venerdì 30 maggio 2014

What's next? 140

Buon venerdì amici lettori^^Eccoci con il 140esimo appuntamento di questa rubrica dedicata alle nostre letture settimanali^^



Lya:
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What's next? (Qual è il prossimo?)

Isy
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What's next? (Qual è il prossimo?)
Credo che la lettura del "Notre-Dame de Paris" occuperà un bel po' di tempo, calcolando che nel frattempo ho ripreso a studiare. Spero di finirle presto, però ho intenzione di leggerlo con attenzione e calma, senza fretta^^

E le vostre letture terminate quali sono state? E quali inizierete?=)

giovedì 29 maggio 2014

30 giorni di...Disney (4)

Buon pomeriggi amici lettori!! Eccoci con


E con la domanda numero 4!


3)La principessa Disney preferita

Isy
Mulan!! Per la prima volta vedevo la "principessa" come la salvatrice e non come colei che doveva essere salvata dal principe di turno! Lei è veramente artefice del suo destino...e poi diciamoci la verità: Mulan è una tosta! Non ha nulla dei canoni di bellezza tipici Disney. Basti guardare la primissima parte del cartone! 
Per salvare il padre rinuncia ai suoi bellissimi lunghi capelli (simbolo di femminilità) e all'esser donna, vestendo i panni di un uomo e facendosi valere, talvolta più degli uomini stessi! Forza Ping...ehm, Mulan!! =)

Lya
Assolutamente Mulan perché è una principessa forte e determinata e non la classica "donnicciola" che deve essere salvata dal bel principe di turno. Lei è alla ricerca della sua strada dl mondo perché sa che non sarà mai una figlia, moglie e madre tradizionale. Lei è una ragazza moderna che vive nel passato.


E la vostra principessa preferita qual è?=)

mercoledì 28 maggio 2014

Recensione breve: "I sotterranei della Cattedrale" di Marcello Simoni

Titolo: I sotterranei della Cattedrale
Autore: Marcello Simoni
Pagine: 128
Editore: NewtonCompton (collana live)
Prezzo: 0,99 €

Urbino, 1789. Il cadavere del professor Lamberti, docente di filosofia all’università, viene ritrovato all’interno della cattedrale. 
L’ipotesi è che sia precipitato dalle impalcature erette per la ricostruzione della cupola, distrutta da un terremoto. Ma Vitale Federici, il suo allievo più brillante, intuisce subito che dietro quella morte si cela qualcosa di poco chiaro. Inizia dunque la sua personale indagine sugli ultimi giorni di vita del Lamberti, finché viene a conoscenza di un fatto sconcertante: l’uomo era sulle tracce di un antico tempio dedicato alle Ninfe, nascosto nel sottosuolo della città. Vitale si appassiona immediatamente al mistero, ma la sua ricerca lo porta ben presto di fronte a un’inquietante verità: il Lamberti deve essere stato assassinato. Ma da chi? Tanti sono i sospettati, e tutti hanno interesse a tenere Vitale lontano da un segreto che non deve essere rivelato…

 “I sotterranei della Cattedrale” può essere definito sicuramente un racconto lungo. E come tale  ha dei pregi e, in questo caso, un po’ troppi difetti. L’idea di base dell’autore era quella di creare un Thriller Storico, un genere al Simoni molto caro. Io stesso ho avuto modo di leggere il romanzo d’esordio dell’autore, “Il Mercante di libri maledetti”, che gli valse la conquista del 60° premio Bancarella. Un libro apprezzabile e scorrevole, che io ho letto con curiosità e interesse. Ma in questo racconto non ho trovato nulla che mi facesse ricordare che l’autore fosse lo stesso.
Vitale Federici, giovane  studente alle presi col dottorato, si ritrova improvvisamente abbandonato dal suo professore, morto in un incidente dentro la Cattedrale di Urbino. Al dolore ben presto subentra la consapevolezza che la morte del professore non sembra così accidentale come le autorità vogliono far sembrare. E così, messi da parte gli studi, inizia ad indagare.

