domenica 31 luglio 2011

Avviso

buona domenica a tutti!
con questo breve post, voglio avvertirvi che noi andremo parzialmente in vacanza, il blog non si fermerá ma rallenterá per la prima metá di agosto. Le rubriche ci saranno, scriveremo anche recensioni e termineró lo speciale dedicato a Starcrossed e il giveaway dedicato a Black Friars, ma tutto sará fatto con molto relax e tranquillitá.

AUGURIAMO A TUTTI VOI BUONE VACANZE IN COMPAGNIA DI TANTE BELLE LETTURE!
Isy e Lya

RECENSIONE: Legacy di Cayla Kluver

Ciao ragazzi
Un pó di tempo fa mi sono dedicata alla lettura di un fantasy scritto da una ragazza di appena 15 anni che mi ha intrigato sia per la prima cover(io ho l’edizione economica che ne ha una davvero terribile per me, un fotomontaggio davvero fatto malissimo) sia perché dalla trama sembrava essere un fantasy di stampo classico.

Prima di lasciarvi con la recensione voglio solo ringraziarvi tutti, oggi sono 6 mesi che è partito il nostro progetto per questo blog, che inaspettatamente ci sta portando grandi soddisfazioni e spero possa continuare cosí!

Dopo la breve parentesi sdolcinata ecco la recensione!

Titolo: Legacy
Autore: Cayla Kluver
Pagine: 466
Prezzo: 6.50 Euro
Editore: Sperling & Kupfer

Trama
Una cascata di capelli scuri, occhi neri come l'ebano e l'animo inquieto di chi guarda al futuro con trepidazione: è la giovane Alera, principessa di Hytanica.
Il suo diciottesimo compleanno si avvicina, e con esso il momento in cui - in base alle secolari tradizioni del regno - dovrà annunciare al popolo il nome del suo futuro sposo. Eppure non è felice, perché sa di essere destinata fin dalla nascita all'uomo che suo padre il re ha già scelto per lei: a Hytanica infatti la successione al trono può avvenire solo per via maschile. La ragione di Stato le impone di cedere al corteggiamento serrato del prescelto, il nobile e coraggioso Steldor, ma Alera non riesce a rassegnarsi: vorrebbe rimanere fedele ai propri sogni e sposarsi per amore. La decisione è quanto mai sofferta, tanto più che il suo pretendente, che la irrita con la sua insopportabile arroganza, è anche giovane, bello e affascinante, e quando sono insieme lei non può impedire al cuore di accelerare i battiti.
Finché, un giorno, a palazzo arriva Narian, un ragazzo dal passato oscuro e dal sorriso dolcissimo. Quando Alera lo incontra, le basta uno sguardo per innamorarsi perdutamente e accantonare gli obblighi di corte. Nel corso di lunghe chiacchierate notturne, Narian le racconta di essere cresciuto in una terra governata da leggi molto diverse da quelle di Hytanica, una terra in cui le donne sono libere di scegliere il proprio destino senza sottomettersi alla guida e al volere degli uomini, e le mostra un modo nuovo di affrontare la vita. Tanto che la principessa ora è pronta a tenere testa al padre per convincerlo a farle sposare il ragazzo dai magnetici occhi azzurri che le ha rubato il cuore.
Ma presto Alera deve fare i conti con un'amara verità: scopre infatti che Narian proviene dall'odiato regno di Cokyri e che il suo nome è legato a una terribile maledizione, capace di distruggere il futuro di Hytanica. Soltanto lei potrà salvare il suo mondo. E per farlo dovrà affrontare una dura battaglia interiore.

Primo volume di una trilogia, Legacy è lo straordinario debutto letterario di una scrittrice giovanissima che, grazie al passaparola, ha già conquistato schiere di lettori in tutto il mondo. Una entusiasmante storia romantica immersa in una cornice fantasy, piena di passione, avventura e intrighi.

Mia Recensione

Un fatto eccezionale relativo a questo libro, è che l’autrice lo ha scritto a 15 anni…. E si vede!!
Leggendo questo particolare, ho subito associato questa ragazza carinissima a Christopher Paolini (di cui ho molto apprezzato Eragon e i due libri seguenti e sto aspettando con ansia l’ultimo capitolo che dopo anni di attesa uscirà a breve) pensando che fosse un altro astro nascente del fantasy internazionale… aspettative completamente deluse. Hanno fatto troppa pubblicitá e non credo la meritasse.
Ho solo 2 parole per questo libro: estrema noia.

La trama è praticamente inesistente, sono 466 pagine di pura scocciatura, l’inizio era promettente, ma poi pagine, dopo pagine, dopo pagine, ancora non era cambiato nulla, non era successo assolutamente niente a meno che non trovate degno di nota il fatto che la principessa Alera, la protagonista, fosse indecisa se indossare un vestito verde scollato che le mette in risalto i capelli, oppure un vestito stile impero blu, che valorizza la sua carnagione -.-  davvero, è stato uno strazio finire di leggere questo libro, che è davvero insipido!
I punti positivi, oltre al fatto che ogni capolettera dei capitoli sono decorati in modo molto carino, è l’ambientazione genere medievale( sfruttata malissimo) e lo stile dell’autrice che tutto sommato è fluente e piacevole e le descrizioni sono ben fatte nonostante a volte siano eccessive(soprattutto nella descrizioni di gioielli e abiti).
I personaggi non hanno spessore, la protagonista è una ragazzina indifesa ma curiosa, che ha come unici impegni svegliarsi la mattina e andare alle feste la sera e ci ripete spesso che si sente stanca e mentalmente esausta, insomma una smidollata, noiosa e capricciosa. La sorella non é tanto meglio, a soli 14 anni è maliziosa, pettegola fino all’eccesso ma almeno piú coraggiosa e decisa della sorella.
Gli unici personaggi degni di una piccola noticina, sono London, la guardia del corpo personale di Alera, misterioso ed introverso con un passato difficile alle spalle, e Staldor, pretendente di Alera (del genere tutti la vogliono nessuno la prende) che nonostante la sua arroganza è uno pei personaggi meglio costruiti della storia.

