lunedì 30 settembre 2013

In & out: Settembre 2013

Buon pomeriggio lettori,
come ogni fine mese eccoci a scegliere tra le nostre letture quali sono state le migliori e le peggiori!
Gli in & otu di Isy:
Questo mese ho scelto come IN "Finchè zombie non ci separi": divertente, leggero e seppur un po' "splatter" la lettura è sempre stata piacevole. Libro ironico e ben scritto^^Il mio out non è proprio Out, diciamo che non mi sono innamorata dello stile di DeLillo. Detto ciò rimane comunque un romanzo da leggere, non è certo facilmente comprensibile. Io l'ho dovuto leggere per un esame quindi avevo qualche chiave di lettura, ma ammetto che senza di esse probabilmente non sarei riuscita ad entrare nel cuore del libro e capire pienamente ciò che Delillo voleva trasmettere con esso.

Gli in & out di Lya:
Questo mese è stato un mese ni per le mie letture e l'unica che mi ha coinvolto e conquistata è stato il romanzo di Melania Mazzucco, il primo che leggo di questa autrice italiana che, con l'intima confessione del Tintoretto in punto di morte ha saputo catapultarmi nella Venezia del suo tempo. L'out è purtroppo il primo libro in inglese che leggo da tanto tempo, Defiance non è ancora stato pubblicato in Italia ma non ha saputo rendermi partecipe delle avventure dei due protagonisti: QUI trovate la mia recensione.

 
 E i Vostri IN e OUT del mese quali sono? =)

domenica 29 settembre 2013

RECENSIONE: La lettrice di tarocchi di Jeanne Kalogridis



Buon pomeriggio,
vai oggi con una recensione di un romanzo storico!

Titolo: La lettrice di Tarocchi
Titolo originale: The Scarlet Contessa
Autore: Jeanne Kalogridis
Pagine: 454
Prezzo: € 19,60
Editore: Longanesi Genere: Romanzo storico

Trama
Le carte non mentono, a loro ho sempre chiesto lumi sul futuro. Ma perché non ho saputo leggerne tutti i segnali? Ancora una volta sono accanto alla mia signora, Caterina, la figlia illegittima e più amata del crudele duca di Milano Galeazzo Sforza, che solo davanti alla sua bellezza e al suo coraggio era capace di gesti di tenerezza paterna. Sono accanto a lei come lo sono sempre stata, quando combatteva con la forza e l’abilità di un uomo e quando amava con la dolcezza e la passione di una donna. Qui, nella Rocca di Ravaldino, mentre fuori infuria la battaglia, arrivano le prime, sconfortanti notizie: Imola si è arresa al mortale nemico di Caterina, il duca Cesare Borgia, e ormai la fine della mia adorata signora è vicina... Le carte non mentono; adesso è uscita la Torre e nel rumore assordante dell’artiglieria rivedo la nostra fine e il nostro inizio. E la mente torna al passato che abbiamo condiviso, a partire dalla nostra infanzia nel castello di Milano, quando io, Dea, trovatella di origini oscure, venni accolta alla corte degli Sforza dal grande cuore di Bona, moglie di Galeazzo, per crescere con i suoi figli legittimi e illegittimi, e lì legai per sempre il mio destino a quello di Caterina, del cui cuore io sola conosco le pieghe più recondite. 


Ormai è da tanto tempo che sono alla disperata ricerca di un BEL romanzo storico che sia completo e avvincente, ho provato e riprovato, ma non sono ancora riuscita a trovarne uno che mi piaccia davvero come mi sono piaciuti "La papessa" oppure "Le passioni di Artemisia".
Anche "La lettrice di tarocchi" è stato un tentativo di rintracciare questo bel romanzo storico, ma anche questa volta le mie aspettative sono state disattese. Non fraintendetemi, il libro è bello, ma ci sono degli elementi che non mi hanno pienamente convinta.