La trama si sviluppa in un arco temporale brevissimo, un solo giorno. Tanti personaggi che vengono citati e spesso abbandonati alla mera fantasia del lettore. Una serie di omicidi che, a mio avviso, non erano del tutto comprensibili. 
Ho trovato la storia veloce, in alcuni tratti confusionaria e sicuramente in più tratti banale. 
Un racconto vittima delle esigenze di spazio (128 pagine), ma anche di un voler rendere interessante la storia aggiungendo troppi dettagli che nella quasi totalità dei casi non sono stati per nulla sviluppati. Un thriller storico a cui l’autore ha voluto aggiungere dettagli mistery e di “soprannaturale” (anche se non sono assolutamente convinta si possa definire così). La scrittura è chiara, ma altrettanto non può dirsi della storia. Con al stessa velocità con cui il racconto è iniziato, così è finito. È una volta chiuso il libro ti lascia con un senso di incompiutezza, ed inevitabilemtne viene da chiedersi “Ne è valsa la pena?”. Almeno è una racconto breve, la scrittura è abbastanza grande e il libro costa solo 0,99€. Se lo avete già preso, leggetelo. Se non lo avete preso, potete pur farne a meno.


martedì 27 maggio 2014

Top ten tuesday: libri da leggere in una giornata

Buongiorno lettori!
eccomi con una top ten molto in linea con il periodo che ho appena passato!
Dovendo scegliere iberamente tra i vecchi temi proposti, ho scelto uno che rispecchia moltissimo il mese di maggio: ho iniziato a lavorare e sono stata per un mese in full immersione in ufficio e il tempo per leggere era pochissimo. Per non rinunciare a questo grandissimo piacere che caratterizza la mia vita da anni, ho optato per libri minuscoli per i miei standard di lettrice abituata a libri di 400 pagine minimo.
Insomma, il tema odierno é: libri da leggere in una giornata.


1- Venivamo tutte per mare  di Julie Otsuka
2-Ai piani bassi di Margaret Powell
3- Il libraio di Selinunte di Roberto Vecchioni


4- Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood
5-  Guida galattica per autostoppisti di Adams Douglas
6-Tutti mi danno del bastardo di Nick Hornby


7- Four: The trasfert. A divergent story di Veronica Roth
8- Lady Susan di Jane Austen
9- La casa stregata di Lovecraft


Questi sono tutti i libri al di sotto delle 200 pagine che ho letto in questo ultimo periodo ;)

sabato 24 maggio 2014

What's next? 139

Buon sabato amici lettori^^Nuovo e vecchie letture questa settimana. E il vostro what's next quali letture prevede?



Lya:
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)


What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What's next? (Qual è il prossimo?)

Isy
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Ebbene si, ho deciso di riprendere in mano questa edizione, non riuscendo a reperire una traduzione più recente. Non potevo aspettare oltre per leggerlo

What's next? (Qual è il prossimo?)
Credo che la lettura del "Notre-Dame de Paris" occuperà un bel po' di tempo, calcolando che nel frattempo ho ripreso a studiare. Spero di finirle presto, però ho intenzione di leggerlo con attenzione e calma, senza fretta^^

E le vostre letture quali sono?=)

venerdì 23 maggio 2014

Black Friars Read Along!

Buongiorno lettori!
l'anno scorso ho partecipato ad una bellissima iniziativa dedicata al mondo creato dall'italianissima Virginia de Winter! Sto parlando dell'ordine delle blogger che torna in una nuova veste!
Care fan vecchie e nuove eccoci di nuovo con le storie ambientate nella Vecchia Capitale, una città gotica e ricca di mistero!
Questa volta, insieme ad altre blogger, abbiamo organizzato un READ ALONG e cioè una lettura/rilettura di un libro in un determinato lasso di tempo con tanto di commento.
La decisione è caduta sul primo volume della serie e cioè :Black friars- l'ordine della spada!

ecco chi parteciperà a questa iniziativa:

L'Antro di Aredhel
Dal capitolo 1 al 4 - 112 Pagine - Prima settimana di giugno (dal 2 all'8)
Bookland: Viaggiando tra i libri
Dal capitolo 5 all'8 - 126 Pagine - Seconda settimana di giugno (dal 9 al 15)  
Liber Arcanus
Dal capitolo 9 al 12 - 104 Pagine - Terza settimana di giugno (dal 16 al 22)
Il Castello tra le Nuvole
Dal capitolo 13 al 17 - 113 Pagine - Quarta settimana di giugno (dal 23 al 29)
La Bella e il Cavaliere
Dal capitolo 18 al 22 - 113 Pagine - Prima settimana di luglio (dal 30 al 6)
Atelier di una lettrice compulsiva
 Dal capitolo 23 all'epilogo - 108 Pagine - Seconda settimana di luglio (dal 7 al 13

Ogni settimana leggeremo determinati capitoli e commenteremo sui diversi blog attendendo anche commenti, impressioni e domande da parte vostra! Di settimana in settimana vi proporemo anche giochi e quiz a cui potrete partecipare.

Abbiamo creato un gruppo facebook e per entrare a farne parte vi basterà compilare il form che trovate nel link qui sotto!


vi aspettiamo numerosi!!

giovedì 22 maggio 2014

30 giorni di...Disney (3)

Buongiorno amici lettori. 3, 2, 1....VIA! Pronti a tornare bambini?^^

Ed ecco la domanda numero 3!

3)Film Pixar preferito

Isy
Senza ombra di dubbio "UP"! Io amo questo film!! =)



Lya
Assolutamente "Alla ricerca di Nemo", con il tenerissimo protagonista!=)


E il vostro film Pixar preferito qual è?=)

ANTEPRIMA: Il primo ultimo bacio di Ali Harris

Buon pomeriggio lettori!
eccomi con una nuova anteprima! Ultimamente il blog è un po' scarno per quanto riguarda le nuove uscite, ma anche io sto iniziando a stare indietro! A partire dalla prossima settimana dovrò recuperare tutto! XD
 Il libro che vi presento oggi è dolcissimo perché racconta una splendida storia d'amore. In questo periodo ho bisogno di tanto cioccolato e tante romanticherie... insomma un po' di carenza d'affetto XD


Titolo:Il primo ultimo bacio
Autore:Ali Harris
Pagine: 460
Prezzo: 16,60
Editore: Nord
Genere: Romance
Data di pubblicazione: 29 maggio 2014


Questa è la storia di Ryan e Molly,
raccontata attraverso gli attimi indimenticabili di ogni storia d’amore.
Tutti i baci che si sono scambiati e quelli che non potranno più darsi…

Quando arriva il momento in cui si capisce di essere innamorati? Per alcuni, mai. Per altri, troppo tardi, l’attimo successivo alla fine di una storia. Per i più fortunati, invece, è come una rivelazione improvvisa, provocata da uno sguardo, da un gesto premuroso, da una frase sussurrata all’orecchio. Per Molly, la rivelazione è arrivata grazie a un bacio: quello che, tanto tempo fa, Ryan Cooper le ha dato in mezzo a una pista da ballo. È stato quel bacio incerto a farle intuire che, dietro la corazza da spaccone arrogante, si celava un ragazzo vulnerabile e generoso. Eppure Molly ha dovuto attendere il «vero bacio» – quello che lui le ha dato mentre erano in vacanza a Ibiza – per convincersi di aver trovato la sua anima gemella. Fino ad allora, aveva temuto che, prima o poi, le loro differenze li avrebbero divisi: lei voleva vivere a Londra, Ryan fuori città; a lei piaceva trascorrere i weekend tra musei e mostre d’arte, a lui in compagnia degli amici allo stadio e al pub. Nonostante le incomprensioni, però, nei loro cuori aveva ormai messo radici un amore profondo, sincero, assoluto. Un amore suggellato dal «bacio del finché morte non vi separi»…
Adesso, cinque anni dopo il matrimonio, Molly sta cercando un modo per andare avanti senza Ryan. Ma non è possibile se nella sua mente si affollano i ricordi di tutti i baci che si sono scambiati e, soprattutto, dei tanti che si sono negati. E, mentre chiude gli scatoloni per il trasloco, Molly continua a chiedersi cosa avrebbe fatto di diverso se avesse saputo che quel bacio rubato sulla spiaggia di Ibiza sarebbe stato il primo degli ultimi baci e l’inizio di un lungo, meraviglioso addio; se già allora si fosse resa conto che sarebbe arrivato il giorno in cui, di baci, a lei Ryan non ne avrebbe dati più…