Avevo pensato di acquistare il seguito, intitolato Alera, pubblicato di recente, ma ho decisamente cambiato idea, non reggerei altre 500 pagine del genere.
Assegno 2 stelline, solo perché sono buona e non mi sento di consigliarlo se non ad un pubblico giovanissimo femminile, che cerca qualcosa di leggero, molto leggero(anche se vi direi di cercare altro). 

sabato 30 luglio 2011

Recensione “Hyperversum – Il Falco e il Leone” di Cecilia Randall

Titolo: Hyperversum. Il falco e il Leone.
Autore: Cecilia Randall
Pagine: 756
Prezzo: € 8,90
Editore: Giunti (edizione economica)

A due anni di distanza dal primo viaggio e dopo molti vani tentativi, Hyperversum trasporta nuovamente Ian e Daniel nel XIII secolo.
Per riabbracciare l'amata Isabeau e vedere la nascita del suo primogenito, Ian si trova coinvolto nella ribellione dei baroni inglesi contro Giovanni Senza Terra. Daniel cerca di tornare nel suo tempo, ma rimane imprigionato suo malgrado nel 1215, tra le grinfie del nemico giurato di Ian: Geoffrey Martewall, barone di Dunchester. 


Mia Recensione

Eccoci con la recensione del secondo capitolo di questa trilogia scritta dalla modenese Cecilia Randall. QUI potete trovare l’articolo del primo capitolo, mentre QUI potrete trovare l’interessante articolo della rubrica “Saghe Fantasy” scritta da Lya.
Inizio anche per questa recensione parlando in generale. Il libro mi è piaciuto tantissimo, la scrittura, le descrizioni, i personaggi. Tutto. Però ho trovato un po’ forzata l’introduzione poiché non si è capito come è stato possibile, dopo 2 anni e mezzo, ristabilire la connessione con Hyperversum, visto che su ammissione dei protagonisti stessi, sappiamo che non è mai stato possibile comprendere la ragione per cui si sia aperto questo varco spazio-temporale (inspiegabile), che nel primo capitolo si aprì in seguito a un evento tanto catastrofico, quanto unico.
A differenza del primo capitolo i personaggi protagonisti sono quasi del tutto diversi, ad eccezione di Ian e Daniel. Alcuni personaggi sono solo nominati, altri personaggi che avevano un ruolo centrale nella scorsa vicenda assumono qui un ruolo secondario, mentre quelli che avevano un ruolo marginale nel primo capitolo, qui assumono un ruolo centrale. Sto parlando in quest’ultimo caso di Geoffrey Martwell, barone di Dunchester, feudo immaginario situato sulle coste inglesi. La sua amicizia con Jerome Derangale (antagonista nel primo capitolo) fa si che, una volta incrociato Ian per caso in una locanda (che nel Medioevo ha assunto l’identità del conte Jean Marc de Ponthieu), cerchi vendetta per l’amico rapendo quello che ritiene responsabile della sua morte. Da questo evento scaturisce l’intera vicenda. Come nel capitolo precedente, anche in questo libro le avventure dei protagonisti ruotano attorno a un evento storico realmente accaduto, ovvero la rivolta dei baroni inglesi contro il sovrano Giovanni Senza Terra, che culminerà con la concessione della famosissima Magna Charta Libertatum.

Filo conduttore di queste peripezie è secondo me un famoso aforisma noto tra i pessimisti (scusatemi l’ironia): se qualcosa può andare male, andrà male. Questo ovviamente nell’evoluzione della vicenda è stato importante per rendere il racconto non solo più ricco di suspance, ma anche più emozionante.

Passiamo ora a quello che io reputo il punto forte dell’intero romanzo, ovvero il rapporto tra Ian e Martewell, tra il Falco e il Leone. Il loro rapporto di odio li porta spesso a scontrarsi in duelli il cui obiettivo è uccidere l’altro. Ma una serie di eventi li porterà ben presto a combattere sullo stesso fronte contro un nemico comune e sotterrare, almeno momentaneamente, l’ascia di guerra. Ciò nonostante avranno numerosi battibecchi, divertenti al lettore, incomprensibili per chi non conosce le vicende precedenti. Ho trovato veramente brillanti i dialoghi tra i 2! Ho apprezzato anche la maturità dei personaggi, l’importanza del senso d’onore, la correttezza.
E così tra duelli all’ultimo sangue, teste tagliate e scomparsi misteriosi, le vicende non possono non lasciare fino all’ultima pagina il lettore col fiato sospeso.
Quindi è con grandissimo piacere che valuto questo capitolo con 4e ½…se non fosse stato per l’introduzione avrei sicuramente assegnato la mezza stella mancante.

 A presto
Isy

venerdì 29 luglio 2011

What's Next? 13

Salve a tutti...come ogni Venerdì vediamo quali letture ci attendono=)

Lya
Passion di Lauren Kate

Isy
 L'ultima cospirazione di Steve Berry

E voi cosa leggerete prossimamente?=)

giovedì 28 luglio 2011

Se fossi un libro 07....

ciao!
eccoci come ogni giovedí con la nostra rburica gioco del se fossi un libro...
Questa settimana se fossi un libro sarei....
Il settimo papiro di Wilbur Smith
Ho scelto questo libro perché mi fa ricordare un'estate di diversi anni fa, durante la quale in riva al mare leggevo e mi appassionavo a questo romanzo thriller storico cullata dal rumore delle onde. Sulla mia copi, che ho qui in mano adesso, ci sono ancora delle macchie di salsedine...che bello leggere in soliutdine al mare!
 e voi questa settimana che libro  vorreste essere?

