter e la pietra filosofale e la camera dei segreti nell'edizione illustrata


3- Nord e sud di Elizabeth Gaskell

4- Una manciata di nuove uscite della Beat editore (L'età del desiderio, La sarta di Mary Lincoln ecc.)
5 - The Grisha trilogy di Leigh Bardugo in inglese
6- 1984 di Orwell
7- Lettori selvaggi di Giuseppe Montesano
8- Una grande e terribile bellezza di Libba bray (la trilogia)

Quali sono i libri che vorreste trovare sotto l'albero? 

domenica 18 dicembre 2016

Netflix: la spesa vale l'impresa?

Salve a tutti lettori fedeli e casuali!
come avrete letto dal titolo oggi, per la rubrica "Serie tv time", vorrei parlarvi della mia esperienza con Netflix. Questo argomento è un po' off topic ma credo valga la pena spendere due parole su questa piattaforma, ottima per chi, come me, vede molte serie tv.

Netflix è una piattaforma americana che è arrivata da noi da circa un anno e che permette ai suoi utenti di vedere film e (soprattutto) serie tv in streaming. Occorre creare un account per accedere ai contenuti e dopo pochi istanti si ha un'enorme biblioteca di titoli disponibili per la visione immediata o per il download. Si possono trovare moltissimi contenuti originali, prodotti da Netflix, e tantissime altre serie tv di diverse tipologie. L'applicazione è semplice da scaricare e usare perché l'interfaccia è intuitiva ma funzionale.
Il primo mese è gratuito per tutti i nuovi utenti per permettere di effettuare una prova per capire se la piattaforma fa per voi.

Ho sentito molti dire che è uno spreco di soldi ma tanti hanno cambiato idea, io in primis.
Da accanita fan di taaante (troppe) serie tv, con Netflix ho scoperto un nuovo pianeta: non devo più cercare disperatamente le puntate in rete per lo streaming (a parte per alcuni titoli che non sono presenti) oppure registrarle sul decoder Sky. Tutto quello che devo fare è accedere sull'applicazione, scegliere e mettere in play.
Ok, probabilmente sembrerò pigra ma la comodità e l'immediatezza sono una cosa fantastica.

Maaa... la spesa vale l'impresa? Ecco quali sono le caratteristiche che mi hanno convinta ad abbonarmi:
- comodità e velocità
- vasta scelta e personalizzazione(sono presenti liste personalizzate con suggerimenti)
- possibilità di scaricare alcuni contenuti per vederli offline (ottimo per i viaggi)
- contenuti aggiornati e attuali
- nessuna pubblicità invasiva
- alta definizione e ottimo audio (anche in originale e con sottotitoli)
- possibilità, in privato, di dividere il costo con un altro utente
- legalità

Ad oggi, dopo l'utilizzo pressoché quotidiano dell'applicazione per 15 giorni sul nuovo ipad, posso dire che sono davvero convinta di abbonarmi e ho deciso di farlo nella formula standard, così da avere sia l'alta definizione, sia due sessioni di streaming contemporanee. In questo modo potrò dividere il costo dell'abbonamento con il mio ragazzo pagando 5 euro al mese. Magari così mi sentirò meno in colpa per questi soldini che usciranno per qualcosa di superfluo.
Per questo Natale c'è la possibilità di comprare delle gift card Netflix con diversi importi (credo che me ne farò magicamente arrivare una XD).

Voi avete già Netflix? Lo avete provato? Oppure siete ancora titubanti?

P.S. Adesso sto seguendo la seconda stagione di Reign e a breve inizierò il ritorno delle Gilmore girls e finalmente Breaking Bad ^^

venerdì 16 dicembre 2016

What's next? 254

Buon pomeriggio lettori^^
un'altra settimana si è conclusa ed eccoci a mostrarvi le nostre letture.

Lya
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
Ho appena terminato un grande classico della letteratura italiana, una breve storia scritta da Verga che mi ha colpita molto positivamente! Verga non è tra i miei autori preferiti, ma questa storia mi è piaciuta a lui ha descritto molto enfaticamente le sensazioni di dolore, struggimento e solitudine di questa ragazza, suor Maria.

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Ho iniziato a leggere le prime pagine di questo libro di cui ho sentito parlare molto bene... ho ricevuto gratuitamente questo libro nel giorno dei libri del 2015 e sono davvero curiosa di addentrarmi nella storia!
What's next? (Qual è il prossimo?)