RECENSIONE: The promise of amazing di Robin Constantine



buona lettura

Titolo:The promise of amazing
Autore:Robin Constantine
Lingua inglese
Pubblicato il 31 dicembre 2013

Trama(tradotta da me)
Wren Caswell è una ragazza nella media: con voti normali nella sua classe al Sacro Cuore, non è popolare, ma non è isolata socialmente. Wren insomma è la tipica brava ragazza tranquilla che ha sempre fatto quello che doveva. Solo ora nel suo anno da junior, questa strategia passiva le si sta ritorcendo contro. Wren vuole cambiare, ma non sa come fare.
Grayson Barrett era il re di St. Gabe
: era la stella della squadra di lacrosse, il migliore della sua classe e tutto faceva pensare per lui un futuro brillante, fino a quando è stato espulso. Adesso Gray è in una spirale discendente e ha bisogno di cambiare, ma non sa come fare.
In una serata fatidica le loro strade si incrociano quando Wren, che lavora a Re Artù, il ristorante a tema della sua famiglia, esegue la Heimlich su Gray mentre soffoca salvandogli la vita in ogni senso letterale e figurato. Ciò è successo dopo è complicato, scomodo, esilarante e sfocia in una tenera storia di due ragazzic he vogliono allontan
arsi dal loro passato, cercando di capire chi sono e innamorandosi.



The promise of amazing è il libro in lingua del mese di aprile: in attimi di crisi per la scelta relativa al libro in inglese che avrei detto, mi è capitato questo new adult tra i consigli di goodreaders e quindi, dopo la mia esperienza ni con "Fangirl" ho voluto ritentare nuovamente.
Il libro è indubbiamente carino e facile da leggere, ma ho riscontrato sempre gli stessi " difetti" che ho notato anche nell'altro libro.

The promise of amazing è la storia di due diciassettenni che vogliono dare una svolta alla propria vita; lei sempre ligia al dovere, collaborativa e ubbidiente vuole mostrarsi sotto una nuova luce ai suoi amici e soprattutto la sua famiglia; lui, espulso dalla scuola privata maschile che frequentava a causa di alcuni errori di valutazione sulle proprie amicizie, vuole rigare diritto e pensare al proprio futuro in modo serio.
L'incontro tra i due ragazzi porterà l'una a scoprire una parte più ribelli di sé, l'altro capire come l'equilibrio e la stabilità siano il modo migliore per capire quello che desidera. Il colpo di fulmine e la difficile storia d'amore sono il fulcro di tutta la storia.