Lya

mercoledì 27 luglio 2011

Cover Crazy 08: La mano sinistra di Dio

Buongiorno a tutti!
eccoci con un nuovo appuntamento della rubrica cover crazy, ideata da The Book Worms. 
Cosa si fa? Bisogna indicare una cover che ci é particolarmente piaciuta nell'ultimo periodo e spiegarne i motivi.
 
 I'm Crazy about...
 
Il nome del vento di Patrick Rothfuss
 
Questa copertina mi ha molto colpita. Una figura incappucciata (per questo molto simile alla copertina che vi ho presentato 2 settimane fa QUI ) davanti a un campo molto scuro, quasi inquietante, con erba alta mossa dal vento e in mezzo un albero solitario. In un certo senso la raffigurazione assomiglia un po' al cielo di questi ultimi giorni di luglio, in cui anzichè stare al mare siamo oppressi da un cielo plumbeo, minaccioso e inquietante...

You are crazy about...?

Isy

martedì 26 luglio 2011

Speciale Starcrossed: le cover nel mondo

ciao a tutti e buona serata
a partire da oggi per tutti i martedí di agosto ( ad eccezione del 16) vi proporró uno speciale dedicato al nuovo libro della Giunti Y in uscita il 7 settembre, di cui QUI ho fatto un'anteprima. 
questo specilae poi culminerá con la recensione del libro stesso che abbiamo potuto leggere e che é davvero carino.
Oggi, come avrete capito dal titolo, vi mostreró tutte le cover con cui é stato pubblicato questo romanzo.
Questa é la bellissima cover italiana uguale a quella americana
Questa invece é quella Inglese che francamente non mi piace molto

Questa é invece quella spagnola che con questo mare in tempesta mi intriga molto

Ecco invece quella tedesca, davvero molto particolare
Ecco infine quella svedese!

a voi quale piace di piú?

alla prossima 
Lya

TeaserTuesdays 19

buon pomeriggio lettori!
 eccoci con il Teaser della settimana tratto da un romanzo davvero molto carino.
Sto leggendo: Appuntamento a Glenmara di Heather Barbieri
 Bevevano un té nero che profumava la stanza e la conversazione scorreva fluida. Lei e Bernie avevano sempre molte cose da dirsi.
Ti ricordi quando cercammo di costruire una zattera ma affondó nella baia e gridammo per chiamare aiuto pensando che saremmo annegate, ma Richie Green ci salvó e solo allora ci rendemmo conto che l'acqua arrivava fino al ginocchio? Al ginocchio !
Pensavo sarei morta per la vergogna.
Richie Green ha sempre avuto un debole per lte Ailey.
Oh, bé é stato cosí tanto tempo fa...
Se lo dici tu...
Ailey ti ricordi quando mettesti un panino di fango nel cestino del pranzo di tuo fratello, e lui gli diede un morso pensando che fosse cioccolata?
Avrei dovuto metterci anche un verme. Se lo sarebbe meritato. Era un vero bastardo a quei tempi.
 Lya

lunedì 25 luglio 2011

Interesting Book 25

Buon pomeriggio ragazzi!
Eccoci come ogni lunedì con la nostra rubrica interesting Book! Oggi vogliamo proporvi 4 libri, due di autori italiani esordienti, due invece sono fantasy appena pubblicati.
Enjoy




Titolo: Damian Sideheart
Autore: Francesco Zingoni
Pagine: 647
Prezzo: euro 18
Editore: Outsider edizioni

Trama
9 Aprile 2009: durante una vacanza in barca a vela in un incantevole arcipelago del Pacifico, una giovane coppia di San Francisco scompare senza lasciare tracce.
    
    12 Aprile 2009: un uomo riapre gli occhi, inghiottito dal fulgore di un paradiso perduto. È solo, disperso su un atollo remoto, isolato dalla civiltà e senza più alcun ricordo. Qualcosa ha travolto la sua esistenza, un trauma così forte da aver spazzato via dal suo cervello parole e pensieri, trascinandolo sull’orlo della follia. 
    Poi, un sogno: l’eterea visione di una donna. Non la riconosce, ma quel sorriso diventa il suo unico motivo di vita, l’unica ragione per fuggire dall’isola.
    Sulla spiaggia, a seguito di una mareggiata, l’uomo rinviene i resti di un libro, in cui si è salvata una misteriosa poesia che sembra parlare di lui. 
    Così ha inizio la sua odissea: guidato dal sogno e dal libro intraprende un viaggio attraverso tre continenti e dentro se stesso, alla ricerca della sua identità e della donna che sente di amare con tutte le sue forze. Attraversa in canoa duemila miglia di Pacifico. Vola da Okinawa al Galles con un passaporto falso. Ritrova la strada di casa, ma appena tornato una terribile rivelazione lo costringe a ripartire. Un passo dopo l’altro ricostruisce il suo passato e i ricordi di una storia d'amore ipnotica e assoluta. Fino a scoprire l’ultimo segreto nascosto nell’ombra dell’amnesia, sul fragile confine tra la spiaggia della vita e l'oceano della morte.


Titolo: A un passo da te! Sincronizza il battito
Autore: Jessica Mastroianni e Marcello Affuso
Pagine: 224
Prezzo: 12,00 €
Editore: Linee Infinite
Data di uscita: 22 luglio 2011

Trama
Lo stridere delle ruote sull’asfalto scivoloso.
La pioggia che cade incessantemente.
Buio.
Silenzio.
L’inizio e la fine si confondono nella stessa notte.