Non ho ancora deciso cosa leggere dopo, ma sarà sicuramente qualcosa di non troppo lungo perché sto tentando di concludere la mia sfida dei numeri! Ad oggi sono a 78 libri letti e me ne mancano 6. Non credo che riuscirò ad arrivarci ma ci provo comunque ^^


Isy

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?) 

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What's next? (Qual è il prossimo?)


Voi cosa leggete in questo ultimo periodo?

giovedì 15 dicembre 2016

Regali per lettori:romanzi del 2016

Dopo vari gadget, segnalibri e book journal, eccomi qui a "consigliarvi" qualche buon libro da regalare ai lettori più accaniti. Ho deciso di concentrarmi sulle uscite del 2016 senza andare troppo indietro nel tempo e ho cercato di spaziare il più possibile per darvi più scelte.
Spero di esservi utile e di darvi qualche buono spunto!

Non potevo non iniziare con Zafon che, secondo me, incontra il gusto di molti lettori adulti e meno adulti.
Titolo:Il labirinto degli spiriti
Autore:Carlos Ruiz Zafòn
Pagine: 832
Prezzo: 23 euro/10.99 euro ebook
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 22 novembre 2016


Clicca QUI per tutte le info!



Come seconda proposta ho attinto dalla mia wish list: la de Winter è un'ottima narratrice e, dopo aver amato alla follia la sua prima serie (Black friars), ho puntato questo romanzo d'avventura adatto a un pubblico giovane alla ricerca di emozioni.

Titolo: La spia del mare
Autore: Virginia de Winter
Pagine: 40
Costo: 19,00€ /9,99€ ebook
Editore: Mondadori
Uscita: 25 Ottobre 2016

Clicca QUI per trovare la trama ^^



"I nostri cuori chimici" è un romanzo new adult che vedo molto bene per un pubblico adolescente o per gli amanti del romance.


Titolo: I nostri cuori chimici
Autore: Krystal Southerland
Pagine: 350
Prezzo: euro 17,00/ebook euro 9,99
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 24 novembre 2016

In QUESTA puntata di "uscite della settimana"trovate le info.





Altro libro che vorrei inserire nella lista è il terzo mistero di Cormoran Strike, un thriller ben orchestrato e ambientato a Londra.

Titolo:La via del maleAutore: Robert Galbraith
Pagine:400 
Prezzo: 20 euro
Editore: Salani
Serie: Cormoran Strike #3
Data di pubblicazione: 9 giugno 2016

QUI tutte le info e QUI la mia recensione.


Come ultima proposta di oggi, non potevo non inserire la Sanchez, che in Italia è parecchi apprezzata da diverse tipologie di lettori ^^





Titolo: Lo stupore di una notte di luce
Autore: Clara Sanchez
Pagine: 400
Prezzo: 18,60 €
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa contemporanea
Data di uscita: 12 settembre 2015

QUI le informazioni del libro.

Oggi termino qui, ma ho deciso di fare altre due post con dei consigli libreschi! Stay tuned!

mercoledì 14 dicembre 2016

RECENSIONE: L'albero delle bugie di Frances Hardinge

Buon pomeriggio lettori!
eccomi con una nuova recensione! ^^

Titolo:L'albero delle bugie
Autore: Frances Hardinge
Pagine: 420
Prezzo: 17
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 30 settembre 2016

Trama

Fin da quando era piccola Faith ha imparato a nascondere dietro le buone maniere la sua intelligenza acuta e ardente: nell'Inghilterra vittoriana questo è ciò che devono fare le brave signorine. Figlia del reverendo Sunderly, esperto studioso di fossili, Faith deve fingere di non essere attratta dai misteri della scienza, di non avere fame di conoscenza, di non sognare la libertà. Tutto cambia dopo la morte del padre: frugando tra oggetti e documenti misteriosi, Faith scopre l'esistenza di un albero incredibile, che si nutre di bugie per dar vita a frutti magici capaci di rivelare segreti. È proprio grazie al potere oscuro di questo albero che Faith fa esplodere il coraggio e la rabbia covati per anni, alla ricerca della verità e del suo posto nel mondo. Era quella Faith, la fanciulla brava e buona? La ragazza nello specchio era capace di qualunque cosa. Ed era tutto fuorché brava e buona, lo si capiva al primo sguardo. "Non sono buona." Qualcosa nella mente di Faith riuscì a liberarsi, a volare via sbattendo ali nere nel cielo. "Una persona buona non sarebbe mai capace di provare quello che provo io. Sono cattiva e subdola e piena di rabbia. Non c'è salvezza per me."