Come per "Fangirl" anche questo caso il libro non è preso totalmente perché il filo rosso di tutto è la storia d'amore delle ragazzi tra problemi personali e ostacoli che incontrano. Personalmente questa tipologia di libri non mi appassiona tantissimo; un conto sono i telefilm incentrati su storie difficili di ragazzi, un altro conto solo libri che sviluppano pochi temi riguardanti l'adolescenza. Stringendo devo dire che li trovo tutti uguali e, pur essendo carini, leggeri e leggibili, non fanno per me perché credo di aver bisogno di contenuti più efficaci e più forti.
La protagonista del romanzo è Wren, una normalissima liceale alle prese con scelte riguardanti il suo futuro: suo fratello ha un carattere estroverso e stanno dall'università, sua sorella é la figlia perfetta che frequenta legge mentre lei non è nient'altro che la solita noiosa e affidabile Wren. Stanca di tutto questo vuole cambiare qualcosa in quel qualcosa è Grayson che le capita tra capo e collo all'improvviso. Durante il matrimonio della cugina di Grayson dove Wren lavora come cameriera, lui rischia di soffocare e la ragazza gli salva la vita e cattura l'interesse del ragazzo.
Grayson non è un vero ribelle, è solo un diciassettenne che si è fatto trascinare nei guai da degli amici più ambiziosi e criminali; mentre lui è stato espulso dalla scuola, i suoi amici sono rimasti zitti e continuano a frequentare. Grayson in Wren vede un nuovo punto di partenza per un futuro diverso e più serio perché la ragazza non è una qualsiasi.
Come già detto all'inizio della recensione il libro pur essendo carino non è nulla di eccezionale e credo che proprio il genere new adult non faccia per me: in queste sterili storie d'amore tra adolescenti, che possono essere dolci, avventurose, simpatiche, appassionate, non c'è nient'altro o almeno io non lo vedo. Questa tipologia di libri dovrebbe avere una base di partenza più solida come ad esempio problemi familiari, scolastici o personali realistici che rendano la storia più completa e godibile.

Assegno al libro due stelline mezzo.

Lya

mercoledì 21 maggio 2014

Cover Crazy: sguardo al femminile

Buongiorno amici lettori. Eccoci con un nuovo appuntamento della rubrica "Cover Crazy".
Per il tema di questa settimana mi sono lasciata guidare dall'istinto. Ho pensato: "Io amo le cover che raffigurano sguardi di donne, sguardi nascosti, timidi o talvolta ipnotici, perchè non farne il tema per il Cover Crazy?"

E così ecco la mia personale selezione di 3 cover che hanno appunto come tema: Sguardi al femminile
Ovviamente non mancate di dirci la vostra^^

martedì 20 maggio 2014

Teaser Tuesdays (101)

Oggi è martedì quindi è tempo del Teaser tuesdays con l'estratto del libro che sto leggendo attualmente!
Sto leggendo :
Solo, seduto a un tavolino, con una spropositata pila di libri davanti, c'era l'uomo più brutto che avessi ai visto.Piccolo, storto, incurvato, beveva tenendo il bicchiere con due mani, appoggiandosi sui gomiti, e sembrava come a mezz'aria, perché stava seduto ma i piedi non gli arrivavano fino a terra. Vestiva un doppiopetto a righe grige e nere molto più grande di lui; sotto un cappello floscio, una faccia che non ci vedevi gli occhi se pure c'erano, e in mezzo alla faccia un naso adunco che sembrava appicciacato, comequelli che si mettono a carnevale per far ridere gli amici.
- Chi é mamma? - Non l'avevo mai visto prima.
- ah quello.... - e intanto mi tirava di nuovo per il braccio  - Deve essere il nuovo libraio.


Qual è il vostro teaser?

domenica 18 maggio 2014

RECENSIONE: Vesuvius di Marisa Ranieri Panetta



Buona domenica e buona lettura!

Titolo: Vesuvius
Autore:Marisa Ranieri Panetta
Pagine: 396 
Prezzo: 14.90 euroEditore: Salani

Trama
Pompei, 79 d.C. Sotto le pendici verdeggianti del Vesuvio Flavia rimpiange la sorte che l’ha obbligata a sposare il ricchissimo Quinto, molto più anziano di lei. 
Dall’altra parte della strada, Lucio Ceio, brillante uomo politico, spia la sua inquietudine, pronto a offrirle un momento di dolcezza, una breve passione clandestina. 
Quinto, spesso lontano per affari, intraprende un viaggio che lo inghiottirà nel mistero; nel frattempo, a Roma, la moglie di Nerone Poppea muore all’improvviso in circostanze poco chiare, e il console Plauzio, insieme ad altri senatori, aderisce a una congiura contro l’imperatore. Attimi di felicità e di tristezza, segreti tormentosi e brillanti carriere, vissuti da uomini e donne inconsapevoli che la bella e chiassosa città di Pompei sta per essere travolta da una catastrofe inimmaginabile.
Dalla costa vesuviana a Rieti, dalla penisola iberica alla capitale dell’Impero, si snodano le vicende di un’umanità vivida e vera, magistralmente narrata nei luoghi stessi in cui ha abitato; un passato che diventa un presente familiare, a tratti intimo, in cui il lettore riconosce senza esitazione un patrimonio di storia e cultura molto più vicino a noi di quanto si possa immaginare. E su tutto incombe l’ombra del Vesuvio, il monte sacro a Giove, che nessuno all’epoca immaginava fosse un vulcano.
 