È trascorso un anno da allora e gli echi del passato continuano a risuonare imperterriti.
Gli esami di maturità sono appena terminati per Cristian e Valentina.
Due storie parallele, le loro vite, unite da un assurdo e beffardo destino, i cui fili si sfiorano costantemente senza toccarsi mai davvero. Si accarezzano, si cercano, si perdono, ma non s’incontrano. Non ancora, è troppo presto…e loro potrebbero non essere pronti.
Lui gioca con le proprie illusioni per non cadere nel pozzo senza fondo della realtà. La traveste da fantasia per avere la meglio e non farsi schiacciare.
Lei, invece, è una sognatrice con i piedi per terra ma in perenne bilico. Finge di avere una forza che non ha per non soffocare nella solitudine. Quella solitudine imposta dal mondo per chi non ha abbastanza coraggio di farsi strada da sé.
Li aspetta un lungo viaggio attraverso i confini della ragione e, solo una volta vinta l’estenuante battaglia contro il nemico più terrificante che esista, la mente umana, potranno finalmente respirare aria pura e godere di un brivido di felicità.


Titolo: il Nome del vento
Autore: Patrick Rothfuss
Pagine: 736
Prezzo: 4.90 fino al 30 settembre, poi 16.90
Editore: Fanucci
Data di uscita: luglio 2011

Trama
"Il romanzo, il primo di una trilogia, che ha consacrato Patrick Rothfuss tra i maestri della fantasy contemporanea." Publishers Weekly
La Pietra Miliare, una locanda come tante, nasconde un incredibile segreto. L’uomo che la gestisce, Kote, non è davvero il mite individuo che i suoi avventori conoscono. Sotto le sue umili spoglie si cela Kvothe, l’eroe che ha fatto nascere centinaia di leggende. Il locandiere ha attirato su di sé l’attenzione di uno storico, che dopo un lungo viaggio riesce a raggiungerlo e convincerlo a narrare la sua vera storia. Il nostro eroe muove i suoi primi passi a bordo dei carri degli Edema Ruh, un popolo di attori, musicisti e saltimbanchi itineranti che si rifà a nobili ideali. Kvothe riceve i primi insegnamenti dall’arcanista Abenthy, e viene poi ammesso all’Accademia, culla del sapere e della onoscenza. Qui apprenderà diverse discipline, stringerà salde amicizie e sentirà i primi palpiti dell’amore, ma dovrà anche fare i conti con l’ostilità di alcuni maestri, l’invidia di altri studenti e l’assoluta povertà; vivrà esperienze rischiose e incredibili che lo aiuteranno a maturare e lo porteranno a diventare il potentissimo mago, l’abile ladro, il maestro di musica e lo spietato assassino di cui parlano le leggende.

CONTIENE L'ESTRATTO DEL SECONDO LIBRO DELLA SERIE LE CRONACHE DELL'ASSASSINO DEL RE, LA PAURA DEL SAGGIO, IN LIBRERIA DAL 1° SETTEMBRE.



Titolo: Destiny
Autore: Maggie Stiefvater
Pagine: 352
Prezzo: € 16,00
Editore: Fanucci
Data di uscita:21 luglio 2011

Trama
James è un vero talento quando si tratta di suonare la cornamusa. È così bravo che ben presto è il suo stesso insegnante a rendersi conto che non ha più nulla da imparare, e che probabilmente si tratta del miglior suonatore di tutto lo Stato. Tuttavia, ci sono molte ragioni che rendono la Thornking-Ash la scuola perfetta per James: tanto per cominciare, ha il compito segreto di difendere i suoi studenti dalle mire di fate ed elfi. E poi c’è il vero motivo che lo ha spinto a iscriversi: la presenza della sua ex compagna di scuola Deirdre, Dee, di cui è ancora innamorato. Ma una fata di nome Nuala, che vuole succhiargli l’energia vitale, finisce per invaghirsi di lui, mettendo così a rischio il rapporto di James con Deirdre. Dee è al centro di un gioco mortale, e mentre James fatica a venire a capo dell’intricata situazione, Nuala lo segue di continuo, considerandolo una sorta di specchio della sua anima. Spera che prima o poi il suo affetto venga ricambiato, e che lui suoni per lei le sue bellissime musiche. Ma mentre James comincia a realizzare i suoi sentimenti per entrambe, Dee e Nuala stanno mutando e Samhain – meglio conosciuta come Halloween – si avvicina, con i suoi fuochi e i suoi riti, mortali per entrambe... E così James sarà costretto a salvare solo una delle due, e la scelta non sarà affatto facile.

 quali di queste pubblicazioni piú vi interessano?
Lya

RECENSIONE E GIVEAWAY: Black Friars. L'ordine della Chiave di Virginia de Winter

ciao ragazzi!
per iniziare alla grande questa settimana voglio porporvi la mia recensione del nuovo libro dell'autrice Virginia de Winter ed in piú voglio regalarvene una copia da leggere sotto l'ombrellone.
Enjoy!

Titolo: Black Friars. L'ordine della Chiave
Autore: Virginia de Winter
Pagine: 450
Prezzo: € 18,00

Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 15 luglio 2011

Trama
Avventura, cappa e spada; una storia d'amore passionale e tempestosa; storie di spiriti e demoni, vicende di antiche famiglie regnanti, giovani principi e figli di re; atmosfere medievali, ancestrali e cupe. Ma anche storie vere, sotto il velo nero della narrazione. Uno scenario intriso di suggestioni che riecheggiano fra i vicoli di una città affollata di esseri pericolosi e irresistibili, per i quali l’autrice si è ispirata ai fatti e ai luoghi dell’Italia dai suoi albori al mondo contemporaneo. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l'aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trovava ad affrontare ne L'ordine della spada: ma dov'è che tutto ha inizio? Axel Vandemberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Ma la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Il primo assassinio di una lunga serie. Storie dell’orrore prima di andare a dormire. Storie che si raccontano ai bambini, storie malvagie con un fondo di verità. Virginia de Winter riporta in vita il lato oscuro delle favole, la loro grottesca bellezza e l’ancestrale terrore che sono capaci di suscitare. 