Le protagoniste sono due: Caterina Sforza, figlia di Galeazzo Maria Sforza, signore di Milano
e Dea, che, oltre ad essere la dama di compagnia prima di Bona Sforza, poi di Caterina stessa, possiede un particolare dono: quello di leggere il futuro nei tarocchi. Tutto il romanzo quindi racconta la complessa storia di Caterina vista dagli occhi di Dea, che vede e narra ciò che accade alla sua signora e a lei stessa.
Caterina viene data in sposa giovanissima al figlio del papa e, per tutta la sua vita combatte con strenua resistenza per mantenere i titoli e gli onori ottenuti grazie a questo sfortunato matrimonio, ma la storia ci racconta che dovrà piegarsi alla famiglia dei Borgia.

Che dire, le premesse di questo romanzo sono fantastiche perché storicamente Caterina è una figura femminile leggendaria: ama le armi e la caccia, è decisa e combattiva ma anche fragile ed incerta. Una donna nata del sesso sbagliato, oppure una ragazza nata nell'epoca sbagliata e che ha mostrato una resistenza sorprendente nel mondo maschilista della seconda metà 1400.
Tutte le figure femminili del romanzo sono descritte in modo eccellente: da Bona Sforza, moglie di Galeazzo Maria Sforza  tradita numerosissime volte ma che tiene alta la sua dignità, a Dea, un'umile dama di compagnia con un destino particolare legato ad una società segreta.
Al contrario ho trovato le figure maschili sono un po' troppo in opposizione perché, se da una parte c'è Galeazzo Maria Sforza che è dipinto come un uomo brutale con le donne e con coloro che lo circondano, sempre altero e prepotente, dall'altra c'è Lorenzo de Medici così gentile e comprensivo con tutti. Insomma, non ho trovato nei personaggi maschili ciò che avrebbe potuto renderli realistici.
La stessa cosa mi è accaduta con Caterina che nel libro viene descritta in modo poco lusinghiero in quanto vengono narrati i suoi vizi ma non viene sottolineata la particolarità del suo carattere. Nel romanzo Caterina risulta essere prima una bambina iperviziata e capricciosa, poi improvvisamente diventa una donna eccessiva in tutto ma in particolar modo nelle sue manifestazioni passionali: insomma la vita di questo personaggio ruota intorno alle sue relazioni sessuali. Ho trovato la presenza dell'elemento hot un po' troppo invasivo perché tutta la parte centrale del libro gira intorno a lei che va a letto con uomini di potere, e infatti ho preferito di molto Dea, che mi è risultata più simpatica oltre che più vera. Insomma, non mi aspettavo che il romanzo storico diventasse un romance e per questo sono rimasta un po' spiazzata e seccata. Non era decisamente ciò che cercavo e mi sarebbe piaciuto avere un ritratto un po' più variegato e complesso per quanto riguarda Caterina che solo verso la fine diventa un po' più umana e vera.

Per questo motivo ho deciso di assegnare al libro tre stelline; la licenziosità di Caterina Sforza e degli uomini di potere dell'epoca, per quanto possa essere vera storicamente, descritta in questo modo non mi è piaciuta.

Lya

Welove movies: Shadohunters la città di ossa

Buona domenica a tutti!
ecco una nuova puntata di "We love movies"che latita da un po' purtroppo...ma adesso con il freddo che dovrebbe avvicinarsi si ritornerà volentieri al cinema.
Anche se in ritaro di parecchio, ala fine anche io sono andata a vedere Shadowhuters. Ho aspettato che ci fosse lo spettacolo a 3 euro perché non ero convintissima del film, mi sembrava un po' troppo una ragazzata...lo so che il libro da cui è tratto è un libro per ragazzi, ma a me è piaciuto molto (QUI trovate la mia entusiastica recensione) quindi non volevo sorprese in negativo.
Trama(tratta da coming soon)
Ambientato nella New York di oggi, Shadowhunters - Città di ossa ha come protagonista Clary Fray (Lily Collins), un'adolescente in apparenza come tante altre, che scopre di essere la discendente di una stirpe di Shadowhunters, una cellula segreta di semi-angeli guerrieri, impegnati in un'antica battaglia tesa a proteggere il nostro mondo dai demoni. Dopo la scomparsa della madre, Clary si unisce a un gruppo di Shadowhunters, che le fanno conoscere una diversa e pericolosa New York, infestata da demoni, stregoni, vampiri, licantropi e altre terribili creature.