Ormai, per chi segue il blog, sa che sono sempre e costantemente alla ricerca di romanzi storici, ambientati in epoche più disparate, che siano originali e con alla base uno studio abbastanza preciso e articolato del periodo storico trattato. Ho ampiamente capito che la cosa abbastanza complessa, ma non demordo! "Vesuvius" può essere considerato un mio ennesimo tentativo di riuscire a leggere una bella storia ambientata nel passato.

La protagonista è Flavia, una giovanissima ragazza costretta dalla famiglia ad un matrimonio con un uomo benestante ma anziano e noioso. Nelle sue tristi giornate vissute tra le vie di una Pompei fiorente e dinamica, Flavia conosce il suo vicino Lucio Ceio, uomo affascinante che le offre un po' di dolcezza e svago. Ma, nei suoi lunghi anni di solitudine dopo la partenza e la scomparsa di suo marito, Flavia vive una nuova gioventù.
 Flavia, Quinto, Lucio e tutti i loro amici, vivono tranquillamente le loro vicissitudini personali senza sospettare ciò che è imminente: il Vesuvio sta per eruttare e la loro quotidianità sarà modificata per sempre.

La lettura di questo libro mi è risultata un po' difficoltosa a causa della lentezza degli avvenimenti e al cambio continuo di punto di vista che non ha reso il romanzo più dinamico ma anche più confuso.
Insomma la costruzione dell'intreccio non mi ha colpita particolarmente e la storia di Flavia, pur essendo struggente e abbastanza complessa, non mi ha resa partecipe delle vicende.
Tutta la narrazione si svolge nell'arco di tempo che precede l'eruzione del Vesuvio del 79 d.C.: dieci anni di vicende personali dei diversi personaggi, da semplici famiglie pompeiane fino a Nerone, Poppea e Tito. Diversi livelli sociali con vite molto distanti che però vengono accomunate dalla tragedia dell'eruzione che interrompe lo scorrere normale del tempo.
Tra amori, tradimenti, politica, viaggi, figli e seconde possibilità date dal destino, i personaggi raccontano le loro sofferenze e gioie calati nella vita di una Pompei davvero molto colorata e pittoresca. Infatti, se la storia non mi ha coinvolta totalmente, l'ambientazione è davvero ben fatta e molto realistica. Le descrizioni delle città, dei paesaggi e soprattutto della vita nella città romana sono davvero molto belle e la contestualizzazione storica è perfetta. Tutto questo mi ha dato la voglia di concludere la lettura poiché, a differenza di molti altri presunti romanzi storici, "Vesuvius" non è anacronistico, anzi, la scansione degli eventi è ottima.
Ciò che ho notato è la scarsa introspezione dei diversi personaggi che, purtroppo, si limitano a raccontare gli avvenimenti della propria vita senza davvero calarsi in essi e quindi permettere al lettore di entrare in sintonia con loro. Ho sentito davvero molto questa "distanza" tra protagonisti e lettore e mi è dispiaciuto parecchio perché, se ci fosse stata più intesa, avrei apprezzato maggiormente tutto il romanzo.

Ho comunque deciso di assegnare tre stelline e mezzo al libro perché è davvero difficile trovare un romanzo storico così esatto storicamente e questo ai miei occhi è davvero un punto completamente a favore.

Lya
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...