Mia Recensione
Ok devo dire che questa autrice è per me una vera scoperta, non ho letto l’ordine della Spada pubblicato lo scorso anno, ma devo dire che per una serie di motivi, il libro, l’espressivitá e la trama di questo prequel, mi sono piaciuti.

Il romanzo racconta le avventure tenebrose di Axel Vanderberg, rampollo della famiglia reale e futuro re, nella sua parzialmente sconsiderata gioventù di scolaro nella Vecchia Capitale, cittá che sia per la sua conformazione che per gli avvenimenti ,terribili e sempre misteriosi, puó essere considerata  gotico – medievale.

L’inizio è consueto, Axel, assieme a suo fratello e ad altri ragazzi piú o meno della stessa etá, oltre che studiare, vanno in giro per osterie e taverne ed alcuni di loro per case di piacere, insomma si divertono, scherzano e fanno cose solite per ragazzi dai 17 ai 20 anni.
Due sono gli avvenimenti focali che fanno precipitare la situazione, l’amore puro e assoluto del protagonista per Eloise e la straziante mancanza che sente per lei e  un invito accettato, nella casa di una delle cortigiane piú conosciute e potenti, Belladore, una vampira antichissima da sempre interessata a manipolare di capi di stato. Dopo questo, nulla sará come prima, e solo Axel, per portare pace nella sua anima tormentata, potrá far luce su degli omicidi che sembrano essere compiuti da un killer amante delle favole.

Ció che mi ha maggiormente colpito del libro, a primo impatto, è il linguaggio e lo stile adoperato dall’autrice, che risulta essere elegante, raffinato, quasi d’altri tempi con l’utilizzo di parole arcaiche e di espressioni da gentiluomini.
Devo dire che la parte iniziale l’ho trovata lenta e spesso questo linguaggio cosí particolare ha reso la lettura piú articolata e complessa, fa certamente piacere cambiare registro linguistico da uno semplice a cui siamo abituati ad uno piú ricco e forbito, ma credo che l’avrei trovato piú scorrevole se fossero state smaltite alcune terminologie, forse troppo auliche, con alcune piú colloquiali non tanto nei dialoghi,che comunque risultano sempre armoniosi e ironici, ma quanto nei pensieri del protagonista e nell’atto della narrazione vera e propria.
A partire dalla metá del libro peró, la situazione è drasticamente cambiata, volevo sapere a tutti i costi come sarebbe andata a finire la questione e il linguaggio è diventato decisamente piú familiare e veloce da leggere.

Nella narrazione sono descritte tantissime emozioni che ti colpiscono, dall’amore puro con un risvolto oscuro e pericoloso di Axel per Eloise, all’affetto fraterno e duraturo tra il protagonista e suo fratello Bryce, all’amicizia e lealtà con gli altri personaggi, fino all’onore e all’orgoglio. Davvero una vasta gamma di sentimenti che coinvolgono il lettore e che sono espressi meravigliosamente!

Un altro piccolo difettuccio, oltre l’inizio lento, riguarda i delitti narrati durante tutta la storia, che visti nell’insieme sono assolutamente originali e davvero terrificanti,ma forse sono troppo diluiti nel testo e risultano, nella parte iniziale, troppo poco importanti per i protagonisti, che non li reputano degni di nota e si limitano a guardarli e giudicarli con distaccato interesse, e quindi per lasciare una traccia nella mente del lettore che rimanga nel tempo,  alle volte occorre sforzarsi per ricordarli e mettere quindi ordine ai propri pensieri e capire fino in fondo lo sviluppo della storia.
Dando un parere finale, penso che quest’autrice italianissima sia davvero una promessa del fantasy con risvolti gotici, sia per il suo stile molto particolare, sia per la costruzione delle sue storie, sia per l’originalitá con cui utilizza in modo differente dei personaggi, come vampiri e demoni, cosí ormai sfruttati fino all’inverosimile.
Assegno 4 stelline e mezzo e lo consiglio sia ad un pubblico giovane sia ad uno adulto che sa apprezzare le storie romantiche ma anche cariche di pathos ed emozioni forti.


adesso passiamo al GIVEAWAY!  Ringrazio la Casa Editrice Fazi per la sua cortesia e disponibilitá nel mettere a disposizione una copia del libro da potervi regalare.
<a href=" http://bookland89.blogspot.com/2011/07/recensione-e-giveaway-black-friars.html "><img src="http://host.presenze.com/thumb-61396.jpg" border="0" alt="host.presenze.com - click to view full image"></a>
Cosa dovrete fare per partecipare?
  • Diventare follower del blog (potete farlo dalla colonna sinistra cliccando su: Segui questo sito), controlleremo personalmente la vostra adesione al blog.
  • lasciare un commento sotto questo post scrivendo una citazione di un libro o film che vi è piaciuto che ha come tema o l’amore puro o l’amore profano, quello che vi va piú a genio tra i due. Sbizzarritevi come volete!! 
  • pubblicizzare il GA su Facebook o Anobii o inserendo il bannerino sul vostro sito o blog. 
Le citazioni che sceglierete potranno essere brevi o lunghe, non dovranno essere troppo hot e dovranno essere seguite da autore e titolo del libro o del film.
Ecco come si svolgerá questa volta l'estrazione: tra le vostre citazioni  Isy ed io sceglieremo a nostra discrezione 6 che ci colpiscono maggiormente e tra quelle selezionate estrarremo a sorte il o la fortunata.
il giorno prima dell'estrazione a sorte pubblicheremo le sei citazioni in un post apposito.

vi voglio aiutare, Isy é la piú romantica tra le due ed invece io adoro lo stile gotico piú cupo e tormentato :P
Speriamo che questa idea possa piacervi!
Divertitevi ed in bocca al lupo a tutti!!