Mio pensiero
Come ho già detto all'inizio del post, ero titubante, il film non mi convinceva ma la curiosità ha avuto il sopravvento e sono andata al cinema, visto anche che il prezzo era ragionevole.
Allora, il film mi è piaciucchiato perché ho aprezzato le scenografie e mi è piaciuta la prima parte, per il resto non è stato granchè, ma andiamo con ordine.
1- la scelta degli attori, a parte Alec, Luc e Simon, non mi ha convinta per nulla: Clary, che già nel libro non mi era particolarmente simpatica, non riuscivo a vedermela ma la cosa più sconvolgente è legata a Jace che lo immaginavo come un bel ragazzo tormentato. L'attore che lo interpreta(presente nel cast di twilight e di HP) non mi piace, ma proprio non mi piace! L'ho già detto vero? E questo parlando dell'estetica, per quanto riguarda l'acting non erano male calcolando che la storia si evolve in modo piuttosto veloce e che loro sono davvero giovani.
2- Il film si può dividere in tre parti: una prima parte introduttiva, divertente, dinamica e molto attiva(che mi è piaciuta), una seconda parte di scoperta e di romanticherie varie e il finale incasinato a morte per chi ha letto i libri.
La prima parte è davvero carina e, mentre guardavo, è nata in me una speranza subito disattesa dalla parte centrale che è davvero troooooppo mielosa! Nella scena della serra, che nel libro mi piacque tanto, non c'è l'ho fatta davvero a non sorridere, era davvero troppo artificiosa!
La parte finale invece è troppo ricca di dettagli, azione e...di spoiler! Ci sono delle forti anticipazioni dal secondo libro che hanno reso il tutto tanto confuso.
Quindi il film mi è piaciuto per un terzo e il fatto che il mio ragazzo mi abbia maledetto per tutta la durata della proiezione non ha aiutato troppo.
Shadowhunters, che ha tante potenzialità grazie alla sua mitica scrittirce, ha perso parecchi punti ai miei occhi dopo il film perché tante cose che nel libro mi hanno colpita, sono state banalizzate per essere rese maggiormente fruibili....spero vivamente che non diventi un twilight 2 la vendetta perché mi dispiacerebbe molto. Ripeto, nei miei 16 anni la saga della Mayer mi piacque parecchio, ma dall'uscita nelle sale dei film, l'estrema commercializzazione che é stata data al "fenomeno twilight" mi ha fatto passare ogni interesse, infatti non ho visto gli ultimi tre film neanche su sky. Spero che non succeda anche con la serie della Clare che devo ancora concludere!!
Quasi quasi sono contenta della notizia della sospensione delle riprese del secondo film che, come Beautiful creatures e The Host, non ha avuto il successo sperato.
 
Lya

sabato 28 settembre 2013

ANTEPRIMA: Il bizzarro incidente del tempo rubato di Rachel Joyce

Dallo stesso autore di "L'imprevedibile viaggio di Harold Fry" che ha avuto molto successo in Italia e all'estero, ritorna da noi con un nuovo titolo: “Il bizzarro incidente del tempo rubato”. Insieme alla pubblicazione del romanzo la casa editrice in collaborazione di una blogger italiana, Valentina Divitini, sta promuovendo una serie di iniziative in alcune piazze del nostro paese: Valentina, in diverse giornate, sta distibuendo delle cartoline ai passanti che possono raccontare i due secondi che hanno cambiato la loro vita. Tutte le risposte saranno postate su twitter e facebook così da condividere le esperienze!