Come ogni tanto mi accade, mi faccio trasportare dalla bellezza della cover e mi dedico a queste letture. “L’albero delle bugie” è un romanzo per ragazzi ambientato nel periodo vittoriano che ho trovato davvero delizioso (passatemi il termine arcaico! XD).

La protagonista della storia è Faith, una ragazza al confine con l’età dell’adolescenza che vive nella Londra vittoriana in una famiglia benestante. Suo padre è un famosissimo studioso di fossili e anche un reverendo e lei, intelligente e coraggiosa, cresce all'ombra di questo genitore coltivando in segreto delle passioni non adatte a una signorina. Sua madre è, invece, un bella donna che esercita il suo potere attraverso il suo fascino ed è convinta che il sesso femminile abbia solo quello per poter vincere nella vita.
L’ordine e l’obbedienza sono il pane quotidiano di Faith ma una repentina fuga in un’isola sperduta dell’Inghilterra, cambierà molto il suo modo di vedere la vita.

Innanzi tutto vorrei premettere che il mio giudizio è calibrato sul target del libro stesso e cioè i ragazzi tra i 12 e i 16 anni circa. Detto questo posso passare a dirvi cosa mi è piaciuto, perché questo libro, infatti, ha colto nel segno per quanto mi riguarda.
Come ho già detto in apertura, ho trovato la cover davvero molto bella perché l’azzurro, unito alla silhouette della ragazza, colpisce il mio occhio. In uno scaffale pieno di libri non ci metterei molto a individuarlo!
A parte la questione estetica, devo dire che questa storia e la collocazione temporale sono stati dei punti assolutamente positivi.
L’isola descritta nel romanzo è piccola, conservatrice e poco moderna: non ci sono molte comodità, non c’è il fervore sociale della capitale e non ci sono molti svaghi. In questo luogo, lontano da tutto e da tutti, si trasferiscono improvvisamente Faith e la sua famiglia per fuggire da uno scandalo nel mondo culturale. Sono infatti messe in discussione le scoperte fatte anni addietro dal padre della protagonista: altri naturalisti sostengono che i fossili scoperti dal reverendo siano dei falsi ben fabbricati. Ciò porta una grandissima vergogna sulla famiglia e, per ciò, si allontanano precipitosamente da Londra. Inizialmente Faith crede nella rettitudine del padre, così austero e severo, ma poi scopre che nasconde un grandissimo segreto: coltiva da parecchio tempo un albero unico, l’albero delle bugie. Pian piano, dopo un assassinio, tra un pettegolezzo e l’altro e tra un inganno e voci poco lusinghiere, la ragazza scopre la verità sul padre e sul mondo degli adulti.
La storia è costruita benissimo perché, a parte l’albero delle bugie, tutto il resto è molto reale e la protagonista diventa una piccola detective che cerca di scoprire cosa è davvero accaduto in un climax ascendente tra colpi di scena e pericoli. La parte iniziale è un po’ lenta ma poi, dopo aver cominciato a fare luce su questa particolare vicenda, il tutto si svolge in modo veloce ed efficace. Insieme alla storia che è al bivio tra realtà e fantasia, quello che mi ha colpita è Faith. Lei è una ragazza molto sveglia e intelligente che si mortifica continuamente per rimanere nei dettami della società. Una signorina ben educata non s’interessa allo studio di fossili, non si sporca ed è sempre gentile e silenziosa. Faith si sente un pesce fuor d’acqua e cerca in continuazione di “migliorare” i suoi atteggiamenti per adeguarli a ciò che gli altri si aspettano da lei ma non sempre riesce nell'intento. Nonostante questo continuo freno, con la sua intraprendenza e curiosità, riesce a risolvere diverse situazioni e comprende che gli adulti non hanno sempre ragione e che anche loro possono creare grandi inganni per proteggere se stessi.
Assegno al romanzo quattro stelline e mezzo.