P.S. nel caso in cui non riusciate a commentare o a diventare follower provate ad utilizzare i browser Mozilla o google chrome e i problemi si dovrebbero risolvere.

avrete tempo di partecipare fino al 7 agosto.

CHIUSO

Lya

domenica 24 luglio 2011

RECENSIONE: Alterra di Maxime Chattam

Hola!!! Eccomi di ritorno dalla Spagna ed eccomi con una nuova recensione di un libro abbastanza recente che ho acquistato alla fiera del libro di Torino a maggio con un ottimo sconto. Enjoy!


Titolo: Alterra. L’Alleanza dei Tre.
Autore: Maxime Chattam
Pagine: 350
Prezzo: 18.50 euro
Editore: Fazi

Trama
Nessuno si era accorto del suo arrivo, e di colpo è sopra tutta la città: una spaventosa, gelida tempesta. Quando il quattordicenne Matt la vede incombere, vorrebbe avvisare i genitori, capire che cosa succede, se c'è un reale pericolo. Ma è già troppo tardi: viene colpito da un fulmine e perde conoscenza. Quando si risveglia, è solo. La madre e il padre sono scomparsi, volatilizzati i vicini di casa, vuote le strade• Cosa è successo? Insieme all'amico Tobias, Matt cerca disperatamente di trovare qualcuno ancora in vita, in questa New York muta e fredda che sembra non dare speranze. Eppure, i due non sono soli: strane presenze dagli occhi di ghiaccio ne seguono i movimenti, bizzarre creature mutanti li spiano. Ai due ragazzi non resta che fuggire dalla città. Li attende un mondo selvaggio, nel quale la natura ha ripreso totalmente il sopravvento. Riescono a trovare riparo su un'isola a ovest, presso una comunità di bambini, i "Pan". Il loro rifugio è però tutt'altro che sicuro: perché ad Alterra, gli unici adulti sopravvissuti sono diventati ormai cacciatori di bambini

Mia Recensione
Questo libro, uscito da qualche mese in tutte le librerie, mi rendeva dubbiosa, non so per quale motivo, ma proprio non mi convinceva, peró ho voluto comprarlo comunque per provare e tutto sommato sono rimasta abbastanza soddisfatta.

La storia inizia in modo normalissimo,i protagonisti sono tre ragazzi di 14 anni, un pó nerd che giocano a giochi di ruolo e sognano grandi imprese fantastiche e  vivono le loro vite tranquillamente tra scuola e famiglia. Ma tutto sta per cambiare.
Il 26 dicembre una fortissima tempesta si abbatte su New York e su tutta la Terra seguita da stranissimi fulmini che sembra siano delle mani che cercano qualcosa.
Matt, il protagonista principale, dopo la tempesta si risveglia solo e confuso nella sua casa, i suoi genitori sono spariti e la cittá è un deserto, non sembra ci sia nessuno. Coraggiosamente esce in mezzo alla neve e va dal suo amico Tobias, sente il bisogno di trovare qualcuno, di parlare, di farsi domande per non farsi prendere dalla disperazione e fortunatamente lo trova.
Insieme iniziano un’avventura davvero fuori dal comune perché il mondo non è piú lo stesso,la natura ha ripreso il sopravvento ricoprendo tutti i palazzi e le strade, la tecnologia è completamente scomparsa a partire dall’elettricitá, quasi tutti gli adulti sono spariti e i pochi rimasti sono mutati e diventati malvagi, solo i bambini e gli adolescenti sono sopravvissuti e sono rimasti loro stessi e non hanno altra scelta che tentare in tutti i modi di sopravvivere in questo territorio completamente selvaggio e ostile.
 E questo è quello che cercano di fare Matt e Tobias, sopravvivere.

La trama è semplice ma ricca di mistero e ti incuriosisce molto con le descrizioni del paesaggio cosí alieno, delle minacce rappresentate dagli animali tornati ad essere selvatici, della lunga strada che i protagonisti fanno, insomma vuoi sapere come prosegue la storia.
Per analizzare questo libro peró, secondo me andrebbe diviso in 2, le prime 200 pagine e le ultime 200.
L’inizio è davvero folgorante,l’ho letto davvero velocemente affascinata e coinvolta in questa avventura quasi horror, la parte finale è invece piú fiacca e piú infantile sia come trama che come espressione. Insomma la prima parte è bella e appassionante, simile a Io sono Leggenda, la seconda è piú marcatamente young e questa disparità io l’ho sentita durante la lettura.

I personaggi sono poco approfonditi nella loro evoluzione e quando accade che Matt ad esempio inizia a cambiare nei suoi atteggiamenti e comportamenti, lo si sottolinea molto lui stesso, quasi come se la differenza tra il prima e dopo non possa essere avvertita dal lettore a meno che non venga sottolineata numerose volte. Matt da nerd appassionato di giochi, diventa quasi improvvisamente come uno degli eroi che tanto apprezza, soprattutto del Signore degli Anelli, ma senza transizione, da un giorno all’altro si sveglia e si rende conto di essere profondamente cambiato.
In generale i tre personaggi principali dono descritti in modo superficiale e sono poco approfonditi, forse nel seguito verranno analizzati meglio, ma per il momento non convincono pienamente.