Ecco le tappe(alcune già passate):
 
Venerdì 27 settembre, Torino – Tettoia dell’orologio di Porta Palazzo
Sabato 28 settembre, Como – Piazza San Fedele
Venerdì 4 ottobre, Perugia – Piazza IV Novembre
Sabato 5 ottobre, Bologna – Piazza Ravegnana
Martedì 8 ottobre, Verona – Piazza Erbe
Sabato 12 ottobre, Lecce – Piazza Duomo
 
Dopo aver presentata l'iniziativa, eccomi qui con l'anteprima del libro! Lastoria é davvero molto particolare e sembra davvero carinissima, questo libro finisce dritto dritto nella mia lista desideri!
 

Titolo:Il bizzarro incidente del tempo rubato
Autore:Rachel Joyce
Pagine:386
Prezzo:Euro 17,90
Editore:Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2013
 
Trama
1972. Byron Hemmings ha undici anni, una mamma che lo adora, una fantasia galoppante e un animo delicato, che lo rendono un po' diverso dai compagni. Solo l'amico James sembra curarsi di lui, l'intelligentissimo James che considera perfetta la mamma di Byron e ha una risposta a ogni domanda. È proprio James a comunicargli la notizia che gli cambierà la vita: alla fine di giugno, il tempo avanzerà di due secondi, per allineare gli orologi alla rotazione terrestre. Byron è sconvolto dall'enormità dell'evento: l'uomo può davvero cambiare il corso del tempo senza pagarne le conseguenze? Quando la madre Diana ha un piccolo incidente d’auto, Byron ne sarà profondamente suggestionato, al punto da attribuire la colpa ai due secondi aggiunti al tempo.
Oggi. Jim ha cinquant'anni, vive in un vecchio camper e lavora nel bar di un supermercato. Si occupa delle pulizie e non serve più ai tavoli, perché i suoi cappuccini decorati con lamponi e garofani non erano molto apprezzati dai clienti. D'altro canto, Jim è un tipo piuttosto eccentrico: quando parla - pochissimo - balbetta, non entra mai nel camper prima di aver salutato tutti gli oggetti che lo popolano e non ama essere toccato. Almeno fino a quando non conosce Eileen, l'esuberante, appariscente, generosissima cameriera che lavora con lui.
 

What's next? 109

Buondì amici. Perdonate il giorno di ritardo :)
Eccoci oggi a mostrarvi le nostre letture passate, presenti e future^^


Isy
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

  What's next? (Qual è il prossimo?)
Sicuramente inizierò un nuovo P10B, ma non ho ancora scelto quali saranno i 10 libri fortunati :) quindi vi lascio con il fiato sospeso in attesa di stilare l'elenco e di parlarvene nel prossimo video ^^
 

Lya:
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

 What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

 What's next? (Qual è il prossimo?) 

E voi cosa avete appena finito? E cosa leggete? E ovviamente...what's next?  ;) :)

giovedì 26 settembre 2013

RECENSIONE: Defiance di C.J. Redwine

Buon pomeriggio a tutti!
eccomi con una nuova recensione, questa volta di un libro in lingua inglese non pubblicato in Italia.
Titolo: Defiance
Autore: C.J. Redwine
Pagine: 311
Data di pubblicazione: agosto 2012