Lya

lunedì 12 dicembre 2016

Regali per lettori: i book journal

Buon pomeriggio lettori!
In questo nuovo post dedicato ai regali natalizi per lettori (QUI e QUI trovate i primi due), vorrei concentrarmi su un unico oggetto del desiderio: i Book Journal/Reading Journal.
I book journal non sono nient'altro che delle "agende" settate per tenere appunti sulle letture che si fanno durante l'anno e in giro, soprattutto su amazon, ci sono di diverse tipologie, tutte simili, ma con delle piccole differenze.

Il book journal più facilmente reperibile è quello della Moleskine che si trova facilmente anche in Feltrnelli.

Se cercate su amazon, si trovano molteplici alternative a questo, più o meno con lo stesso prezzo.
Questo esempio è tratto dal "Book lover's journal"


Personalmente mi affido a goodreads ma mi piace anche tenere una traccia scritta delle mie letture e quindi ho un quadernino con un semplice elenco dei libri letti durante l'anno (titolo, autore, voto e serie) e, anni fa, avevo un'agenda che utilizzavo per scrivere delle citazioni o ciò che pensato dei libri letti. Insomma tutto fai da me. Più di un annetto fa ho comprato un reading journal molto carino(quello della foto precedente) ma non ho ancora avuto il coraggio di utilizzarlo, ma mi riprometto di farlo nel 2017!

Insomma, queste piccole agende sono davvero dei regali utili per i lettori accaniti quindi fateci un pensierino! ^^

sabato 10 dicembre 2016

What's next? 253

Buongiorno lettori!
Nuova settimana e nuovo aggiornamento letture! ^^

Lya
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
Ho trovato questo romanzo carino anche se molto ripetitivo. Tre fatti iniziali vengono ripetuti fino alla nausea...

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Questo è l'ultimo libro della sfida del comodino: è un romanzo che parla del razzismo nell'America del periodo del colonialismo e della schiavitù con due protagonisti femminili che si raccontano in parallelo. La storia è bella ma le due ragazze ancora non mi hanno coinvolta.... vedremo...

What's next? (Qual è il prossimo?)
La prossima lettura sarà il terzo libro della serie di Miss Peregrine... spero che accada qualcosa di davvero entusiasmante in questo ultimo volume della trilogia.

Isy

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?) 

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What's next? (Qual è il prossimo?)


Voi cosa leggete di bello?

venerdì 9 dicembre 2016

AGGIORNAMENTO reading challenges: Novembre 2016

E novembre é terminato! Ormai manca solo un mese prima della conclusione delle nostre sfide di lettura e questo sarà, molto probabilmente, l'ultimo post dell'anno di recap. Quindi ecco come stanno per concludersi le nostre sfide letterarie del 2016!






SFIDE COMUNI:

Ecco la sfida del DIAMO I NUMERI!
LYA
74/84
Cuore di tenebra di Joseph Conrad 
Tè, zucchero e segreti di Nancy Naigle
L'innocente di Alison Weir
Hollow city di Ransom Rigg
Irraggiungibile di Abbi Glines
La bambola di porcellana di Maxence Fermine
I segreti della casa sul lago di Kate Morton
La casa degli amori impossibili di Cristina Barrio Lopez

Non so se quest'anno riuscirò a concludere questa sfida...credo che perderò per pochissimo ma non credo che a dicembre riuscirò a leggere 11 libri :(

ISY 
27/30
La contessa nera di Rebecca Johns
La fata morgana di Jeanne Markale

Per la SFIDA DEL COMODINO, anche detta TBR list ecco cosa abbiamo letto:

I libri sul comodino di LYA:

1- Le donne di Cesare di Colleen McCullough giugno 2016
2- La casa degli amori impossibili di Cristina Lopez Barrio novembre 2016
3- Agnes Gray di Anne Bronte luglio 2016
4- Frankenstein di Mary Shelly agosto 2016
5- La figlia del boia di Oliver Potzsch febbraio 2016
6- La ferocia di Nicola Lagioia settembre 2016
7- Il ritorno di Diana Gabaldon marzo 2016
8- Brida di Paulo Coelho maggio 2016
9- Il miniaturista di Jessie Burton ottobre 2016
10- Niente di Jeanne Taller aprile 2016
11- L'invenzione delle ali di Sue Monk Kidd 
12- Il museo delle ombre segrete Elly Griffiths Gennaio 2016