Tirando le somme, la prima parte del libro mi è piaciuta molto, l’idea di base è interessante, ma l’ho trovato troppo infantile in alcune parti quindi assegno 3 stelline e mezzo e spero che nel seguito, che credo possa essere interessante, di trovare dei miglioramenti.

sabato 23 luglio 2011

Offerte estive 4

ciao a tutti e buon sabato!
dopo un veloce giro in libreria, ho notato degli sconti interessanti che voglio mostrarvi, in particolare l'offerta della BUR e dei libri di Paulo Coelho e un'offertissima della Fanucci.
  • Tutti i titoli tascabili della BUR e di Bompiani saranno al 25% in meno fino a fine agosto
  • gli ebook dei tascabili sempre della BUR e di Bompiani, saranno ribassati con un costo variabile dai 3,99 ai 4,99
  • Tutti i libri del celebre scrittore Paulo Coelho saranno anch'essi scontati del 25% fino a fine agosto
questo per quanto riguarda BUR e Bompiani, per quanto riguarda la Fanucci, é uscito da un paio di giorni il primo libro di una serie fantasy davvero molto apprezzata dai lettori sia italiani che americani, ad un prezzo formidabile!
Questo stesso libro é stato pubblicato nel 2008, ma adesso ci viene riproposto perché manca pochissimo alla pubblicazione del secondo volume.
Il Nome del Vento di Patrick Rothfuss a 4,90 Euro al posto di 16,90 euro fino a fine settembre
Personalmente ne ho approfittato perché questo romanzo é desisamente nelle mie corde e poi con un prezzo cosí invitante, per un libro di ben 700 pagine, non ho proprio potuto evitare di acquistarlo.

voi ne approfitterete?
Lya

venerdì 22 luglio 2011

What's Next? 12

Ciao a tutti! Eccoci come ogni venerdí con la rubrica what's next nella quale vi diciamo quali saranno le nostre letture e quindi le recensioni.

Isy:
Fermate il Boia di Agatha Christie

Lya:
The Iron King di Julie Kagawa


voi cosa leggete di bello in qesto periodo estivo?

giovedì 21 luglio 2011

Se fossi un libro.....06

Buon pomeriggio...Eccoci con l'appuntamento ormai consueto del giovedì...=)

Se fossi un libro oggi sarei...
Perchè? Perchè ora che questa incredibile avventura è finita non posso non ricordare l'entusiasmo provato la prima volta che ho letto "Harry Potter e la pietra filosofale". Non posso non rimpiagere i giorni passati con la mia migliore amica a reinterpretare scene del libro con 2 bacchette create da 2 rami d'albero, le risate. Harry Potter ha influenzato la mia infanzia. Sono cresciuta con le loro avventure. E se potessi veramente essere un libro sarei ogni giorno della settimana un libro della saga. 
Isy

mercoledì 20 luglio 2011

Cover Crazy 08 Black Friars. L'ordine della Chiave

ciao ragazzi
eccomi in questa giornata afosa con la nuova puntata di Cover Crazy!
This Week I'm crazy for....

Black Friars. L'ordine della Chiave di Virginia de Winter

Lya

martedì 19 luglio 2011

ANTEPRIMA: Starcrossed di Josephine Angelini

Ciao a tutti!
eccomi oggi con un'anteprima freschissima firmata Giunti Y, che nei primi giorni di settembre pubblicherá un romanzo molto particolare che mi intriga moltissimo: Starcrossed, romanzo che ha come sfondo la mitologia greca.
Personalmente da simpatizzante di Percy Jackson, non posso non essere interessata a questo libro, la cui cover originale tra l'altro, é bellissima.

Titolo: Starcrossed
Autore: Josephine Angelini
Pagine: 464
Prezzo: 16.50 euro
Editore: Giunti Y
Data di pubblicazione: 7 settembre 2011

Trama
Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?
Questo sará il primo libro di una trilogia con personaggi ed aneddoti mitologici, nei prossimi giorni dedicheró altri post a questo libro quindi Stay Tuned!

Lya

Intervista a Luca Terenzoni


Salve a tutti, oggi vorrei  parlarvi di un giovane scrittore e della sua prima fatica letteraria. Si chiama Luca Terenzoni e grazie al gruppo Albatros ha pubblicato il romanzo “Primavera in Borgogna”.
Ciao Luca. Innanzitutto grazie per questa intervista e ti do il benvenuto sul nostro blog.
Ciao Isy. Un saluto a tutti i vostri lettori e un ringraziamento particolare a voi, per avermi ospitato.
 
Parlaci un po’ di te.
Comincerei dicendo che da circa un paio di anni ho superato la quarantina ( in effetti, non sono proprio giovanissimo… ). Sono laureato in Economia e Commercio e lavoro presso l’ufficio amministrativo di una società della Versilia, per la quale curo anche i contatti con l’estero. Ho la passione per la lettura, il cinema, le lingue straniere e… la Francia!

Come è nato il desiderio di scrivere un romanzo?
Per caso. Sono un amante della lettura, ma sinceramente non ho mai pensato di arrivare alla stesura, né tanto meno alla pubblicazione di un romanzo. Questo fino a quando, circa due anni fa, il soggetto alla base di “Primavera in Borgogna” non ha cominciato a delinearsi lentamente nella mia testa, con le figure dei singoli personaggi coinvolti nella storia. Ho provato così a mettere nero su bianco, pagina dopo pagina, le idee che avevo precedentemente sviluppato nella mia mente, arrivando così a completare la stesura della storia. 

Quali sono i tuoi scrittori preferiti? E quale genere letterario prediligi?
Il mio autore preferito è senza alcun dubbio Henry James. Sono infatti un amante dei classici della letteratura inglese e americana; anche se in realtà leggo ovviamente anche  qualcosa di più “contemporaneo”. Al momento sto infatti leggendo “Al limite della notte” di Michael Cunningham, del quale ho amato tantissimo il suo “The Hours”.