Trama


Tra le mura di Baalboden, sotto il potere del brutale leader della città, Rachel Adams ha un segreto. Mentre le altre ragazze cuciono vestiti, ospitano cene, e obbediscono ai loro protettori maschi, Rachel sa come sopravvivere nel deserto e sa maneggiare abilmente una spada. La sua vita scorre serena fin quando suo padre, Jared, non riesce a tornare da una missione come corriere e viene dichiarato morto. Il comandante assegna a Rachel un nuovo protettore in attesa dei suoi 17 anni,e, il protettore scelto è l' apprendista di suo padre, Logan, lo stesso ragazzo a cui Rachel ha dichiarato il suo amore due anni prima, e lo stesso ragazzo che l'ha rifiutata seccamente. Lasciata senza niente, ma convinta nella sopravvivenza del padre, Rachel decide di fuggire percercarlo nelle wasteland. Ma tradimento contro il comandante ha un prezzo pesante... A diciannove anni, Logan McEntire è molte cose. Orfano. Outcast. Inventore. Come apprendista di un alto corriere della città, Logan era focalizzato nell'apprendimento del mestiere, così da poter sfuggire alla tirannia che regna a Baalboden. Ma il suo piano non comprendeva di essere responsabile per la figlia impulsiva del suo mentore....


Dopo tanto tempo, più di un anno forse, che non leggevo in lingua ho scelto di ricominciare con qualcosa di semplice e piacevole, per questo ho scelto "Defiance", complice anche una bella cover e delle recensioni abbastanza controverse. Insomma ho iniziato questo libro per poter riprendere a leggere in lingua in modo semplice e indolore.

La storia inizia in modo molto veloce: Rachel, Logan e Oliver si ritrovano davanti al Comandante della città per ufficializzare la dichiarazione che il padre di Rachel, nonché mentore di Logan e amico di vecchia data di Oliver sia morto nelle lande desolate fuori dalla città di Baalboden.
Quello in cui il lettore viene catapultato è un modo pericoloso dove una creatura mostruosa semina panico tranne che nelle  grandi città rette da dittature militari piene di crudeltà e regole ferree a cui Rachel spesso e volentieri non vuole sottostare.
Già distrutta dalla presunta perdita del padre, la protagonista deve anche essere affidata ad un protettore finché non arriverà a 17 anni e potrà essere scelta come moglie da uno degli uomini della città. La scelta più ovvia è sicuramente Oliver, un nonno per lei, ma suo padre ha altri piani, infatti affida la ragazza a Logan, il suo giovane pupillo. Nonostante questa situazione Rachel continua ad essere convinta che suo padre sia vivo e anche il Comandante sembra pensarla allo stesso modo e infatti decide di mandare Rachel e Logan in missione di recupero: lui vuole assolutamente un oggetto che possiede Jared.

Allora, parto dicendo che il libro è di semplice lettura, l'inglese è scorrevole e, tranne che nelle battute iniziali, si legge velocemente e con piacere. Nonostante questo, che era esattamente quello che desideravo da questo volume, "Defiance" non mi è piaciuto molto, insomma non è uno di quei libri indimenticabili, non è originalissimo e lascia molte cose che possono essere interessanti in secondo piano.
La storia e l'intreccio sono abbastanza prevedibili soprattutto per quanto riguarda la storia d'amore che si sviluppa in modo quasi fulmineo dall'inizio della storia e che diventa il filo rosso di tutta la trama, ma ci sono alcuni passaggi, a svolgimento inoltrato, che ho trovato interessanti,
I personaggi abbastanza stereotipati, sono i tipici protagonisti degli young adult: lei forte e mascolina ma anche bella e fragile, lui iperprotettivo e innamorato con una promessa da mantenere. Il cattivo, a parte essere il capo militare della città  é un cattivo in tutto: uccide indiscriminatamente, tratta da schiavi i suoi sottoposti,insomma è un vero tiranno ma senza sfaccettature che lo possano rendere un personaggio interessante. Proprio perché è così totalmente egoista e malvagio senza vie di mezzo, è abbastanza prevedibile e sembra quasi il "lupo cattivo" delle favole.
L'ambientazione, che sarebbe potuta davvero essere interessante, non regge perché viene lasciata lì in secondo piano senza elementi critici o altri significati, in questo primo volume fa solo da sfondo alla storia d'amore dei protagonisti e al rapporto padre figlia.
Insomma nonostante non sia così male, il libro non mi ha coinvolto, anzi c'è un miscuglio di cose prese qua e là  e mal assortite che me lo ha reso facile da criticare come avete letto: sarà stata la storia un po' favolistica e prevedibile, sarà che i personaggi non sono ben caratterizzati, sarà che l'ambientazione potenziale non è stata sfruttata ma non credo porterò avanti la serie.
Diciamo che non sono delusissima perché il libro ha fatto ciò che doveva e cioè aiutarmi a riprendere la lettura in lingua e il finale convulso ha risollevato un po' il mio interesse: assegno due stelline e mezzo!