I libri sul comodino di ISY:

1- "Il buio oltre la siepe" di Harper Lee Febbraio 2016
2- “Jane Eyre” di Charlotte Brönte aprile 2016
3- “Il nome della rosa” di Umberto Eco
4- “Alba d’inchiostro-Inkheart III” di Cornelia Funke ottobre 2016
5-“L’ultimo Catone” di Matilde Asensi Marzo 2016
6-“Lady Susan” di Jane Austen Giugno 2016
7- “Cuore di cane” di Michail Bulgakov
8- “La storia infinita” di Michael Ende Gennaio 2016
9- “Le figlie del libro perduto” di Katherine Howe
10- “La contessa nera” di Rebecca Johns  novembre 2016
11- “Il commesso” di Bernard Malamud
12- “Gli spiriti non dimenticano” di Vittorio Zucconi

SFIDE PERSONALI 

LYA:
Per la SFIDA DEI LIBRI IN LINGUA:
5/10
Sono ancora a 5 su 10 e credo che mi fermerò qui. La sfida dei libri in lingua del 2016 è FALLITA.

Per la SFIDA DEI BEAT  ho letto un libro:
5/7 
L'innocente di Alison Weir

Devo cercare d'inserire due libri di quest'editore per terminare questa sfida!Forse posso farcela anche se è più probabile che la fallirò per un libro.

Per la SFIDA DELLE SERIE:
Questo mese ho portato avanti la trilogia di Ransom Rigg con Hollow city e conto di leggere il terzo libro durante dicembre.
Peccato per la serie della Harkness! Contavo di terminarla entro l'anno ma credo che rimanderò perchè i suoi libri sono belli corposi e vorrei cercare di concludere la sfida dei numeri.
ISY:
Per la SFIDA DEGLI EBOOK 
8/12 

Per la SFIDA DELLE CATEGORIE 
9/12


Come si stanno concludendo le vostre sfide? ^^

I preferiti del mese: novembre 2016

Eccoci con la seconda puntata di questo post mensile dedicato a tutto ciò che NON è a tema libroso! ^^


I Preferiti di Lya:


Questo mese voglio iniziare sempre con delle "serie" tv, ma in questo caso incentrate sulla moda! Ho seguito per anni Project Runaway e America's Next top model su sky ma è già da un paio d'anni ce non li trasmettono più in Italia. Dopo la visione traumatica(in positivo) di Penny Dreadful avevo bisogno di qualcosa di leggero e non impegnativo. Cosa c'è di meglio di litigate inutili tra modelle e modelli giovanissimi? Cosa c'è di meglio di stilisti sconosciuti che creano abiti in pochissimo tempo? Insomma, queste due serie, viste in inglese di cui ho visto rispettivamente la 22esima stagione( adesso è in corso la 23, quindi sono "in regola") e la 13esima dell'altra, sono state perfette per lo scopo, infatti ho già iniziato la visione di un'altra serie tv.

Come secondo preferito del mese voglio inserire il fondotinta sublime della Purobio che ho terminato dopo un utilizzo intensivo di quasi un anno(io lo uso nella colorazione 4). Questo fondo è interamente bio, non testato sugli animali e ad alta coprenza. L'ho trovato ottimo per la mia pelle mista-grassa, perché è asciutto, anche se all'inizio ci ho litigato un po' per la stesura. La consistenza, infatti, è molto densa e pastosa e riesco a metterlo bene solo con l'utilizzo di un pennello da fondotinta della Real Techniques (non con le spugnette varie che se lo mangiano). Insomma, ci vuole un po' di manualità per sfruttare pienamente questo fondotinta. 
Non credo che lo riacquisterò subito perché non sto uscendo tantissimo e la scadenza è di soli sei mesi. Ci ho messo un anno a terminarlo usandolo ogni santo giorno, quindi credo che mi butterò su altro.

I Preferiti di Isy:
Questi sono i 2 regali che io e il mio fidanzato abbiamo comprato durante la nostra piccola vacanza tra i mercatini natalizi del Tirolo. Due regali che per ora conserveremo, ma che l'anno prossimo faranno parte del nostro primo Natale da sposati. Quindi qualcosa di natalizio per casa nostra c'è xD


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...