Ti piacerebbe parlarci della tua esperienza di autore emergente nel pubblicare un libro?
Dopo aver completato la stesura di “Primavera in Borgogna” si è ovviamente presentato il problema della scelta dell’editore a cui presentarlo per la sua valutazione. Ho quindi effettuato in rete una ricerca delle case editrici che avrebbero potuto essere interessate alla valutazione di manoscritti di autori esordienti. Ho poi deciso di accettare la proposta editoriale del Gruppo Albatros. A livello promozionale, pur avendo la casa editrice attuato tutto quello a cui si era inizialmente impegnata, la pubblicazione di “Primavera in Borgogna” ha ovviamente richiesto anche un mio impegno specifico, compatibilmente con i tempi richiesti dalla mia professione ufficiale . Del resto questo mi era sembrato più che naturale ancora prima che il libro venisse pubblicato. 

Ed ora passiamo a parlare del tuo romanzo. Se dovessi descrivere il tuo romanzo con 3 aggettivi, quali sarebbero?
Inizierei subito con il definirlo introspettivo, perché nel cercare di sviluppare non solo la figura di Francesco Martini, il protagonista, ma anche degli altri personaggi coinvolti nella storia, caratterizzata da risvolti noir e sospesa tra passato e presente, ho cercato di entrare nelle loro menti e di farle poi interagire sulla base delle loro differenti esperienze di vita. Proseguirei poi definendolo intrigante, dal momento che, da un certo punto in poi del romanzo, il lettore è accompagnato, pagina dopo pagina, attraverso tutta una serie di colpi di scena, fino ad arrivare, a un ritmo incalzante, alla fine del romanzo. Tutto questo perché, come lo stesso Francesco avrà modo di appurare poco dopo il suo arrivo in Borgogna, nulla è come sembra…..
Terminerei, infine, definendolo un romanzo “descrittivo”. Il fatto di aver visitato i luoghi che fanno da sfondo alle atmosfere noir della storia, mi ha infatti permesso di riversare sulle pagine di “Primavera in Borgogna” tutte le emozioni da me provate durante il mio soggiorno in quella suggestiva regione della Francia, proprio durante la stagione primaverile.

Come è nata l’idea di questo romanzo?
Mi interessava essenzialmente narrare l’esperienza di vita di un mio coetaneo, il quale, sebbene la sua vita si stata caratterizzata da una serie di successi non solo in ambito professionale ma anche privato, si ritrova a rimettere tutto quanto in discussione dopo essere stato abbandonato dalla sua fidanzata storica a solo pochi mesi dal giorno previsto per il loro matrimonio.
Quando crede di essere finito su di un “binario morto”, ecco che l’incontro del tutto casuale con un imprenditore francese del settore del vino lo catapulterà in una realtà completamente differente da quella in cui si è trovato a operare fino a quel momento.
Per Francesco sarà l’occasione per un nuovo inizio e imposterà la sua nuova vita solamente sulla propria persona, convinto che non si innamorerà mai più in vita sua di un’altra donna.
Arrivato in Borgogna, però, l’incontro con Ludivine, la sua nuova collega, tanto affascinante quanto misteriosa e complessa, farà ben presto vacillare tutte le sue nuove convinzioni.
Contemporaneamente, da un passato solo in apparenza lontano e dimenticato, inizieranno a riemergere lentamente gli inquietanti dettagli di un caso di cronaca nera del passato, in cui Francesco scoprirà coinvolti sia Ludivine sia il suo nuovo datore di lavoro…
Francesco è un personaggio molto vario, con molte passioni, con molta voglia di vivere. C’è un po’ di Luca in Francesco?
In effetti c’è molto di me in Francesco. Abbiamo la stessa età, siamo molto simili caratterialmente, svolgiamo un tipo di lavoro simile e abbiamo diverse passioni in comune. Per il resto, però, abbiamo avuto esperienze di vita differenti. Per quanto riguarda la trama del romanzo, per me è stato molto interessante, oltre che “divertente”, immaginarmi in un contesto completamente diverso da quello in cui sono solito operare. 

A un certo punto del romanzo Francesco abbandona tutto (famiglia, amici, lavoro) per cambiare vita. Tu riusciresti mai a farlo?
Per risponderti, molto probabilmente dovrei trovarmi nella stessa situazione, soprattutto psicologica, di Francesco. Indubbiamente si tratta di una decisione coraggiosa, che richiede una grande determinazione e forza di carattere.

Ti piacerebbe scrivere un nuovo romanzo con protagonista Francesco Martini?
Perché no! Magari proprio con un seguito di “Primavera in Borgogna”. Del resto Francesco è un uomo dotato di “mille” risorse, come lui stesso avrà occasione di  rendersi conto quando, nel romanzo, arriverà anche a mettersi pericolosamente in gioco, nel tentativo di riuscire a fare luce sull’enigma nel quale, suo malgrado, si ritroverà inaspettatamente coinvolto…

Ti piacerebbe scrivere altri romanzi, magari di genere diverso?
Certamente. In effetti sto scrivendo una nuova storia, anche questa di ambientazione francese, in cui ancora una volta cerco di “scavare” nelle vite dei vari personaggi coinvolti. Questo del resto è quello che, in qualità di lettore, mi spinge generalmente a iniziare la lettura di un nuovo romanzo. 

Quali sono le tue aspettative per il futuro?
Personalmente mi auguro di avere sempre la possibilità di fare tutto quello che mi appassiona veramente; che mi spinge ad affrontare ogni nuovo giorno con entusiasmo. Nel riuscire a fare questo sono fermamente convinto del fatto che i libri possano giocare un ruolo fondamentale, non soltanto nel momento in cui vengono scritti, ma anche e soprattutto durante la loro lettura.

Ti ringraziamo per la tua disponibilità e ti auguriamo un enorme in bocca al lupo per il tuo libro.
Un saluto sincero, ti aspettiamo per una prossima chiacchierata sul blog magari su una prossima uscita=).
Sono io che vi ringrazio e mi auguro di poter tornare a farvi visita presto… magari proprio con un nuovo libro! :-D

Isy
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...