Con questo libro sembra che anche il genere distopico si stia saturando e spero proprio che sia solo un caso perché amo questa branca della fantascienza!!

Lya
 


30 giorni di...Harry Potter (4)

Ciao Amici lettori. Quarto appuntamento con Harry Potter. Oggi parliamo di:


4) Il personaggio femminile che ti piace di meno 

Lya:
Ok, adesso Isy mi ucciderà, ma il personaggio femminile che mi piace meno è Ginny perché non me la sono mai vista come una compagna adatta per Harry, forse perché non è mai stata costantemente al centro dell'attenzione della Rowling e quindi non la conosco bene, ma davvero non mi convince!


Isy:
Dolores Umbridge! Senza SE e senza MA. Il personaggio che più ho odiato: più di Voldemort, Bellatrix...é il personaggio che mi è piaciuto di meno, il suo sadismo, la sua cattiveria, il suo odio. Per di più da una che avrebbe dovuto insegnare e formare i giovani maghi?


E il vostro personaggio femminile meno amato qual è?

Wish list infinita 6

Buongiorno amici lettori. 
Proprio ieri ho aggiunto alla mia già infinita Wish list una decina di libri. Però oggi ho scelto di mostrarvi i 2 titoli che pur essendo nella mia WL da molto tempo, ieri ho riaggiunto poichè non ricordavo di averlo già fatto mesi prima. 2 titoli che, nonostante i mesi, continuano ancora ad attrarmi come fosse il primo giorno=)

Il primo libro che vi mostro in realtà lo ambisco ormai da mesi. Sono innamorata della sua autrice e la trama mi ha letteralmente fatta innamorare.

Titolo: Reckless - Lo specchio dei mondi
Autore: Cornelia Funke
Pagine: 400 
Prezzo: 9,50 €
Editore: Oscar Mondadori

Trama
Jacob ha scoperto uno specchio speciale, una voragine di vetro che porta ad un mondo incantato. Un mondo in cui condurrà la sua doppia vita tra creature dalla pelle di pietra e unicorni, fate che diventano amanti insidiose e castelli coperti da rovi di rose. Ma presto anche Will, suo fratello, scoprirà il varco, cadendo vittima di un orrendo sortilegio. Mentre i rapporti tra i due fratelli, ormai adulti, si complicano, il mondo al di là dello specchio è pronto a inghiottirli in una storia gotica, affascinante, spaventosa.

Il secondo libro che vi mostro è un saggio
Titolo: Gli spiriti non dimenticano
Autore: Vittorio Zucconi
Pagine: 396 
Prezzo: 11 €
Editore: Oscar Mondadori (collana Oscar Storia)

Sinossi

Nel ricostruire la vita del capo Cavallo Pazzo, che nel 1876 sconfisse il Settimo Cavalleggeri di Custer a Little Bighorn, Vittorio Zucconi ha scoperto molto più di un messia guerriero: ha incontrato la vita quotidiana, le donne, i bambini, gli amori, i riti e le disperazioni di quello che fu un popolo di liberi cacciatori: i Lakota Sioux delle Grandi Praterie.

E voi quali libri avete aggiunto in WL ultimamente?=)
Isy
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...